lunedì 13 settembre 2010

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Tre Piccoli Quesiti Per Bersani

Non avrei mai pensato di scriverlo, ma dopo un'affermazione di Bersani di ieri, che a breve vi riporterò, per la prima volta ho sentito, per un attimo, di trovare molto più serio il parlare di calcio e per es. dell'inopinata sconfitta interna del mio Genoa ieri contro il Chievo ed analizzarne i motivi e le possibili conseguenze.

Tranquilli non lo farò, piuttosto d'ora in poi, come ho in realtà sempre fatto con il mio blog, mi occuperò di tematiche sociali molto più serie delle beghe di quartiere di politica italiana o delle sparate di certi "politici".

Bersani, a conclusione della festa del PD a Torino, ad un certo punto dichiara che il Governo Berlusconi "Ci ha rubato il futuro" o meglio "Ha rubato il futuro del nostro Paese"

Ora, dopo un'affermazione del genere alcune semplici domandine sgorgano spontanee come acqua di sorgente:

1) Ma loro, che sono opposizione, in questi anni dove stavano? Perché non hanno mobilitato la gente e perché non hanno puntato decisamente su certi temi con volti nuovi alle ultime politiche?

2) E quando erano al governo con Prodi cos'hanno fatto per restituirci o meglio, consegnarci un vero e nuovo futuro?

3) Anche adesso, il Pd, come mai non ha posizioni decise e non prova a sdoganarsi da un centrismo cattolico-bigotto presente al suo interno, per riuscire a portare volti nuovi ed idee serie invece di temere maledettamente la possibilità di elezioni subito?

Tre piccoli quesiti. Bersani purtroppo non mi risponderà, però queste domande sul tappeto ci restano e non rispondervi, o peggio ancora, disinteressarsene, é molto pericoloso perché gli italiani sono stanchi, stanno reagendo ed il malcontento cresce fino al rischio concreto di avere per le strade "la folla manzoniana" incontrollata che con rabbia si rivolge verso una classe politica totalmente scollata dalla gente.

Tre piccoli quesiti ai quali, invece, sapendo darvi una risposta seria e convincente, si potrebbero gettare le basi per quel futuro che davvero ci é stato rubato, ma non solo da questo Governo.
------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNotizie Clicca QUI

25 commenti:

Bastian Cuntrari ha detto...

Il discorso di Bersani è stato infarcito di aria fritta, di luoghi comuni e di roboanti circonlocuzioni senza sugo. Come quella che hai correttamente individuato.
Mi spiace, ma Bersani è superato - politicamente parlando - e non fa nulla per svecchiarsi. E il PD è copia conforme dell'artritico suo segretario.

P.S.: quando abitavo a Genova tifavo per la Samp! Almeno su una cosa non siamo d'accordo!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER BASTIAN: la samp? Va beh ma ora sono sicuro che ti sarai redenta mi auguro :-)))

Su Bersani, invece, concordo interamente con te.

cristiana ha detto...

Speriamo che riaprano la stalla ,che avevano chiuso tardi, e affluiscano buoi potenti e tori con le palle che riescano a realizzare programmi tosti.
Bella la poesia del post precedente.
Cristiana

☆Vale ha detto...

Mi sembra tutta una parata di buffoni inetti.
Magari ci fosse tutti i giorni una folla esacerbata a gridare di agire e di non fare inutili piagnistei.

andreacamporese ha detto...

Bell'intervento. Le risposte alle domande che poni sono, ahimè, molto semplici e, forse proprio per questo, disarmanti e fanno paura. Nella politica del "meno peggio tanto meglio" e del "volemose tutti bene" si sono persi i confini di ideologie (o anche solo idee) precise e definite.
Grazie per essere passato anche dalle mie parti, ho risposto al tuo intervento e mi piacerebbe sapere cosa ne pensi.
Saluti

Alberto ha detto...

C'è anche il rischi che il malcontento si trasformi in depressione e non in ribellione.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ALBERTO: non credo, perché penso che quella fase si sia già vissuta e forse stia finendo. Almeno lo spero, mi auguro davvero che questa mia sensazione, questa mia previsione, abbia un reale fondamento e trovi conferma in futuro.

PER ANDREA CAMPORESE: le idee precise e definite fanno paura tanto quanto certe domande. Grazie a te per essere passato in questa agorà. Ti aspetto ancora.

Daniele

Ernest ha detto...

Il punto è che il paese non ha più bisogno dei discorsi di Bersani, il Pd non è mai esistito!
un saluto

Alligatore ha detto...

In realtà hanno accettato il sistema economico dominante e non credono più nell'alternativa, ma nell'alternanza, come nelle cosìdette grandi democrazie occidentali e si sono quindi fregati con le loro mani (ma tutte le socialdemocrazie sono in queste condizioni, chi più chi meno). Se cerchi opposizione non la troverai più in quel partito, ma alla sua sinistra (e anche alla sua destra, per motivi di successione). Meglio parlare del mio Chievo, che vi ha battuti e ora gli asini sono volati primi in classifica.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ALLIGATORE: del Chievo non parlo sono in silenzio stampa :-)))

Spes ha detto...

Oltre a porre le tre domande, più che lecite, a Bersani vorrei anche dire che a Lui non hanno rubato proprio nulla! Quindi non vedo perchè si include nel discorso.
Magari è alla povera gente, ai cittadini comuni e ai giovani che hanno rubato tutto!Incluso il diritto di amare, comporre una famiglia ed acquistare una casa senza caricarsi du un mutuo a vita (se ti va bene!)...
Il Governo attuale non mi piace.
Bersani non mi piace.
La sinistra non mi piace.
Non mi piace nessuno di questi personaggi.
Io faccio già parte della folla manzoniana, aspetto solo che gli altri si diano una svegliata!
E aggiungo che mi sono rotta le scatole! :)))

fabio r. ha detto...

vista la "volontà" (volontà?) di aprirsi al mondo digitale del PD e del segretario, io le domande gliele spedirei per email, chissà può darsi che risponderà con 4 cartelle fitte fitte di parole, no?
a pensarci meglio: lascia stare!

