venerdì 11 dicembre 2009

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Il Post Oggi Finitelo Voi...

Dei deliri del Cav. non ho voglia di parlare. Si commentano da soli.

Voglio invece ricordare l'inizio del processo per l'amianto a Casale , ethernit per l'esatezza. Ne parlai a suo tempo con un post nell'ambito della giornata mondiale contro l'amianto e non ho mai abbandonato l'argomento. Processo iniziato, spero che Guariniello ottenga giustizia.

Oggi é anche giorno di sciopero che la CGIL ha indetto all'interno di Scuola, Sanità e Pubblico Impiego con protesta di otto ore e manifestazioni a Roma, Napoli e Milano. A Genova so che non tutte le scuole hanno aderito quindi di nuovo profonde spaccature tra chi dovrebbe forse essere unito....

Intanto la Camera non permette che si proceda contro Cosentino. Ad aver votato a favore di costui e quindi per il non luogo a procedere, vedo che ci sono anche i Radicali e non riesco a capacitarmene....

Possibile che nessuno si renda conto di come la criminalità organizzata sia ormai completamente dentro ai meccanismi della politica e del potere italiano?

Possibile che gli Italiani siano tutti dei ciarlatani?

Si é possibile purtroppo é vero....

Ed allora sono qui che stancamente sto scrivendo questo post. Senza speranze, senza convinzione. Apatia, rassegnazione, non so come definire il mio stato d'animo. Forse lucida amarezza o disincanto totale.

Facciamo una cosa, finitelo voi il post oggi. Commentate pure se volete quello che ho scritto ma poi riportate quello che pensate sia da dire. Vediamo cosa ritenete importante. Garlasco? X-Factor e le polemiche di Morgan non mandate in onda all' Era Glaciale? Corona, la sua condanna e le parole volgari di chi pensava di farla franca e invece gli é andata male? Obama ed il ritro del premio nobel per la pace?

O forse, spero, altro...? E se é così, cosa?
------------------------------------
Per Votarmi Su OkNotizie: http://tinyurl.com/ycqrren

43 commenti:

Annamaria ha detto...

Beh si potrebbe parlare che ieri era la giornata a favore dei diritti umani...

Cappellaio ha detto...

imbarazzanti i radicali. il loro essere così liberal-chic a volte vi urta davvero. Ok essere garantisti e tutto ma di fronte alla chiara evidenza dei fatti.. Son curioso di vedere se i campani lo voteranno qualora si candidasse. una eventuale vittoria equivarrebbe a sancire che vogliono la presenza della mafia nelle istituzioni. nient'altro..

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANNAMARIA: giusto, ma io che avevo anche visto una poesia per la carta dei diritti umani preferisco parlare di diriti ogni giorno. Cmq é un tema importante. Grazie.

PS: benvenuta in questa Agorà. Spero di vederti qui ancora
Daniele

enrica ha detto...

Buongiorno Daniele!
Parliamo degli eroi di tutti i giorni, di quelli che nel più assoluto silenzio mediatico riescono a far andar bene le cose e tengono in attivo la loro azienda nonostante la crisi economica. Parliamo delle donne coraggiose che mettono al mondo i figli sapendo che dovranno fare sacrifici morali ed economici.
Parliamo delle migliaia di volontari delle associazioni in Italia che fanno più del loro dovere e non sentono il bisogno di essere ringraziati.
Parliamo delle centinaia di migliaia di mussulmani in Italia che pregano senza una moschea e che non sono terroristi.
Parliamo di chi fa politica perché crede che ci sia una possibilità di migliorare la vita sociale.
Insomma parliamo della realtà e lasciamo stare il virtuale...
Un abbraccio.

Bastian Cuntrari ha detto...

