venerdì 19 gennaio 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: " The Flag"

La scrissi per parlare del Tibet la cui bandiera capeggia e sventola libera non nella realtà ma soltanto in cima alla colonna di sinistra del mio blog, ma i pensieri e le emozioni contenute in questa lirica valgono ovviamente per qualunque cultura repressa e schiacciata.

THE FLAG

Bandiera sventola
Per scrollarsi di dosso
Il sangue della sua gente
Travolta ed uccisa
Prima dalle armi 
E poi
Nella memoria

Si cancellano i segni
Le tracce di quell'esistenza

Si vuole negare
Sopprimere
Ogni ricordo
Ogni immagine
Ogni prova
Di quella civiltà
Di quel passaggio

Un'altra bandiera
Illegittimamente
Sventola adesso

Ma per quanto tenti
Non riuscirà mai
A scrollarsi di dosso
Il sangue innocente
Di cui si é macchiata

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

mercoledì 17 gennaio 2018

OPINIONE DEL ROCKPOETA®: Chiedere Perdono Non Basta

Papa Francesco arriva in Chile e non si tira indietro, non si esime dal condannare giustamente i casi di pedofilia da parte di alcuni preti cileni.

Messaggio forte e di giusta condanna, ma credo che sia chiaro a tutti che il chiedere perdono e cospargersi il capo di cenere non basti più. E' necessario che questi esseri spregevoli con la tonaca siano cacciati, espulsi dalla Chiesa e non protetti. Così facendo questi pedofili schifosi non avrebbero più possibilità di proteggersi dalla giustizia ordinaria sotto l'ala del Vaticano e quindi giudicati per questo abominio che colpisce bimbi innocenti.

Questo post non vuole fare facile moralismo, il problema della pedofilia non è solo una questione ecclesiastica, i rischi per i minori sono tantissimi, ed internet per loro è un pericolo costante, ma, sia pure con tutte le difficoltà del caso, le forze dell'ordine fanno una lotta serrata e tecnologicamente avanzata contro questi esseri spregevoli che una volta beccati non hanno la possibilità di rivendicare una qualsiasi forma di protezione come se fossero per es. dei diplomatici. 

Nel caso invece si tratti di membri della Chiesa, lo Stato Italiano se non erro almeno per il reato di cui stiamo parlando, non ha giurisdizione e quindi deve attendere il via libera del Vaticano e dal Vaticano. Aggiungo che spesso poi questi bastardi vengono semplicemente spostati da una diocesi ad un'altra anche di Stati diversi, ma mai veramente cacciati e consegnati alla giustizia e che molti Vescovi, così è successo anche in Chile come anche in Vaticano, sono sempre stati decisi a coprire questi scandali ed ammantarli di uno squallido silenzio. In questi casi pertanto, secondo me, dovrebbe scattare la sospensione automatica e l'espulsione non solo dei ministri di culto pedofili ma anche di chi li ha coperti e protetti.

Ecco perché oggi ribadisco con forza che chiedere perdono è doveroso ed è anche un atto sincero da parte del Pontefice, ma non basta più, non è mai bastato. Oltre al perdono, bisogna fare giustizia.

lunedì 15 gennaio 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: Non Ci Sono Più I "Cattivi" Di Una Volta...

Postata nel 2008 ma scritta in precedenza, eppure rileggendone i contenuti, a me pare ancora attualissima oggi. Sbaglio?

CAPITAN UNCINO

Croci celtiche
Svastiche mistificate
Finti “No Global”
Inquisizione strisciante
Pubblicità ingannevoli

Aria rozza
Soffoca
Respiri innocenti
E buca
Anime nel cielo.

Giro per la mia città
Come se girassi dentro casa…

Ne osservo le sue “pareti”
non più spoglie
ma ricolme di detriti visivi
e quadri spazzatura
comizi adulterati
e volgari insinuazioni.

E giro per la mia città… e leggo …


«NON PERDERE ALTRO TEMPO, LIBERATI DAL…COMUNE AZIONISTA…
CORSI SERALI DI….EROS….UN PIACERE ESPRESSO…
XIX FIERA DEL BESTIAME…EMOZIONE MEDITERRANEA…
QUEST’ESTATE, SPAZIO AL… LAVORO …SOTTOCOSTO!…
DO YOU NEED PHOTOS?«



Lettura random
Girovagando per la mia città
Non così diversa poi dalle vostre
Dalle NOSTRE.

Croci celtiche
Svastiche mistificate
Estremisti “No Global” 
Pubblicità ingannevoli
Inquisizione strisciante…

Rivoglio i nemici di una volta
Quelli che stavano nelle “canzonette"...

Ridatemi Capitan Uncino!!!

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

venerdì 12 gennaio 2018

OPINIONE DEL ROCKPOETA®: La Giungla Delle Proposte Elettorali

Il 4 marzo 2018 si voterà e sono iniziate le promesse elettorali, alcune delle quali incredibili e molto allettanti. almeno all'apparenza.

