mercoledì 8 settembre 2010

L'Angolo del Rockpoeta: Utopia E Nichilismo

La Resistenza é un valore attuale dice Napolitano.

Giusto.

Lottiamo ogni giorno...

Per non perdere il lavoro
Per ottenere un lavoro e non morire di lavoro e sul lavoro
Per essere realmente liberi
Per essere considerati.

Lottiamo
Per avere giustizia
Quella vera che non guarda in faccia a nessuno
Poteri forti compresi

Lottiamo contro chi ci denigra per la nostra utopia
Quella di desideare un Paese diverso
Senza Mafia
Né collusioni tra buoni e cattivi (ma quali buoni poi...?)

E' una Resistenza diversa quella di oggi
E' la Resistenza di chi, pur essendo in pochi, cerca di reimpossessarsi
Di Equità,
Giustizia
Libertà reale
Lavoro
Dignità della Vita.

Meglio lottare per un'utopia
Che spegnersi avvolti da un avvilente nichilismo......


UTOPIA E NICHILISMO

E ci dicono
Che siamo degli illusi
E ci gracchiano
Che siamo stolti ed utopici
Perché cerchiamo
Amore giustizia e libertà

E ci disprezzano
ma in realtà
ci temono
hanno paura di noi
noi che non smettiamo di lottare
noi che non ci arrendiamo
alla loro massificazione cerebrale
e che non cediamo allo sconforto
lasciandoci uccidere
da un pericoloso
nichilismo strisciante

Noi che moriremo da illusi
fieri di aver realizzato
nella vita
anche solo una delle nostre illusioni.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
----------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OkNotizie Clicca QUI

13 commenti:

Ernest ha detto...

Assolutamente vero, l'utopia ci aiuta a lottare, andare avanti e resistere
un saluto

Itsas ha detto...

no, non ci arrenderemo, continueremo a lottare, contro tutti quelli che hanno smesso di sognare o che non l'hanno mai fatto, anche se ci diranno tutto quello che dici, daniele,

"Noi che moriremo da illusi
fieri di aver realizzato
nella vita
anche solo una delle nostre illusioni"

da scolpire nel marmo a futura memoria perché anch'io morirò così...

oscar ferrari ha detto...

è che la resistenza attuale si dovrebbe fare anche contro quelli come Napolitano, ha firmato delle leggi da far paura

l'incarcerato ha detto...

Daniele , noi che nell'utopia ci crediamo, cammineremo sempre per inseguirla! QUindi non staremo mai fermi! Inutile che ti dica che queste due poesie sono belle, e Napolitano dovrebbe leggere la prima poesia e forse la smetterebbe di criticare chi non ce la fa più!

l'incarcerato ha detto...

ps grazie per aver letto con attenzione il mio articolo! Si vede da come hai spulociato i documenti, bravo!

MK ha detto...

Come non condividere il commento di Itsas?Come non condividere il inale della poesia?Lascia senza fiato.Io sono fiera di aver realizzato almeno una delle mie illusioni.Anche se ho preso parecchie mazzate non mi arrendo.In fondo meglio "morire"lottando...:)
Bentrovato Dani,in ottima forma direi:)
Mk

Adriano Maini ha detto...

"Ahi, serva Italia ..."!

Ma al di là dei riferimenti alla triste situazione attuale, é la tua poetica che incanta, Daniele!

GM C ha detto...

... e se non saremo riusciti neanche con una... pazienza... almeno non conosceremo resa!
Noi non ci arrendiamo, mai!
Ciao Daniele

Daniele Verzetti, il Rockpoeta® ha detto...

PER ITSAS: Mi hai commosso e fatto venire i brividi con questo tuo commento.

PER INCARCERATO: certo che lottiamo e certo che ho letto tutto con attenzione (come sempre del resto) :-)))

PER ADRIANO MAINI: grazie, le tue parole mi danno sempre tantissima forza.

luce ha detto...

Esistono due grandi tipi di persone ( con una rete di sottotipi ma che non si allontanano comunque dallaradice di provenienza) i cinici e i sognatori.
I cinici sonoi materialisti e terrestri, legati al contingente sopravvivere, territoriali e portati alla cura dei prorpio interessi a qualunque costo, anche quello dell'anima, macchiavellici.
I sognatori sono gli idealisti,i pensatori a volte lontani dalla realtà ma perchè ne immaginano una diversa e tendono a migliorarla,i creatori di teorie del bene comune, difesonri del sociale più che dell'economico, che danno valore alla sineddoche delle cose della vita e imparano il senso della vita,platonici.
Tu, noi, molti di noi sono sognatori, ergo difficilmente molleremo davanti al nichiliscmo emozionale che contraddistingue queste tempi difficili e bastardi.
E poi le tue poesie sono espressione di quello che ci gira intorno e i tuoi occhi segnano e segnalano, anche se questo a volte fa male...grazie per come sei

Saamaya ha detto...

i sogni fanno paura a chi non ha il coraggio di lasciarsi andare ed uscire dai binari preconfezionati.
Buon volo nell'Utopia.

giudaballerino ha detto...

Condivido in pieno. E in coda a questo breve commento aggiungo un paio di versi di Lennon, che ci stanno tutti ;)

You may say I'm a dreamer But I'm not the only one...

guisito ha detto...

E pure se nulla siamo riusciti a realizzare, siamo fieri di aver saputo sognare.