domenica 27 gennaio 2013

L'Angolo del Rockpoeta: FORECAST

Oggi più che mai per celebrare degnamente la giornata della memoria é giusto ricordare il passato e lo sterminio degli ebrei alla luce anche di un forte antisemitismo che sta riaffiorando con forza (avrete sentito anche quanto successo a Napoli) ma é anche giusto vivere questa giornata avendo uno sguardo al presente, perché quello che dovremmo imparare da questa giornata é che certi orrori non si dovrebbero mai ripetere ed invece non é così.

Le decine di migliaia di morti in Siria (solo per citare un fronte molto caldo) sono lì a ricordarci di non voltare la faccia da un'altra parte.

Ed allora due poesie per questa giornata: una con un video che ho già postato alcuni anni fa ma che credo sia doveroso riproporre, e l'altra invece su quanto oggi accade in Siria, dove lo sterminio quotidiano di innocenti é la regola. E nessuno o quasi batte ciglio e dice qualcosa...

1) IL VIDEO

2) Questa da leggere...

  FORECAST
Piove
Ma il mio ombrello non può ripararmi dal sibilo 
Di queste gocce mortali.

Piove
Sono gocce acide
Calde,
Incandescenti
Fosforescenti.

Escoriazioni e sangue
Sono il pane quotidiano
Qui in Siria.

Lottiamo per essere liberi
Ma la guerrra scatena istinti primordiali orribili.

Tracce invisibili
Rapiscono bambini
Seviziano donne
Cancellano anime.

Nuovo giorno
Stesse notizie di ieri

Bollettino del Servizio Meteo Siriano:

"Oggi pioggia diffusa 
Di ordigni strazianti

Temporali violenti
Con tuoni roboanti dei cannoni
E fragranti rimbombi di mortaio.

Temperatura elevata
A causa di fumo e fuoco;
Le alte temperature sono destinate
A persistere per lungo tempo
Così come la pioggia acida di morte".

Anche oggi piove
E non fa più notizia

Proprio come la mia terra.


DANIELE VERZETTI ROCKPOETA
----------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

giovedì 24 gennaio 2013

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Votiamo Berlusconi!

Tranquilli prima che a tutti voi prenda un coccolone vorrei tranquilizzarvi sul fatto che é un titolo provocatorio e non attestante la verità sulla mia scelta all'interno dell'urna elettorale né tantomeno un invito pubblico a votare il Cav lol!

E' un titolo però che nasce da una riflessione che sento fare a molte persone e cioé sul profondo timore di un'alleanza, peraltro oramai dichiarata da quasi tutti all'interno del Pd ad eccezione forse del solo Bersani,  con Monti dopo le elezioni quantomeno in Senato.

Ora, se ho una certezza (e con me tanti altri) é che delle cure di Monti che succhiano sangue ai soliti noti, che non toccano la casta (anzi le caste - non solo quella politica -) che non considerano la necessità di un mercato che abbia regole base uguali per tutti, non abbiamo più bisogno. Per carità, non sto affermando che siamo ricchi e possiamo tornare a sperperare denaro pubblico (cosa che non si doveva fare neanche prima peraltro), ma solo che si deve tagliare dove davvero c'é spreco e pensare al contempo ad un riliancio dell'occupazione ed alla difesa del Welfare (sanità,  pensioni, ecc...)

Se esiste ahimé un'altra certezza é che se vincesse il Cav saremmo di nuovo con un caravanserraglio di postulanti, commedianti, mafiosi, e quindi un Governo di fatto immobile che però non andrebbe a colpire ancora le pensioni o altro perché troppo intento a pensare a salvare le chiappe del Cav.

Provocazione per provocazione, non vi nascondo che alcune persone da me interpellate mi hanno confidato che dovendo scegliere tra Monti con il Pd e Berlusconi, per non vedersi massacrare quasi quasi sceglierebbero il Re di Arcore. Ovvio che stiamo parliando di persone che poi non voteranno realmente il Cav, ma che cmq di fronte ad una pistola puntata alla tempia, dovendo per forza votare e dovendo poter scegliere solo tra Pd, Monti e Bersluconi, presi alla disperata sceglierebbero il Cav.

Troppo alto lo scotto di quanto subito in questi mesi, su come si é inciso su pensioni, sanità e tutto quello che si poteva colpire, andando ovviamente solo e soprattutto ad incidere sul ceto medio oramai sempre più povero e su chi già povero lo era.