In questa giungla, si passa dalla proposta di abolire il canone RAI alla Flat Tax non solo per gli utili d'impresa ma anche per i redditi delle persone fisiche, all'abolizione della Legge Fornero per concludere con la cancellazione delle tasse universitarie.

In prima battuta, all'apparenza, tutte queste proposte sono bellissime e quindi chiunque fosse eletto, verrebbe da augurarsi la loro completa realizzazione, ma bisogna vedere le ripercussioni economiche e soprattutto se e quanto davvero non ci siano soluzioni forse migliori.

Canone RAI: chi è contrario a questa proposta del PD definita "populista", afferma che sarebbe difficile per lo Stato Italiano subire una perdita di 1,7 miliardi di euro ogni anno.

Secondo me, però, tagliando molte inutili spese militari già si troverebbero i soldi per ristabilire gli equilibri, ma, aggiungo, se così non fosse, ecco che basterebbe stabilire un canone di abbonamento volontario. Mi spiego con un esempio: chi oggi vuole Sky, paga un abbonamento altrimenti ovviamente i canali sono criptati e non visibili. Stessa cosa si potrebbe fare per la RAI. Lo so, vi sento già dire a gran voce, che trovare uno che si abbonasse alla RAI sarebbe un'impresa, ma vi garantisco che una fascia della popolazione non rinuncerebbe ad un canone RAI che cmq sarebbe sempre meno alto di quello sia pure normale di Sky pur di vedere la televisione di Stato e soprattutto Sanremo e la Clerici.

Quindi Abolizione Canone RAI: Si - può - fare! (cit)

FLAT TAX: secondo me va incrementata per le imprese mentre vanno riviste ed abbassate le aliquote IRPEF ma senza stabilire indistintamente una unica percentuale: così si arriverebbe al paradosso che un operaio avrebbe come aliquota la stessa del suo assai più ricco datore di lavoro, sia pure pagando meno tasse di ora.  Insomma, per dirla in due parole,  Cipputi e Marchionne pagherebbero sulla stessa percentuale. Credo che invece si dovrebbe alzare la soglia di esenzione, ed abbassare ancora di più le aliquote per le fasce medio-basse di reddito, anche per rilanciare quella che una volta si definiva "borghesia" o classe media, che è anch'essa un motore importante della nostra economia.

Quindi FLAT TAX  sì per le imprese, no, come la vuole la Lega, per le persone fisiche. Sempre secondo me. 

Abolizione Legge Fornero: sì andrebbe spazzata via, e va spazzata via sia pure con accortezza.
Va bloccato il continuo aumento dell'età pensionabile e vanno rivisti certi calcoli pensionistici senza provocare voragini ma ristabilendo equità Non ci sono soldi? Io dico che per certe cose i soldi li trovano sempre, quindi senza fare follie, credo che ci sia ampio margine di manovra.

Quindi Abolizione legge Fornero: Sì nel senso di intervenirci in maniera profonda trovando adeguate coperture e senza ripristinare in toto il sistema antecedente che cmq creava i pensionati baby. Ah, ci sarebbero sempre le pensioni ed i compensi dei Parlamentari su cui intervenire. Pochi soldi forse, ma tutto fa brodo.

Abolizione tasse universitarie: anche qui secondo me va fatto un distinguo: in primis si dovrebbe creare una vera e forte esenzione per le classi più deboli,  creare ed incentivare anche borse di studio premianti in base al rendimento e forse un'idea possibile potrebbe essere (questa proposta l'ho trovata in internet ma non ricordo più il proponente, che non era un politico) quella di far "pesare" su tutti come accade già per la Sanità il costo dell'istruzione universitaria. La proposta di Grasso invece aiuterebbe anche i ricchi, quelli che poi magari potrebbero anche non agevolarsene perché mandano i figli alla Bocconi.

Quindi Abolizione tasse universitarie tout court per tutti come dice Grasso: per me è NO. 

Queste sono le mie considerazioni su alcune proposte di certe aree politiche (rispettivamente PD, Lega/Cdx, Lega Cdx e LeU di Grasso e Boldrini)

Io poi metterei mano al sistema della scuola e cercherei di aiutare gli insegnanti, sburocratizzando molto il loro ruolo restituendoli ad una maggiore creatività per farli lavorare meglio e questo si potrebbe fare anche senza poi spendere e spandere. E poi ci sarebbe anche la Sanità da migliorare...

E voi, che ne pensate?

mercoledì 10 gennaio 2018

L'Angolo del Rockpoeta®: "I 5 Sensi"

Oggi sono 2 anni esatti dalla scomparsa del cantante David Bowie. La scrissi di getto quando il giorno seguente i media diedero la notizia. Oggi sento forte il bisogno di postarla qui.

I 5 SENSI 

Guardo attraverso la serratura del mondo
Occhi di esploratore
Ricerca spasmodica di verità
Ma la luce si spegne
La luce si spegne.

