lunedì 30 giugno 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Fauci Cinesi

Ieri su Repubblica il giornalista Federico Rampini in un suo articolo a pag, IX della parte Genovese, in occasione di un incontro che terrà stasera nella mia città presso il Palazzo Ducale alle ore 21.00 con tema "La Fame Globale", offre un interessante spaccato della Cina.

Certe cosucce della Cina le conosciamo già: privazione e assoluto disprezzo dei diritti umani, protezione della loro classe politica a discapito della popolazione anche in caso di crimini vergognosi (vedasi: http://www.repubblica.it/2008/06/sezioni/esteri/cina-protestastupro/cina-protestastupro/cina-protestastupro.html), repressione in Tibet ecc...

Questo articolo mette però in risalto due questioni poco trattate ma di una certa rilevanza: interessante (la prima), assai inquietante, a mio avviso, nonchè collegata alla precedente, la seconda. Un Tema su cui non si ci si era ancora focalizzati in ottica futura: come si sfamerà il popolo cinese (o almeno la parte di esso più benestante direi io...)

Rampini scrive che allo stato attuale delle cose, la Cina non rischia le crisi che aveva ai tempi di Mao. Ora la Cina è una superpotenza mondiale organizzatissima anche in campo agricolo, è il primo produttore mondiale di grano, riso, patate, prodotti ortofrutticoli. Ma il timore del carovita e di vedere salire esponenzialmente i prezzi dei generi alimentari, unito alla pressante richiesta dei cinesi che un po' più abbienti, hanno aumentato il loro consumo di cibo, fa temere il Governo cinese per il prossimo futuro. Basti pensare, riporta Rampini, che nel 1985 i cinesi consumavano 20 kg di carne in media a testa in un anno.
Nel 2000 questo consumo è arrivato a 50 kg, e la FAO stima che nel 2020 i cinesi consumeranno più di 73 kg di carne a testa.

La Cina ha allevamenti, ma per mantenerli si devono consumare quantitativi importanti di cereali che quindi fanno aumentare la richiesta degli stessi dato che non servono solo per sfamare la popolazione ma anche per gli allevamenti suddetti.

Si pensi che la Cina non esporta più grano o riso perchè nonostante la produzione sia vastissima, essa è interamente assorbita dal mercato interno. Ed ancora la Cina, già ora, importa il 60% del suo fabbisogno di soya.

E' evidente che nel lungo periodo, stando così le cose, non può farcela da sola.

Ecco che questa notizia (questa prima parte per essere più precisi) potrebbe lasciare un filo di speranza dato che anche loro potrebbero essere costretti a venir a più miti consigli avendo bisogno degli altri Paesi.

Ma, ora arriviamo all'idea che stanno cercando di mettere in pratica.

Data la scarsità di superficie oramai coltivabile e la poca ricchezza di acqua (Rampini riporta che la Cina ha solo l'8% delle riserve di acqua potabile del pianeta e che un terzo della sua superficie è fatta di deserti che avanzano ogni anno inesorabilmente), hanno deciso di "conquistare" i "granai" del pianeta.

Ovviamente non con le armi ma con il denaro.

Una Direttiva di quest'anno realizzata dal Ministero Cinese dell'Agricoltura, incita e spinge le grandi società agroalimentari cinesi a darsi da fare per acquistare in ogni parte del mondo, terreni coltivabili. Per farlo potranno contare sull'appoggio economico e diplomatico del Governo di Pechino.

Certo non tutti i Governi Stranieri, forse, accetteranno di vedersi sottrarre queste superfici vitali per loro, ma alcuni, quelli più deboli, o magari governati da regimi che se ne fregano del loro popolo, accetteranno e così, assisteremo ad una prima invasione cinese "pacifica" tesa a sfamare loro stessi e chissà se forse ad affamare il mondo. E come un drago dalle grandi fauci arriveranno per raziare non i raccolti ma direttamenti i campi. Li acquiesteranno, ma noi saremo così polli da venderli.

