venerdì 12 gennaio 2018

OPINIONE DEL ROCKPOETA®: La Giungla Delle Proposte Elettorali

Il 4 marzo 2018 si voterà e sono iniziate le promesse elettorali, alcune delle quali incredibili e molto allettanti. almeno all'apparenza.

In questa giungla, si passa dalla proposta di abolire il canone RAI alla Flat Tax non solo per gli utili d'impresa ma anche per i redditi delle persone fisiche, all'abolizione della Legge Fornero per concludere con la cancellazione delle tasse universitarie.

In prima battuta, all'apparenza, tutte queste proposte sono bellissime e quindi chiunque fosse eletto, verrebbe da augurarsi la loro completa realizzazione, ma bisogna vedere le ripercussioni economiche e soprattutto se e quanto davvero non ci siano soluzioni forse migliori.

Canone RAI: chi è contrario a questa proposta del PD definita "populista", afferma che sarebbe difficile per lo Stato Italiano subire una perdita di 1,7 miliardi di euro ogni anno.

Secondo me, però, tagliando molte inutili spese militari già si troverebbero i soldi per ristabilire gli equilibri, ma, aggiungo, se così non fosse, ecco che basterebbe stabilire un canone di abbonamento volontario. Mi spiego con un esempio: chi oggi vuole Sky, paga un abbonamento altrimenti ovviamente i canali sono criptati e non visibili. Stessa cosa si potrebbe fare per la RAI. Lo so, vi sento già dire a gran voce, che trovare uno che si abbonasse alla RAI sarebbe un'impresa, ma vi garantisco che una fascia della popolazione non rinuncerebbe ad un canone RAI che cmq sarebbe sempre meno alto di quello sia pure normale di Sky pur di vedere la televisione di Stato e soprattutto Sanremo e la Clerici.

Quindi Abolizione Canone RAI: Si - può - fare! (cit)

FLAT TAX: secondo me va incrementata per le imprese mentre vanno riviste ed abbassate le aliquote IRPEF ma senza stabilire indistintamente una unica percentuale: così si arriverebbe al paradosso che un operaio avrebbe come aliquota la stessa del suo assai più ricco datore di lavoro, sia pure pagando meno tasse di ora.  Insomma, per dirla in due parole,  Cipputi e Marchionne pagherebbero sulla stessa percentuale. Credo che invece si dovrebbe alzare la soglia di esenzione, ed abbassare ancora di più le aliquote per le fasce medio-basse di reddito, anche per rilanciare quella che una volta si definiva "borghesia" o classe media, che è anch'essa un motore importante della nostra economia.

Quindi FLAT TAX  sì per le imprese, no, come la vuole la Lega, per le persone fisiche. Sempre secondo me. 

Abolizione Legge Fornero: sì andrebbe spazzata via, e va spazzata via sia pure con accortezza.
Va bloccato il continuo aumento dell'età pensionabile e vanno rivisti certi calcoli pensionistici senza provocare voragini ma ristabilendo equità Non ci sono soldi? Io dico che per certe cose i soldi li trovano sempre, quindi senza fare follie, credo che ci sia ampio margine di manovra.

Quindi Abolizione legge Fornero: Sì nel senso di intervenirci in maniera profonda trovando adeguate coperture e senza ripristinare in toto il sistema antecedente che cmq creava i pensionati baby. Ah, ci sarebbero sempre le pensioni ed i compensi dei Parlamentari su cui intervenire. Pochi soldi forse, ma tutto fa brodo.

Abolizione tasse universitarie: anche qui secondo me va fatto un distinguo: in primis si dovrebbe creare una vera e forte esenzione per le classi più deboli,  creare ed incentivare anche borse di studio premianti in base al rendimento e forse un'idea possibile potrebbe essere (questa proposta l'ho trovata in internet ma non ricordo più il proponente, che non era un politico) quella di far "pesare" su tutti come accade già per la Sanità il costo dell'istruzione universitaria. La proposta di Grasso invece aiuterebbe anche i ricchi, quelli che poi magari potrebbero anche non agevolarsene perché mandano i figli alla Bocconi.

Quindi Abolizione tasse universitarie tout court per tutti come dice Grasso: per me è NO. 

Queste sono le mie considerazioni su alcune proposte di certe aree politiche (rispettivamente PD, Lega/Cdx, Lega Cdx e LeU di Grasso e Boldrini)

Io poi metterei mano al sistema della scuola e cercherei di aiutare gli insegnanti, sburocratizzando molto il loro ruolo restituendoli ad una maggiore creatività per farli lavorare meglio e questo si potrebbe fare anche senza poi spendere e spandere. E poi ci sarebbe anche la Sanità da migliorare...

E voi, che ne pensate?

