lunedì 21 settembre 2009

L' Angolo del Rockpoeta: "No-Brain Dance"

Dei funerali di stato non ho voglia di parlare. Mi disgustano certe cariche dello Stato che vogliono solo presenziare un po' come fanno quelli che per farsi vedere con il cappottino nuovo ed il cappellino alla moda vanno alla messa di natale (avete presente cosa intendo vero?)

Questa notizia invece può essere più interessante.

Vi lascio il link; credo che intuirete da soli i pericoli che possono nascere da questa "scoperta": é vero che news di questo tenore se ne sentono ciclicamente tanto per far parlare un po' la stampa, ma cmq anche solo il fatto che se ne parli, si studi questa eventualità, lo trovo davvero preoccupante.

Dal blog di Zabardino (trovate più sotto il link al suo post) si viene a sapere che " ...Si legge sul Boston Globe che "C'è chi ha scoperto il modo di identificare e mappare le reti sociali e determinare l’appartenenza degli individui a quelle reti. Obiettivi, scopi? Ehhhh, si può arrivare molto lontano. Nella ricerca - si viene a sapere dal giornale bostoniano - si è lavorato a un software che studi il materiale pubblicato e le relazioni degli utenti nei social network, per comprendere quali dei membri sono gay. Il principio da cui si parte? “Le affinità elettive”."

Ora comprenderete, che il passo per poi divertirsi a vedere chi é "diverso" anche sotto il profilo sociale, mentale, ideologico, politico, religioso, ecc... é davvero vicino.

Ci sono teorie in rete che parlano di un disegno unico planetario per un unico mondo. Senza arrivare a quell'estremizzazione (forse) cmq ci si può leggere tra le righe un inconscio, se volete, disegno per tutta la Terra volto ad uniformare le masse secondo desideri, bisogni, e necessità unitarie e preindotte. Il che non vuol dire un unico Stato padrone, ma semplicemente che chi governa vuole avere nel mondo una platea di individui rigorosamente uguali e manipolabili.

Qui sotto trovate il link che vi consiglio di leggere (non é così lungo lol)

http://zambardino.blogautore.repubblica.it/2009/09/21/?ref=hpsbsx

Io, forse sarò pigro, o forse non sento in questi giorni, più che in altri, lo scrivere "normale" strumento sufficiente per esprimermi. Pertanto non aggiungi altro in prosa.

Vi lascio con questi versi, forse sunto delle sensazioni di queste due notizie e forse anche di altre percezioni emotive. O se preferite diciamo che vi lascio ad un nuovo ballo....

NO-BRAIN DANCE

Ridicoli minuetti
Stuprano passi di tango

Marce e parate irriguardose
Irriverenti
Inguardabili
Allietano il nostro oggi
Disgustano il nostro domani.

Hey you, clap your hands
Everybody dance
La "No-Brain dance"

Carne assuefatta allo zolfo
Nebbie di guerra
Arcate di sangue
Calcestruzzo sulle nostre bocche.

Criceti in circolo che si rincorrono
Siamo come fiction senza futuro
Programmi cancellati
Zapping impedito
Monoscopio bloccato
Immagine fissa su ogni canale.

Fame
Freddo
Voglia
Nessuna scusa

Baracche
Vicoli sporchi
Capanne di cartone
Voglie
Deriva
Disillusione
Cavie da futuro.
Nessuna speranza.

Mappatura on line delle tue inclinazioni
Per "studiarle"
E magari poi anche....guarirle.

Futuro remoto
Ma probabile
2012 come "inizio"?

Robotica incede
Incessante
E sinuosamente avanza con fare silenzioso

Bionici fuori
Decodificati dentro
Anche noi faremo "Chip" come gli uccellini...

Tutti quanti dotati del nostro bravo Telecomando
Per essere guidati e condotti nella giusta direzione....

Teleradiocomandati e non più Teledipendenti.

Mappatura cerebrale
Menti predeterminate
Destino già deciso a tua insaputa
Sapere già chi sei senza averlo vissuto.

Attenzione
Concentrazione
Infiltrazione
Somministrazione farmacologica

Pericolo
Correle Correle Correla

Vengono a stanarci
Por aquì por aquì por alla

Ci uccideranno
Correle, Correle, Correla!

Shut up!!!!!

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
--------------------------------------------------
PS: i versi in "rosso" sono una citazione da "El Aparecido" degli Inti-Illimani.

Per Votarmi Su OKNotizie: http://tinyurl.com/lgcsf3

31 commenti:

Guernica ha detto...

Inquietante.Mi pare roba da film di fantascienza...ma non lo è.

Crocco1830 ha detto...

Caro Daniele, tutti omologati siamo più controllabili. Il potere di questo ha bisogno, di poter controllare, più che imporre. Perchè all'imposizione ci si può anche ribellare, ma al controllo ci si abitua molto facilmente.
La frase che spesso sento dire, commentando situazioni di controllo sulle vite delle persone, è: "chi non ha niente da nascondere non ha niente da temere". E questa frase è troppo spesso molto condivisa, seppure sia una citazione di un certo Adolf Hitler.

upupa ha detto...