 Tutto questo secondo me, tra l'altro, inizia anche timidamente a scorgersi nei sondaggi dove il Pd, sia pure forte, continua a perdere qualcosa mentre il Pdl (anche se non solo lui ovviamente) avanza.

Bersani non dice cose sbagliate quando parla, ma la paura che sia SEL che il PD alla fine trovino un alibi ed una giustificazione per allearsi con Monti, é molto alta. mentre oggi ci vogliono programmi meno legati ai criteri della Bocconi e più vicini alla vita ed all'economia reale.

Io so già che non voterò PDL ma neanche il  PD. Alla consueta e già praticata verbalizzazione del mio "non - voto", ho in mente un'altra possibilità,  ossia quello che io chiamo un voto di ed in difesa delle libertà esistenti, per una forza politica che potrebbe fare muro e proteggere la comunità e soprattutto che penso sbandiererebbe ai 4 venti qualunque bastardata fatta dai membri del Palazzo.

Resto ancora incerto quindi ma tempo ne ho ancora per chiarirmi le idee o forse più probabilmente per confondermele ancora di più. :-)))
---------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

giovedì 17 gennaio 2013

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Limite Di Sopportazione

Sicuramente in rete in questi giorni si sarà dibattutto sulla deecisione della Cassazione Sez. Civile N.601/2013 che ha sancito l'affidamento del figlio di una coppia alla madre gay che vive con la sua compagna. Almeno spero se ne sia dibattuto...

Lui, violento, disinteressato al figlio (cose entrambe dimostrate ampiamente in sede giudiziale senza alcuna ombra di dubbio) si é mosso a richidere l'affidamento esclusivo solo quando ha scoperto della relazione omossessuale dell'ex moglie.

In sostanza la Cassazione ha sancito il principio che nel caso di figlio non adottivo (nella fattispecie il minore era nato dall'unione tra i due coniugi) il fatto che il minore cresca successivamente in un ambiente familiare sereno anche se costituito da due persone dello stesso sesso non lo si può considerare un elemento dannoso salvo che ciò non sia dimostrato da chiare prove scientifiche.

Un passo avanti importante a mio avviso, un piccolo ma fondamentale spiraglio verso una vera uguaglianza.

Al riguardo la risposta di Monti (candidato a Premier ma forse anche a nuovo Papa - un Papa Tecnico - il primo nella Storia della Chiesa)  non si é fatta attendere: la famiglia é solo "Uomo e Donna".

Guardarsi attorno, e chiedersi quale sia il limite massimo di sopportazione di un uomo, dell'uomo.
Guardarsi intorno e domandarsi se l'istinto di sopravvivenza non sia una iattura della nostra specie. Sì, iattura, in quanto non porta la gente a ribellarsi dei soprusi, delle ingiustizie  e delle amarezze che subisce, fino a quando ha ancora qualcosina che la fa sopravvivere, arrancando, invece di lottare per un mondo più giusto. Sì, più giusto, non dico perfetto ma almeno non così sperequato come é oggi.

Io non mi sento così, il mio limite di sopportazione nasce dalla speranza che lottando in qualche modo con la mia vita, il mio pensiero, le mie poesie anche, possa fare qualcosa.

Il mio limite di sopportazione é particolare: ha tre livelli: Allarme Giallo, Allarme Arancio (nessun riferimento politico a liste attuali sia chiaro) ed Allarme Rosso

Il primo livello si é bruciato da tempo, il secondo anche, il terzo ci siamo quasi....

Ed il vostro?
------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNotizie Clicca QUI

venerdì 11 gennaio 2013

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Mera Avanspettacolo Ieri Su LA7

Mi é sembrato uno show ben concertato con la solita giocata sporca del Cav peraltro abbastanza ben rintuzzata da Travaglio.

Certo che l'impressione avuta ieri sera é stata più di una trasmissione atta a fare audience piuttosto che volta a mettere in difficoltà Berlusconi. Anche gli attacchi di Travaglio per quanto circostanziati, non erano nulla di ipiù che monologhi che avrebbe potuto fare ed ha anche già fatto da solo da quel pulpito.

