mercoledì 13 gennaio 2010

L'Angolo Del Rockpoeta: "Cosmesi Dell'Inganno"

Nasce in parte da questa notizia, ma solo in parte....

Cosmesi Dell'Inganno

Ritocchi
Acido solforico sulla pelle
Viltà sparsa come crema su facce di bronzo.

Cosmesi dell'inganno
Attraverso fanghi e untume plastificato
Per una Società bigotta e puritana di facciata
Pedofila e puttana nella realtà.

Tutti, nessuno escluso in ogni ganglio della società:

Toghe
Tonache
Giacche e cravatte
Casual People
E finti viveur dai jeans a vita bassa ma dalla mentalità ristretta.

Viagra ammesso
Forse perché lo si assume prima

Ru486 bocciata
Forse perché non la si dovrebbe prendere neanche dopo....

E così resti incinta
Farai causa
Ma il marciume di questa ipocirisia fatiscente
Di questa latente rabbia verso la libertà, l'amore, le donne,
Resta.

Pillola Blu
Oplà che va giù

Pillole rosa, verdi e gialle
Lo sballo é di rigore.

Cocaina come sport
Ecstasy come hobby
Viagra per essere uomini.

E per me
Solo una tazza di The
Per smaltire il mio sano voltastomaco.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
----------------------------------------------------
Per Votarmi Su OkNotizie Clicca QUI

20 commenti:

Licia Titania ha detto...

Ironica e sferzante; molto bella.

minervabianca ha detto...

Sante parole...la verità è che viviamo in una società falsa, ipocrita e maledettamente corrotta
Magnifico come sempre

Cappellaio ha detto...

molto molto pungente ed efficace. Complimenti!

Saamaya ha detto...

un trucco farlocco, coprente la miseria e la vergogna. Ma basta guardarsi allo specchio alla mattina, per vedere le occhiaie...

gians ha detto...

In qualche modo dobbiamo riuscire ad avere una comunicazione "privata" la tua poesia.. e la tua attualità. interessano non poco alla associazione di cui faccio parte. Fammi sapere.

Niente Barriere ha detto...

la nostra società non sta bene ..il sistema non sta bene ... e chi dice il contrario è un ipocrita o uno stolto!

Daniele Verzetti, il Rockpoeta® ha detto...

PER GIANS: va benissimo sarebbe un onore! Scrivimi per mail (la trovi sul mio profilo). Ti starei già scrivendo io ma non l'ho trovata sul tuo profilo e quindi sono bloccato non posso comunicare privatamente con te :-)))

giudaballerino ha detto...

Poesia toccante e pungente come al solito. L'ipocrisia a cui siamo arrivati è davvero insostenibile. In questo degrado spero che la causa intentata da quella donna abbia almeno un esito positivo...

Alligatore ha detto...

Sì bella, adatta a questi anni con l'ipocrisia al potere.

enrica ha detto...

I tuoi versi suscitano emozioni toccando le corde più profonde delle coscienza di ognuno, come al solito.
Non si può fare niente contro la vigliaccheria untuosa degli ipocriti, tranne guardarla con sguardo franco e disincantato come fai tu...

Daniela ha detto...

e la desolante realtà ed in troppi non la vogliono vedere...

chit ha detto...

Che enorme tristezza!?! .-S

Guernica ha detto...

Caro Daniele...tazza di The???eheheheh ci vorrebbe una flebo di camomilla...

Guarda...io sono contraria all'aborto ed alla pillola del giorno dopo. Non per credo religioso, ma per rispetto della mia persona. Sono due pratiche che psicologicamente so che mi atterrerebbero. In secondo luogo per rispetto del diritto alla vita di una creatura che non ha colpe per i miei "errori".
Tuttavia sono favorevole alla ricezione di entrambe (le pratiche), legislativamente parlando. Il diritto di scelta e la tutela medica nei due casi DEVONO essere garantite!

Il problema è fondamentalmente culturale. Secondo me urge una rieducazione alla responsabilità. Insomma...ci sono altri metodi e precauzioni...perchè ridursi ad estremi metodi palliativi, rispetto alla prevenzione, che ovviamente non sono mai ottimali per nessuno?

A prescindere da tutti questi discorsi infiniti e da un unpunto di vista più ludico...ma la ASL dove mai prenderà quei soldi?

luce ha detto...

Carissimo,la tua analisi poetica della storia che è la storia di mille donne, è acuta e precisa, senza contare l'ultimo verso "cinematografico" che è straordinario.
La verità è che non si dà alla donna la possibilità di scegliere ( dolorosamente) di cosa fare di questa sua capacità di essere la portatrice di vita.
Io sono per la vita,ma non sono contraria alla possibilità di abortire, come quando si parla di suicidio, eutanasia e tutto quello che riguarda la disposizione molto difficile della propria vita e sono convinta che strutture adeguate e sostegno psicologico ed economico eviterebbero certe decisioni.
Un donna non abortisce mai senza che questa tragedia non la segni, solo che non c'è nessuno che capisce che a volte non ha scelta; la società, le persone non aiutano adeguatamente una mamma single che ha intenzione di sfidare tutto e tutto per dare una vita dignitosa al suo bambino e quindi spesso e disperatamente ricorre ad azioni contro natura ( perchèva contro il suo dono di natura), solo che nessuno si fa l'analisi di coscienza per questo.
Meglio il Viagra, che è colorato ed è divertente...
Un abbraccio

Uhurunausalama ha detto...

Che triste verità nelle tue parole..
ancor più triste che, nel caso specifico, sia un estraneo a sostituirsi al volere di una donna..non siamo più liberi nemmeno nelle nostre scelte.

alessandra ha detto...

la notizia mi fa rabbia, la tua poesia è bella e schietta, come sempre...
ale

gians ha detto...

Ot, in alto a sinistra pare un motto, a parte la bella poesia, dimmi dove sta esattamente la tua mail. ;)

paroleamorsi ha detto...

Efficace e reale la tua poesia, specchio della corruzione, dell'inadeguatezza cui ci releghiamo da soli, della violenza, di una società che appare ma non è, in cui ci si convince che basta interpretare e fingere di essere
questo o quello per diventarlo davvero. Un po' di camomilla anche per me?

GM C

maurob ha detto...

Condivido ....

Romina ha detto...

E per me
Solo una tazza di The
Per smaltire il mio sano voltastomaco.


Il tè è sano. In un mare di letame e di vizio, sa fare la differenza.