sabato 5 aprile 2014

L'Angolo del Rockpoeta: כתיבה

Il titolo deriva dall'ebraico (ho verificato anche con internet per quanto possibile) e significa "Scrivi". Il titolo vuole essere un sincero omaggio anche ad un film straordinario che ho visto la settimana scorsa e precisamente: "Storia di una ladra di libri".

כתיבה (Scrivi)

Scrivi
Le parole sono vita e salvezza 
Sono emozioni di lotta
Le parole sono immortali.

Scrivi,
Racconta di giardini incantati traboccanti di suoni e di anime,
Usa le tue parole come anello di congiunzione
Tra le sensazioni ed i ricordi.

Non esiste confusione
Non esiste dolore
Non puoi avere ferita o gioia
Che la parola scritta non possa rendere eterne.

Scrivere è memoria storica
E' fantasia che spalanca le porte del sogno
E' realtà ed immaginazione
E' un'alba color arancio
Una notte color seppia
O l'odore della pelle della tua donna
Quando ti dorme accanto.

Tu scrivi
Testimonia le pene e le prevaricazione dell'uomo
Ed esse non periranno ma diventeranno Storia
Come ombre di fuoco
A marchiare in modo indelebile
Le nostre controverse esistenze.

E tu scrivi,
Dovere morale
Ansia vitale
Percorso obbligato
Catene che schiacciano le tue dita
Su una tastiera crudele che assorbe i tuoi pensieri
E ti costringe a scriverli
A condividerli.

E come un mantra di salvezza,
Il tuo cuore
E le tue viscere
Continuano imperterriti ad incidere sulle tue mani
E nella tua testa, una sola parola:

כתיבה, Scrivi!

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA
---------------------------------------------------------------------------------------------
Questo post partecipa ad un gioco di scrittura a tema con parole fornite via via dai partecipanti. Questa volta le parole sono state scelte da RAYMOND  e sono le seguenti: 

Anello
Confusione
Giardino/i
Modo
Fantasia

L'Elenco dei partecipanti lo trovate sul blog Verba Ludica (I Carbonari della Parola)

9 commenti:

benito cremonini detto kreben ha detto...

e io LEGGO proprio perché so che c'è sempre QUALCUNO che, per fortuna, ha voglia di scrivere.

ANCHE STAVOLTA! un saluto

Daniele Verzetti Rockpoeta® ha detto...

PER KREBEN: grazie!!!!

Ant ha detto...

Allora… כתיבה, Scrivi!

:-)

Anonimo ha detto...

Voi avete tutti presente quell'impulso quasi compulsivo che ci porta a scrivere con benedetta lena per non dimenticare l'idea... fissare l'immagine, gli accadimenti e le sensazioni. E' diritto e custodia di memoria, più il piacere di chi ne riceve. Parafrasando faber "E' bello che dove finiscono le mie dita debba iniziare in qualche modo ... una penna... (o una tastiera)
Grande esempio Daniele, grazie!
Raymond

Daniele Verzetti Rockpoeta® ha detto...

PER ANT: lo farò non smetterò di scrivere mai

PER RAY: Grazie a te per queste tue parole e… sì conosco anche io molto bene l'impulso irrefrenabile di scrivere… :-)))

EnZo ha detto...

Questa era una cinquina di parole cui avrei partecipato con piacere. Sembra fatta apposta per quelli come te ( posso dire anche come me?) che hanno la scrittura nel dna. E' anche una delle cose più emotive che io abbia letto in questo periodo e ti dirò che, a differenza di altre cose tue, questa entra diretta e a fondo immediatamente. Sei di qualità e lo sai. A rileggerci.

Daniele Verzetti Rockpoeta® ha detto...

PER ENZO: hai ragione infatti ho amato da subito le parole di Ray ed avrei voluto leggere il tuo post con queste parole; ho pensato la stessa cosa davvero!. Grazie per le tue parole e… a rileggerci!

Anonimo ha detto...

Scrivere mette ordine ai propri pensieri, talvolta alle proprie emozioni.
Soprattutto per te che scrivi poesie, la poesia aiuta a scegliere il vocabolo giusto, stimola la ricerca di una certa precisione.
Scrivere è faticoso, ma io non credo alle cose ottenute senza fatica.
Al3ph

Daniele Verzetti Rockpoeta® ha detto...

PER AL3PH: scrivere per me è vita è raccontare emozioni e realtà.