Bruno ha detto...

Bersani rappresenta i motivi per cui il PD perderà : uomo certamente capace nel suo mestiere ma non decisionista e incapace di parlare a chi ha problemi concreti.

Un Bersani ministro economico lo vedrei anche bene, certo non come leader.

Bruno ha detto...

Bersani rappresenta i motivi per cui il PD perderà : uomo certamente capace nel suo mestiere ma non decisionista e incapace di parlare a chi ha problemi concreti.

Un Bersani ministro economico lo vedrei anche bene, certo non come leader.

Kylie ha detto...

Non mi sembra ci siano stati brillanti risultati quando al governo c'era la sinistra.
Ma ormai c'è qualche politico che porta a casa grandi risultati?
Per uno che brilla ce ne sono cento che potrebbero starsene a casa.

Tina ha detto...

Ha scordato dove e quando è iniziata la discesa in verticale, le risse scatenate dalla Binetti, mi scoccia sentirlo parlare, mi scoccia alla stessa maniera del califfo, usano parole diverse ma il concetto è sempre lo stesso, sudore e lacrime ci ha promesso il governo Prodi e sudore e lacrime ci ha dato il governo del califfo, mica ho scordato Veltroni che afferma:
Corro da solo.
Ora che si sono accorti di essere soli come pensano di recuperare la gente di sinistra?
Con i belati di Bersani e le elucubrazioni di Fassino?
Buona giornata Daniele.

chit ha detto...

Quando non si ha nulla da dire conviene starsene zitti!?!

Romina ha detto...

Questa classe politica sembra chiusa nella sua torre d'avorio e intenta a mantenere le sue posizioni di potere.
Il Pd dovrebbe poi liberarsi di personaggi tipo D'Alema e Fassino, che non pochi potenziali elettori di centrosinistra detestano.

Bersani non è una cattiva persona ed è anche preparato nel suo ramo, ma non ha capacità di comunicazione - nel senso che non riesce ad arrivare alla mente e al cuore della gente - e quindi è inadatto a fare il leader di partito.

Saluti!

Anonimo ha detto...

Nessun dubbio che ci siano dei grossi problemi anche nel PD, ma in tutti questi commenti non ho letto nessuna proposta, ma solo critiche e le critiche possono essere costruttive solo se propongono qualcosa.
Io resto dell'idea che fra Bersani e gli altri leader politici ci sia comunque un abisso e come alternativa non vedo certamente Grillo.
Dakota

Daniele Verzetti, il Rockpoeta® ha detto...

PER DAKOTA: é raro che risponda ad anonimi anche se intuibili ma in questo unico ed irripetibile caso farò volentieri un'eccezione: proposte se ne potrebbero fare molti per es. sul precariato realizzare una soluzione alla tedesca dove in primis esiste una regolamentazione più seria e poi chi lavora a tempo determinato prende di più di uno lavoratore a tempo indeterminato. Poi sarebbe anche carino che non ci fosse una costante minaccia al laicismo dello Stato cosa che anche nel PD é presente. Qui le critihce nascono dal fatto che nessun politico davvero vuole fare gli interessi del Paese. Quindi, c'é poco da proporre quando chi dovrebbe recepire le proposte fa orecchie da mercante.

silvano ha detto...

Parliamo del Chievo? Io preferirei...tu no.

Comunque a livello di battuta o poco più: i politici sono lo specchio del paese ed ora sta finendo un'epoca e ne sta per cominciare un'altra, anche se ancora non si intravede tra le nebbie delle macerie.

Cos'ha fatto la sinistra in questo periodo? Ha dormito, confusa e incapace come un ragazzo di 15 anni che 30 anni fa si entusiasmava di Dylan, o Bowie o Reed e oggi invece parla della Tatangelo e di Gigi D'Alessio.

Domani si comincerà a parlare d'altro: sarebbe importante (leggo tra i commenti) che non si parlasse del Dylan di 30 anni fa, perchè non c'è più.

GM C ha detto...

Caro Daniele... rispondere alle tue domande sarebbe equiparabile ad un'assunzione di responsabilità da parte loro... mentre, tutti, giocano preferibilmente a lavarsene le mani, additando qualcuno per darci un contentino ma non prendendo realmente e seriamente posizioni chiare che vadano contro-corrente... cioè in direzione dei bisogni e dei diritti di noi cittadini!
Continuo a sperare in una presa di coscienza generale... forse qualcosa si muove e non siamo più disposti a "non vedere".
Buon pomeriggio

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER SILVANO: sarebbe importante che si parlasse di quello che davvero non va. Si parlasse di più di sociale che di politica di palazzo. Ed invece i media, in parte conniventi, fanno l'opposto.

luce ha detto...

Non si possono fare domande e pretendere risposte da chi non sa rispondere perchè non studia ma tenta , con i suggerimenti di quelli bravi e furbi, di dare coerenza a una serie di frasi sconnesse, decontestualizate, paradossali, antiche e soprattutto inutili.
Io ho il cuore a sinistra ma lo sguardo è oltre Bersani, oltre il nulla, ricordo pallido di qualcosa che oramai non c'è più:la dignitosa coscienza politica.
Meglio tifare per chi se le fa ancora le domande,come te
VERZETTI PRESIDENT! :-)
( meglio sorridere a volte che sennò di piangere non si finirebbe mai)

Jessica Moh ha detto...

Queste persone rendono piccola la nostra grande Italia!
kisses