domenica 9 marzo 2008

L'Angolo del Rockpoeta: Animals!

Due poesie per ricordare che gli animali vanno amati e non abbandonati o barbaramente cacciati per farne pellicce. Io ho sempre scritto e commentato su post in altri blog a difesa degli animali ma non ne avevo mai fatto uno, forse per il troppo dolore e disagio nell'immaginare e leggere certe notizie. Ma ora con queste due poesie voglio porre rimedio a questa mancanza. Inoltre per chiunque volesse dare un aiuto vi lascio il link all'ENPA (http://www.enpa.it/) e vi ricordo, come ha segnalato in questo suo post http://ilmondodifabio.blogspot.com/2008/03/dialoghi-felini-senti-chi-miagola.html Fabio R titolare del blog Eibahnstrasse che trovate con pieno merito tra i miei links, che si posono anche aiutare cani a distanza (e gatti anche immagino) attraverso un sostegno al canile/gattile della vostra zona.

Ora vi lascio alle mie due poesie sperando che vi facciano riflettere. Ma, conoscendo la sensibilità di chi mi legge e commenta, so benissimo che ho davanti a me persone già fortemente coinvolte da questo tema. E di questo vi ringrazio.


ABBANDONO


Cucciolo solo
vola basso
dove nessuno lo cercherà
nessuno gli parlerà
nessuno potrà riconoscerlo

Dove essere calpestato
é il solo sogno che gli appartenga.



DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA






-----------------------------------------

I CAN’T SEE

Ci braccate
Con bastoni
Per sadico piacere
Ed economico tornaconto.

E noi cerchiamo di scappare
Ma è quasi impossibile.

Colpite noi
I più piccoli
I più indifesi
I “bambini”…

Noi piccoli di foca
Cerchiamo la salvezza in spazi ampi
Senza riuscire a raggiungere in tempo il mare.

E sapete dove e come colpirci
Per “godere” di più
Senza rovinare la nostra merce pregiata.

Impotenza mentale
Prima che fisica
Trova in noi l’unico “sfogo” possibile….

E voi
VOI
Che ci comprate come prodotto “finito”
Sappiate
Cosa causate.

Una voglia superficiale
Un capriccio sfizioso
imbellettato con cipria volgare.
Causa estinzione e morte.

E non piangete lacrime di coccodrillo (anch’esso molto ricercato…)
Siate coerenti!

Voltatevi vigliaccamente dall’altra parte
E dite << I can’t see, I just can’t see!>>

Poi prendete il vostro telecomando insanguinato
E girate canale.

Le veline vi attendono….


DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

42 commenti:

caramella-fondente ha detto...

Contro maltrattamenti, abbandoni e violenze agli animali la nuova legge che prevede la linea dura per chi usa violenza per gli animali e mira a punire anche l´utilizzo di cani e gatti per pelli e pellicce. Nasce così un nuovo titolo nel Codice penale, riguardante «i delitti contro gli animali».Prima le leggi italiane prevedevano semplici contravvenzioni contro chi sottoponeva a maltrattamento gli animali. Ora scattano sanzioni penali a seconda della gravità del reato, con la reclusione fino a quattro anni e multe fino a 100 mila euro. Il maltrattamento di animali viene punito con la reclusione da 3 mesi ad 1 anno o la multa da 2.500 a 10 mila euro, i combattimenti con la reclusione da 2 a 4 anni e la multa da 25 mila a 100 mila euro, l´abbandono di animali con l´arresto fino ad un anno o l'ammenda da mille a 10 mila euro, l´utilizzo di pelli o pellicce di cani e gatti con la reclusione da 3 mesi ha un anno e la multa da 25 mila euro a 100 mila. La nuova legge prevede, poi, il caso di «Spettacoli e feste»: reclusione da quattro mesi a due anni e multa da tremila a 15 mila euro per chi organizza «spettacoli, manifestazioni o feste che comportino sevizie per gli animali».
Quindi se assistiamo a qualche violenza di animali, denunciamola...
P.S.:Sabato prossimo a Milano manifestazione LAV contro le pellicce

Mat ha detto...

e tocchi un tasto caldo si!

adoro gli animali...in particolare i cani. sono stanco di vederli abbandonati sulla strada dopo che magari, per anni, ci sono stati fedeli.

mi rode vederli sul filo stradale con gli occhioni tristi.

mi rode ancora di più vederli stesi sull'asfalto al mio ritorno.

le vere bestie siamo noi..

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Grazie CARAMELLA di questa tua precisazione.

Hai ragione ora si può denunciare se vediamo un comporrtamento non consono verso queste povere bestiole.

