lunedì 22 febbraio 2010

L'Angolo del Rockpoeta: "Italian Basket"

"Italian Basket" (nel senso di Cesto e non della pallacanestro....ndr.)

ITALIAN BASKET

Fischi ai lavoratori
(Termini Imerese non é Imperia)
Inquinano Padiglioni uditivi
E occhi muti di fronte all'incredibile.

Comizi impolverati
Facce nuove ma con sguardi già visti
Sempre meno serietà
Sempre maggiore incapacità

Tangenti in natura
Ladri di polli
Povertà che colpisce anche chi corrompe.

Ed intanto la follia prosegue:
Nuova proposta della rete
Da affiancarsi a quelle Sanremesi
Coacervo di banalità
Dentro un calderone italico ben agitato e di indubbio squallore.

Ma tranquilli, l'elettorato ha votato!
La voce del popolo é chiara ed univoca!

Così la Nazione ha deciso
Emanuele Filiberto Re D'Italia!

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
---------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNotizie Clicca QUI

12 commenti:

Guernica ha detto...

E si..."Italia amore mio"...

and ha detto...

un'operazione molto ambigua quella del festival. è incredibile comunque come in italia, i regnanti, cacciati e responsabili di nefandezze, siano ancora trattati con educazione.

non mi stupirei davvero che tanta parte d'italia volesse tornare alla monarchia, quella dei savoia.

delle altre "monarchie" presenti in questo paese, basta aprire gli occhi.

giudaballerino ha detto...

La monarchia in Italia ce l'abbiamo già ed è la televisione, monarca assoluto capace di decidere di ogni cosa e per ognuno. L'unico motivo del ritorno di popolarità della vecchia monarchia è semplicemente perché è entrata a far parte della tv. E' lei il nostro re assoluto.

Niente Barriere ha detto...

Come non segnalare la dichiarazione di SanRemo di Bersani...che fa il paio a quella in diretta sul TG4. Il Festival di RaiSet è solo la continuazione di un progetto che ha la regia di un unico regista... Poi se le cose andassero male (come la scomparsa prematura di un nano) c'è sempre il rampollo di casa Savoia pronto a subentrargli ..tanto i baffini e i bersanini sono d'accordo ..

chit ha detto...

Io sono cresciuto in un'altra Italia; questa, spiacente no ma non la riconosco... e non solo per il fatto che i figli dei principi si spacciano per cantanti!?!

Gunther ha detto...

ho colto l'ironia, sono veramente morto dal ridere, ma un dubbio mi attanaglia ahimè nella mia mente malata, stare per stare male, vuoi vedere che il principe sarebbe meno peggio di qualcun altro?

Gians ha detto...

Quanta stupidità. Sempre all'erta caro mio.

Sama ha detto...

Non so se è peggio credere nel voto truccato o nella volontà degli italioti. In ogni caso: non smettiamo più di raschiare il fondo?

enne ha detto...

Per fortuna ci siamo salvati in corner.
Il giovane Savoia, in sè, non ha colpe personali, tranne quella di essere il pronipote di un traditore, e il figlio di un debosciato.
Umanamente riesco a comprendere la sua voglia di vivere nel Paese dei suai avi, quelli pessimi e queeli che scontarono esili ingiusti.
La Repubblica è abbastanza forte per temere i gorghezzi, peraltro stonati, di un re che è riuscito a diventare solo re dei sottaceti.

enne ha detto...

zz=gg

Ormoled ha detto...

Io penso se vuoi essere italiano come tutti, comportati e vivi come tutti. Certi protagonismi mi puzzano. FaceBook come tutte le cose può essere anche utile, certo però che quando vengono fuori le cragne si notano in maniera esponenziale. La tua bella poesia ha disegnato la parte del paese da curare, ma sai come son fatto io mi piace anche pensare che in questo paese ci sono persone che la vedono lunga e rendono un po tutto migliore. ciao

Sergio ha detto...

San Remo? Ci sono programmi ancora peggio, purtroppo!
Ma, cosa volete, questa è ... "qultura"!!!