mercoledì 15 aprile 2009

L'Angolo del Rockpoeta: "Cimiteri A Cielo Aperto"


Ho sentito del putiferio su questa vignetta di Vauro. Io l'ho trovata triste, quasi comunicasse un senso di resa e di impotenza ma nulla di offensivo.

E questi versi sottostanti nascono dall'aver osservato attentamente la sua vignetta:




CIMITERI A CIELO APERTO


Cimiteri a cielo aperto
Ipocriti sorrisi e vergognose denunce
Coprono come sterco
Verità laceranti.

Vignette colme di sofferto dolore
Amari respiri
Vengono sepolti come i morti senza numero
E quelli ancora da "riconoscere".

Ed un piccolo consesso
Di squallidi sorci in doppiopetto grigio
Dentro antri tombali di CdA putrescenti
decidono per noi, per gli altri,
Cosa é dignitoso

Dignità per loro é censurare la verità
Come se adesso
A migliaia di uomini
Profughi nella loro terra
Interessasse davvero poi sapere cosa succede qui, nel mondo dorato.

Per tutti loro, infatti,
Dignità
E' riavere una casa
Una vita
Quella vita che voi gli avete sottratto.

E se certe immagini offendono i vostri occhi
E' perché non avete più luoghi dove nascondere la vostra vergogna
E' perché la luce della sofferenza altrui vi abbaglia ovunque vi nascondiate.

E tra le rovine di una realtà che dovrà tornare a vivere
Per quanto censuriate la verità
Che si sappia che dell'aumento di cubature dei cimiteri
Voi siete i soli responsabili.

Ed adesso é ora che vi presenti facendovi uscire
Dai vostri antri polverosi.

Signore e Signori ecco a voi
I Vostri becchini.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

50 commenti:

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Solidarietà a Vauro.
Ciao Daniele.

gians ha detto...

Si tratta come sempre di buon gusto, caro Daniele la vignetta ha tutto per essere precisa ed ironicamente dissacrante, vai a spiegarlo a certi perbenisti che il male andava cercato prima e non in un disegno.

ps, bella e puntuale la poesia, anche se un giorno ti farò una feroce critica. ;)

La Mente Persa ha detto...

Mi è piaciuto moltissimo il tuo omaggio.
gio

Pietro ha detto...

una vignetta assolutamente ineccepibile, che non offende nessuno, se non chi ha la coda di paglia.
la tua poesia l'accompagna degnamente

Efesto ha detto...

Non ci lasciano neanche più decidere cosa e dove sia la dignità. Ci dicono come dobbiamo soffrire, per che cosa e fino a che limite. E se per caso abbiamo una sensibilità diversa non siamo degni di partecipare al carrozzone collettivo messo in piedi dal nostro Regista.

la bislacca ha detto...

Stranamente, pur non avendo simpatia alcuna per Vauro, non ho trovato la vignetta offensiva.

Stefi ha detto...

Mio caro Rockpoeta® ancora una volta colpisci profondo ed in modo efficace!!
Non hai proprio tralasciato nulla!!..
Besos
Stefi

Stefi ha detto...

...dimenticavo
una precisazione: a me Vauro piace ed anche molto, ma questa tua poesia mi piace di più!

sileno ha detto...

Stefi ha scritto anche per me, è solo arrivata mezzora prima.
Ciao
Sileno

Ormoled ha detto...

Grande Daniele, bella poesia che otlretutto condivido in pieno.
Ciao

guglielmo ha detto...

La vignetta scandalizza chi non ha più vergogna. ciao
PS il tono della poesia mi pare giusto -:)

Anonimo ha detto...

condivido il pensiero di Pietro,bravo Daniele !
solidarietà per Vauro.

aria

luce ha detto...

Bella la poiesia Daniele, veramente bella specie alla fine.Ottimo commento alla vignetta che , francamente, non mi sembra offensiva ma solo tristemente, tristemente vera e si ride amaro...
Vauro paga un prezzo troppo alto all'ipocrita sistema di informazione e libertà italiano, ma stasera secondo me, ne vedremo delle belle...
Un bacio affettuoso.

BC. Bruno Carioli ha detto...

Quoto Pietro, code di paglia.

marteresa ha detto...

Non sono certo le vignette che devono farci indignare...specialmente nel nostro periodo storico.
C'è ben altro di cui scandalizzarsi.............Tempi duri, troppo duri.Non aggiungerei altro,
la tua poesia rispecchia già pienamente il mio pensiero

Mg2 revolution ha detto...

