lunedì 15 febbraio 2010

OPINIONE DEL ROCKPOETA: (Ver)gogna: Gogna, Gogna, Gogna!

Oggi é uno di quei giorni in cui vorrei avere lo scanner. In realtà é un "oggetto" che non ho perché di fatto non lo uso mai e probabilmente lo metterei in funzione tre volte l'anno. Però in questo caso, sarebbe stato davvero prezioso.

Prezioso, perché avrei potuto mostrare (a chi non le avesse potute leggere personalmente) le vergognose parole che Bertolaso & Co. si sono scambiati al telefono; intercettazioni che (lette su Repubblica cartacea di venerdì scorso alle pagg. 9 -10 11) sono un'ulteriore pugnalata al petto di un Paese stanco e straziato.

Cosa aggiungere: poco o nulla dato che anche molti blogger hanno realizzato ottimi post al riguardo per sviscerare, giustamente disgustati, quanto accaduto.

Da parte mia posso solo sottolineare che mancando totalmente un senso di vergogna da parte dello stesso Bertolaso, proporrei un ritorno alla gogna: un paio di giorni esposto su pubblica piazza all'Aquila. Così, per chi volesse "cortesemente" ringraziarlo...

Intanto Maroni, che non sa più chi "arruolare" per combattere la morsa del crimine (sic), ora ha stretto un accordo con l'Anci oltre che con le società di vigilanza privata per cui (notizia su Repubblica cartacea di venerdì a pag.29) adesso oltre alle forze dell'ordine, all'esercito ed alle ronde, avremo anche le guardie giurate con compiti di controllo sul territorio.

Osservo che abbiamo oramai (o, forse é più corretto affermare, dovremmo avere in realtà visto che poi, ronde comprese, sul territorio non si vede nessuno o quasi di questi soggetti presenti) in giro per l'Italia una task force degna delle risorse militari presenti in Afghanistan (lol amaro).

Inoltre resta la difficoltà di coordinare tutte queste forze in campo.

Ritengo poi che il vero problema sia a monte: più c'é degrado, più esiste un forte disagio sociale ed economico, più ci sono quartieri ghetto, più si allontanano orizzonti di crescita economica e sociale, più ci saranno fenomeni criminosi di varia natura, compresi quelli di cui abbiamo letto e sentito tutti in Via Padova (o Viale Padova) a Milano.

Forse prevenire a monte certi fenomeni (anzi senza forse) credo sia la soluzione vincente. Poi é chiaro che la criminalità esisterà sempre ma sicuramente in misura inferiore rispetto a quella che si può riscontrare in una società degradata.

Ma sapete come funziona: lungimiranza e buonsenso sono oramai materie prime pressoché estinte.
-------------------------------------
Per Votarmi Su OkNotizie Clicca QUI

16 commenti:

giudaballerino ha detto...

Vorrei dire anch'io al "caro" Bertolaso di andare ora a fare la passerella tra gli aquilani...

fabio r. ha detto...

è un sentimento di schifo che accomuna molti, per fortuna! non ho parole, solo parolacce. a parte i vizietti del cattolico Berolaso (azzi suoi..) la cosa sconvolgente è l'intreccio oleoso e putrido di cui qui da te (ed altrove in rete, meno male) tra affaracci zozzi ed appalti si aprla da mesi ormai. ma com'è che nessuno o quasi se n'è accorto in Italia?
perchè il segreto di stato alla maddalena e la poca chiarezza sugli appalti a L'aquila deve interessare SOLO poche voci critiche?
pensando a come mr. bertolaso è assurto poi agli onori militari e civili di un paese, nuovo eroe del fare, mi viene solo da citare il mio vecchio brecht: Felice quel paese che non ha bisogno di eroi...

sR ha detto...

concordo con te e con il commento di giudaballerino

Lliri blanc ha detto...

Quanta corruzione...:(
di chi ci possiamo fidare?!
forse neanche di noi stessi...

Ti abbraccio Rockpoeta!!!

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Ciao Daniele,
nelle ultime settimane ho frequentato poco la blogosfera, saresti così gentile da indicarmi qualcuno dei post sugli altri blog sull'argomento Bertolaso&Co?

Grazie e scusami per la richiesta un po' sui generis

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER JANE: Miss Kappa http://miskappa.blogspot.com/ e Alessandro Tauro http://alessandrotauro.blogspot.com/2010/02/il-re-sole-la-cricca-dei-banditi-e-le.html

Abruzzesi doc e ottimi blogger.

Gians ha detto...