Mi associo al Cappellaio. L'ipergarantismo dei radicali è più che irritante e fastidioso: è un atteggiamento da membri di club esclusivo, di una casta che si autoprotegge. Vergogna!
E faccio un pronostico sulla sua domanda: sì, se ai ricandidasse i campani lo rivoterebbero.
Ma non in quanto favorevoli alla presenza della camorra nelle istituzioni: semplicemente perché verranno "persuasi" - con le buone o con le cattive - a votarlo...

lodolite ha detto...

bravo Daniele, non ti arrendere sono questi i mome3nti importanti, quando
sembra che si può solo peggiorare si apre uno spiraglio.
ciao simona

Guernica ha detto...

Stavo per scrivere lo stesso commento di Annamaria!

Dei diritti bisogna parlare ogni giorno...agire direi soprattutto.
Ieri era comunque un anniversario importante.Una giornata in cui i Grandi della terra avrebbero dovuto riflettere.
Io non credo l'abbiano fatto, come ogni giorno...

Lucien ha detto...

"Possibile che gli Italiani siano tutti dei ciarlatani?"
Oltre che ciarlatani, purtroppo anche sempre più razzisti e intolleranti. Oggi per deprimermi mi è bastato leggere sul giornale la lettera di una signora di 75 anni, aggredita da un vigile che l'ha accusata di commettere un reato perché aveva dato un euro a un ragazzo di colore che l'aveva aiutata a portare la spesa.

maria rosaria ha detto...

ho stilato proprio stamattina un elenco di cose di cui si potrebbe discutere... anzi ho chiesto aiuto a babbo natale. sconcertante l'episodio raccontato da lucien...
bacio

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LUCIEN: incredibile la notizia che hai riportato. Hai ragione é in atto una degenerazione culturale ma anche sociale davvero sconvolgente.

PER ANNAMARIA: errata corrige su mia precedente risposta: "scritto una poesia" non "visto".

il Russo ha detto...

Giustizia per le vittime d'amianto dell'Eternit!

Daniela ha detto...

Spero solo che il processo per l'amianto non sia un'altra Marghera... un caro saluto, Daniele.

Ross ha detto...

Io oggi ho parlato di fondi all'editoria e libertà di stampa. Ma mi vengono in mente anche L'Aquila e la sua scomparsa dai capitoli di spesa, o il Tfr dei lavoratori dirottato dall'Inps al Tesoro a copertura di parte della manovra 2010, solo per restare nell'ambito della Finanziaria.

Ciascuno, nel suo piccolo, può parlare di tutto questo e di mille altre cose ancora, altrettanto urgenti e importanti. Non bisogna sentirsi isolati e se capiteranno dei momenti di stanchezza non c'è da scoraggiarsi: non c'è niente di cui vergognarsi nel lasciare che siano gli altri, per una volta, a dare voce ai nostri pensieri e a lottare anche per noi, lasciandoci un momento di riposo e di ripresa.
Basta non adagiarsi sulle cose e non abituarsi a nulla, per non mancare il momento in cui sarà necessario tornare a farsi sentire in prima persona.

upupa ha detto...

Che tristezza caro Rock...

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Eh, ora vuoi che ti facciamo il post sul tuo blog: vabbè, vorrà dire che mi toccherà chiudere il mio allora. Ma prima, ho fatto in tempo a postare ancora una volta... :-D

l'incarcerato ha detto...

Daniele caro, sui radicali ricordi q1uel mio vecchio post sul loro lato oscuro? Bè, quella votazione ne è l'ennesima dimostrazione. Non so, ma mi ricorda tanto quando vollero far candidare Gelli con loro per potergli dare l'immunità..

Sono contento che tu abbia ricordato il processo per l'amianto a Casale. Spero che ci sarà una vera giustizia per quell'orrendo crimine.

Ma come devo finire questo tuo post? Io lo finisco con l'augurio che questo Stato non cadi totalmente nel baratro. Perchè siamo davvero ad un passo.

ps dai che un clic lo pui fare, non veci che c'è la pubblicità sulle pensioni? Ti manca poco no? ahahaha

Per quanto riguarda il famoso post ti dispiace se attendiamo qualche altro giorno? Ancora non ci sto con la testa ;)

enne ha detto...

