lunedì 22 marzo 2010

OPINIONE DEL ROCKPOETA: "Also Sprach Rutelli"...

Rutelli a Skytg24 nella rubrica "2010 decidi tu" (da me vista ieri notte ma sicuramente andata in onda anche in altre fasce orarie), pacifico e beato ha dichiarato che anche lui ritiene che esista, talvolta, la "giustizia ad orologeria"; fino a qui ok, in parte posso condividerlo: ho avuto anch'io la sensazione che in alcune occasioni certi magistrati abbiano atteso momenti strategici per far scattare certi avvisi di garanzia, e questo prescindendo da chi arrestavano e dall'area politica a cui appartenevano.

Poi però sono rimasto colpito dalla prosecuzione della sua dichiarazione: lui ha affermato che, a suo parere, sarebbe utile che negli ultimi 20 giorni prima di un'elezione i giudici si astenessero "secondo il loro buon cuore" da compiere azioni giudiziarie contro i politici. Il tutto al fine di non fuorviare l'elettorato.

Ora é vero che un avviso di garanzia non é automaticamente sinonimo di "colpevolezza" ma da qui a richiedere una moratoria in prossimità delle elezioni ce ne corre e, onestamente, trovo che sia un concetto pericoloso.

Vorrebbe dire, di fatto, poter riuscire magari a far eleggere un politico legato alla 'Ndrangheta (ops, ma é già successo in realtà.....) o magari invischiato in reati di concussione e corruzione e poi, una volta eletto, non poterlo più perseguire dato che la "casta" agirebbe subito in sua difesa non dando luogo a procedere e quindi di fatto paralizzando e spegnendo l'indagine.

Questo intervento di Rutelli, questo suo passaggio, unito anche alle lodi intessute parlando di Napolitano, dà e rappresenta un segno evidente di come poi alla fine tutti siano, in modo differente e con ambizioni e megalomanie di grado diverso, attaccati al potere non parlando dei veri problemi, censurando l'informazione reale e proteggendo il loro operato e se stessi da tutto e da tutti.

Per ora é tutto, mi limito a ricordarvi il mio appuntamento classico oramai con la Rubrica Rockpoeta On The Road con la pubblicazione on line a mezzanotte dell'ottavo episodio.

Daniele il Rockpoeta
-------------------------------------
Per Votarmi su OKNOtizie Cliccate QUI

16 commenti:

l'incarcerato ha detto...

Questa è la Casta caro Daniele, e se incominceremo a capire che Berlusconi non è il male assoluto faremo un passo in avanti.

La differenza sostianzale tra i due schieramenti e che entrambi hanno lo stesso obiettivo, ma la destra lo dice apertamente facendo dichiarazioni folli mentre il PD e i suoi alleati non fanno attacchi diretti ala magistartura ma fanno queste proposte oscene.

Non dimentichiamo quando il governo di centrosinistra mandò gli ispettori alla parocura di De Magistris e gli fu scippata l'inchiesta. Non dimentichiamo gli uomini del PD che criticavano i magistrati.

La casta si conserva bene.

Invito a leggere le parole di Saviano per quanto riguarda le votazioni. Ha detto magistralmente tutto lui!

Alberto ha detto...

Avviso di garanzia? Con i tempi che corrono tutta pubblicità per il candidato.

giudaballerino ha detto...

Rutelli ne ha dette di cose idiote nella sua carriera... ma questa forse le supera tutte

silvano ha detto...

Rutelli non si smentisce mai. Lui è semprelì che attende un dopo in cui si potrà finalmente allearsi con uno dei due contendenti: quello vincene ovviamente. E' fatto così, tutto d'un pezzo, un uomo una parola, una stretta di mano un impegno, mezzo neurone e nemmeno un'idea.

Guernica ha detto...

