lunedì 26 luglio 2010

OPINIONE DEL ROCKPOETA: 19

Mentre inizio a scrivere questo post, mi torna alla memoria il titolo di una canzone degli anni ottanta "19" di Paul Hardcastle. Canzone che parlava dei ragazzi di quell'età che, a suo tempo, erano morti in Vietnam. Nel tema che tratto, nella prima parte del post, l'età esatta non c'entra, ma il numero delle vittime é quello. 19

Lo chiamavano Love Parade: ma di amore in un turbinio di stravolgimento sonoro, davanti a musica techno senza sosta, alcol e (forse) anche ben altro, io non riesco a coglierne neanche una goccia; io credo sia solo uno dei tanti rave parties dove ci si muove come zombie fino allo sfinimento totale.

Ed allora, a parte anche certi comportamenti per lo meno ambigui delle forze dell'ordine tedesche, la domanda che pongo non é come sia potuto succedere ma perché si lasciano tranquillamente organizzare eventi del genere, tra l'altro, spesso senza neanche un controllo adeguato sul posto scelto e sull'efficacia della sicurezza delle aree che si vogliono adibire a questo "sfogo bestiale". Non é la prima volta che succede. Ricordo un paio d'anni fa, probabilmente, di aver trattato di una tragedia simile qui su queste pagine.

Alla fine poi, mi pare di poter osservare, sono anche sempre le persone più inesperte a rimetterci.

Intanto un'altra notizia, anche questa funesta, mi ha colpito. Il suicidio del nostro soldato in Afghanistan. Era tornato in missione da poco e lavorava dentro gli uffici dell'aeroporto di Kabul. Suicida.

Aspetto di vedere gli sviluppi ma resto un filo perplesso; poteva farlo qui in Italia; tra l'altro, é improbabile che abbia potuto vedere gli orrori della guerra visto che sembrerebbe aver svolto sempre mansioni d'ufficio e cmq in zone meno a rischio (Kabul), quindi questa motivazione non dovrebbe sussistere (salvo nuove notizie al riguardo che per ora non sono giunte ai media).

Adesso, sarà quindi solo l'autorità militare a poter indagare e tirare le conclusioni del fatto. Ed anche questa é una casualità quantomeno curiosa: non per la competenza, (essendo successo in zona di guerra, perché di guerra parliamo, é chiaro che spetta a loro aprire l'inchiesta) ma per il fatto che se fosse successo qui, il tutto sarebbe stato di competenza delle forze dell'ordine italiane, o quantomeno, si sarebbe trattato anche di una questione di loro competenza....

Altro non aggiungo anche nel rispetto del soldato deceduto. Le mie non vogliono, in questo caso, essere accuse specifiche né é mia intenzione far sorgere dubbi maliziosi in chicchessia. Sono però riflessioni che mi sono sorte spontanee, praticamente appena ascoltata la notizia.

Ed in questi caldi giorni d'estate, mestizia offusca il sol leone di un agosto privo di luce.
------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OkNotizie Clicca QUI

11 commenti:

Francy274 ha detto...

La notizia del Love Parade mi ha regalato una Domenica infernale.. Mia figlia è in Germania e non riuscivo a mettermi in contatto con Lei, pur sapendo che non ama questo tipo di manifestazioni il dubbio che fosse andata mi era sorto,alla fine tutto bene non ama la folla e quindi non ci pensa nemmeno :)
Sono comunque rimasta stranita dalla mancanza di salvaguardia, da parte delle forze dell'ordine tedesche, visto che il luogo scelto per il concerto aveva un tunnel di passaggio davvero angusto per quella massa di giovani, pazzesca tanta leggerezza.

Riguardo al militare suicida.. penso saranno i Suoi familiari a pretendere la verità se, conoscendo il Loro caro, avranno qualche dubbio al riguardo...Certo come Te dico.. è strano!

