venerdì 21 aprile 2017

OPINIONE DEL ROCKPOETA®: Droni (imprecisi) ed Antenne(Febee)...

Parliamo dei droni. Oramai sappiamo tutti cosa sono, al punto che sono diventati anche (alcuni) acquistabili da cittadini comuni allo scopo di ficcanasare, penso, in giro e magari in casa altrui.

I droni sono soprattutto utilizzati per scopi militari e per quello sono nati, avendo come fine quello di bombardare obiettivi militari nemici con un forte risparmio di denaro, di vite umane (il drone è telecomandato da lontano all'interno della sala operativa come fosse un videogioco) e compiendo il lavoro sporco per "noi" senza danni collaterali ossia spargimento di sangue tra i civili.

Peccato che invece un rapporto dell'IRIAD affermi il contrario: prendendo in esame i bombadaramenti USA compiuti con i droni in Afghanistan, Pakistan, Yemen e Somalia, si è osservato come uno/due morti su dieci siano civili e nel 30% dei casi, bambini.

Massimo Simoncelli vicepresidente dell'IRIAD sul Fatto Quotidiano (articolo di ieri a pag.11 del giornale in forma cartacea) ha fatto presente come questi dati siano stime molto superiori a quelle fornite dai commandi militari statunitensi e che peraltro sono sicuramente anch'esse a loro volta sottostimate rispetto alla realtà a causa, afferma lui, dell'incerta distinzione tra civili e combattenti.

A questo aggiungiamo che l'Italia ha già investito sui droni 180 milioni di euro, il tutto senza neanche dibatterne con l'opinione pubblica, senza che i media abbiano detto nulla.

Benvenuti nella democrazia silenziosa!

Chiudo in modo più free, ricordandovi domani l'appuntamento su Antenna Febea con il sottoscritto che alle ore 8.50 leggerà come sempre una poesia. Vi attendo numerosi all'ascolto! Andate QUI  per raggiungere il link della radio.

28 commenti:

Carlo Calati ha detto...

insomma, al netto della tecnologia, siamo ancora alle "bombe intelligenti" di tragica memoria.
massimolegnani

iacoponivincenzo ha detto...

Probabilmente i droni sono nati per farci gli affari loro, insomma visto che sono poco visibili ed assai silenziosi un drone potrebbe venir usato dai Servizi Segreti per sficcanasare, si spera, in qualcosa di cui la Magistratura venga preventivamente messa al corrente dandone l'approvazione. Ma poi anche la magistratura....
Subito se ne sono impossessati i militari per fare quelle che loro, ipocritamente, chiamano missioni mirate, dove muoiono solo i nemici e nemmeno un bambino viene scalfito, perché il drone cerca, scova e spara bombe intelligenti. Prescindendo dal fatto che io conosco solamente bombe imbecilli e niente affatto intelligenti, ma il drone come fa a distinguere tra un guerrigliero, un poveraccio che rientra dal lavoro a casa sua o una donna, visto che delle musulmane vedi solo il mantello dalla capa ai piedi?
Morale: gli americani sono notori fanfaroni e spacconi. Hanno scoperto tutto loro, posseggono tutto loro, la democrazia l'hanno inventata loro e loro la amministrano per tutti gli abitanti di questo pianeta e dei prossimi. Io mi auguro veramente che nel Kosmos esista un pianeta abitato da altri merregani più stupidi di questi -capisco che sia un'impresa trovarne ma ci si prova- che vengano da noi e che diano a questi americani nostrani un fracco di legnate, mettendoli poi a fare i guardiani degli scarafaggi.
Cattivo io? No, è notorio che chi di spada ferisce di spada perisce. Io ci spero tanto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CARLO/MASSIMO: Di fatto non abbiamo fatto grandi passi avanti.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER VINCENZO: i droni sono guidati dall'uomo e quindi non hanno una loro "mente" ma eseguono gli ordini di soldati quindi possono sbagliare, o meglio, l'uomo può sbagliare con quei droni che di per sé non sono quindi affidabili.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Non esistono bombe intelligenti, la guerra l'apoteosi della stupidità umana.
Saluti a presto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER CAVALIERE OSCURO DEL WEB: concordo.

Remigio ha detto...

L'ipocrisia nel mondo ha ormai raggiunto vette insuperabili: la parola guerra non viene più nominata. Al suo posto sentiamo dire: interventi umanitari, oppure missioni di pace, oppure operazioni di polizia. Insomma, la guerra ci fa paura, però la facciamo e non ci sporchiamo le mani con il sangue altrui. Ci pensano i droni e noi, comodamente seduti in salotto davanti al televisore, guardiamo lo spettacolo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER REMIGIO: Hai detto bene è proprio così e poi noi comodamente spaparanzati sul divano guardiamo lo spettacolo ed ipocritamente magari ci indignamo salvo poi spegnere la televisione e dimenticarci di tutto.