Caro Daniele, io quoto il commento dell'incarcerato...in particolare nel punto:
"La differenza sostianzale tra i due schieramenti e che entrambi hanno lo stesso obiettivo, ma la destra lo dice apertamente facendo dichiarazioni folli mentre il PD e i suoi alleati non fanno attacchi diretti ala magistartura ma fanno queste proposte oscene".

Suppongo sia solo questione di diverso grado di follia raggiunto!
;)

Ross ha detto...

Questa me l'ero persa.
Incommentabile.

Lucien ha detto...

"fuorviare l'elettorato?" Io direi indirizzarlo, almeno verso chi non votare.
In una Paese normale er cicoria sarebbe già bruciato e stracotto da dieci anni.

Bruno ha detto...

Beh, Rutelli prima era un radicale, poi un verde, poi un democratico, poi un democristiano, poi il candidato premier de l'Ulivo, ora è un cattolico di nuovo... insomma...

Non mi piace questo schema magistrato buono - magistrato cattivo che vogliono far passare. Poi in Italia si vota di continuo, quando dovrebbero indagare o arrestare ?

fabio r. ha detto...

già... perchè fuorviare i poveri, piccoli, elettori tredicenni (come dice Mr. B) già confusi?
ed allora mandiamo in onda spot del mulino bianco a go go!
fosse mai che qualche inquisito poi si offenda! dai! non è chic!
mi torna in mente una vecchia bautta del caro Woody Allen:

I politici hanno una loro etica. Tutta loro. Ed è una tacca più sotto di quella di un maniaco sessuale.

upupa ha detto...

Quante scemenze continua a dire il sig.Rutelli...

Gians ha detto...

Amico caro, naturalmente condivido il tuo punto di vista, contemporaneamente con il tuo consenso (ma visto che non te lo chiedo, scusami) vorrei sottolineare un aspetto per me ancora più fuorviante del discorso di Rutelli: mi spiego meglio quando lui dice: "fuorviare l'elettorato" in caso i giudici emettessero avvisi di garanzia o ovviassero indagini. In questo fuorviare l'elettorato è lampante l'impressione che Rutelli ritenga lo stesso elettorato incapace di giudizio, privo di senso critico e quindi appecorato secondo i suoi stessi desideri e dei politici in genere. A suo favore, gioca il ruolo di altri politici che la pensano in modo identico. Anche per questo sposo l'idea di Saviano, secondo cui davvero i Italia, durante le elezioni si avrebbe bisogno di osservatori internazionali per la nostra tutela. Un abbraccio.

Jessica Moh ha detto...

Stiamo vivendo un periodo storico confuso... da una parte vagano cariche positive e dall'altra negative e non è escluso che si possano scontrare.
kisses al poeta

Paolo Borrello ha detto...

Io ti consiglio, quando vedi Rutelli, di cambiare subito canale. Io almeno ho fatto così quando ho iniziato a vedere lo stesso programma che hai visto tu.
E poi sono stato subito un po' meglio...
Ciao a presto.

Romina ha detto...

Rutelli avrebbe fatto bene a tacere. Va anche ricordato che, in una democrazia rappresentativa degna di questo nome, il potere giudiziario è indipendente dagli altri due poteri, il legislativo e l'esecutivo, e quindi nessun parlamentare può permettersi di dettare l'agenda ai magistrati.

Dopo di che, è ovvio che anche in magistratura vi siano zone d'ombra. Ma sono i singoli magistrati che, quando sbagliano, devono rispondere ciascuno per i propri errori, individualmente, e non certo l'intera categoria in quanto tale. L'intera categoria è e deve restare indipendente.

Baci! :)

Marcello ha detto...

Rutelli - mi si perdonerà - è l'unitilità della politica, il vuoto, il nulla, l'assenza... *_*

chit ha detto...

Rutelli è uno dei pochi politici che quando arriva in campagna elettorale e (stra)parla riesce a perdere voti.
Mi chiedi della credibilità? Bè, quella non credo l'abbia mai avuta...