39 commenti:

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Siamo in piena campagna elettorale, troppe promesse da tutte le parti. I soldi in Italia per abolire qualcosa ci sono, basta recuperarli dai più ricchi e dagli sprechi. Io partirei subito con le pensioni, non è possibile lavorare fino a 70 anni.
Saluti a presto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE: ingiusto ed impossibile.

Ariano Geta ha detto...

Purtroppo ce ne sarebbero di cose da fare che all'atto pratico non si possono fare per il fardello del debito pubblico e degli errori gestionali del passato...
Lo scandalo delle pensioni-baby (e anche di quelle ai parlamentari nazionali e regionali dopo una sola legislazione) non avrebbe neppure dovuto iniziare, invece c'è stato ed è durato per decenni. Quando l'amministratore disgraziato butta i soldi dalla finestra, quello che viene dopo di lui può esporre tutti i buoni propositi possibili ma prima deve fare i conti coi debiti lasciati dal predecessore.
E comunque gli "aspiranti" amministratori non mi ispirano alcuna fiducia, le prossime elezioni saranno probabilmente fra le peggiori in assoluto per quanto riguarda la scelta dei candidati... un'accozzaglia di chiacchieroni e voltagabbana da far rabbrividire.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ARIANO: concordo con te in toto, penso cmq che con un attento lavoro i soldi per fare non dico tutto ma qualcosa di buono ci siano.

Sari ha detto...

Il 4 marzo voterò te!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SARI: troppo buona!

Francesca A. Vanni ha detto...

Preferisco votare te piuttosto che tutta questa gente che promette troppe cose, tutte confuse e alla fine non mantiene mai niente!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCESCA: Grazie, sono onorato.

MikiMoz ha detto...

Il problema non è nell'eliminazione di tasse e simili, ma nell'effettivo miglioramento dei servizi proposti.
Ad esempio sì, spese militari le ridurrei, ma potenzierei i fondi per le forze di polizia sul territorio italiano.
I vaccini? Li togliamo? XD

Moz-

Patricia Moll ha detto...

A parte che le promesse elettorali sono quelle di Pinocchio, ti cito

ci sarebbero sempre le pensioni ed i compensi dei Parlamentari su cui intervenire. Pochi soldi forse, ma tutto fa brodo.

Appunto! Diamo un taglio lì. A quelle pensioni d'oro, ai soldi che si prendono mensilmente per fare un... beneamato, ai loro vantaggi economici tipo aereo di stato auto blu scorta (anche senza minacce) portaborse et similia.
Troveremmo il modo di far funzionare meglio perfino la sanità senza che un povero cristo senza soldi debba morire in attesa di un esame urgente.

Quanto alle aliquote irpef sono d'accordo con te. Perchè mio marito deve pagare la stessa aliquota di Marchionne e di un Agnelli? Lui è solo un dipendente mica il padrone della fca.

Tasse universitarie? Si pagano in base al reddito ma attenzione... con un isee veramente controllato

Pensioni. E se mio marito riesce ad andarci quest'anno.... sai qunaato ci rimette visto che la chiamano pensione anticipata? 62 anni compiiuti e 42 e 9 mesi di contributi!!!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MOZ concordo sul tema sicurezza sui vaccini sono più propenso ad eliminare l'obbligo ed informare di più.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA: Concordo con te ma sulle tasse universitarie aumenterei il tetto per le esenzioni. Eh si con il fatto che la chiamano pensione anticipata ti fregano parecchio...

Sugar Free ha detto...

Ho fatto leggere il tuo post a mio papà (che si complimenta con te), e ha detto che se le promesse elettorali sono queste allora siamo proprio nella m... e che comunque non si è battuto negli anni 70 per vedere il paese ridotto così male.
Un bacione!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SUGAR FREE wow ringrazia tuo papà per i complimenti e digli che comprendo il suo dispiacere. Spero che molti si sveglino per recuperare tutto quello che abbiamo perso e che tuo padre e tanti come lui in passato avevano faticosamente lottato per riuscire a conquistare.

Sergente Elias ha detto...

Il guaio è che son tutti dei parolai. Capacità politica 0 assoluto-

George ha detto...

Sono sulla stessa tua lunghezza d'onda, credo che in primis la spesa militare vada tagliata, recuperando buone risorse. In materia di tasse, va fatta una vera patrimoniale, partendo dai patrimoni alti, con aliquote a scalare, e vanno riviste le tasse sulla casa, che sono alte a partire dalla tassa dei rifiuti, IMU/TASI (patrimoniali per le classe medio-basse). Sul canone RAI, va rivisto, abbassandolo. Sulle Tasse universitarie, vanno abbassate, legandole al reddito, ma al contempo va fatta una lotta seria all'evasione fiscale (perché, legandole al reddito, potrebbe esserci degli evasori, che beneficiano di sconti, non meritandoli).

iacoponivincenzo ha detto...

