lunedì 1 settembre 2014

L'Angolo del Rockpoeta: "Ammutinamento"

AMMUTINAMENTO

E se le lettere e le parole evadessero dai libri
Stanche di una prigionia insensata
Soffocate da polvere figlia di pagine mai sfogliate?

E se le consonanti si ammutolissero
Seguendo chi ha già scelto quella strada
Come un capo silenzioso ma carismatico.

E se le vocali urlassero isolate
La loro rabbia
Il loro impotente senso di inutilità?

E se noi
Non potessimo più parlare
Pensare
Scrivere, narrare, sognare?

E se le lettere evadessero dalla Storia
E Dalle nostre corde vocali
Dalla nostra mente e dalle nostre emozioni,
Sapremmo e riusciremmo di nuovo a piangere ed amare?

E se quel giorno fosse oggi,
Davvero l'uomo capirebbe l'insulsa essenza della violenza?
E comprenderebbe il senso vitale del loro ammutinamento?

Sguardi
Tatto
Lacrime e sorrisi
Si intensificherebbero
Cancellando l'odio
O diventeremmo ancora più crudeli ed efferati?

Apriamo gli occhi
E sentiremo ululati bestiali di uomini senza espressione
Uccidere
Appellandosi a significati distorti di parole pulite.

E se i nostri sensi
Stanchi di violenza
Ci abbandonassero?

Prima le lettere dei nostri alfabeti
Poi udito e vista, olfatto
E poi il tatto...
Ed un corpo inerme, vuoto
Uno spento involucro
Vagherebbe senza meta
Cancellato dalla sua stessa ferocia.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA

3 commenti:

katherine ha detto...

La storia c'insegna, purtroppo, che l'uomo ha imparato ben poco dai suoi errori. Auguriamoci davvero di non dover conoscere quel giorno in cui l'uomo vagherà senza meta come uno spento involucro, cancellato dalla sua disumanità.

Paola ha detto...

Prigionieri o ribellione???
Speriamo di no!!!
Spostarsi da luogo a luogo senza direzione o meta prestabilita... senza regolarità e continuità... praticamente vagare nel nulla!!!
Ciao Daniele un abbraccio!!!

Daniele Verzetti Rockpoeta® ha detto...

PER PAOLA: ribellione, le lettere si ribellano a noi comuni mortali che non sappiamo utilizzarle e spesso distorciamo il senso di parole pulite per piegarle a scopi poco nobili per usare un eufemismo...