Purtroppo in Italia regna la censura e la retorica cose che nel programma di Santoro non ci sono state e quindi sono molto scomode ai potenti che ci COMANDANO e non governano!!

Guernica ha detto...

"E se certe immagini offendono i vostri occhi
E' perché non avete più luoghi dove nascondere la vostra vergogna
E' perché la luce della sofferenza altrui vi abbaglia ovunque vi nascondiate".

Vedo qui il cuore dei tuoi versi.
Per chi non ha colpe questa vignetta non è assolutamente offensiva.
Dovrebbe disegnarne un centinaio, visto che c'è ancora chi,nonostante tutto, è senza vergogna.
Magari funziona (?)

tendarossa ha detto...

Chiaramente la vignetta in sé è una scusa. Io ho l'impressione che non sia tanto questa qui ad aver "disturbato" il manovratore, ma quelle nelle quali Vauro ironizzava sulla ricostruzione e gli eventuali "affari" poco leciti che questa avrebbe comportato.

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

PER TENDAROSSA: penso anch'io la stessa cosa.

Paolo ha detto...

A me Vauro non piace per nulla (i motivi sono tanti) ma la censura No, quella mai!

iNessuno ha detto...

E' vergognosa censurare Vauro e non averlo fatto con il Berlusca mentre 'sfilava' tra le bare.

L'Italietta dei media omologati al potere.

Bastian Cuntrari ha detto...

La poesia è molto bella e sentita, Daniele, ma le vignette di Vauro sono state - a mio avviso - una prova di cattivo gusto: e credo che il pubblico (che non ha neanche sorriso) sia del mio stesso parere...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER BASTIAN: quella che ho postato qui io non la trovo tale e, scusami, ma ho trovato tanti altri atteggiamenti e comportamenti di terzi molto più volgari e fastidiosi.

Ciao :-)))
Daniele

amatamari ha detto...

Grazie Daniele.

flo ha detto...

Sarebbero ben altre le cose su cui polemizzare e indagare, non la vignetta di Vauro!

Pier Luigi Zanata ha detto...

Sono d' accordo.
Versi di grande sensibilita'.
Vale

Sergio ha detto...

In effetti, come dice più sopra "Bastian Contrari", la vignetta non è di buon gusto. Però, non vedo il motivo di una censura.
Ci sarebbero tante altre cose (e uomini) da criticare (non censurare)!

M!KA ha detto...

con estrema semplicità, la vignetta mi lascia in bocca l'amaro che deve esserci. un abbraccio.

cristiana ha detto...

La vignetta è,a parer mio, un atto d'accusa a chi non ha fatto nulla nonostante i vari appelli che ci sono stati,uno anche a Palazzo Chigi.Se si fossero dati una mossa
si sarebbe evitato 'l'aumento delle cubature al cimitero'.
Tu, con la bellissima poesia, non potevi esprimere meglio la tristezza e la rabbia she tutti proviamo.
Cristiana

maria rosaria rossini ha detto...

graffia, dani, la tua poesia. giustamente.
bacio

upupa ha detto...

..io da brava abruzzese...mi offendo più per le tante passerelle fatte dai "cari"politici...........
con tutti questi benpensanti...io li chiamerei ipocriti!

Franca ha detto...

Ben altre sono le cose che offendono.
Tanto per dirne una, la parata dei politici...

princicci ha detto...

..."la luce della sofferenza vi abbaglia ovunque vi nascondiate"...
Daniele per me questi versi sono davvero l'essenza della verità che tu puntualmente riesci a cogliere e ad esprimere im modo talmente umano....la tua poesia è davvero toccante!!!un abbraccio claudia

Monica ha detto...

Sono d'accordo con Gians.L'ho trovata carina non per mancanza di rispetto verso i morti ma come sottolineatura di una carenza e assenza delle istituzioni che sapevano e non hanno fatto nulla per evitare la tragedia.Mò fann 'e passerelle.vabbè.
Ciao Dani:)
mk

l'incarcerato ha detto...

Forse dovrebbero far leggere questa poesia ad annozero,così rimarranno di stucco tutti quei sepolcri imbiancati!

ps passa da me che sta girando un iniziativa che io condivido pienamente!

Arturo Folletti ha detto...

