giovedì 26 maggio 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Marassi, La Rivolta Continua

"Li - ber - tà" " Li - ber - tà"

Queste voci forti distinte, unite ai suoni di quelle stoviglie sulle grate. Ma a quelli si univano stasera anche rumori più forti. Finestre aperte e richiuse con forza per fare ancora più rumore e con più persone ammassate presso quelle finestre. Questo sono riuscito a scorgere dalla mia postazione più sopraelevata stasera sempre intorno alla stessa ora la mezzanotte. La sensazione netta é che questa rivolta fosse già cmq in atto da qualche ora rispetto all'orario di cui sopra.

Inoltre da alcune finestre ho visto far cadere qualcosa dato alle fiamme: Lembi di lenzuola, effetti personali, ho pensato. In tal caso mi chiedo come potessero essere in possesso di accendini (almeno presumo) per far tutto questo. Apparentemente gli agenti all'interno non sembrerebbero intervenire in alcun modo (ma non ero certo dentro per averne prova certa e concreta) ma resta il dubbio su cosa stia davvero succedendo dentro al Carcere di Marassi.

La risposta a quanto accade? L'ho trovata QUI (e non altrove) ma posso dirvi che é parziale dato che, solo per fare un esempio, la protesta posta in essere va ben oltre le 23 serali. Alle 00.30 di questa notte la rivolta era ancora in atto e la sera prima non é terminata prima dell'una. Effetti personali, carceri allagate, lenzuola bruciate insomma una vera e propria rivolta. Controllata? Con molta difficoltà e per i soli casi più estremi a quanto sembra risultare dall'articolo di poche righe on line che ho trovato e vi ho linkato e che peraltro porta la data del 24 maggio quindi non contempla gli accadimenti di questa notte appena trascorsa... La mia sensazione é che all'interno lo situazione sia molto più seria e tesa di quella che si percepisce dall'esterno e che ho trovato scritto e riportato on line.

Resta una protesta o rivolta, di cui nessuno realmente parla e si occupa, se non per pochi trafiletti on line e non così facilmente rintracciabili.

Vedremo se questa situazione incandescente terminerà realmente il 26 maggio come afferma l'articolo linkatovi. Resta il fatto che nessuno vuole parlare di una realtà di un carcere sovraffollato (parliamo di 803 detenuti a fronte di una capienza massima di 435) dove sono stipati come bestie al macello.
---------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

7 commenti:

Ernest ha detto...

la situazione nel carcere di MArassi è imbarazzante si è superato il limite dei detenuti da un po' di tempo
ma naturalmente il silenzio impera

egill-larosabianca. ha detto...

Scenario dantesco-Vogliono uscire
vogliono che questo inferno finisca
e nessuno ascolta-Fà male,male-
Continua a fare quello che fai-
Tutta la mia ammirazione e il mio
sostegno-
Egill

l'incarcerato ha detto...

Grande Daniele! Qui la situazione è esplosiva, pare che la protesta dilaghi quasi in tutta Italia. Stanno chiedendo l'amnistia. Visto la situazione incivile, dopo 20 anni è giusto che arrivi! Ma nessun politico, nessun Governo ora come ora vuole essere impopolare!

Adriano Maini ha detto...

Ennesima tragedia colpevolmente dimenticata!

Adriano Maini ha detto...

Ennesima tragedia colpevolmente dimenticata!

luce ha detto...

Leggo con appresione questi tuoi post sui carcerati, io che per lavoro li ho frequantati e so cosa dici perfettamente.
Ho anche citato il tuo articolo in un mio post per diffondere la voce. Se uno stato tratta anche i suoi detenuti come bestie non è civile, mai.
Sempre attento com dli occhi e con il cuore per dare voce a chi non è ha: bravo!

Daniele Verzetti, il Rockpoeta® ha detto...

PER INCARCERATO: Grazie per il tuo aiuto su facebook. Questa situaizione, come tutte quelle ora in atto, non deve passare sotto una asfissiante cappa di silenzio.

PER LUCE: grazie per la citazione, é essenziale spargere la voce e rompere questo omertoso e mafioso silenzio.