Ok, visione forse un po' apocalittica. Però intanto, acqua e grano sono beni di prima necessità che scarseggiano e che presto varranno molto di più del petrolio.

E loro si stanno già attivando per non farsi cogliere impreparati.

E L'UE cosa fa? Tranquilli loro da un lato bocciano come xenofoba la proposta di prendere le impronte digitali dei Rom ed in particolare dei loro bambini (bontà loro!) e dall'altra stanno accettando di far schedare noi europei (sono molti vicini all'intesa) dagli Americani nel caso si vada a trovarli. Non è chiaro, al momento, se questo accordo vale per tutti i cittadini europei e statunitensi o solo per i viaggiatori USA-UE. Tutto questo sempre per ragioni di sicurezza per il terrorismo.....(su Repubblca cartacea di ieri a pag. 13) Con questa balla fanno tutto quello che vogliono!

E così mentre i nostri Governi giocano ai "soldatini", la vera lotta, quella per sopravvivere, per il cibo, e per l'acqua, quella stiamo già iniziando a perderla.

41 commenti:

TIZIANO TESCARO communicator,Vicenza ha detto...

Io sono contrario all'imporonte digitali dei bimbi rom perchè se si dovesse fare allora facciamolo a tutti i bimbi compresi gli occidentali... buona giornata da Tiziano

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Penso che la guerra alimentare, l'abbiamo già persa rinunciando all'agricoltura nazionale per comprare cose fuori stagione a 15 mila Km di distanza. l'unica salvezza è uscire da questa globalizzazione ritornando ai produttori locali. Un'altro problema è la cementificazione selvaggia. Più cemento, più strade tolgono terreno coltivabile.
Per la schedatura sono contrario anche se venissero schedati bambini europei. Schediamo politici, inmprenditori, banchieri... loro sono il male del mondo e non i bambini.

Alessandra ha detto...

ciao Daniele ... avevo già visto in tv (da non crederci!!!) una trasmissione su quanto sta facendo la Cina in merito all'acqua in Sudan... ti linko questa pagina ... http://www.nbts.it/catalogo_cammellieri/sudan_news.htm
... che dire??? SONO AVANTI! sigh!

un bacio l'Ale :(

ROSA E OLIVIER ha detto...

hey poetisa!quid juris!lex dura sed lex duralex!?...e para ti...

DA ROSA SILVESTRE
PÉTALAS CAEM AOS POUCOS-
AO SOM DA CASCATA?

MATSUO BASHÕ

"...DELLA SPERANZA, AI NECESSARI ATTI
CHE UMILIANO IL CUORE E LA COSCIENZA.
aL VOLUTO TACERE, AL CALCOLATO..." !?...BACI

flo ha detto...

Che io sappia negli USA è già in atto il provvedimento di prendereimpronte digitali e scansione della retina per tutti gli stranieri in visita oltreoceano...

Silvia ha detto...

L'Apocalisse alimentare è più probabile e vicina di quanto potrebbe sembrare... e quando ciò avverrà, a chi dovremo chiedere il conto?

***

La drammatica vicenda della quindicenne stuprata e uccisa ha del mostruoso, se non ci fosse stata la rivolta il caso sarebbe stato insabbiato come se nulla fosse. Perchè non esiste un organo che controlla che questi crimini abbiano colpevoli da condannare come meritano?

***

Schedare i bambini... a volte temo che questo sia solo l'inizio, l'inizio della fine.

Franca ha detto...

La soluzione qual'è?
Lasciare la Cina all'attuale livello e noi invece rincorrere un benessere sempre maggiore?

Per la seconda notizia.
Data la totale sudditanza dell'Europa agli USA, la schedatura sarà a senso unico. Se noi andiamo lè saremo schedati; se loro vengono qua no...

nonsoloattimi ha detto...