I Radicali hanno stupito anche me, ma nemmeno tanto, poi: sono ipergarantisti, e lo sappiamo. D'altronde meglio un ipergarantista che un giustizialista forcaiolo come Di Pietro.
Io non avrei votato a favore di Cosentino, ma io sono nessuno.
Sulla mafia.
Giorni fa uno a caso sosteneva che Andreotti abbia passato a Berlusconi lo "scettro" di grande capo di Cosa nostra.
Che tra Stato e mafia ci siano sempre state connivenze è, purtroppo, un fatto noto.
Personalmente trovo sospetto il fiorire di tutti questi individui (Spatuzza in primis) che solo ora, e all'improvviso, si sarebbero ricordati di certi vecchi episodi.
In realtà sto cercando di capire molte cose senza venire a capo di niente, e niente mi convince appieno.
Butta così, Daniele: sarà colpa delle feste.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER INCARCERATO: ok per attendere qualche giorno
Te la do io la pensione ingrato LOL! E poi quale pensione :-))? LOL!

guglielmo ha detto...

Caro Daniele, la giustizia non la deve avere il pur bravo PM Guariniello, ma le migliaia di morti di amianto. Naturalmente sarà una vittoria di Pirro perché è sicuro che i due nobili padroni delle fabbriche Eternit se ne stanno in Germania e Svizzera a godersi i loro meritati profitti fatti (anche) sulle spalle di chi è morto. Tratteranno alla fine una "tariffa" per ogni morto e troveranno sicuramente qualche prelato disponibile a lavar loro la coscienza senza lasciarla senza alcuna macchia né una pagliuzza di amianto. Un saluto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GUGLIELMO : chiaro che intendevo dire che ottenga giustizia per le vittime e non per se stesso.

Condivido la seconda parte del tuo commento. Il rischio che finisca così esiste ma partire battuti fin dall'inizio non mi piace di solito. Quindi vedremo...

luce ha detto...

Carissimo pigro, adesso facciamo i post al posto tuo? LOL
Vabbè ci provo...
C'era una volta un paese lontano lontano dove i cattivi magistrati facevano i processi all'amianto e non allo stronzio, noto metallo inquinante presente a Roma sotto forma di bipedi onorevoli, capi di governo, ministri e compagnia bella,dove se è una bella giornata si scipera sennò tutti a fare i bravi nella p.a sennò uno dei nanetti delle favole si inca...vola,
dove i radicali liberi sono imprigionati alle poltrone e invecchiano a vista d'ècchio, dove i cattivi bambini corrotti da marmellate istituzionali non vanno sotto processo che sennò piangono,dove i principi con la Corona sono condannati ingiustamente(?) secondo loro e (in)giustamente si arrabbiano un cincinin, dove gli assassini probabili fanno processi improbabili, dove la televisione è glaciale, dove i Nobel si danno agli apparentemente nobili.
C'era un paese lontano lontano dove alle favole non ci crede più nessuno.
Quasi nessuno.
Un abbraccio da una che alle favole ci crede, nei paesi lontani lontani che diventano belli belli senza nani, principesse rosse, bionde e pagate, principi di colore trans-lucido, cavalieri alla tavola rotonda che sono mascalzoni, mercanti di notizie, veleni e foto ricattatorie, indigeni guerrieri senza khalumet della pace insomma un mondo di favola

Debora ha detto...

