mercoledì 8 ottobre 2008

NEWS: I Nuovi Desaparecidos.

Sono minorenni, hanno tra i 12 ed i 17 anni. Nazionalità tra le più disparate (magrebini, tunisini, ecc...).

Arrivano a Lampedusa da soli, senza cioè essere accompagnati da alcun adulto. Una volta registrati tentano la fuga.

I più fortunati e le più fortunate riescono a volte a raggiungere qualche parente che già "vive" qui da noi. Altri invece finiscono nel giro del racket: molte ragazze come "D.", diciassettenne, vengono anche "raccolte" da famiglie che poi le indirizzano verso la prostituzione....

Arrivano, sono messi dentro queste case-famiglia ed uno su tre svanisce nel nulla...

Ecco, sono loro i nuovi Desaparecidos...

(FONTE: Repubblica cartacea di ieri a pag. 21)

-----------------------------------------------

La verità, va detto, non è quasi mai da una parte sola. Giustamente noi difendiamo gli immigrati seri che vogliono tentare davvero di avere una vita dignitosa da noi. Vanno però condannati tutti coloro che, ho sempre detto da questo mio spazio, decidono di vivere solo di espedienti e spesso compiono attività criminose.

Quello che osservo anch'io e che notava 3my78 nel suo blog ieri, è anche che con l'alibi (vero peraltro assai spesso) di un razzismo che in Italia ed in Europa anche, è in forte aumento, ci sono anche coloro i quali su questa cosa ci marciano.

Questo succede perchè il razzismo esiste, per cui c'è chi tenta di sfruttare questa situazione a suo vantaggio. Lo dico perchè so che, fatti del genere sia pure di lieve entità, sono già successi e quindi parlo con cognizione di causa. Ed invece, secondo me, le persone non vanno distinte per l'etnia ed il colore di pelle, ma per simpatia, educazione, rispetto e sensibilità a discapito di quelle rozze, antipatiche, ipocrite e furbe.

Ecco, diciamo che le prime mi piacciono, le seconde no. Ed il colore della pelle non c'entra.

Peraltro che siamo tutti uguali a prescindere dall'essere bianchi o neri ce lo dimostra il Sudafrica: a pag.34 del quotidiano La Repubblica di ieri (edizione cartacea) viene riportata la notizia che in Sudafrica in una sola notte, il governo locale ha rispedito al mittente (leggasi: ai loro Paesi, ossia verso regimi che li perseguitano) 80.000 profughi. Accanto a questi dati, abbiamo l'associazione "Medici senza Frontiere" che ha affermato con decisione che le violenze ricominciano e che per convincerli a mandarli via offrono loro pochi spiccioli (500 Rand ossia circa 45 euro) che per loro, ammassati come sono in tuguri, sembra una somma incredibile, convincendoli quindi ad andarsene da quei campi che hanno fatto sorgere dal nulla.

La cosa che sciocca, è che molti di loro sono e avrebbero diritto ad avere a pieno titolo, per Medici senza Frontiere, lo status di rifugiato politico.

Questa notizia mette in risalto come il problema sia serio. Il migrare cmq sempre ed in massa non può essere la soluzione finale. Non per tutti.

Dove ci sono anche dittature la cosa è difficile, ma dove esiste solo povertà, iniziare a cooperare con quegli Stati per promuovere un miglior tenore di vita laggiù credo che sia la strada da percorrere.

Perchè emigrare non è un diritto nè un piacere: per loro, spesso, è l'unica soluzione possibile, l'unica alternativa alla morte certa.

Questo non è scegliere. Poter decidere se vivere dignitosamente nel proprio Paese o andare a tentare nuove strade all'estero (ma non con un viaggio da incubo, con zattere di fortuna, e scafisti senza pietà), quello è scegliere.

------------------------------------

Un nuovo spiraglio nel caso di Eluana Englaro: http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/cronaca/eluana-eutanasia-3/eluana-eutanasia-3/eluana-eutanasia-3.html

Per chi come me ritiene che Eluana e la famiglia abbiano già sofferto abbastanza, si tratta di una luce di speranza sul futuro.

--------------------------------------

Ed infine lancio un appello: In seguito alle affermazioni del Pontefice sul fatto che i soldi sono nulla, e poichè avrei deciso di guadagnarmi la santità attraverso il martirio, vi invito a disfarvi di tutti i vostri averi materiali e farmeli recapitare o intestarmeli cosicchè voi vivrete felici ed io mi prenderò sulle spalle il peso di così tanta sofferenza materiale :-))) LOL!!!!

Chi fosse interessato mi contatti.... (scherzo ovviamente LOL!!!!)

35 commenti:

3my78 ha detto...