Ascolto i rumori del mondo
Attraverso un bicchiere sulla parete 
Sento le urla e la disperazione
Ascolto il suono della tua voce
E ricordo...

Annuso gli odori del mondo
E sento il fetore dell'ipocrisia
Ma anche il profumo intenso
Di attimi di vita indimenticabili
Profumi di suoni e di tele immortali
Fragranze d'arte e d'amore.

Tocco spigolose sporgenze del mondo
Attraverso le mie mani lisce 
Prive di stigmate 
Ma con linee di sofferenza scavate
Sul mio palmo aperto

E cerco il soffice contatto 
Con lettere in rilievo e packaging di cartone
Con suoni di vita all'interno.

Assaggio con il mio palato
I sapori del mondo
I più disparati
Ne assaporo la malinconia 
Ma anche la profonda vitalità.

Respiro la vita
Con i miei cinque sensi
Avendo perso l'unico che contava davvero
Il tuo.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

lunedì 8 gennaio 2018

OPINIONE DEL ROCKPOETA®: L'Elisir Della Stupidità

Un altro caso di sterminio animale per la stupidità dell'uomo. In Kenia, per colpa della Cina, si stanno sterminando gli asini africani, animali che tra l'altro sono fondamentali per le popolazioni locali come mezzi di trasporto per portare acqua ed altri beni primari, per creare "l'ejiao", sostanza non riconosciuta dalla medicina officiale e che i cinesi da anni utilizzavano per curare le emorragie e per ristabilire "l'energia vitale".

Il boom però si è avuto di recente e cioè da quando i cinesi sono convinti che l'ejiao aiuti a rallentare l'invecchiamento ed aumenti la libido. I Masai, per pagare la scuola ai loro figli, hanno quindi deciso anche di essere parte di questo affare contrattando con i cinesi al fine di guadagnarci anche loro qualcosa.

L'inchiesta pubblicata sul settimanale americano Newsweek ha stimato, nell'ultimo periodo, lo sterminio di oltre 100.000 asini venduti a 165 dollari al capo.

Se non si interverrà presto, La Bejing Forestry University ha lanciato un grido d'allarme dichiarando che l'asino africano rischia l'estinzione.

Voi vi chiederete come sia possibile che i cinesi non abbiano questi animali, tenendo anche conto che fino a pochi anni fa la Cina era tra le nazioni con gli allevamenti di asini più importanti al mondo. Beh, la grande richiesta ha portato a dover guardare anche oltre confine per poterla soddisfare.

Asini sterminati per prendere la loro pelle, il tutto per produrre l'elisir della stupidità.

sabato 6 gennaio 2018

OPINIONE DEL ROCKPOETA®: E La Giostra Riparte...

E via che si riparte e, nel mio caso, anche in anticipo rispetto alla data riportata sul post precedente!. Nuovo anno, nuovo giro su questa giostra chiamata vita.

 Ricaricate le batterie durante le feste ecco che già il primo dell'anno troviamo un regalo di Natale (poco gradevole) posticipato o se vogliamo un regalo per l'epifania anticipato. Nel secondo caso si tratterebbe più di carbone in realtà, carbone immeritato.

Aumenti di luce, gas, autostrade e tutto quello che può esserci di aumentabile, ed a fronte di questi aumenti reali si odono da lontano sirene di promesse vane e vaghe proposte da parte del PD di abolizione del canone RAI. Magari, per ora ce lo ritroviamo a gonfiare la bolletta della luce elettrica, in futuro si vedrà…. C'è anche la polemica dei sacchetti che in realtà credo sia stata spiegata male anche dai media, ma che cmq ha fatto infuriare molti perché a caldo (anche a me devo dire) è sembrata la ciliegina avariata sulla torta marcia fatta di aumenti che, ogni anno, sono una costante.

Eh sì, perché saranno almeno tre anni se non di più che dal primo gennaio ci sentiamo dire che luce, gas ed autostrade aumenteranno, e questo senza neanche una ragione effettiva, solo così come fossero un obolo automatico ed obbligatorio che si deve subire ad ogni inizio anno, come le vecchie 20.000 lire, che però in quel caso prendevi e non davi, incassate dalla Banca del Monopoli ogni volta che passavi dal "Via".

Visti i primi giorni di questo nuovo anno, se il risveglio si vede dal mattino, come già l'anno precedente, non sembrano esserci all'orizzonte segni positivi, ma è presto, il 2018 è appena iniziato e di tempo per sperare che sia davvero migliore ne abbiamo ancora.

Diciamo, per darci forza, che è come una partita di calcio che dura 12 mesi e che al momento dopo appena pochi "minuti"( leggasi giorni) abbiamo subito un gol. Tempo per recuperare lo svantaggio ce n'è, sta a noi, a chi ci governa ed alla buona sorte provare a ribaltarlo.