Fanno a chi le spara più grosse e questo qualifica in toto la nostra politicaggine.
Canone RAI. Impossibile toglierlo, ma una volta stabilito che TUTTI devono pagarlo, eliminare la pubblicità perché o questa o quello e siccome il servizio della RAI deve essere pubblico, deve essere veritiero e non seguire la volontà di chi foraggia con svariate centinaia di milioni all'anno le loro porcherie.
FLAT TAX. Non sono un economista e me ne sto alla larga, ma con un po' di buonsenso si potrebbero fa pagare tasse eque per tutti, il signor Mario Rossi, stagnaro e Marchionne.
Legge FORNERO. Abolizione quasi totale. Bloccare l'età pensionabile ai 65 anni con un massimo di 42/43 anni di contributi versati. Innalzare le quote di pensione perché ci deve essere una quota politica, al di sotto della quale NON SI PUÒ scendere, e compensarla con un contributo statale per avere un minimum vivendi non al di sotto dei 900 euro per famiglie senza figli.
Tasse Universitarie. Esentasse solamente chi non ha l'aliquota minima di sopravvivenza.
Aumentarla ai figli di papà. Comunque numerus clausus per quasi tutte le facoltà scientifiche, con obbligo di concorso scritto e orale per tutti i candicati.
POI: aumentare i contributi statali per le forze dell'ordine, più soldi e più uomini, meglio armati e preparati.
Ridurre l'esercito a funzioni difensive del territorio.
Dare una forma moderna ed europea alla nostra obsoleta sanità, Mettere a ministro persona laureata in medicina o in chimica. Migliorare le strutture. Non vogliamo più vedere gente mlata o ferita sdraiata per terra nei pronti soccorsi degli ospedali, dotandoli di lettini trasportabili con rotelle come in qualsiasi ospedale del più scassato angolo di mondo. Non lasciare MAI ambulanze ferme per mancanza della barella a bordo, e la gente crepa per strada o dentro casa sua.
Minimo indispensabile per diventare deputato o senatore, ma temo sia una pia illusione.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SERGENTE ELIAS concordo con te

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GEORGE concordo. Sulla tasse universitarie penso che si debba intervenire cmq in qualche modo
Canone Rai si ma solo chi vuole vederla

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VINCENZO concordo con la tua disamina. Solo sul canone mi discosta in quanto lo concepisco se lo si applica solo a chi vuole vedere la Rai e non tassa sul televisore come è ora.

Gianna Bonacorsi ha detto...

Ho smesso di interessarmi alle campagne elettorali già da un po' perché sono diventate corse a chi le spara più grosse e questa non fa inversione di tendenza, anzi, essendo partita in anticipo ha un fastidioso effetto collaterale: le promesse sono al rialzo, come in una partita a poker. Io non vedo progetti di società o idee di sviluppo ma solo una specie di mercante in fiera in cui ogni partito propone ad una categoria un voto di scambio: metti una croce qui e ti faccio risparmiare un centinaio di euro. Il messaggio che arriva è quello di proposte buttate là solo per attirare l'attenzione senza una vera visione complessiva.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GIANNA vero, sembra essere così anche per i cinquestelle anche se forse loro un programma giusto o sbagliato che sua sembrano averlo. II cmq per ora non penso che andrò a votre poi da qui a marzo si vedrà

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Errata corrige "sia non "sua" ed "Io cmq" non "Il"

franco battaglia ha detto...

Mancano ancora due mesi e tutti promettono di tutto. Via la Fornero? Magari.. in fondo basterebbe eliminare la Difesa e avremmo soldi a palate.. ma chi è disposto - nel III Paese che vende più armi al mondo - a disfarsi di tale ministero?
Caro Daniele, basterebbe mettere in pratica metà di quello che denuncio' all'epoca La Casta. Ma nessuno ci pensa, anzi, proliferano nuovi partitini che ambiscono ai soliti rimborsi elettorali post voto... siamo agli sgoccioli davvero...

marcaval ha detto...

Beh sulla legge Fornero penso non ci siano dubbi che non va bene ma va anche ricordato che tutti i maggiori partiti la votarono quindi non credo alle loro promesse. E' la campagna elettorale delle bufale. Sinceramente sto seguendo con moltissimo interesse la nascita e l'espansione di Potere al Popolo, ben sapendo che a queste elezioni prenderà poco ma che piano piano raccoglierà consenso negli anni, per quanto veramente
sia vicino alle esigenze del territorio.

Ofelia Deville ha detto...

Tanto di tutto, tanto di niente, le fregature dei soliti politicanti.
Bel post, un abbraccio.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCO vero la voce delle spese militari sarebbe da tagliare drasticamente.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARCAVAL vero, a parte i pentastellati e forse la lega tutti la votarono. Conosco la lista di cui parli e stimo tanto Giulietto Chiesa.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER OFELIA concordo. Grazie per i complimenti.

marcaval ha detto...

