mercoledì 22 settembre 2010

L'Angolo del Rockpoeta: Della Morte E Della Dignità

E' morta Sandra Mondaini. Io un po' me l'aspettavo che sarebbe successo così presto non solo per il suo stato di salute ma perché quando esiste un grande amore come davvero é stato il loro e perdi chi ami la tua vita si spegne. Ricordo la mia insegnante di pianoforte. Perse per infarto suo marito e si tolse la vita neanche un mese dopo. Eppure era una donna forte, quasi "tedesca" ma non resse.

Quello che mi ha colpito di più, come già era successo per Vianello, é l'allestimento della camera ardente a Cologno Monzese in Mediaset come se fossero proprietà della Compagnia... E poi, permettetemi la piccola provocazione, immagino la Camera Ardente in una stanza, ed a fianco lo studio di Uomini e Donne...

Intanto lo IOR decide di tornare a far parlare di sé... non è che fosse sparito in questi anni, ma questo Istituto era riuscito a restare nell'ombra per molto tempo....

Infine in ritardo, ma é bene ricordare che ieri era la giornata mondiale dell'Alzheimer. Una malattia terribile che ancora non é neanche lontanamente curabile. Inoltre i costi in termine di sacrificio e soldi da parte dei familiari é enorme senza nessuna assistenza. Aggiungete la sofferenza nel non essere neanche riconosciuti.

Aiutare la ricerca, quella seria, (anche) in questo campo é essenziale.

DARKNESS

Buio della mente

"Chi sei?
Dove sono?
Aiuto mi vogliono rapire e segregare!"

Buio della mente
Aggressore vigliacco delle tue cellule del pensiero
Killer della tua vita.

Buio della mente
Buco nero in espansione.
Famiglie affrante e spezzate dal dolore
Assistenza nulla.

Alzheimer
Basta agonia
Eutanasia o cure.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNotizie Clicca QUI

22 commenti:

Uhurunausalama ha detto...

Poco mi importa della morte della Mondaini,mi lascisa quasi indifferente lo ior,me lo aspettavo,era risaputo.Mi lascia senza parole non aver sentito neppure un accenno alla giornata dell'Alzhaimer nei media..

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER Uhurunausalama: Sky rg 24 ne ha parlato tutto il pomeriggio ed anche Rainews24 ne ha trattato. Altri in effetti mi pare non se ne siano proprio curati.

Ernest ha detto...

Certe notizie le troviamo sempre solo su alcuni circuiti altri se le dimenticano proprio
un saluto

Debora ha detto...

Mi è dispiaciuto per la Mondaini, come hai detto te, quando un grande amore unisce due persone per tutta una vita, anche il passaggio li vuole presto uniti..nell'eternità..
Un altro capitolo della televisione che si è chiuso, lasciando sempre più povera e volgare questa Madame la televisione..
Lo IOR, è un istituto dice per le opere religiose.. Ma di religioso, ahimé non ha proprio un bel nulla.
E' gestito da uomini, e in quanto tali, soggetti a cedere alle tentazioni..altro che povertà della chiesa, carità, misericordia..
Non esiste niente di tutto questo.
Ecco perché siamo nelle condizioni in cui siamo, perché lasciati liberi di agire da più di 2010 anni, non siamo mai stati capaci di non mirare esclusivamente al profitto..
L'Alzheimer, è una malattia bruttissima: mia nonna è affetta da Alzheimer, e so bene, anzi benissimo come agisce questa malattia, gli effetti che ha sul malato e su chi gli sta attorno.
Quando ancora esisteva Curiosità dal Mondo, scrissi un post in merito: "Le identità rubate"..perché questo fa, questa malattia, ruba le identità, del malato e dei parenti.
Vedo quel dolce viso, dalla candida pelle, giacere inerme e indifeso sul letto della sua camera..Guarda spaesata l'intorno, non riconoscendo più ciò che con fatica, sudore, dolore, le sue mani hanno costruito in 73 anni.. Quegli occhi azzurri che mi guardano con un amore infinito ma che in fondo non ricordano.. Non ricorda quando mi teneva in braccio, quando mi nutriva, quando mi accompagnava nei primi passi.. Non ricorda lei, rinomata sarta più di Valentino, Chanel, o Armani, quando le sue creazioni e le sue sapienti mani hanno vestito personalità di fama mondiale, e non ricorda quando vestiva me, con capi di maestria sartoriale.. Non ricorda, il tanto sospirato e atteso giorno del mio matrimonio..
Tutto questo per lei è "Buio della mente".."Buco nero in espansione"..
L'Alzheimer divora ciò che più di prezioso possiede una persona: i ricordi e la dignità di vivere.
E i figli, i nipoti, i cari tutti di queste persone, sono dilaniate internamente per lo strazio quotidiano, di veder spengersi piano piano, in un'agonia atroce la persona amata, inermi, impotenti, senza nulla potere se non arrendersi.
E là fuori, si festeggia il contratto da manovra finanziaria statale per questo o quel calciatore, si gozzoviglia per la legge salva di dietro per questo o quel senatore..mentre di qua dalla barricata, nella vita reale, si soffre e non poco, per l'impotenza di fronte a un cammino che porta a una sola Fine.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER DEBORA: nulla da aggiungere alla tua testimonianza straziante. Dovrebbe essere mostrata a chi nulla fa per cercare di stare accanto alle famiglie che hanno un loro caro ammalato dei alzheimer.

