venerdì 12 aprile 2013

OPINIONE DEL ROCKPOETA: I Pro Ed I Contro Della Rete

La rete è stata e rappresenta ancora oggi veramente una corrente di nuova democrazia dal basso.

Pensate solo alla possibilità di far conoscere quello che si fa. dalla musica, alla scrittura all'arte in generale quando prima si dipendeva solo da chi  produceva dischi o pubblicava libri,  Pensate ai blog a facebook a twitter ed alla possibilità di informare in tempo reale scrivendo e mostrando anche con immagini la sconvolgente realtà in cui viviamo.

Questi sono sicuramente i grandi vantaggi e pregi della rete nonchè della tecnologia nel suo insieme. Il problema nasce forse quando si diventa dipendenti dalla stessa  e si vuole far passare tutto da essa.

Quando parlo quindi di dipendenza non alludo in questa circostanza all'utente che sta ore davanti al computer ma al fatto di far passare ogni nostro momento di vita attraverso la rete ed il computer.  Ci si dimentica infatti che questo stupefacente strumento comporta anche alcuni rischi che possono far sparire tutto quello che inseriamo dentro di esso; sparire quando non modificare, alterare.

I due rischi sono uno, molto banale, quasi primitivo e poco elegante: il classico blackout di corrente. L'altro più sofisticato, invasivo e penetrante è dato dagli attacchi pirati da parte di hackers.

Ecco perchè forse una piccola pecca del M5S può essere quella di far dipendere tutto o quasi quello che si decide dalla rete. Certo nel caso del denunciato attacco al server del blog di Grillo ieri, poco si può dire dato che far votare on line per scegliere i candidati è sicuramente più pratico, rapido ed economico che fare le Primarie. Forse però il pensare di far votare le leggi da casa o di prendere altre più delicate decisioni solo via web  è ahimè ancora troppo rischioso oltre che complesso visto che non tutti hanno davvero ancora accesso ad internet e sanno usare adeguatamente un computer la rete,

Trovo l'ironia su quanto accaduto invece puerile e patetica. Tutti i cambiamenti  portano difficoltà e momenti di assestamento quindi deridere il Movimento in questo frangente denota solo paura ed invidia per i tentativi messi in atto per tentare cmq un cambiamento.

Per la cronaca potessi scegliere io, avrei voluto e vorrei Stefano Rodotà.
---------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

1 commento:

Cristiana Moro ha detto...

http://pincocristiana.blogspot.it/2013/04/diverso_14.html#comment-form

Può andar bene?