Io con questo post vorrei provare però a sensibilizzare ed a prevenire. Tentativo troppo audace?

Mat ha detto...

e dire che qualcuno ha inventato le reti ecologiche per evitare tutte queste morti...

sono rimaste solo le buone intenzioni.... sulla carta...

i progetti non decollano...troppo costosi...

mah....

èrri ha detto...

A tal proposito ho vissuto due esperienze diverse ma frutto della stessa crudeltà.
A Venezia, mentre stavo scattando delle foto in una calle, mi trovai di fronte ad una decina di gatti randagi. Devo ammettere che rimasi impressionato dallo loro aggressività.
A Trieste, nel cortile dello stabile dove abita la mia ragazza, vivono, ormai da diversi mesi, tre gatti abbandonati che, nonostante tutto, cercano ancora il contatto umano. Un giorno la mia ragazza portò a questi da mangiare.
Per aver compiuto un gesto che, a mio parere, non ha nulla di eclatante, dovette subire l'ira degli altri condomini.

In ambedue i casi provai rabbia e disgusto, tanto per quei bastardi che abbandonano gli animali tanto per quelle persone che non mostronano un minimo di sensibilità.

giulia ha detto...

Ciao Daniele.......amo "disperatemente" gli animali tanto da sognare di diventare un veterianrio per potergli curare gratuitamente, questo era uno dei miei tanti sogni da piccola. Circondata da animali la mia infanzia è stata contornata come ora dalla loro cara e tenera e dolce compagnia!Ho denunciato due volte casi di maltrattamento verso due cani ma purtroppo le persone sono "sorde" a questi richiami. Usano gli animali........come dicono le tue poesie, per capricci solo per futili capircci di donne assurde! Lotterò sempre per loro e con loro......La gente non sà che senza di loro noi non potremmo vivere ma noi lo sappiamo e gli difendiamo, grazie! Un bacio Giulia

fabio r. ha detto...

Grazie Daniele, la mia stima nei tuoi confronti si rafforza ogni giorno!
La parole spese per la difesa degli animali sono l'unico antitodo alla barbarie degli abbandoni e delle violenze, per chi - come loro - non può parlare a propria difesa!

Thanks again, ti giungano un po' di fusa grate dai miei fratelli felini...

Cristina ha detto...

Il comportamento lesivo nei confronti degli animali è tra quanto di più rozzo e arrogante possa compiere un essere che, per amor del vero, chiamare umano mi disgusta un pò.

Bellissime le tue poesie, come al solito restituiscono un contegno pacato e composto alla mia rabbia, mi fanno bene.

Un abbraccio.
Buona settiamna!

Cris

Sergio ha detto...

Una precisazione a Erri: a Venezia non esistono gatti randagi. Vi sono, invece, in più punti della città, delle colonie di gatti ai quali provvedono numerose persone (le famose gattare) di alcune associazioni. Non si tratta di animali abbandonati, ma di colonie che prolificano abbondantemente nonostante le campagne di sterilizzazione operate dagli enti pubblici che provvedono anche a visite veterinarie.
Il "gatto di Venezia" è sempre stato un animale libero e lo può essere proprio qui perché non vi sono pericoli di automobili.
Inoltre se i Veneziani tenessero i propri gatti in casa, per le strade circolerebbero libere le pantegane!

Romina ha detto...

Chi si accanisce contro gli animali è un vigliacco. Non esistono scuse possibili.

lealidellafarfalla ha detto...

Quoto totalmente. A volte gli animali sono capaci di grandissimo affetto forse più di certi uomini, e sono di grandissima compagnia per persone sole o malate.
ciao fabrizio

ArabaFenice ha detto...

Caro Daniele, le tue parole pongono grande enfasi alle atrocità di cui sono vittime gli animali da parte dell’uomo che, al contrario tutti di tutti gli altri elementi della catena alimentare, uccide “razionalmente” (con mille virgolette) e per soddisfare anche i suoi bisogni più beceri.
Migliaia di foche vengono uccise in maniera crudele solo per la vanità di alcune “signore” (con diecimila virgolette, questa volta) che, non so ate, a miei occhi appaiono uscite dalla cricca barbara di Attila (almeno, a quei tempi le pelli e pellicce erano la maniera più semplice e immediata per coprirsi, oggi questo costume non ha giustificazioni) nonché ridicolo perché esse credono di sembrare più belle invece appaiono semplicemente più grasse e goffe.
Ma sono altre le motivazioni che dovrebbero spingere a boicottare le pellicce: il rispetto della vita. Chiunque abbia avuto a che fare con un animale e abbia un minimo di sensibilità sa benissimo che se oltre alla dimensione materiale davvero esiste una spirituale, se non siamo solo carne ma anche anima, non c’è nessun motivo per escludere che un’anima e una dignità ce l’abbiano anche gli animali.
E’ una cosa così evidente che proprio non capisco come si possa deliberare di abbandonare un cane in autostrada, lui che si sente a tutti gli effetti un membro della famiglia. Gli animali vanno amati, rispettati e tutelati dalle bestie umane!