Ciao Daniele... come sempre è interessante quello che scrivi e posso dire, senza vergognarmene, che da quando ti leggo, molte cose per me incomprensibili ora le comprendo un po di più...
un forte abbraccio
Claudia

md ha detto...

Ha ragione Franca, il paradosso è proprio quello che il nostro sviluppo insostenibile scimmiottato (molto bene) dalla Cina porterà tutti al disastro. Oltretutto è folle che un continente tradizionalmente vegetariano (per necessità o per virtù, non importa) diventi ora carnivoro. E sta proprio qui una delle possibili soluzioni, diffondere stili di vita più leggeri quali quello vegetariano. Oltretutto ad un certo punto saremo forse costretti a farlo, non sarà più questione di scelta.
Poi naturalmente esiste sempre la guerra come mezzo "razionale" per risolvere le controversie umane...

Cris ha detto...

ciao carissimo:passa da me!!!!!!!!!cè un premio per te!!!!!!!!!!!!ciao ciao.

Nicola ha detto...

Penso che in questo momento chi crede
in un possibile mondo migliore deve aspettare
tranquillamente....questa non è la nostra guerra...o per lo meno di quelli come noi.

fabio r. ha detto...

ma in fondo in fondo vedrai quanto gliene fregherà al mondo... l'8 agosto saranno tutti lì - dotti medici e sapienti, a spellarsi le mani per applaudire il miracolo cinese...

il Russo ha detto...

E' da 20 anni che sento parlare di guerre per l'acqua, ciclicamente e sempre più spesso la cosa viene tirata in ballo e l'unica ricetta che viene data dai soloni dell'economia é la privatizzazione della stessa e l'aumento del wsuo prezzo, che schifo.

Nicola ha detto...

Fermi..noi staremo fermi!!!
Sono cotti....ihihihihi
Questo è il nostro momento ihihihih
facciamoli governare come desiderano.hihihihihi..poi i loro servi una volta liquefatti si ribelleranno al padrone

Vincenzo ha detto...

In Italia si pensa solo alle vicende giudiziarie di Berlusconi e non al bene del paese....o è Berlusconi che pensa solo ai suoi interessi personali e quindi un po' tutta l'opposizione si sta rompendo seriamente le palle? Non ho capito...ma una cosa l'ho capita: ai poveri cristi in Italia e nel mondo non gliene frega niente a nessuno perchè è facile teorizzare e legiferare a pancia piena....io li mando tutti a cagare i politici tranne Di Pietro...mi piace...è lui che ci da quella speranza che qualcosa possa cambiare...speriamo bene...

Maximilian Hunt ha detto...

come darti torto? La Cina sta crescendo e vedrai che troveranno terreno fertile presso alcuni stati in difficolta economica, per il loro piano di conquista pacifica. Il loro è un piano di espansione subdolo, e per questo temibile, speriamo nella saggezza (ah ah ah) dei nostri governanti...

salpetti ha detto...

Le guerre del futuro non saranno più giocate sul piano politico e militare, bensì su quello economico-culturale: la Cina lo ha capito prima di tutti!!!

Un caro saluto!!!
salpetti

Poetryfree ha detto...

Una mia amica di origini cinesi dice sempre:

"l'occidente mangia ciò che l'oriente sogna, l'oriente vuole ciò che l'occidente aveva..."

Bhe non aggiungo altro...

Ciao Rock, ottimo post... :)

Dyo ha detto...

Hai un meme.
Ciao.

Annarita ha detto...

Propongo la schedatura degli imbecilli...inclusi quelli parlamentari(eheheh! niente decreti salva fondelli!). Questa attività terrebbe occupati a tempo praticamente indefinito gli imbecilli che governano, data l'esorbitante quantità degli esemplari in circolazione!

I vantaggi? Risolveremmo molti problemi di rilevanza cruciale...e forse anche quello dello spauracchio cinese!

