sabato 31 gennaio 2015

OPINIONE DEL ROCKPOETA: La Prima Repubblica Colpisce Ancora

Vince Mattarella. In realtà vince Renzi e vince anche Napolitano che con il Premier ha lavorato sodo per pilotare questa votazione. E vince anche l'attaccamento alla poltrona ed al denaro che si ha facendo i Parlamentari. Eh già perché mentre sto scrivendo Il neo Presidente ha già 640 voti quindi probabilmente anche molti franchi tiratori dai banchi di Forza Italia partito del Pregiudicav.

Di fatto, salvo miracoli, con Mattarella si restaura la Prima Repubblica e si vede come l'onda lunga di Tsipras sia in realtà molto sola e molto poco lunga, ed inoltre ci si rende conto di come qui da noi ci sia la strenua volontà di  anestetizzare il Paese per poi succhiargli le ultime forze rimaste.

Amareggiato e disgustato.
--------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

4 commenti:

Ant ha detto...

Ero entrata per lasciare un nuovo commento al precedente post dove concludevo: "Adesso voglio vedere come finisce la questione del Colle". Con questo post hai anticipato quanto stavo per esprimere.
Non ci resta che…? Piangere? come diceva Troisi?
Preferisco a Troisi un vecchio detto messicano: ci vogliono seppellire ma non sanno che siamo i semi.
La speranza si fa dura ma ora è il momento che i semi germoglino! Io non scappo dall'Italia, voglio lottare qui, dove mi stanno seppellendo.

Daniele Verzetti Rockpoeta® ha detto...

PER ANT: speriamo solo che la terra dove noi semi veniamo sepolti non sia come la Terra dei Fuochi perché per germogliare il seme ha bisogno di un terreno sano.

lucasette ha detto...

Su Mattarella mancano troppi punti di riferimento, è astuto come una volpe, stessa razza del divo Giulio.
nemmeno a Palermo si sa molto di lui tranne le solite inutili cose del suo iter accademico come docente di diritto costituzionale. Per il resto silenzio, grigiume e silenzio ma gradi altissimi in politica e in magistratura ( che significa come potere ancora di più)- Un fratello ucciso in via Libertà dalla mafia e un padre Bernardo che con la mafia ha avuto a che fare ( sic), Castellamare assieme a Castelvetrano sono i paesi più mafiosi della prov di Trapani ed io la conosco pietra per pietra. Se la mafia ti uccide può significare tutto o il contrario di tutto Daniele e mi fermo qui.
Hai ragione la Prima Repubblica è tornata perfettamente ricostituita in abito nuovo, ma la sostanza è la stessa degli ultimi 60 anni: apparato, potere immutabili e stanze alte e segrete in cui alla faccia della Costituzione si decidono i nostri destini. Apparati! Nessuna possibilità di influire sui meccanismi veri e un Renzi che parla, parla, parla... mai visto un uomo più di destra a sinistra.
Ero venuto per comunicarti la mia esistenza rinnovata in rete, doveva essere un comunicato scarno e asettico, poi ho trovato questo post e... ciao

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LUCASETTE: Benritrovato Enzo :-))) Concordo, di fatto poco è cambiato in questi 60 anni ma mai come ora, forse, si avverte questo senso di arretramento a fronte invece di una forte necessità di rinnovamento e di avanzamento. Vero, Renzi è di destra, anzi forse più che di destra, è un democristiano moderno ossia con un pizzico pseudodecisionismo in più e con la feroce determinazione di azzerare i diritti fondamentali di lavoratori e non solo.