ArabaFenice ha detto...

Proprio ora, ho aperto la mia posta elettronica trovando la mail della mia cara amica daniela (quella del blog delle adozioni www.adozioniamicia4zampe.blogspot.com) che mi raccomandava di firmare queste petizioni. Allora visto che siamo in tema, mi permetto di rilanciarle su questo tuo blog (approfitto della tua popolarità, daniele, non me ne volere...)



1) Vi ricordate quel presunto artista
che in virtu' dell'arte ha esposto un cane lasciandolo
morire di fame e di sete?...ci sta riprovando per la
seconda volta.c'è in atto una raccolta di firme per
impedire questa crudelta' gratuita.Per favore mettete
anche voi una firma...cerchiamo di impedire che queste
cazzate diventino normalita'...
http://www.petitiononline.com/13031953/petition-sign.html

2)Il comune di Vivaro della provincia di Pordenone, per abbattere i costi
del canile municipale, ha proposto di sopprimere i cani randagi dopo 1 anno
di "permanenza" in modo da poter dimezzare i costi, a loro dire, alti!
Se siamo arrivati a questo punto, vuol dire che non c'è più rispetto per
nessuno, neanche per gli animali, ormai la società attuale è sempre più
soggetta al dio denaro a discapito dei rapporti umani e non!
c'e' da dire,comunque,che l'uccisione degli animali d'affezione in Italia e'
illegale. Questo atto,quindi,oltre ad andare contro ogni moralità, va anche
contro la legge!
vi invito a firmare questa petizione, perché non è possibile che dei poveri
cani,in ottima salute per lo più, e magari in canile da tanti anni,vengano
ammazzati solo perché nella vita non sono stati fortunati.
http://www.firmiamo.it/nomassacrodeicaniavivaro

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Vado a firmare su entrambi i link.

Grazie per le segnalazioni ARABA FENICE/Anna.

Daniele

Dama Verde ha detto...

Concordo pienamente, Daniele - con te e con tutte le persone che amano gli animali o, quanto meno, li rispettano.

Grazie per le tue poesie!

rudyguevara ha detto...

come nn condividere le tue bellissime parole,daniele!come ben sai,amo gli animali e nn sopporto che si faccia loro del male,sia direttamente,che indirettamente,ad esempio acquistando pellicce e capi con inserti.sei sensibile daniele,capisco che è difficile parlare di cose che fanno rabbia e mettono tristezza,che danno dolore,ma hai fatto bene a farlo.ma anche se nn lo avessi fatto,nn avrei avuto lo stesso dubbi su come la pensi!

Andrea ha detto...

Chiunque viva con un animale ( odio il verbo "avere" riferito ad un essere vivente ) è molto toccato da queste tematiche. Grazie per questo post.
Bellissime poesie.

Raggio di sole ha detto...

Tristezza ed orrore....le due parole che mi vengono subito in mente dopo aver letto le tue poesie Daniele.
Ciao , buona giornata

Juliet ha detto...

una vita è una vita...tutte alla pari...non importa a chi appartenga.

Monicanta ha detto...

Credo che le condanne per questo tipo di reato debbano essere più severe. Chi uccide abbandona o un animale, che non ha possibilità di difesa è paragonabile, per quanto mi riguarda, a un vero e proprio assassino... credo che un uomo che uccide un animale non sia migliore di un uomo che uccide un uomo... anzi forse è anche peggiore.

Guernica ha detto...

Daniele, questo post è davvero molto "tenero"!
Io non posso avere animali perchè sono allergica al pelo..ma li adoro e invece odio i finti animalisti...Che hanno gli animali finchè fa moda e finchè fa comodo...delle pellicce non parliamo!
Ciao!

sam ha detto...

sempre dalla parte delle vittime. anche quando sono animali.

dicolamia ha detto...

Hai visto il soldato americano che scaglia lontano un cucciolotto?Chissà che non trovi una mina sul suo percorso.Non ho pietà per gente tanto malvagia.
Tu sottolinei molto bene queste nefandezze

Cristiana

MARGY ha detto...

dimmi come faccio a non commentare questo tuo post ma soprattutto queste due poesie bellissime!

sai che credo che siano più animali gli uomini e molto più umani gli animali....

Gianluca ha detto...

Tutta la banda felina e canina della casa ti saluta e ringrazia per la tua attenzione e consueta sensibilità.
bau
miau
ciao

g

giulia ha detto...

Tocchi un argomento su cui sono molto sensibile. Amo gli animali fin da piccola, tutti. Lo fai con la tua solita bellissima sensibilità, un abbraccio, Giulia

Pino Amoruso ha detto...

Caro Daniele quando commento le tue poesie sono noioso...infatti il mio è un bravissimo "periodico". Queste due, purtroppo, descrivono la realtà...tristissime!!!
A presto;)

francesca ha detto...

bellissime! Sai quanto amo gli animali...ho due mici!! La femmina ha compiuto dodici anni il sette marzo (è stata operata di tumore alle mammelle 4 volte) il maschi ho solo un anno ed è un discoletto. Loro si adorano ed io adoro loro!

Elys ha detto...

Io detesto le persone che trattano male gli animali e li abbandonano. Mi chiedo sempre come possano compiere simili gesti. Un cagnolino è uno di famiglia, ha sentimenti e le sue emozioni sono assolutamente tangibili. Io negli occhi della mia cucciola mi ci smarrisco e riesco a capire perfettamente di cosa ha bisogno. Lei d'altronde si fa comprendere alla perfezione!

ELLE ha detto...

Il mondo animale è schietto e sincero e non chiede molto: solo rispetto e affetto. Forse è per quello che a molti fa paura e cercano di distruggerlo, perchè ci insegna che si può vivere con poco fare a meno di tante cose inutili. Buona serata

èrri ha detto...

Sergio: ho vissuto a Venezia per parecchi... sarà anche come dici tu, ma, questa precisazione non mi convince molto.

Mi auguri che le famose gattare di Venezia, che ricevono tutta la mia stima e la mia gratitudine, la prossima volta portino da mangiare a queste colonie prima del mio passaggio.

LOREANNE ha detto...

caro Daniele;come concordiamo!io e i miei carissimi Lorenzo e Anne siamo innamorati della nostra community di mici;qualche tempo fa qualcuno ha avuto la stronzissima idea di mandarmi in e-mail una fotografia di una nutria uccisa e ho pianto per un'ora;le sottraggono dal loro habitat per fare allevamenti da pelliccia.
questa gente mi fa schifo!
buonanotte da Veronica e
dagli altri due
:)

riccardo gavioso ha detto...

dei grandi versi per una grandissima battaglia di civiltà... ma le bestie non amano gli animali: ricordano loro quello che non sono...

un saluto notturno

BC. Bruno Carioli ha detto...

Grazie per la visita.
Bel post.
Ciao.

Mimmo ha detto...

...condivido le tue riflessioni. é brutto doverne sempre riparlarne perche nessuno ancora ha capito la gravità di questa situazione.

marina ha detto...

cattivo Daniele! mi fai star male con queste due poesie!
io amo gli animali, e penso che noi siamo la specie peggiore in assoluto.
le leggi non bastano, il lavoro di sensibilizzazione è importante
ciao marina

chit ha detto...

Bravo Daniele a evidenziare questo argomento. Leggendolo e riflettendoci ci permette di porci una domanda: chi tra noi e loro è il vero animale??

Grazie del link, vado subito a visitarlo ;-)

mariad ha detto...

in casa mia ci sono sempre stati dei piccoli amici, dai pappagallini a cani e gatti. E sempre molto amati, come persone di famiglia, e anche rispettati nel loro ruolo di compagni "indipendenti".
E io non ho mai voluto una pelliccia nel mio guardaroba, non mi ci sono mai trovata a mio agio.

Anche stavolta devo farti i complimenti per le tue belle poesie.
:)

Franca ha detto...

E neanche gettati vivi in un burrone per il piacere di qualche soldato americano annoiato di ammazzare iracheni!
E ci definiamo "umani"...

flo ha detto...

So che sembrerà retorico, ma sono innamorata degli animali, in particolar modo dei gatti e sinceramente non mi sognerei mai di conseiderarli inferiori all'uomo, semmai sono molto più degni di rispetto :)

Arthur ha detto...

Sarà impopolare, non ho mai abbandonato un animale, ma per me il problema dell'abbandonare gli animali è più un problema dell'uomo che dell'animale stesso.
Magari un cane in giro per la strada non ci starebbe nemmeno tanto male, piuttosto che castrato e con le unghie tagliate rinchiuso in un appartamento o legato con una catena al collo.
.

giadatea ha detto...

dolorose, entrambe molto dolorose, da lasciare senza parole per il senso di disperazione che trasmettono.