Scusa, Daniele, ma di fronte alla stupidità non riesco a trattenermi perché reputo che procuri la forma più pericolosa di eversione, quella che crea danni galattici.

Come dice il mio carissimo amico Pier Luigi: vale!

MioCapitano ha detto...

Scenari apocalittici dal Sol Levante e dintorni. Si era sempre detto che la Cina avrebbe fatto tremare il mondo quando si fosse svegliata. Bene, pare che l'abbia fatto.

Nicola ha detto...

Daniele permettendo, scrivo ad Annarita incazzata.
Cara,ti ho letta qui ed ho visitato anche il tuo blog.Condivido tutto ciò che affermi,tranne per quanto riguarda lo "spauracchio cinese",secondo me oggi il mondo intero sta pagando il deficit "gemelli",guarda caso il debito estero u.s.a.riguarda proprio i paesi asiatici,quindi gli americani stanno svalutando il dollaro,come in passato abbiamo fatto noi italiani con la nostra lira,per cui il vero spauracchio è il debito usa...con le conseguenze che stiamo vedendo.

ArabaFenice ha detto...

quoto il commento di maximilian hunt... ciao:-)

Andrea ha detto...

In effetti la cosa è scioccante, però, di contro devono pur iniziare a mangiare i cinesi. Il treno cinese è ancora in corsa, e penso deve continuare a correre per permettere condizioni civili di vita ai cinesi. Anche a me questo espansionismo strano lascia perplesso, ma comunque devono pur mangiare....

Raggio di sole ha detto...

Ciao Daniele , non ho ancora letto il tuo post e quindi , per il momento, non posso commentarlo , ma sono qui solo per comunicarti che stamattina ho ricevuto questo messaggio che mi ha profondamente addolorato e che ti ricopio : " Volevo solo dire che il piccolo Leonardo non c'è là fatta.Si è spenta una luce ed nato un Angelo."

Ti ringrazio per il link laterale che tu avevi messo, dopo aver letto il mio post , per aiutare Leonardo....è senpre grande la tua sensibilità....

Ciao Daniele

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

RAGGIO DI SOLE: Sono addolorato e mi spiace solo che quel link laterale non sia servito a nulla.

Daniele

Carmine Volpe ha detto...

i cinesi sono speculatori nati, hanno il petrolio e non l'adoperano lo conservano, investono capitali in africa e sudamerica, solo molto pericolosi sul cibo, agli italiani che andavano a vedergli il vino, non l'hanno comprato ma hanno acquisto macchinari e know-now. Soluzioni ci sono se si vuole a livello internazionali, ma sono tutti interessati ad offrirsi come loro fornitori di servizi che si sono dimenticati di tutto il resto.

riri ha detto...

Ciao Daniele,i cinesi mi hanno sempre creato perplessità ed angoscia..pensavo di sbagliarmi,ma sono sicuramente pericolosi.
Il tuo post è decisamente interessante ed ha creato una discussione molto aperta,ma quasi concorde su tutto.Con la fame di soldi che ha il governo..nn voglio proprio immaginare che possa pensare di vendere un pezzo della nostra penisola..però con questi pazzi scatenati ed incoscienti tutto è possibile!!Nn dobbiamo stare a guardare.
Un abbraccio

stella ha detto...

Notizia interessante e a me totalmente sconosciuta!Grazie daniele!

Monicanta ha detto...