Tutti non pensanti...così ci vorrebbero!!!!!!!
Speriamo sia solo uno studio non applicabile!!!!!!!!!!

alfie ha detto...

cioè? ci stanno mappizzando? mah! non ho più parole, veramente!

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Eh, lo dicevo io che bisogna tenersi lontani da FB e da altri networks sociali, proprio per l'assenza di garanzie verso la propria privacy. Del resto, se noi diamo delle informazioni dinoi senza predisporre limitazioni negli accessi, di cosa lamentarsi? La colpa non mi sembra sia da attribuire ai ricercatori del MIT, ma piuttosto ai social networks e a tutte le decine di milioni di persone che hanno deciso di affidarsi mani e piedi ad essi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER VINCENZO CUCINOTTA: hai ragione sulla prima parte ma attenzione che la mappatura é possibile, più o meno, anche per noi.

Io non ho messo dati personali ma credo che se uno legge il mio blog difficilmente potrà credere che sia favorevole a certe cose....; E quindi socialmente, come contenuti ed idee, come pensieri, sono abbastanza mappabile: forse come soggetto liberamente pensante a 360° e non catalogabile in una precisa casella ma proprio per questo ancora più pericoloso....

Poi che questo rischio in quegli ambiti fosse più elevato l'ho sempre pensato anch'io e condivido che era possibile che uno studio del genere partisse proprio da lì.

Ciao
Daniele

luce ha detto...

Carissimo, commento su due piani uno pessimistico e uno ottimistico.
Pessimistico: io dalle menti umane mi aspetto questo ed altro, dato che oltre alla mamma degli sciocchi, anche la mamma dei cattivi senza scrupoli è sempre incinta, quindi la mappatura non mi meraviglia, ammesso che sia attendibile ed efficace, che non c'è limite alla mistificazione figurati via rete poi..
Ottimistico l'uomo non è nato per gli schemi essendo esso stesso fuori schema ,mammifero non istintuale, autodistruttivo e creativo come è, quindi trovata la mappa nasconderà il tesoro, mi sembra tipico della nostra natura quindi la cosa potrebbe poi non essere effucace al 100%.
La tua poesia? Beh niente da dire tutto da "sentire"...certe volte sei fuori qualsiasi mappa.
Un abbraccio

Adriano Smaldone ha detto...

ho provato a cliccare sul link che hai lasciato ma nn mi esce niente come devo fare?

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER ADRIANO SMALDONE: ora funziona. Grazie per la segnalazione.

Alberto ha detto...

Il "grande fratello", quello di Orwell, si fa sempre più sofisticato.

Debora ha detto...

Mi associo al pensiero di Guernica: INQUIETANTE..sono abbastanza perplessa da tutto ciò che ci circonda, la mente mi riporta a episodi remoti della storia..La storia si ripete..incessante..dal passato non si impara, si prende solo spunto per fare peggio dei predecessori...
E' semplicemente spaventoso.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER ALBERTO CANE: e va anche ben oltre perché non si limita a controllarci ma anche a volerci riprogrammare....

francesca ha detto...

ANCHE IO non riesco a visualizzare il link...;

Ormoled ha detto...

Una visione preoccupante, A questo punto conviene confidare nei limiti tecnologici umani più che sul buon senso.
Ciao

silvano ha detto...

Mi indigno ma non mi meraviglio. Il fatto è che non si tratta di un futuro lontano. Il potere ha sempre mappato le persone. Non siamo d'altra parte noi consumatori? E che differenza c'è in fondo tra il vecchio dossier, le vecchie informative, che se andavi una volta ad una manifestazione di piazza i questurini lo sapevano e ti schedavano ed ora che le schedature son digitali?
Di differenza ce n'è poca, solo che adesso i dati son di più e non li ha solo la polizia, ma anche molti altri attori.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Ma non ci riusciranno ad omologarci. Più la repressione sarà dura, e più si tireranno la zappa sui piedi.
Il futuro è nostro, basta crederci.
Un abbraccio amico.

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

PER FRANCESCA: ora, dopo che l'ho messo a posto, io clicco e lo vedo invece.

Matteo ha detto...

E' la ragione per cui io sono contrario a "Grande Fratello" Facebook.
io credo che la rete è meglio che rimanga "anarchica" il più possibile, perché riuscire a controllare la rete non sarebbe lo stesso che controllare televisioni o giornali, ma qualcosa di molto, molto peggio, per il semplice fatto che i giornali e le televisioni li leggiamo e le guardiamo soltanto, in internet siamo parte attiva, e quindi non solo riceviamo dati ma trasmettiamo informazioni su di noi.
Un blog è già di verso, molto più gestibile da parte dell'amministratore, al contrario delle amicizie di facebook.

enne ha detto...

Ciao Dani,
come ti scrivevo da me, sto riprendendo i miei contatti, anche se con qualche difficoltà.
la poesia è molto bella, ma permettimi di non condividere il fatto che tu creda a quello che scrivono.
Il mio ex marito, per dirti, crede ciecamente negli UFO, ed è arrivato a credere che molti di noi, senza saperlo, abbiano già impiantato dentro, non so dove, un microchip.
Sua moglie ed io siamo ovviamente parecchio scettiche, sebbene non si possa escludere a priori l'esistenza di un'altra forma di vita, altrove.
Però sai come sono fatta: sono come san Tommaso.
Un abbraccio grande.

l'incarcerato ha detto...

