giovedì 4 febbraio 2010

L'Angolo Del Rockpoeta: "Incompiuto"

Stabilimenti che si vogliono chiudere senza considerare chi ci lavora, o forse semplicemente considerando quelle vite, pedine banali e fastidiose. E c'é chi lotta volando sui tetti, e chi si accende con della benzina.... E poi ci sono io, che vivo, osservo, ne soffro, ne parlo. E scrivo....

Incompiuto

Ed io
Quando sarò morto
Vagherò inquieto
Come un fantasma
Incompiuto.

Obreros y ex-trabajadores
Sopra i tetti
Invisibili visioni
Realtà che si vogliono schiacciare
Incentivandone l'oblio.

Nuovo liquido amniotico
Oleoso
Infiammabile
Caldo aiuto per uscire dalle abrasioni
Di un fallimento incolpevole.

Leggi "epocali"
Affosseranno scuole fatiscenti
E sorrisi inadatti
Per una realtà serigrafata
Dentro cornici di pezza.

Ed io
Quando sarò morto
Volerò alto
Inquieto
Incompiuto.

Puzzle mancante
Non avendo potuto vivere fino in fondo
Senza poesie non ancora date alla luce
Progetti ancora da terminare
Ed amore mai saputo donare.

When I'm dead
I'll fly higher and higher
Like a ghost

Agitato
Incompiuto
Privato di una vecchiaia serena
Avendo sempre differito le stagioni della mia vita.

Quando sarò morto
Vagherò inquieto
Tra questi confini terrestri
Etereo
Inodore
Insapore
Incompiuto.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
-------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNotizie Clicca QUI

18 commenti:

Gians ha detto...

Credo sia la prima volta che mi capita di scriverti per primo. Sappi, che non sei solo. Come sempre bella poesia.

diotima47 ha detto...

Allora...
spererò d'incontrarti

minervabianca ha detto...

ti ammiro perchè fai della bella poesia, poesia sempre rivolta a temi sociali, poesia che fa emozionare e commuovere....come sempre più che bravissimo

rom ha detto...

Se ciò avvenisse, sarebbe una morte da accertare. Ma tra le sbarre di una realtà troppo spesso ingiusta e dolorosa ti potrebbe anche accadere di non morire ucciso suicida, e questo ti auguro, e allora, nella lunga prigionia, ti potrebbe anche accadere di lasciarti compiere e dar pace dalla giustizia della tua sete di giustizia, dalla verità della tua ricerca di verità, dal calore sapiente del tuo desiderio trasformato in dono.

enne ha detto...

La poesia è bella, ma il contenuto non mi piace: posso dirlo, vero?Sai a cosa alludo. :(

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ROM: poesia pura il tuo commento. Lasciarmi compiere: é una possibilità importante se poi permettesse di non restare incompiuti nella vita reale.

Sbarre della vita.....se solo potessimo tutti avere almeno una libertà vigilata. Anche se la mia indole lotterà sempre per una libertà vera ed assoluta. E respirare aria pulita in ogni istante.

Un abbraccio
Daniele

PER ENNE: essere incompiuti può accadere sempre anche a 80 anni se non si é ancora realizzato quello che si vuole fino in fondo.

giudaballerino ha detto...

Privandoci della dignità di un lavoro, ricattandoci per avere una casa, massacrandoci nelle carceri e nei cie ci rendono incompiuti anche da vivi. Purtroppo.

Guernica ha detto...

Lo sai che questo argomento mi fa imbestialire.Ho il dente avvelenato parecchio per la questione lavoro.
Ma cosa vuoi che gliene freghi di chi si da fuoco per la disperazione di ritrovarsi senza lavoro?
A lorsignori...che pagano 2000 Euro per i fiori di un battesimo (cifra moderata dice il Tg Mediaset), che hanno fatto sacrifici prima di arrivare in cima (dice Castelli), che suggeriscono di sposare un miliardario (dice il premier)...?
Non sanno neppure cosa significa non aver di che sfamarsi.

A tutti questi sognori dedichiamo la tua bella poesia.
E che gli spiriti inquieti vadano a tirar loro i piedi di notte!Che siano protagonisti dei loro incubi!

la Volpe ha detto...

ciao Daniele

mi domando... ma tu musichi, incidi e canti anche queste poesie?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LA VOLPE: le scrivo, le recito (faccio reading ne ho fatti e spero di farne ancora lol)

Esiste un progetto con poesie lette da me e canzoni con miei testi.

Ma non faccio io musica anche se ho studiato pianoforte per qualche anno da piccolo.

Se hai proposte le vaglio :-)))

Ciao
Daniele

Alberto ha detto...

Tutti da soli siamo incompiuti. Assieme lo siamo un po' meno. Ciao Daniele.

Niente Barriere ha detto...

Daniele non stancarti mai di vivere, osservare, soffrire per le tante ingiustizie che vedi ma cosa più importante parlarne e scriverle .... sei grande!

enne ha detto...

Lo so, purtroppo.

luce ha detto...

Sarissimo ci sono tante parole che comunciano con "in" e tu, secondo me sei "in" ma non INcompiuto ma INfinito, perchè una persona di grande sensibilità, di impegno sociale, di sogni e ti fatti, di parole e di emozioni come te fa vedere oltre le siepe di leopardiana memoria dei nostri egoismi, della nostra cecictà etica e delle nostre piccolezze da orto di casa e ci INsegna che siamo in grado , se vogliamo, di essere migliori.
Niente quindi fantasmi ma solo le idee.Le tue.Compiute
Un abbraccio compiuto.

Alligatore ha detto...

L'arte che tratta del sociale, utile e necessaria, come la tua.

Fabio ha detto...

Ti segnalo il mio ultimo post coi filmati relativi alla manifestazione di Cagliari del 05/02/2010. Da noi la situazione è tragica: la gente perde il lavoro, moltissime famiglie sono in condizioni di estrema indigenza. Un abbraccio, Fabio

Mk ha detto...

L'incompiutezza del vivere mi appartiene.Ogni cosa è incompiuta nella mia vita precaria.Anche le decisioni più dolorose alla fine restano incompiute.E' tutto un rewind.Una generazione che di compiuto ha solo gli anni.Uno dopo l'altro e la consapevolezza che più ne compi,più sei fuori.Ciao Dani.
Mk

l'incarcerato ha detto...

Eppure quanto mi piacerebbe sentirtela recitare, così resti davvero incompiuto ;)

Un saluto da un incarcerato che fa il possibile per liberarsi da queste sbarre!