Attento a nominarti come un lettore di Repubblica, potresti essere etichettato come un pericoloso estremista, di piuttosto che leggi tutti i quotidiani a disposizione e che in pratica non fai altro tutto il giorno, saresti al massimo classificato come uno snob che vive di rendita. ;)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GIANS: Repubblica le riportava tutte per bene ma dello scandalo ne parlano tutti i giornali.

E poi intanto lo sai che siamo tutti estremisti cattivi e brutti perché non leggiamo Libero o il Giornale LOL!

Kylie ha detto...

Da Bertolaso non me l'aspettavo ma poi si sa, certe cose capitano e basta.
Troppe persone dedite alla nostra sicurezza anche nella mia città, ma sinceramente chi le ha viste?
Proprio nelle ultime settimane sono aumentati i furti nelle abitazioni...
Che coincidenza.

giulia ha detto...

Mmm, io però aspetterei, l'Italia è anche il paese che mette alla gogna persone che poi escono pulitissime dai processi...

Romina ha detto...

A proposito di Bertolaso, ho sperato fino all'ultimo che non fosse vero. Si resta senza parole.

Alessandro Tauro ha detto...

Sottoscrivo in pieno. Sia il tuo disgusto per quel mondo vomitevole (ma sicuramente non troppo inedito) che emerge giorno dopo giorno dagli stralci di intercettazione pubblicati sui giornali di tutto il paese.
E sia, profondamente, la tua osservazione finale sull'annoso tema duplice immigrazione-criminalità.

Una grossa fetta del paese temo sia convinta totalmente della bontà di provvedimenti che limitino le possibilità di ingresso regolare nel paese e che istituiscano una vera e propria caccia all'"irregolare" in tutta la penisola.
Ed è una grossa fetta di popolazione che, non certo per propria colpa, avrà ancora tanto tempo da vivere davanti a sé prima di comprendere pienamente che le ghettizzazioni, l'emarginazione e la cancellazione delle opportunità di vivere dignitosamente da ospiti in un paese straniero, se non estirpate, genereranno sempre violenza.
E aggiungeranno altra violenza a quella già esistente.
Un circolo vizioso che nessuna legge, per quanto "dura" o "illuminata" sia, potrà mai cancellare.

diotima47 ha detto...

per fortuna abbiamo i poeti, vati, nella loro lungimiranza!..
Finché vivranno i poeti vivrà la speranza

lori:))))))

la piattaforma Tiscali è in rifacimento, dovrebbe normalizzarsi verso la fine del mese

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER DIOTIMA: Grazie!!!!! Spero che sia davvero così

PS: ho visto che ci sono problemi infatti per commentare da te.

Un bacio
Daniele

Ormoled ha detto...

Su Bertolaso non commento neanche, anche se devo dire tutto quello che è accaduto a lui e soci non mi ha lasciato meravigliato (e forse è grave questa cosa).
Sull'accordo con società di vigilanza, sono molto contrariato. Lo stato ha già la polizia, i carabinieri e le forze armate, se questi tre corpi non dovessero bastare, che vengano fatti dei concorsi per incrementare il numero di persone. Solo così, secondo me, si può avere un minimo di garanzia di avere a protezione dei cittadini del personale addestrato ed abilitato per fare controlli e eventualmente intervenire. Tutte le altre scappatoie le trovo sbagliate.
ciao Daniele

Fabio ha detto...

Ciao Daniele
dico solo una cosa su via Padova: a parte il fatto che Milano e' governato dalla destra almeno da 20 anni (e prima c'era Pillitteri!), comunque ha sempre gestito e considerato la questione immigrati come un problema di sicurezza. Quindi prima la polizia, ora i soldati. Nel frattempo, imprenditori, negozianti e privati cittadini (che magari votano Lega) hanno prosperato sulla pelle di questa gente, facendoli lavorare in nero, negandogli le case, i permessi, la dignita'. Che cosa si puo' pretendere da stranieri che non hanno un posto per mangiare, dormire e sono sfruttati per il lavoro nero? non e' colpa (solo) della sinistra se siamo arrivati a questo punto, ma sono almeno trent'anni che la società intera in Italia ha rinunciato a qualsiasi politica che affrontasse il problema seriamente. In primis il lavoro: in Svezia i sindacati difendono i lavoratori extracomunitari come se fossero svedesi, perche' proprio questo e' il modo migliore per difendere i propri lavoratori. Noi italiani cerchiamo il profitto a poco prezzo, per egoismo, per miopia, per ignoranza, ... e questi sono i risultati
ciao