Ho letto gli altri Tuoi post, come sempre molto interessanti, scusami per la lunga assenza dal Tuo blog.. ma il tempo diventa sempre più tiranno ultimamente.
Un abbraccio

Francy274 ha detto...

Daniele, dimenticavo.. il DDL falsamente modificato resta una grande porcata comunque, per i giornalisti e per i blogger.. anzi per internet si presentano tempi neri!
Hanno rifiutato di aprire le aste per il digitale terrestre proposto dall'EU, che avrebbe fatto guadagnare alle casse italiane ben 4-miliardi di euro, ma i Nostri politici hanno valutato bene di spartirsi le bande del digitale fra RAI e Mediaset, per un controllo più ampio sui cervelli degli italiani, e nessuna banda per internet, a differenza degli altri Stati Europei.. capito? Sotto, sotto ci stanno recintando sempre più.
(ho approfittato, quando latitante e quando logorroica :DD )

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER FRANCY: benritrovata! E' sempre un piacere leggere i tuoi commenti.

Tina ha detto...

Detesto i luoghi affollati proprio per questa ragione, il rischio di panico e calpestamento è più probabile di quanto si pensi.

Sul militare..no comment.

Sull'ultima parte del commento di Francy274, vogliono farci tacere per avere il tempo di diseducare al meglio i più giovani.

Ernest ha detto...

Ciao Daniele
oggi guardavo e riguardavo le immagini della love parade e avevo la pelle d'oca, tutta quella gente accalcata, quei tunnel che solo un'idiota potrebbe pensare come via d'accesso. Una tragedia incredibile di quelle del slito "si poteva evitare" e questo fa ancora più male.
Aggiungo una cosa come la solito Bertolaso ha perso un'altra occasione per stare zitto dichiarando "in Italia non sarebbe mai successo".
un saluto

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Questo episodio della Love Parade mi sembra uno dei sintomi del degrado crescente che invade l'intera Europa, visto che neanche la Germania si salva (fa il paio con gli orientamenti in economia del governo Merkel).
Anch'io, sul soldato suicida, ho subito pensato a come si possa verificare che la versione ufficiale sia veritiera, come del resto la morte di quel soldato tempo fa scendendo da un mezzo blindato, dobbiamo crederci per fede?

chit ha detto...

Del soldato suicida non ho letto quindi non posso esprimermi.
Riguardo alla prima notizia invece io credo che i 'rave party' sono un qualcosa di (spesso, non sempre) organizzato artigianalmente e senza troppo clamore per evitare presenze indesiderate. Questa, la Love Parade, di segreto e di circoscritto che da più di ventanni di anno in anno si dà appuntamento in una città diversa. Stavolta la proverbiale precisione e organizzazione teutonica hanno fatto cilecca, un milione e mezzo di persone sono state incanalate come bestie in un budello senza uscita e, ti sembrerò cinico ed insensibile, ma soli 20 morti mi sembra un bilancio fin troppo positivo!

Daniele Verzetti, il Rockpoeta® ha detto...

PER CHIT: concordo, poteva andare peggio. Purtroppo i morti ora sono saliti a 20, però poteva davvero essere una strage. Resta il fatto che io non vedo la necessità di autorizzare ed accettare i rave parties.

Kylie ha detto...

Io spero sempre che manifestazioni come il Love Parade possano svolgersi con lo spirito giusto e mi aspetto che vengano prese tutte le misure di sicurezza del caso, invece arrivano notizie sconcertanti di questa portata.
Quasi incredibili.

Gians ha detto...

Sai che ti leggo sempre, e sai che i blog sono dialogo.

Itsas ha detto...

due notizie "incredibili"

nel senso che si fa fatica acredere che sia stata "organizzata" (evidentemente molto male) una manifestazione del genere, dove si fa e ci si fa di tutto e con una via d'uscita che è una vera e propria arma innescata

e un'altra notizia che lascia molti dubbi sulla dinamica e soprattutto sulle motivazioni, comunque vedremo...