lunedì 7 marzo 2011

DOMANI 8 MARZO: RETRATO

Domani 8 marzo giornata internazionale della donna. (e non festa, chi mi segue da un po' sa bene come la penso al riguardo)

Avevo pensato ad un elenco di donne importanti che hanno dato ulteriore prova di dignità e verità nonché lustro alle donne stesse ma sarebbe stato un elenco in primo luogo parziale e cmq ingiusto perché nel suo ambito quotidiano ogni donna, ogni giorno, ha la sua personale lotta con il mondo.

Allora ho scelto questo video e questa canzone perché a loro modo, le parole di quel brano credo simboleggino la forza, la dignità ed il silenzio con il quale molte donne fanno e resistono invece solo di dire e parlare a vuoto.

Un sincero abbraccio di lotta per tutte voi oggi e per ogni giorno della vostra lotta senza mai tregua.


RETRATO (lyrics)

De amplia miel era su
corazón en agraz
y su boca locuaz
como un viento fluvial.

La corriente total
de su sangre en acción
la arrastraba en turbión
convencido y caudal.

No fue extraña al telar,
por la usina pasó,
a la greda volvió,
regresó de la mar
y a mi lado durmió.

Germinó con aquel
resplandor maternal
que la hacía panal
y la henchía de ser.

Y aprendió a comprender
y comprendió al pensar
y pensó al militar
y militó al crecer.

No fue extraña al telar,
por la usina pasó,
a la greda volvió,
regresó de la mar
y a mi lado soñó.

Cuando ardió la ciudad,
cuando el tanque arrasó
y su pueblo cayó
traicionado otra vez
la vi mucho a través
de los meses actuar,
trabajar, ayudar,
desgarrarse los pies...

No fue extraña al telar
por la usina pasó,
a la greda volvió,
regresó de la mar
y... desapareció.

inti-illimani



Traduzione

RITRATTO

Il tuo cuore in germinazione
era fatto di miele
e le tue parole
erano come un vento fluviale

Il flusso incessante
del suo sangue vivo
la trascinava in un turbine
convinto e totale

Conobbe il telaio
lavorò in fabbrica
fu di nuovo nei campi
tornò al mare
al mio fianco dormì

Fiorì
con quel suo modo di essere triste e materna
che la rendeva fonte di vita
e la riempiva di essere.

Imparò a capire
capì nel pensare
crebbe nella lotta
lottò mentre cresceva

Conobbe il telaio....
lavorò in fabbrica
fu di nuovo nei campi
tornò al mare
al mio fianco sognò

Quando la città andò in fiamme
quando il carro armato portò la distruzione
ed il tuo popolo cadde
tradito un'altra volta
l'ho vista spesso
per mesi agire
lavorare, aiutare
dare tutta se stessa

Conobbe il telaio
lavorò in fabbrica
fu di nuovo nei campi
tornò al mare
al mio fianco dormì

E scomparve.
---------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie clicca QUI

11 commenti:

Paola D. ha detto...

Struggente questa canzone-poesia che ci hai donato. Grazie.

Ross ha detto...

Lavoro e lotta, è questo il vero 8 marzo.
Grazie Daniele.

Ernest ha detto...

Quoto Ross!
un saluto daniele

l'incarcerato ha detto...

Bellissima canzone e tra l'altro nemmeno la conoscevo! Domani non dovrebbe essere un giono di festa per le donne ma di rabbia! Tra l'altro nacque con una disgrazia! Combattiamo al fianco delle donne! E senza quel "se non ora, quando", ma sempre!

Alligatore ha detto...

Quoto Ernest che quota Ross...
Se non ora quando? ... Sempre!

emanuela ha detto...

Avevo bisogno di dare forza al mio 8 marzo e sono passata da te. Ho indovinato! Grazie

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER INCARCERATO: Gli Inti sono molto più attuali di quanto si creda

PER EMANUELA: Grazie e bentornata!

Adriano Maini ha detto...

Questo é lo spirito della Giornata!

valerio ha detto...

http://www.flickr.com/photos/valeriolanci/5505860196/


La donna
Chi l'ha criata è stato nu grand'ommo,
nun 'o vvoglio sapè, chi è stato è stato;
è stato 'o Pateterno? E quanno, e comme?
Ch'avite ditto? '0 fatto d' 'a custata?
Ma 'a femmena è na cosa troppo bella,
nun 'a puteva fà cu 'a custatella!
Per carità, non dite fesserie!
Mo v' 'o ddich'io comm' è stata criata:
è stato nu lavoro 'e fantasia,
è stata na magnifica truvata,
e su questo non faccio discussione;
chi l'ha criata è gghiuto int' 'o pallone!

Totò

Kylie ha detto...

Un bel pensiero, grazie.

Un abbraccio

Farfallaleggera ha detto...

Grazie, caro amico, per questa frase:
"nel suo ambito quotidiano ogni donna, ogni giorno, ha la sua personale lotta con il mondo."
Credo proprio che questa frase dimostri il grande rispetto che tu hai per noi donne. Grazie ancora. Farfalla