Alla fine questo è il solito tentativo tutto italiano di parlare di altro, alla fine ci guadagneranno sia gli uni che fanno bella figura perchè difendono il buon gusto e pure gli altri che sono i paladini della libertà di satira e di espressione. gli unici che non ci guadagnano sono i poveracci che sono "in campeggio" da dieci giorni, ma quelli non interessano in realtà a nessuno perchè sono poveracci, non fanno il business

Arthur ha detto...

Da questa storia ho dedotto che in realtà come in tanti altri campi, più che avanzare, la tecnologia dell'uomo è arretrata. Quelli che si sono costruiti le case da soli o gli edifici non in cemento armato ma in mattoni hanno tenuto di più.
Ti ricordo anche l'impressionante correlazione tra terremoti ed esperimenti di detonazione sotteranea:

test P.S. Se ti interessa Domenica c'è un convegno a Milano su Democrazia diretta, indagini sulla massoneria di Franceschetti ed ipotesi sulle scie chimiche io penso di andare.

Ciao

flo ha detto...

E poi ora si scopre che qualcuno s'è arrabbiato ancora di più per la vignetta di Silvio con la cetra....

cieloblu ha detto...

Pienamente d'accordo con Arthur....quello che suppone non è sbagliato......Berlusca aveva bisogno di questo "terremoto".....a discapito della povera gente e che non sa nulla......
un saluto!!

Anonimo ha detto...

.. è tutto così triste... ma vero... come l'aumento della cubatura dei cimiteri...
Speriamo sempre in meglio... ma...
Chi dice ma... cuor felice non ha...
Fly

Fly ha detto...

Non volevo essere anonima... Un saluto...
Fly

Romina ha detto...

La sospensione di Vauro dalla trasmissione di Santore è una mossa ridicola e patetica. La vignetta non è offensiva, e poi in nessuna democrazia normale accadrebbe qualcosa del genere.

Offensivi sono i politici e i costruttori che, mazzette alla mano e dandosi alla speculazione su vasta scala, hanno costruito in maniera oscena e fatto morire molte persone.

l'incarcerato ha detto...

Artur e Cielo Blu, adesso state esagerando, non è il caso di giocare con le varie teorie fantascientifiche. Soprattutto per il rispetto dei terremotati.

Scusatemi ma così ci rendiamo ridicoli al mondo intero. Sembra quasi che affermate che il terremoto sia stato, diciamo, indotto. E' così o forse ho interpretato male? In caso contrario vi chiedo scusa.

chit ha detto...

Bella poesia, colpisce in pieno.
Per il resto, completa solidarietà a Vauro ed alla libertà d'espressione e di satira.

Arthur ha detto...

Io non ho supposto nulla.

E' documentata una correlazione fortemente significativa tra detonazioni sotterranee e terremoti con magnitudo elevate. Queste cose però al telegiornale non mi pare di averle sentite. E' risaputo che è possibile anche provocare terremoti, non credo questo sia il caso, ma dato che la possibilità effetivamente c'è, è una variabile che chi si occupa del caso deve prendere in considerazione.
Spero i sismologi facciano il loro lavoro con coscienza.

Saluti

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

L'afferamazione di ARTHUR é vera le possibilità tecniche esistono poi nella situazione attuale penso invece che il problema sia nel non aver saputo capire certi segnali e nell'incompetenza di Bertolaso.

1,2,3stella ha detto...

Ciao
sulla satira- per chi non l'avesse ancora letto- vi linko questo bellissimo post di Icare in HP su http://storiadopostoria.blog.kataweb.it/il_mio_weblog/2009/04/15/satura-tota-nostra-est/ ..Per il resto ho notato che anna-MissKappa non agiorna il blog da qualche giorno.. cosa sappiamo? ha difficoltà tecniche?
Ciao

cieloblu ha detto...

Spero vivamente che per l'abruzzo non sia così.....ha ragione Arthur è documentato quello che dice vale anche per alcuni uragani si può agire anche a livello atmosferico....
del resto la nostra stessa politica pensate seriamente che Berlusconi sia capace di fare quello che fa o non fa.....ci sono poteri ben precisi non tanto occulti; le lobbi bancarie che dirogono tutto il sistema.....
chi ci rimette è solo il popolo sottomesso e costretto a rimanere nel non sapere!!

Tisbe ha detto...

La penso esattamente come te

alianorah ha detto...

Sì, tristezza. Non capisco come possa essere considerata offensiva dai politici. Ma forse si tratta di coda di paglia.