Credo che il paese ormai stia andando a rotoli da troppo tempo... credo che troppi facciamo del falso buonismo e si dicano indignati dalle proposte come quella che tu hai citato (prendere impronte digitali ai ROM compresi i bambini) ma se si trovassero la casa svaligiata dagli zingari o i loro cari subissero una violenza da questa gente cambierebbero idea molto in fretta; sia ben chiaro, non voglio generalizzare, i ladri e stupratori non hanno nazionalità, ce ne sono anche in casa nostra, ma è innegabile che certe etnie abbiano un modo di vivere completamente diverso dal nostro; non mi sembra una cosa così fuori dal mondo controllare "chi" abita e dove... non mi sembra così tremendo, io non avrei problemi a far prendere le mie impronte digitali e quelle di mio figlio, perchè sono una persona onesta e non mi devo nascondere... quando si parla degli stranieri ormai bisogna stare attenti a cosa si dice per non venire accusati di razzismo, però quando 40 anni fà, la gente emigrava dal sud al nord e se non trovava lavoro gli si dava il foglio di via e li si rispediva a casa loro a calci nel sedere andava bene.. non era razzismo... e quando al nord venivano esposti i cartelli come: "non si affittano case ai terroni" nessuno ha avuto nulla da dire, adesso siamo tutti bravi a parlare e riempirci la bocca di grandi parole di solidarietà per non fare la figura dei razzisti... per me quì non si tratta di razzismo, ma di controllo per la sicurezza di tutti, persino di coloro che verranno schedati.Per quello che mi riguarda, non mi interessa la nazionalità di una persona, purchè sia una persona onesta e che abbia voglia di lavorare e non di vivere di espedienti.
Un bacio Rockpoeta e scusa per il lungo intervento.

Annarita ha detto...

Nicola, in un'analisi generale sono d'accordo con te circa la politica americana. Qui mi sono riferita allo spauracchio cinese perché il post si riferisce alle "fauci cinesi"...

Elia Banelli ha detto...

Ciao Daniele, in merito alla domanda sulla Commissione Antimafia devo dirti che non disponendo dell'elenco e dei nomi precisi è ancora tutto indefinito.Però parliamo sempre di pre-giudicati e sappiamo che Di Pietro aveva chiesto di eliminare anche chi "lontanamente" o "sulla base di sospetti, rapporti, ecc..." potesse trovarsi in odore di mafia...
Di certo non ci saranno i condannati ma è probabile che lì nel mucchio qualche sospettato ci sia senz'altro...

BC. Bruno Carioli ha detto...

Quoto franca.
Avevo pensato di postare più o meno le stesse due considerazioni.

Tony Pannone ha detto...

Sei uun vero distributore di notizie molte cose sulla Cina non le conoscevo... grazie Daniele
Sarei un tantino piu' ottimista, non per la bravura del governo, ma perche' alla stretta storicamente ci aggreghiamo sempre dove tira il vento per essere spinti agevolmente saremo costretti a vendere ns madre s'e necessario... è L'Italia di sempre......che va cosi'....

Michele Giordano ha detto...

Caro Daniele,
dall mie parti c'è quclosa anche per te...
Corri a prenderlo!!!

fabio r. ha detto...

Off Topic: ciao Dichter. Se non ti offendi ti avrei nominato per un premio (vabbè, un altro..). Passa da me quando vuoi.
Ciao

Laura ha detto...

Le guerre di domani probabilmente si combatteranno sul serio a livello economico, più che sul piano militare... ma se invece di morire per mano di una bomba si muore di fame, qualcuno mi dice che differenza c'è? Sempre di guerra e morte si tratta...

Ciao e buona serata

Sergio ha detto...

Già nell''800 parlavano di "pericolo giallo" e, forse, è proprio così che inizia questa "era".
Per quanto riguarda i controlli antiterrorismo USa, in quasi tutti i loro aereoporti hanno installato delle macchine che, letteralmente, "ti spogliano"!

Juliet ha detto...

salve, sono la postina di Empatia Lunare, c'è meme per te dalle mie parti!!!

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

PER LAURA: purtroppo io la vedo. SE sei "fortunato" con un bomba muori subito senza agonie e sofferenze; morire di fame, invece, è più lento, sofferto ed umiliante.

Arthur ha detto...

Vero. E nessuno che per adesso parli dell'India e degli ingegneri indiani.