Aggiungo solo un grazie sincero per averla condivisa in questo spazio.

Daniele

Debora ha detto...

Grazie a te, per essere sempre così vicino e sensibile verso questi temi, che solo chi, come noi che viviamo nella realtà, possiamo toccare con mano, e viverli, nel bene o nel male..
Un abbraccio!!

Alessandro Cavalotti ha detto...

Hai fatto benissimo a ricordare la giornata dell'Alzheimer, non ne ha parlato nessuno, una malattia terribile soprattutto per le persone che circondano il malato, come testimonia Debora. È proprio l'assistenza a mancare, nel momento in cui una patologia non può essere guarita. Bravo Daniele.

luce ha detto...

Hai messo tre temi che coerentemente hanno lamorte e ladignità in correlazione:la morte che ti porti dentro perchè chi ami non c'è più e quindi molli gli ormeggi e te ne vai con la dignità di un Amore che hai vissuto, la morte della mente che si perde in strade che non è dato sapere, che porta con sè ricordi e dolori e la dignità di chi vive questo buio, e la dignità ( persa) di chi fa morire il buono che c'è nella Fede e lo vende per soldi.
Tu che parli di Amore e di Vita, anche se parli di Morte e Dignità e lo fai con la tua poesia.
Grazie per la tua attenzione alle cose del mondo , tutte; a volte penso che saresti anche un ottimo giornalista che fotografa la cronaca attento e capace, e rapace a volte :-)

Kylie ha detto...

Amore è là dove si può dire tutto o non occorre dire nulla.
(Albert Harper)

Sandra e Raimondo sono stati una gran bella coppia dello spettacolo.

Bacio

l'incarcerato ha detto...

I soliti canali danno notizie vere e improtanti come la gionata dell'Alzhaimer, gli altri a rete unificate una notizia che dovrebbe essere importante quanto tante altre morti di grandi persone. Poco più di un anno fà morì il padre dello Statuto dei lavoratori. Notizia breve, forse breve come l'attimo in cui hanno distrutto questi diritti fondamentali..

Stefania248 ha detto...

Non lo sapevo. Sono sempre più convinta che internet sia 1000 volte meglio della tv.

giudaballerino ha detto...

Io lo sapevo della giornata dell'Alzhaimer, ma solo perché non guardo la tv. Invece non sapevo niente della camera ardente negli studi di Cologno Monzese, ma anche questo creda dipenda dal fatto che non guardo la tv...
Un saluto

Carmine Volpe ha detto...

hai concetrato tre cose insiene anche io non ho gradito la spettacolarizzazione della camera ardente in mediaset quasi a mettere un timbro. Lo Ior quando non se ne sente parlare allora è pericoloso suls eri quanso se ne parla meno... ma ragazzi che roba..
Alzheimer è la terza causa di morte sopo cancro e incidenti stradali, ma sopratutto per le famiglie un dissanguamento in cura e assistenza a chi una famiglia ce l'ha

Adriano Maini ha detto...

E' l'approfondimento sull'Alzheimer che mi lascia veramente senza parole.

Itsas ha detto...

dispiace per sandra e per raimondo
erano simpatici

peccato non avessero capito chi fosse veramente berlusconi

bene ricordare quella malattia terribile

Giovanni Greco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Giovanni Greco ha detto...

Erano simpatici comici che hanno fatto la storia della TV italiana...

Fabio ha detto...

Lo IOR? Come dire che il lupo perde il pelo ma non il vizio. Ciao, Fabio

Uhurunausalama ha detto...

Sempre i soliti due infatti Daniele...

Bruno ha detto...

Tutta la vicenda Mondaini-Vianello mi ha ricordato Fellini e la Masina.
Comunque il funerale in diretta tv e tutto questo ambaradan si potevano tranquillamente evitare...

Romina ha detto...

Il fratello di mia madre è all'ultimo stadio dell'Alzheimer, per cui so cosa significa. E' una malattia spaventosa e purtroppo, in Italia, le famiglie che combattono con questo problema sono lasciate quasi completamente da sole. Spero di non dover mai più assistere a un simile spettacolo.

Sullo Ior, purtroppo, c'è poco da dire. Si sapeva già, ecco.

Saluti e buon fine settimana!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ROMINA: grazie per il tuo intervento. E' proprio questo il punto: fare politica non significa stringere alleanze di potere e chiaccherare sui massimi sistemi, ma concretamente trovare soluzioni e fornire aiuti a chi ha bisogno. E le famiglie con malati di Alzheimer a carico sono davvero in difficoltà e avrebbero bisogno d'aiuto da Sistema Sanitario Nazionale che invece fa acqua da tutte le parti.