Secondo me si potrebbe parlare di cosa non stiamo facendo, e di come il 2012 sia alle porte: non moriremo per mano della profezia dei Maya, ma per come ci stiamo autodistruggendo. Non abbiamo il minimo rispetto di noi stessi. Pensiamo solo ed esclusivamente al profitto personale e ciò che sono gli altri non ce ne frega.
Ci sono bambini che schifano il cibo, che lo buttano, lo lasciano nel piatto, e ci sono bambini che darebbero un pezzo del loro cuore per avere gli scarti, gli avanzi, il cibo smangiucchiato...Ci sono bambini che aprono bocca e ottengono tutto quello che vogliono, e ci sono bambini che per giocare si accontentano dei tappini delle bottiglie...Ci sono bambini che sbuffano per andare a scuola, che non hanno voglia, e fanno le bizze....E ci sono bambini che non sanno né leggere né scrivere, e vorrebbero tanto imparare...Ci sono bambini che hanno fatto l'albero di Natale, sono coccolati dal calore della famiglia unita sotto il calore del caminetto o del caldo abbraccio della famiglia...E ci sono bambini che sono stati storpiati dai loro familiari, e abbandonati agli angoli della strada per racimolare due spiccioli, e se non li portano a casa, vengono gonfiati come polpi....
Parliamo di quanto spreco facciamo ogni giorno, quando per lavarci o lavare facciamo scorrere litri e litri d'acqua e ci sono angoli del nostro mondo dove l'acqua non c'è ed è più che razionata...o pensiamo a quanto sperperiamo i nostri soldi nelle cose futili...Abiti che acquistiamo nell'impeto del momento e che diamo via ancora col cartellino perché non abbiamo mai messo e non ci piacciono più, quante cose compriamo e finiscono nel dimenticatoio, quando ci sono persone nel mondo che usano bottiglie di plastica come ciabatte per andare in giro...O usano i fogli di giornale per ripararsi dal freddo...
Perché non parliamo di quei bambini che all'alba del 2010 muoiono di parto, e le madri rischiano di seguirli a ruota per negligenza dei dottori...O a quelle persone che muoiono prematuramente per terapie sbagliate, o di chi contrae malattie rare come quelle genetiche per cui le aziende farmaceutiche non trarrebbero abbastanza profitto e condannano i poveretti a morte senza cure...O perché non parliamo di quelle persone che nel 2010 muoiono ancora di cancro o di aids...
E perché non parliamo delle persone che ogni giorno perdono la vita sul posto di lavoro per assenza delle basilari regole di sicurezza sui posti di lavoro, e parliamo di chi non fa niente se non alzare un po' la voce il giorno della tragedia e poi piombare nel silenzio...Parliamo dei compensi dei governanti...inadeguati al lavoro realmente svolto, e parliamo dei compensi degli operai che lavorano 8 dico 8 se non 10 o 12 ore in fabbrica,respirando ogni sorta di schifezza per 1000 euro al mese...E questi governanti, che ci rimbambiscono con discorsi, promesse e che una volta sullo scranno ci prendono per i fondelli pensando a salvarsi dai processi e che invece di dare l'esempio sputano offese e pronunciano frasi da internamento in un manicomio...
Parliamo..se ne abbiamo il coraggio e laforza, ancora, degli sportivi che vengono pagati milioni di miliardi per far sport, e hanno il coraggio di fare il buono e il cattivo tempo...Mentre fuori da questo circo degli orrori c'è la vita vera, dove si lavora per aarivare in fondo al mese, si cerca di stare in salute, e si gioisce delle piccole cose..Quelle che ci fanno essere NOI I VERI SIGNORI...NON QUESTA MANICA DI CIARLATANI CHE MI FA SCHIFO CHIAMARE UOMINI..

Blogger ha detto...

Ciao Daniele, è da molto che non ti passo a trovare, come stai? Ti vedo in forma, sempre ottimista, eh? :) Guarda, anche io ormai mi sono abbattuto, che posso dire, si pensava che gli italiani avessero toccato il fondo e invece ci sono sempre possibilità di peggiorare in questo mondo. Blogger

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER BLOGGER: benritrovato! Torna presto ti attendo con molto piacere!

Daniele il Rockpoeta

Alligatore ha detto...