Apprezzo anch'io Giulietto Chiesa ma lista di cui parlo io non è la stessa. :-)

Alligatore ha detto...

Concordo con Marcaval sul fatto che quasi tutti i partiti votarono la legge Fornero, come le molte tasse portate dal governo Monti, fatto cadere in parlamento dall'Europa dei poteri forti, e ora, questi stessi partiti, promettono di toglierla ... siamo alle solite. Una forza interessante è Potere al Popolo, per il semplice fatto, che non crede nel sitema capitalista, come invece credono, con minore o maggiore intensità, tutti gli altri. Proprio per questo faticherà a trovare spazio, il sistema (capitalista, semplice), non tollera le vere voci contrarie. Sulle tasse, devono essere progressive, si deve fare una seria lotta all'evasione, in modo che pagando tutti si paghi meno. Sul canone Rai, va abbassato, ma non credo che debba pagarlo solo chi lo vuole o la guarda. Io guardo pochissimo la tv, ma lo pago volentieri, in quanto credo ci debba essere una tv pubblica (certo, la vorrei di qualità, ma è come la politica: io voto, indipendentemente dallo schifo che mi fa il parlamento eletto).

Maria D'Asaro ha detto...

Interessantissima e opportuna questa disamina sulle proposte dei partiti in vista del rinnovo del Parlamento. Articolati e seri anche i commenti. Complimenti a te e a tutti per il senso civico. Non sono ancora preparata sulle questioni dibattute:
sul canone Rai sono incerta: forse, da 'vecchia' educata alla TV pubblica, propendo per quello che scrive Alligatore; sulla legge Fornero, credo che vada quantomeno mitigata; le tasse vorrei fossero progressive e pagate da tutti.
Vorrei che non ci fossero sprechi e si tagliassero le spese militari.
Buona domenica.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARCAVAL io so che quella di Chiesa ed Ingroia si chiama lista del popolo o qualcosa di simile. Se è diversa quella a cui fai riferimento allora parlamene perché non la conosco e vorrei saperne di più.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ALLIGATORE non conosco quella lista mi informerò per saperne di più. Sul canone RAI io invece penso che non sia giusto farlo pagare se uno quei canali non li vuole vedere e soprattutto se non desidera contribuire a pagare il cachet di Vespa.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIA ti ringrazio per i complimenti. Devo dire che sono fortunato perché siete tutti delle fantastiche persone e lasciate dei commenti che nobilitano queste umili pagine da cui scrivo. Sulle spese militari poi sfondi una porta aperta. Buona domenica anche a te Maria.

Mariella ha detto...

Quest'anno, per la prima volta nella mia vita. Non voterò. E spero che siano in molti a fare come me.
Per protesta, perché non se ne può più.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MARIELLA al momento anch'io non penso che voterò.

Rosanna Gazzaniga ha detto...

Ci sarebbe da sorridere se i problemi non fossero così seri per tutte le fantastiche proposte che ci vengono propinate un giorno si e l'altro pure.
Si parla continuamente di giustizia fiscale e in nome di questa utopia nulla si cambia e nulla si fa per sollevare dalla pressione fiscale gli abitanti di questo paese.
Mi fermo su un solo punto che secondo me risolverebbe grandissima parte dei problemi di lavoro, giustizia fiscale, fuga dei capitali ecc.
Il pagamento di una sola quota identica per tutti, LA FLAX TAX, risolverebbe in parte l'evasione fiscale, perchè -a mio parere- è una ingiustizia per un imprenditore pagare in tasse più della metà di ciò che faticosamente guadagna grazie alla sua creatività e investimento di capitali, e lo è per dipendenti e pensionati.
Ma quello che davvero smuoverebbe il circolo vizioso dovrebbe essere uno sconto sui consumi proporzionale al reddito per l’acquisto dei servizi essenziali , benzina, gas, vestiario, cibo, farmaci, fatto con il codice fiscale o tessera sanitaria.
Infatti sarebbe possibile collegare le informazioni reddituali con un apposito programma.
Quindi si al proporzionale ma non sul reddito, bensì sui consumi. Solo così ci sarebbe giustizia fiscale, e ripartirebbe il lavoro in Italia.
P.S. non sono una imprenditrice, solo una pensionata con più di 41 anni di lavoro.
Buona giornata e complimenti per gli argomenti sempre molto interessanti

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PERE ROSANNA: interessante la tua proposta suol prezzo dei consumi in base al reddito, sarebbe da verificarne la possibilità attuativa perché mi piace molto. Buona giornata anche a te e grazie per i complimenti!