venerdì 25 novembre 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: La Romantica Chimera

Succedono sempre le stesse cose. Almeno in Italia. Dai media, salvo alcuni di parte legati al Cav, le critiche a Monti sono quasi inesistenti e quando vengono fatte sono molto soft.

Eppure io ribadisco di aver trovato scandaloso che le misure di "resurrezione" (ma sarà poi vera rinascita?) del nostro Paese siano state fatte vedere in "anteprima" alla Merkel ed a Sarkozy e non agli Italiani.

Aggiungo inoltre che più ICI e più IVA (vedremo poi l'aspetto del "meno IRPEF") mi lascia perplesso. Non vedo in queste misure l'aspetto della possibile crescita del Paese e si colpisce poi indiscriminatamente tutti e tra l'altro ottenendo un piccolo brodino non molto utile. Sull'IVA va detto anche che é una misura che può essere controproducente proprio per la crescita.

Se aumentiamo l'!IVA, va da sé che aumentano i prezzi al consumo dei beni che ad essa sono ovviamente soggetti. Questo può o potrebbe comportare un'ulteriore contrazione dei consumi e quindi poi anche, di conseguenza, del gettito dell'IVA stessa che entrerebbe nelle casse dello Stato. E sì perché é vero che questa tassa la pagano prima i commercianti (pensiamo ai negozianti tanto per fare un es) e poi noi poveri consumatori, ma se poi la merce resta loro invenduta, la volta successiva l'ordine che faranno sarà inferiore se non nullo dato che non avranno certo intenzione di tenersi loro sul groppone quella tassa, per cui ci potrebbe essere il rischio di un risultato inferiore alle previsioni di Monti e soci...

Quanto al "meno IRPEF", se ho capito bene, in pratica si traduce in una "dilazione IRPEF". In realtà, mi pare, non si tratta di pagare meno ma di non pagarla adesso in questi mesi per poi però doverla restituire tutta quanta in un'unica soluzione (o botta) a giugno. Quindi più un "prestito" che uno sconto... Anche perché sperare di ridurre l'IRPEF ai redditi più bassi, cosa che sarebbe positiva, temo risulterà di assai ardua realizzazione se si pensa di poterla ottenere con il gettito in più ricavato da ICI (o Super IMU come si dovrebbe chiamare e che dovrebbe restare peraltro ai Comuni secondo quanto diceva Fassino a Ballarò martedì scorso) ed IVA...

Insomma, io non vedo in queste misure una soluzione vincente. Quanto alle Pensioni, si sente una tal ridda di voci che si capisce poco. Dalle parole della Formero sembrerebbe che si voglia solo accelerare l'entrata in vigore di cose già decise in precedenza. Ma, mi chiedo, come colloca il Governo Monti il cinquantenne che viene licenziato (perché questo di fatto é accaduto a Termini Imerese) e lasciato per strada senza lavoro. E questo é solo un esempio.

Vorrei tanto sbagliarmi, ma vedo cmq solo una manovra lacrime e sangue per risanare o provare a risanare i conti pubblici.

Quanto alla crescita, al momento, mi pare solo una romantica chimera...
------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

5 commenti:

elena ha detto...

tutto giusto quello che scrivi, Daniele... solo alla fine c'è qualcosa che a me non torna. La crescita, dici: ma siamo sicuri che valga la pena, anzi che sia opportuno crescere? A me piacerebbe tanto sentir parlare di DECRESCITA, tanto per cambiare... perché non siamo più nell'800, stiamo esaurendo le risorse del pianeta e lo stiamo pure massacrando a botte di inquinamento... altro che crescere, mi pare!

Daniele Verzetti, il Rockpoeta® ha detto...

PER ELENA: crescita va intesa nel senso di non vedere la gente sulla soglia della povertà. Poi é chiaro che é anche necessario un equilibrio maggiore per non esaurire le risorse del pianeta ma questo é un altro discorso ancora più ampio ed anch'esso da prendere cmq in considerazione ma non da un solo Paese ma dal mondo nella sua globalità.

Francy274 ha detto...

L'Europa fa acqua da tutte le parti, ormai è chiaro che si è rivelata un fallimento. Iniziando dalla Grecia, poi Spagna, Italia, Francia e per ultima la Germania, saremo tutti fuori dalla comunità. La vecchia e colta Europa si è fatta fregare dal sistema economico angloamericano.
Riguardo a Monti, guai a parlarne male, gli italiani sono fantastici dal passare da un eccesso all'altro, l'importante è delegare e guardare ciò che succede.Dalla gran cagnara al silenzio tombale, e non si rendono conto che stiamo per subire una recessione dalla quale rialzarsi sarà difficile,se non impossibile, con questi rimedi da massacro al popolo.
Che la sorte ci assista!

Pino Amoruso ha detto...

Negli ultimi mesi, causa impegni personali e lavorativi, ho tralasciato il mio blog e non seguo il tuo con la stessa assiduità di un tempo. Purtroppo ( e ci ho pensato tanto) la mia indole non mi permette di tacere su uno schifo che si è verificato nel comune in cui abito. Vi invito, se ne hai voglia, di condividere e di "fare rete"su una iniziativa promossa dal circolo IdV di Pioltello e che trovate nel mio blog (http://pinoamoruso.blogspot.com/2011/11/firma-anche-tu.html). Ti ringrazio e ti chiedo scusa se ho occupato un piccolo spazio del tuo blog.
A presto
Pino Amoruso

Licia Titania ha detto...

Bella questa immagine della chimera. Sprecata per Monti, direi. A me sembra che sia un bravo e onesto contabile, nel bene e nel male, cioè con tutti i limiti che questo comporta. Come dici tu, il bilancio lo farà quadrare di sicuro, ma a spese di chi? pensa pensa pensa...ciao.