Paradossalmente quella letterina di Berlusconi ha restituito per un po' un clima più vero e meno da lustrini e pajettes (leggasi avanspettacolo). Certo si é cmq evinto che il Cav le spara grosse, ma per quello non si ha bisogno di Sua Maestà Santoro basta lasciare parlare Berlusconi da solo senza freni.

Una sola cosa é vera: L'esecutivo Monti é stato mandato per un commissariamento "soft" e per salvare le banche non la gente. Altra cosa vera, la finanza ha il potere di tenere in scacco gli Stati purtroppo al momento e di poter anche influire su lle politiche degli stessi. Ciò non toglie che Berlusconi sia anch'egli stata una iattura per questo Paese
----------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI.

mercoledì 9 gennaio 2013

OPINIONE DEL ROCKPOETA: La Morte di Twitter (E Della Rete)

I blog sono in crisi. Twitter é in crisi. In realtà la rete, per come molti di noi la concepivano é agonizzante.

Si dice e si scrive che i blog siano in crisi per colpa di facebook e di una minore voglia di pensare e sforzarsi di ragionare e dialogare, preferendo banali "mi piace" a tesi più articolate.

Assolutamente vero (io stesso sono sostenitore e forse antesignano fautore di questa tesi) ma probabilmente a monte di questa crisi, o forse a sancirne la sua definitiva consacrazione, c'é un altro fattore.

Mi é capitato di parlare con molti soggetti che sono o erano anche su Twitter e, molti di loro hanno fatto un'interessante osservazione e cioé che la rete si sta uniformando alla televisione.

Come? Semplice. Fino ad ancora un paio di anni fa, in rete si cercava un'informazione ed un'opinione alternativa, nel senso di indipendente e libera da ferree disposizioni e linee editoriali.

Ecco quindi nascere molti blog, e poi twitter ed in parte anche facebook (anche se qui in realtà la prima migrazione fu di persone dedite al cazzeggio in prima battuta).

Oggi invece, molti VIP hanno scoperto la rete ( e Twitter in particolare) ed ecco che la gente si é immediatamente massificata riproducendo nella rete gli stessi comportamenti che ha come telespettatore, ossia, tutti folllowing di Monti, o del giornalista conosciuto di turno, abbandonando chi invece, meno conosciuto, scriveva anche in soli 140 caratteri pensieri ed idee originali e lasciava link sui cui riflettere.

Si sono ovviamente abbandonati anche i blog (oggi  seguiti pochissimo salvo che non siano molto schierati politicamente o non siano di persone ultra famose come Grillo per es.) e tutto sembra prendere una pericolosa deriva liberticida.

Io lo scrissi già a suo tempo quando mi accorsi di questo pericolo e cioé che visto che non riuscivano a "silenziare" la rete, l'hanno semplicemente e "Berlusconianamente" invasa. Tutti, da scrittori a politici a comici, fino ad arrivare pure al Pontefice...

Oggi tra frizzi e lazzi su facebook (tranne rare eccezioni va detto, non si può fare di tutta un'erba un fascio) tra i cinguettii di Alfano, Monti ed altri soggetti noti e il volersi mettere in mostra non con le proprie idee ma commentando e retweettando pensieri di altri (famosi ovviamente), la rete si é imbarbarita e pochi ancora resistono nel tentativo di non perdere anche quest'ultimo baluardo di libertà in attesa di riprenderci anche le piazze reali.
----------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

lunedì 7 gennaio 2013

L'Angolo del Rockpoeta: Il Gioco Dei Perché

IL GIOCO DEI PERCHE'

Perché ci uccidiamo?

Vuoi conoscere il colore del sangue?
E' rosso come il tuo.

Vuoi vedere lo sguardo di un uomo
Spegnersi lentamente?

Non lo vedrai
Se mi uccidi i miei occhi
Saranno chiusi per sempre
Serbando quel segreto e portandolo con sé.

Non lo vedrai su di me
Ma lo leggerai nel dolore
Di chi mi ha perso.

Lo potrai scorgere dopo i fiumi di lacrime versati
Quando le loro gote riarse e le loro labbra secche
Avranno consumato ogni stilla di vita.

Perché vuoi uccidere? Per odio? Per sadismo?

Guarda il tuo riflesso nello specchio
E se lo vedi non sei un povero vampiro assetato di sangue
Ma soltanto uno stronzo assassino privo di anima.


DANIELE VERZETTI ROCKPOETA
-----------------------------------------------------------