mercoledì 29 ottobre 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Assenza dello Stato di Diritto

Ho letto, come forse molti di voi, questo post da "L'Incarcerato" http://incarcerato.blogspot.com/2008/10/la-vita-spezzata-di-un-ragazzo.html

Suggerisco anch'io di andare a leggere il post che lui vi indica alla fine del suo pezzo e se volete di lasciare un segno del vostro passaggio. (cioè qui: http://nikiaprilegatti.blogspot.com/2008/10/questo-sono-io-prima-del-19062008.html), anche solo una piccola testimonianza di solidarietà.

Io, sarò molto sincero con voi, il primo sentimento che ho provato è stata PAURA!

Non rabbia, non odio, non voglia di giustizia e di avere verità, ma paura.

Paura perchè se chiunque può essere impunemente arrestato e come un criminale della peggior specie (e che questo ragazzo di soli 26 anni fosse colpevole di truffa telefonica, non è dimostrato, anzi lui voleva cercare la verità) e che poi sia trovato morto in circostanze sospette e nulla o quasi si voglia fare per scoprire veramente se si è sucidato (ma i dubbi se leggerete il post della madre sono parecchi... ) mi lascia senza parole.

Chiunque di noi, può di fatto venire prelevato senza che poi nessun parente possa avvicinarci? Che differenza esiste, se così davvero stanno le cose, tra l'Italia di oggi e l'Argentina dei tempi dei Desaparecidos?

Io ho paura, rabbia, voglia di gridare! E, per la prima volta, forse, in vita mia, voglia fisica di vendetta!

------------------------------------------

Un'altra storia, un altro caso di Assenza di Diritto.

Ce ne parla Ishtar, che ci porta alla luce quanto successo a Giuseppe Casu.

C'è un processo in corso, forse diventeranno due, per vedere di avere giustizia. La famiglia ha anche bisogno d'aiuto per le spese processuali.

Io qui vi lascio i link al suo post , a dove potete leggere bene l'inizio di questa storia e dove anche potete vederne gli sviluppi più recenti

Per chi volesse aiutare economicamente con un contributo la famiglia, sul post qui sotto linkatovi scritto da Ishtar troverete tutti i riferimenti. Vi prego, andate almeno soltanto a leggerlo

Grazie
Daniele il Rockpoeta

I LINK:

ISHTAR: http://ilpiaceredelcreare.blogspot.com/2008/10/novit-su-giusppe-casu.html
ULTIMI SVILUPPI: http://www.reti-invisibili.net/giuseppecasu/indices/index_649.html
ORIGINE DELLA STORIA: http://www.comitatogiuseppecasu.it/LA%20VICENDA/LA%20VICENDA.htm

32 commenti:

Andrew ha detto...

primo! :)

anche io ho provato paura
bello l'articolo

ciao daniele

Pino Amoruso ha detto...

Avevo già letto e linkato nella sezione del mio blog dedicata alle iniziative la vicenda di Giuseppe Casu.
Ignoravo la storia di Niki che mi ha provocato paura si, ma soprattutto rabbia e tristezza.

Franca ha detto...

Lo stato di diritto?
Esiste? C'è mai stato?
Dopo le dichiarazioni di Cossiga i dubbi sono forti...

stella ha detto...

Per Giuseppe Casu,già provveduto.

Ignoravo la storia di Niki:paura, rabbia e ristezza.

Artemisia65 ha detto...

o un film, detenuto in attesa di giudizio
la paura l'ho provata davvero vedendo quel film ed è ancora attuale

il Russo ha detto...

Leggendo di storie come quella di Giuseppe Casu o quella precedente c'è da augurarsi di non trovarsi mai, neanche accidentalmente, in "mani sbagliate".
Genova 2001, il caso Aldrovandi e quello di Aldo Bianzino sono parte di una storia che sembra non finire mai, i due casi da te citati aggiornano questo triste elenco.

intrigantipassioni ha detto...

La storia di Niki la conoscevo in parte.
Grazie a te sono arrivata "alal fonte", cioe' al blog della madre.
Mi sono permessa di fare un banner... e ho invitato le persone a metterlo nel blog....
Grazie per aver diffuso queste cose, Daniele... Faro' del mio meglio....