A parte che è davvero bella questa poesia con i versi degli Inti illimani :), non credo nelle teorie complottiste che ci siano pochi uomini che dirigono le sorti del mondo, però credo che esistano forti gruppi finanziari che sicuramente, attraverso gli organismi sovranazionali come il Fondo Monetario, Banca Mondiale, Organizzazione Mondiale del commercio e quindi attraverso guerre globali, ricatti finanziari, manipolazione del consenso epiù ne ha più ne metta, ci stanno uniformando. E questo per controllarci meglio.

Ma non dimenticare Daniele che siamo noi stessi il Grande Fratello, siamo noi che preferiamo essere addomesticati e disinformati. Siamo tutti incarcerati, e non importa se le barre siano d'oro o di ferro arrugginito. Sempre barre sono.

Orwell l'ha capito in tempi non sospetti!

irish coffee ha detto...

pazzesco...
e purtroppo è la realtà
la nostra realtà!!

Francy274 ha detto...

Ormai dobbiamo aspettarci di tutto, gli attentati ad internet saranno sempre in agguato. Ciò che mi induce ad essere ottimista è che dall'altra parte ci sono i pionieri, quelli che fanno saltare in aria simili sofware, come fu con il caso di Vista di Bill Gates. Avevano diviso il mondo in quattro fascie A-B-C-D, per separare le comunicazioni a livello mondiale,con la scusa di salvaguardare i diritti d'autore, dicevano. Ebbene c'erano quasi riusciti ma i famosi chips furono disinnescati dagli esperti dell'altra sponda, i ribelli, quelli che non accetteranno mai di far limitare internet.Sono fiduciosa.

La poesia : e non volevi dire niente eh? :))
Le Tue poesie le leggo sempre con un sottofondo musicale, sembrano richiederlo, stavolta è toccato a Franco Battiato, sai che potrebbe cantarla? E' da Battiato questa Tua ode.
Ciao

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

PER FRANCY274: in realtà sono poesie che leggo dal vivo recitandole dando loro io una certa musicalità. Hanno infatti ritmo ma il mio. Per questo avverti questa esigenza prorbailmente :-)))

Francy274 ha detto...

Si Daniele,
sai trasmetterlo, gli stacchi, le parole singole messe in fila...tipico di componimenti adatti per la musica a volte rock, altre pop, rap, blues...questa mi ispira un rock-progressiv, genere colto :)

sR ha detto...

finché posso mi tengo il cervello ancorato nella scatola e possibilmente funzionante

Marcello ha detto...

Beh non occorrono ipotesi da fantapolitica di serie B, un processo di uniformizzazione è già in atto, ma direi che i social network più che essere una delle cause sono uno dei suoi effetti. Thomas L. Friedman, in Il mondo è piatto (che va letto con molte cautele ovviamente), elenca le 10 forze (o quelle che ritiene essere le 10 forze) che hanno appiattito il mondo: la caduta del muro di Berlino, la tecnologia wireless, l'uploading, l'offshoring la supply-chain e l'insourcing ecc. ecc.
Più banalmente si chiama mondializzazione, un fenomeno peraltro già denunciato da Marx ed Engels nel noto Manifesto (ma si sa che Marx ed Engels ono antiquati eheh).

fabio r. ha detto...

e poi c'è ancora qualcuno che piglia per il culo Orwell...

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

PER MARCELLO: io sapevo che, come dice il nostro "amato" (lol) Cav, erano comunisti!!!! LOL!!!!

Mondializzazione... bel termine. Resta il fatto che cmq cambi il nome ma il risultato non cambia....

In realtà la mondializzazione é in atto perché si vogliono azzerare le individulità e le differenze tra popoli diversi per configurarne (termine più che mai azzeccato a mio avviso dato che sembriamo tanti pc da programmare) altri, uguali per tutti.

Tra le cause che elenchi scritte da Thomas L; Friedman abbiamo anche molte tecnologie che ci permettono una più facile navigazione in rete ovunque noi siamo (penso al wireless) ma questa facilità di interscambio dovrebbe portare ed avrebbe dovuto portare ad una possibilità di conoscere nuove realtà e non omolgarsi ad una realtà terza e "superiore" ossia calata dall'alto.

Forse il genere umano più semplicemente é abituato a voler essere gregge omologato e questi soggetti danno agli uomini quello che già tutti loro incosnsciamente vogliono.

Forse non tutti, ma molti...

Ciao
Daniele

Guernica ha detto...

Appena puoi passa un secondo da me.Mi sa che ci sono fraintendimenti rispetto al post!

Irlanda ha detto...

Non ci avranno mai come vogliono!
Un abbraccio

Lliri blanc ha detto...

Decisamente forti le tue parole!
Sai essere incisivo.
Teleradiocomandati?!
...
preferirei la fine.
un abbraccio Daniele