Sabina_K ha detto...

da quante scelte, che pure toccano le nostre vite, siamo tenuti fuori?...troppe, sempre troppe

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SABINA K: hai ragione, troppe e tutte molto importanti. Ci cercano solo per decisioni di poco conto e per chiederci i loro voti alle elezioni.

MikiMoz ha detto...

Forse si va per gradi, e poco a poco in questo gioco assurdo di guerra, si arriverà a zero civili morti.
I droni italiani? Spero li usino per portare le cose Amazon.

Moz-

Alligatore ha detto...

Droni: mi fa schifo solo il nome.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MIKIMOZ: quello sarebbe un utilizzo intelligente!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ALLIGATORE: è la tecnologia non al servizio del popolo.

lealidellafarfalla ha detto...

Ciao Daniele certo che mi ricordo. In gamba come sempre!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LE ALI DELLA FARFALLA: grazie e bentornato!

Mirtillo14 ha detto...

Non so perchè ma i droni non mi piacciono proprio. Nè per spiare, nè per missioni "intelligenti " che intelligenti non sono mai.
Quando ci sono di mezzo azioni che mettono in pericolo le vite degli altri, non c'è niente di intelligente .
La vita va rispettata sempre. Un saluto

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER MIRTILLO14: purtroppo stiamo assistendo sempre più ad una creazione di una tecnologia invasiva della nostra privacy o che punta, come peraltro è sempre stato, ad una crescita militare.

Patricia Moll ha detto...

Concordo con CAvaliere e con Mirtillo, Daniele.
Se le bombe fossero intelligenti imploderebbero da sole appena costruite.
Ma se esse non sono intelligenti, chi le usa lo è ancora meno.
Ciaoooo

Regina 'Irene Z.' ha detto...

Uuuhh, Daniele mi hai aperto un mondo :O... Nella mia immensa ignoranza su tante robe avevo le idee un pò confuse su cosa fosse e a cosa servisse un drone.
So che mio figlio un giorno è tornato dall'asilo e mi ha detto che voleva il drone perchè lo avevano regalato a bambino-tizio per giocarci in giardino e poi fare le gare. Io ho spalancato gli occhi e gli ho detto: Un che????... ma al massimo compriamo un drago e ce lo mettiamo in balcone, che te ne fai del drone?...

Mi piacerebbe moltissimissimo ascoltarti alla radio. Ma proprio tanto!!! è una cosa che mi sono ripromessa di fare. L'evento si ripete solo il sabato mattina? Se capita un appuntamento che non sia durante il fine settimana - è il delirio il fine settimana a casa - saresti così gentile da mandarmi un avvisino? Ne sarei veramente felice!

Un caro saluto e buona domenica

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER PATRICIA MOLL: il punto è che l'intelligenza delle bombe dovrebbe consistere nell'uccidere solo i bersagli militari ma sempre uccidere. Però poi chissà mai perché, ci vanno di mezzo anche i civili.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER REGINA IRENE Z: sono contento di esserti stato utile.

Per quanto concerne la radio purtroppo andiamo in onda solo di sabato e sabato prossimo sarà L'ULTIMA PUNTATA e quindi terminerò la mia partecipazione. Però sul mio sito web puoi vedere dei miei video se ti interessa.

Farfalla Legger@ ha detto...

Dici che in casa bastino le tende per evitare di essere spiati da questi aggeggi?
Scherzo amico mio. Oramai è un fatto risaputo che tutti spiano tutti. Anche tra di noi...
Scusami se non potuto ascoltare il tuo passaggio radiofonico ma non sono a casa e con il tablet non posso. Sarà per il prossimo sabato sicuramente. Abbraccio

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FARFALLA: è una società sempre più degradata e questo mi ferisce moltissimo, se anche la gente comune si adegua le speranze di cambiare sono ridotte al lumicino.

No problem, il prossimo sabato sarà l'ultima puntata quindi se ci riesci ti attendo sintonizzata alle 8.50!!! :-))))

Gabriella Dell'Aria ha detto...

Droni e chissà cos'altro...ogni strumento, ogni nuova tecnologia potrebbe essere usata in modo "improprio" e spesso lo è! E per "improprio" intendo tutto ciò che mette a repentaglio vita e sopravvivenza, che va contro l'istinto di conservazione! Quante cose non sappiamo, quante ne conosciamo davvero...? Bombe intelligenti, missili intelligenti... ormai ci accontentiamo di sapere che solo uno o nessun civile è morto e questo fa sì che la guerra, la grande, atroce macchina, una delle tante purtroppo, contro la vita, abbia mietuto vittime Solo tra i soldati!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GABRIELLA: infatti, accettiamo la guerra più "serenamente" in questo modo ma la guerra è cmq una soluzione sbagliata a prescindere. E poi come vediamo i civili sono invece assolutamente coinvolti nella guerra sia dagli errori delle bombe intelligenti sia dalla carestia e dalle invasioni di bande di soldati dell'ISIS e di altre ancora che depredano e fanno razzia senza pietà a discapito della popolazione.

George ha detto...

Droni, che fa rima con ...

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GEORGE: i droni non sono certo un'arma intelligente.