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Anch'io ho provato rabbia, paura e soprattutto sgomento.
Non ci sono parole per descrivere la follia che ci circonda.
Un abbraccio Daniele.

tommi ha detto...

mi sono fermato alla prima storia e letto i vari link. per oggi basta così.

calendula / trattalia ha detto...

AIUTO....

sam ha detto...

Vado a leggere.

Ishtar ha detto...

Grazie Daniele
per essert unito al passaporola per la vicenda di Giuseppe, ora approfondirò la prima vicenda che non conoscevo, ma ormai sono abituata a non stupirmi più di quando capita in Italia...
Questo non significa che dobbiamo arrenderci: Resistenza oggi più che mai, buona giornata, ciao

lucagel1 ha detto...

Paura e rabbia perchè la realtà ti viene sbattuta in faccia violentemente,ma è così...non scomodiamoci all'Argentina...pensa al periodo fascista...ma possono anche isolarti,tagliarti fuori,appicicarti la solitudine...Visto che di De Andrè in tg non se ne parla? chissà...

fabio r. ha detto...

ho letto la storia di niki...no so che dire? l'unica cosa che mi viene in mente è tanta solidarietà alla mamma insieme ad un milione di domande...
Più divento vecchio e più capisco che con la storia di Josef K e del processo purtroppo Kafka ci aveva azzeccato....

l'incarcerato ha detto...

Sono appena arrivato da una giornata movimentata e piena di rabbia. E non puoi capire che enorme piacere ho trovato nel vedere pubblicato la storia straziante che ho raccontato.

Grazie Daniele, ti ringrazio fortemente perchè il tuo è un blog molto seguito e così non hai fatto altro che dare un enorme contributo alla causa di una madre distrutta ma in cerca della verità.

Grazie ancora.

elena ha detto...

Paura? No. Anche se la rete protettiva che avevo intorno da giovane, devo dire, s'è molto sfilacciata... più che altro amarezza.
Perché sono anni che mi sento dare della visionaria (quando va bene) se dico che "certe" forze dell'ordine sono deviate e devianti, che non sono al servizio del cittadino... però penso che, se facciamo rete e restiamo uniti, ce la possiamo fare. Forse.io

Angela ha detto...

grazie infinite Daniele per il tuo lavoro e il tuo impegno

Sergio ha detto...

Effettivamente non pensavo che storie del genere accadessero in Italia.
Veramente resto allibito!

Blogger ha detto...

Daniele mi ero perso molti post e link.
Tutti, dico tutti, molto interessanti e, in alcuni casi, toccanti.
Ti ti ringrazio.
Grazie per le visite al blog.

Blogger
ITALY ITALIA

ArabaFenice ha detto...

il nostro sistema produce delle iniquità spaventose...c'è da aver paura, hai ragione..

Blessing Sunday Osuchukwu ha detto...

Una storia terribile, spero che la mamma non viene mai abbandonata.

alianorah ha detto...

Ho fatto visita ad Ornella, le ho lasciato un segno della mia solidarietà e della mia rabbia.

Giangidoe ha detto...

Mi unisco ai sentimenti di paura e quoto Franca riguardo le riflessioni su Cossiga...

BC. Bruno Carioli ha detto...

Per certuni non solo non c'è alcun lodo, ma neanche un minimo di giustizia.

alfie ha detto...

è solo una delle mille inguiustizie...

Pietro ha detto...

Tristezza Italia

Silvia ha detto...

Terribile, terribile, terribile...

:*-(

Farfallaleggera ha detto...

Letti sia Niki e Giuseppe, ma che dire? Non so proprio caro Daniele, provo un senso di impotenza, di vergogna, di schifo...l'unica è quella di passare parola ed di fare in modo che questi fatti diventino sempre più di dominio pubblico....

Calliope ha detto...

Ciao Daniele..salutino veloce, a presto e..con calma ^_^

Mat ha detto...

davvero assurdo!

la bislacca ha detto...

Ne abbiamo già parlato.
Ciao Daniele.

Arthur ha detto...

Mi riesce difficile pensare a quel ragazzo di 26 anni che si impicca con un paio di Jeans.
Bisogna arrivare a fondo della questione.