martedì 21 giugno 2016

L'Angolo del Rockpoeta®: "Porta Girevole"

Scriverla un po' di tempo fa e poi vederla "confermata" anche da questo reportage

PORTA GIREVOLE

Entra bambino
Arriva denaro

Altro bambino
Altro denaro

Più abbiamo bambini
Più abbiamo soldi
Soldi!

E chi se ne frega
Se potrebbero stare con la famiglia d'origine
Soltanto fornendo loro un piccolo aiuto

E che c'importa 
Se strappiamo questi bimbi agli affetti
O non permettiamo loro di avere 
Un nuovo e caldo nucleo familiare.

Conflitto d'interessi
Giudice e direttrice
Decido solo io dove, quando 
E se mai andrai via.

Entra bambino
Arriva denaro

Entra bambino
Altro denaro

E sento il magico suono dei soldi
Registratore di cassa annota i nuovi arrivi

Sono Giusy
Avevo 7 anni
Mia madre aveva la sola colpa 
Di essere sola
Lavorare molto
E non trovare sempre una babysitter per me.

Ed arrivarono loro
Come nazi
Entrando come una task force

Loro i buoni
Io e la mia mamma i terroristi

Adesso ho 18 anni 
mia madre è morta di dolore tre anni fa
Ed io ora sola non so dove andare

E non sono l'unica
Con me ci sono
Giovanni
Luca
Paola
Carlo
Lucia
E tanti altri ancora.

Siamo un esercito di sfruttati
Pacchi postali che lo Stato
Non considera

Pacchi che le comunità gestiscono
Prive di umanità

E come in una porta girevole
Arriva bambino
Entra denaro
Nuovo Bambino
Ancora denaro

Money
Money
Money!

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

Nessun commento: