mercoledì 4 maggio 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Censura Contrattualizzata

Concertone del primo maggio: gli artisti firmano un contratto e tra le clausole esiste l'obbligo di non parlare dei referendum e di nucleare in particolare oltre che di elezioni.

Passi (ma mica poi tanto) per queste ultime perché cmq il rischio di propaganda a buon mercato é sempre dietro l'angolo e non la condivido. Peraltro io avrei lasciato liberi tutti ma avrei sottolineato che la propaganda non sarebbe stata ammessa magari stabilendo multe o altri tipi di interventi in caso si fosse verificata. Ma, vietare di parlare dei referendum, del nuclerare, dell'acqua l'ho trovato disgustoso. E' un chiaro tentativo di non diffondere informazione come si evince anche dal fatto che si sta discutendo a livello politico in qualche commissione di valutare se ed in quali termini si potrà parlare in televisione dei referendum. Insomma la rete tornerà a farla da padrona in quel periodo ma resta il profondo dolore per l'ennesima riprova di una censura sempre meno strisciante e che anzi si sta palesando in modo sempre più eclatante, evidente, intransigente e dispotico.

Qui linkato il VIDEO di alcuni artisti (Da Daniele Silvestri a Morricone a tanti altri ancora...) che in quella data hanno cmq voluto parlare, dietro le quinte del concertone ed in video, del perché votare SI e del perché il nucleare deve essere fermato.

Quanto a voi che mi leggete ricordatevi il 12 e 13 giugno Sposatevi! Sposiamo una giusta causa e pronunciamo 4 volte il fatidico SI.

Azzardiamo: tentiamo il poker. 4 SI per un piatto ricco di libertà e futuro.
---------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOTizie Clicca QUI

9 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Sono sfrontati e se ne fregano delle reazioni dell'altra metà dell'elettorato.
Il 12 o il 13 giugno mi sposo anch'io.
Cristiana

ps. non ti fai più vivo...

Ernest ha detto...

Non dovevano firmare e dovevano denunciare il tutto subito!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ERNEST:forse hai ragione ma avendolo fatto hanno potuto da un lato cmq far arrivare la loro voce e dall'altro hanno lo stesso denunciato questa vergogna

Alligatore ha detto...

Dovevano far saltare tutto, è una vergogna, viviamo in una dittatura strisciante. Quanto al 12 e 13 giugno, anche uno scapolo impenitente come me, dirà 4 sì...

egill-larosabianca. ha detto...

E' triste ma spesso la nuda verità
viene ingoiata da deboli bugie-
Impariamo dai legulei presentare le
verità vere secondo codice-
Egill

giorgio ha detto...

Cose del genere non accadevano in Italia dai tempi del regime. Forse chi ha scritto quel testo pensava di essere in Iran!

Linea Gotica ha detto...

mi è tornata in mente la censura ad Elio, sempre al concertone, una 20ina di anni fa..

Adriano Maini ha detto...

Ma sì, viva la poligamia! Votiamo dei bei SI'!

Kylie ha detto...

Il voto è doveroso. Dispiace vedere che c'è questa censura. Gli artisti dovrebbero essere liberi di esprimersi a 360°.