Dei radicali non mi stupisco e manco degli italiani.Mi stupisco che ci siano blog come questi, ancora con la voglia di lottare. Questo è il Rock!

Alessandro Tauro ha detto...

Chissà come mai, ma di tutti gli argomenti lanciati da te a fine post, non ne trovo mezzo di cui credo valga la pena non solo spendere qualche parola, ma anche del tempo a leggerne i fatti! :)

Sui radicali ho poco da dire, ho ben note le loro posizioni in tema di giustizia. E la loro lodevole battaglia a favore della tutela della popolazione carceraria finisce spesso e volentieri in una azzardata commistione con principi come immunità, impunità, amnistia perenne e via dicendo.
E di dimostrazioni ce ne procurano giorno dopo giorno...

Allucinante la notizia riportata da Lucien. Mi auguro ci sia stata una alterazione parziale del fatto da parte del giornalista autore del pezzo, ma conoscendo il nostro paese al giorno d'oggi, ci conto assai poco...!

Stefi ha detto...

Ciao Daniele,
ieri ero IN sciopero!! anche se temo siano stati altri 100 € sacrificati inutilmente...tanto a chi gliene frega qualcosa?? Si sa la P.A. è fatta solo di fannulloni!!... poi quando tutto, ma proprio tutto, sarà privatizzato e non tutti potranno permettersi i servizi..o una pensione privata... forse sarà più chiara questa campagna mediatica contro la P.A. che, intanto, viene resa sempre meno in grado di svolgere il proprio lavoro.. ma di più non voglio dire!
Casale Monferrato, ma anche altri centri, hanno diritto ad una giustizia che, se anche ci sarà, non potrà restituire le vittime...
Radicali: finalmente incominci a porti qualche dubbio?!.. :-)
Felice fine settimana!

Annamaria ha detto...

Oggi si potrebbe parlare dell'anniversario di p. Fontana di cui, a quanto pare, non hanno ancora trovato mai un colpevole eppure è stata una strage non da poco. Uno dei tanti misteri italiani
P.S lo so che non è mai positivo riferirsi ad una SOLA giornata per ricordare, ma, credo che non se non ci fossero queste, gli italiani dimenticherebbero veramente. Non hanno memoria storica, in alcuni casi FA COMODO non avercela, come in questo caso. Vero? Ciao Annamaria

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER ANNAMARIA: hai ragione a volte fa comodo non avere giornate per ricordare. peraltro se penso al venticinque aprile dove certe istituzioni non sono state neanche presenti..... no comment.

chit ha detto...

Eh già, mi tocca proprio darti ragione caro Rockpoeta e...
pensare che ero passato proprio per segnlarti questa notizia...

francesca ha detto...

Non so cosa speri, nè so cosa io spero, certo è che mi piace quello che scrivi...e che ti approvo...e quello che posso dirti è che sembra di affogare nelle sabbie mobili...ma cosa fare...io, ti chiedo perdono, non lo so.

Guisito ha detto...

Per tutto quanto ha detto Debora e che condivido incondizionatamente, io ogni sera prego da miscredente il padreterno affinché faccia in modo che scoppi la terza e anche la quarta guerra mondiale; così quei pochi che rimangono possano fare tutto da capo, un po' meglio, a partire da Adamo ed Eva.

Licia Titania ha detto...

Dirò una cosa, penso, molto impopolare: a me pare che Corona non abbia torto, quando dice che ha fatto solo quello che fanno "tutti" e non capisce perché ci si accanisca contro di lui. E' un cinico, non lo vorrei per amico ma mi sembra anche un capro espiatorio, vittima a sua volta di chi magari si dava tante arie ed è stato fotografato, non già a fare sesso (che quello ormai è un modo per farsi pubblicità) ma - per esempio- mentre si metteva le dita nel naso, svelandone così il lato ridicolo.
Scusami se dico questo sulla tua agorà, ma è quello che penso.
Quanto allo sciopero della scuola, credo che l'adesione sia stata abbastanza ampia, anche se purtroppo non riusciamo mai ad essere tutti solidali (anche perché ci prendono "per fame" lol).

