sabato 4 ottobre 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: 18 metri per l'inferno

Genova, discarica di Scarpino.

Precipita per 18 metri dentro l'inferno. arriva giù sommerso dai rifiuti e dai gas sprigionati con una temperatura di 70°- 80° centigradi.

Legge 3 agosto 2007 N.123: oltre a prevedere norme più severe per chi non rispetta le misure previste dalla legge per la sicurezza dei lavoratori, contiene una parte dove si richiede l'esistenza di un congruo numero di Ispettori che controllino in via preventiva le imprese.

Ovviamente ci vogliono soldi per assumerli e pagarli. Ovviamente il famigerato governo di CENTROsinistra se ne è altamente fregato dimostrando che non erano certo gli interessi della gente quelli che volevano tutelare....

E adesso? Chi assume questi Ispettori? Questo governo fatto di fascisti e faccendieri?

Questo il link, il mio Poema slitta a domani: http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/cronaca/genova-cade-pozzo/ingoiato-dalla-discarica/ingoiato-dalla-discarica.html

27 commenti:

MARGY ha detto...

....non è una novità che questo Paese è bravo solo nelle parole e no nei fatti... vedi poi le conseguenze!!

salvo ha detto...

La sicurezza sui posti di lavoro non è certo una priorità di questo governo è più reditizio in termini di voti creare la paura del diverso e della sicurezza, oggi ne vediamo le conseguenze, non passa giorno che non ci sia un fatto di razzismo. Operai che muoino solo perchè lavorano è una opzione non necessaria per certi politici.
Buona giornata.
Salvo

Emi ha detto...

buon weekend da emi...

Mat ha detto...

in questi giorni poi ci sono state tante di quelle morti bianche che uno del settore come me, dirattamente interessato e ogni giorno davanti a ponteggi carichi sospesi ecc, non può che rabbrividire.
a volte però la colpa è davvero della singola persona, in altri casi invece la colpa è di chi dovrebbe controllare..
una cosa è certa: non è mai colpa del DESTINO. il destino è solo un parafulmine per i veri colpevoli

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Cosa vuol dire ispettori Daniele?
"Fondi per gli ispettori"? Ricordati che siamo in Italia.
Ciao Daniele.

alfie ha detto...

siamo bravi preicatori ma pessimi razzolatori:P

Lucia Cirillo ha detto...

Non riesco a capire se ha senso elencare ogni giorno il numero disarmante di morti sul lavoro...oppure...non so, ma qua pare che ci si abitui a qualunque cosa e il livello di tolleranza delle defandezze si sposti viva via sempre più in avanti...

3my78 ha detto...

Chi li assume non lo so,chi li paga però sì...gli italiani.

chit ha detto...

Concordo, comunque, anche se magari sono pochi, non sarebbe poi male cominciare a riuscire a fare lavorare quelli che ci sono no?! ;-)

Buon weekend carissimo.

digito ergo sum ha detto...

strana epoca la nostra. una volta si lavorava per poter vivere.
un abbraccio

Anonimo ha detto...

è......una vergogna !

ciao,
aria

Pier Luigi Zanata ha detto...

Giuste osservazioni.
Sono stanco di scrivere delle nefandezze nel campo della sicurezza del lavoro.
Vale
PL

Ishtar ha detto...

E si, il lavoro uccide perchè non c'è nessuno che vigila sul rispetto delle norme di sicurezza, del resto hanno fatto i tagli sulla sanità, sulla scuola, eliminando non so quandi insegnanti altri nuovi disoccupati, ci stupiamo per la sicurezza...loro si occupano solo della loro: vedi gli eserci per strada, munire angenti di polizia municipale di pistole etc...
Poi senti dire per strada anceh da persona di una certa cultura, che non siamo sotto dittatura!
Buon fine settimana, ciao

Anonimo ha detto...

Che arretratezza di popolo!si ha ancora bisogno di ispettori,di vigilare,ma i datori di lavoro chi sono bambini d'asilo?
no!sono solo persone senza anima!schiavisti!perdono un operaio? ne trovano subito un altro specialmente se straniero,con la fame di lavoro che c'è,non è un problema!
pezzi di ricambio ecco chi sono gli operai oggi!
ciao daniele
BUONA DOMENICA!
angela

Lliri blanc ha detto...

Di fronte al dolore di tante perdite umane non ci sono scus e parole che contino!
è l'ora di fare qualcosa per non piangere ancora...

il Russo ha detto...

Lo sai, io amo, io conosco GenOVA.
E' per questo che, anche se da fuori casa, volevo salutarti: il Russo c'è, con Zena nel cuore!

Bra ha detto...

Temo che non ci disferemo di questo triste primato nazionale.
I fondi mancano sempre, quello che non manca mai è la gente che si crede furba, controlli o non controlli. Il lemma "legalità" è nei dizionari di lingua italiana un forestierismo.

Pino Amoruso ha detto...

Il problema secondo me c'è sempre stato. Ultimamente finalmente i media hanno deciso di porre attenzione alle morti sul lavoro. Gli Ispettori...boh sono scettico...

Buona domenica :)

L. Titania ha detto...

Una fine orribile, una notizia ancor più sconvolgente delle "solite" morti bianche, proprio per il modo tremendo in cui è morto quell'uomo, quel lavoratore. Grazie Daniele di averne parlato sul tuo blog. Buonanotte, Daniele Rockpoeta.

Pellescura ha detto...

L'altro ieri ho visto il film il posto dell'anima, con silvio orlando, santamaria e placido. Si parlava di lavoro, di fabbriche che chiudono senza motivi di produzione , ma solo per giochi finanziari. E parlava di lavori pericolosi e di morti. Bel film

Pino Amoruso ha detto...

Ciao Daniele, ripasso per un saluto e per invitarti a leggere l'ultimo mio post ed a diffondere l'iniziativa. Ora più che mai bisogna fare "rete"...

A presto ;)

alianorah ha detto...

Ne succedono veramente troppi di questi "incidenti" e dopo un po' nessuno sembra ricordarsene più.

Blogger ha detto...

E' un problema africano quello della sicurezza del lavoro.
Triste sapere di vivere in un paese europeo che si avvicina ad uno africano.
ITALY ITALIA
piacere, a presto.

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

BLOGGER: Benvenuto! Spero di leggerti ancora qui.

Ciao
Daniele

Andrew ha detto...

buona domenica daniele

note disambigue ha detto...

Chi assume gli ispettori?
Ennò, di certo non questo governo di "fascisti e faccendieri".

Arthur ha detto...

Pace all'anima sua.