Licia Titania ha detto...

Quasi dimenticavo Casale: io ho degli amici lì, una famiglia che è stata duramente colpita dagli effetti dell'amianto. E purtroppo ne stanno ancora pagando le conseguenze. Grazie di averlo ricordato.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER LICIA TITANIA: mi spiace per le persone che conosci di Casale. Tu quindi meglio di tanti altri puoi capire questa vergogna.

Su Corona: forse é vero non é stato l'unico ma resta il fatto che dire che si vergogna di essere italiano e che é innocente e lotta per essere assolto mi sembra un filo esagerato ehm.... lol

Licia Titania ha detto...

Su Corona: sì, certo è un ricattatore e una persona disonesta. Ma ho letto che ha rifiutato il patteggiamento, per orgoglio. Lo trovo più dignitoso di tanti altri più illustri di lui.

Jessica Moh ha detto...

Il Capitan ha chiesto a Babbo Natale una ghigliottina...potrebbe essere che ne abbia due!
kisses

Romina ha detto...

Non posso aggiungere nulla perché anch'io sono preda di amarezza e apatia a causa della situazione del nostro paese.
Aggiungo solo un grazie a Guariniello, sempre in prima linea e molto efficiente in questo genere di cause.

Saluti!

gians ha detto...

Anche stasera gli spunti per ultimarlo non mancherebbero. Povera Italia. Un abbraccio.

Mk ha detto...

Non si può non completare con l'aggressione a zio Silvio.vabbè.
Ti lascio invece il link -sotto al nome della lettera che ho scritto e che è stata letta dal palco della manifestazione della CGIL di venerdì a Napoli.Una goccia nel mare ma perlomeno ci siamo.:)))
Mk

il codice è exagni:non resisto!!
EXAGNI:rari ragni di forma esagonale della foresta amazzonica:DDDDD

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

PER GIANS: ho letto dell'aggressione. Ora così é pure un perseguitato. Questi gesti peggiorano solo le cose. Spero di non leggere blogger soddisfatti. Capisco l'astio la rabbia l'amarezza ma cadere in questo tranello rischierebbe solo di etichettare molti come facinorosi e provocatori (virtuali ovviamente lol).

La vera rivolta si fa non con questi sistemi ma con una lotta organizzata, a tutto campo, da parte di settori produttivi e non che paralizzino il Paese. Da parte di gente che voglia agire e non stare più ad ascoltare i media. Ma siamo ancora lontani da quello. Siamo vicini alla rabbia da parte di molti (non di tutti) ma non alla lotta.

emanuela ha detto...

Il gesto di un malato diventa, per la solita stampa, un gesto politico. Che tristezza!

Francy274 ha detto...

Come sempre sai toccare punti cruciali suscitando il desiderio di dire la propria.
Non mollare, non sei solo nell'essere un cittadino attento sul mondo .

Cito solo il rocesso per l'amianto : finalmente qualcosa che ci ha fatto onore all'estero, dove vorrebbero, come l'Italia, anche nei loro Paesi un processo a favore delle vittime per l'amianto.

Sorvolo sul resto italico, mi ripeterei all'infinito e vado all'Oscar per la pace :
risentirmi o fingere di non capire?
Pace è il contrario di guerra, sarà per questo che un simile oscar finisce in mano a chi promuove la guerra. Lo diedero ad Arafat quindi perchè no ad Obama?
Non sono andati fuori tema, o si?

La manifestazione mondiale contro l'inquinamento atmosferico.. Le varie capitali nel mondo colme di gente che manifestava per un pianeta più pulito.
L'Italia ne era fuori, troppo presa a risolvere i problemi dei loro politici, troppo travolta da tragedie interne che non avrebbero dovuto esistere... Così si perde la partecipazione ai problemi mondiali... che tristezza!!