Ma questi desparecidos in una buona % che fine faranno? Probabilmente a fare qualche rapina o spacciare droga per strada,solo pochi si salveranno da questa situazione.
Mi chiedevo se il governo sud africano funzionasse meglio del nostro.Non che ci voglia molto...però visto quello che hanno attraversato pensavo...e invece mi sa che ci danno le paste pure loro.Eppure noi abbiamo la Costituzione più bella e perfetta nel mondo...sfido a trovarne un'altra altrettanto "piena".Questo cosa significa? Che probabilmente è proprio il sistema a non funzionare e non solo a livello nazionale.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER 3MY78: la mia citazione del Sudafrica non era tesa a lodarli ma al contrario....

A 12 anni, in quelle situazioni, puoi solo essere vittima.

Giangidoe ha detto...

Vero. L'immigrazione è spesso una scelta obbligata, e nel migliore dei casi un "diritto".
Io rilancerei: anche quelle persone che, per cultura o per indole personali non sono particolarmente conformi al nostro senso civico o estetico (parlo comunque solo di forma e non di sostanza), per quanto moleste e -giustamente- punibili, non meritano di essere "rispedite al mittente" tout-court.

Balua ha detto...

mannaggia Daniele... mi hai rubato la sottoscrizione..

Se vuoi posso dividere con te il peso materiale degli infelici e votarmi al martirio!!


Sul razzismo.. sono dell'idea che non sia una questione di "razzismo etnico", ormai.. quanto di razzismo etico e morale..
Se è una brava persona, onesta e si da da fare.. può venire da dove vuole..
A me, personalmente, da molto ma molto fastidio chi campa di espedienti e di illegalità.. Può essere italiano e meno, rosso, verde o celestino.. Non mi interessa.. Ma se io mi faccio un mazzo tanto per lavorare in modo legale.. per arrivare alla fine del mese e magari risparmiare qualcosa per, un giorno, chissà, poter pensare di costruire qualcosa di diverso con la mia famiglia, non tollero chi in modo illegale e truffaldino cerca di portarmelo via, o di intaccarlo.
Io sudo per avere quel che ho.. e non trovo affatto giusto che poi arrivi un ladro, un malfattore, a portarmi via le mie cose.. che non saranno mai trovate.. E se questo vien preso, gli fanno uan ramanzina e lo metton fuori la sera stessa...

E' questo che ci fa diventare razzisti: l'assenza di leggi e l'iniquità di trattamento..

Son convinta che se fossi io a commettere un'infrazione , seppur non grave, avrei molto più da penare che certi altri...

Riyueren ha detto...

Caro Daniele, ciao. Sai, sembra quasi impossibilie che delle persone non possano scegliere, vedi i desaparecidos, vedi Eluana. Come dico sempre, ormai ho un'età in cui non mi meraviglio più di quello che accade nel mondo. Quello che mi stupisce è questa impossibilità a cambiare le cose. Io non riesco a cambiare quelle di casa mia, figuriamoci il mondo...quanto al caro Benedetto, dovrebbe pensare a spogliarsi lui di tutti gli ori e i preziosi che si porta addosso. E poi pensare anche a tutti i possedimenti della sua Casa. Ricordo le parole di Tenco "...come fa il povero che entra a sentirsi come fosse a casa sua?" Ti lascio un abbraccio. Spero di vederti, un giorno, nella nostra Genova.

Anonimo ha detto...

purtroppo caro Daniele, come dici tu emigrare è l'ultima sponda per sopravvivere........x Eluana speriamo sia arrivato il momento giusto x dare un pò di pace anche ai genitori....x il resto è la solita vecchia storia,fate quel che dico e "NON " quel che faccio.
ciao,
aria

Anonimo ha detto...

mi permetto di darti/vi, se ancora non le hai Daniele, le coordinate per firmare chi volesse l'appello x Eluana:
http://appelli.arcoiris.tv/Eluana_Englaro/

aria

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

GRAZIE ARIA!

Ammetto di essere sorpreso nel vedere che quell'appello è lanciato da persone legate all'area cattolica. Sopreso e contento.

note disambigue ha detto...

Post ineccepibile. A volte mi capita di essere d'accordo con te al cento per cento.
Scherzi a parte, l'ipotesi dell'aiuto agli emigranti nei loro Paesi di provenienza è, da sempre, un cavallo di battaglia della destra decente. Ma nessuno, figurati, lo direbbe mai.
Colori politici a parte,aiutare gli immigrati a casa loro e accogliere quelli disposti a rispettare le leggi del Paese ospitante: non slogan ma buonsenso.
Su Eluana sono d'accordo: la decisione, per quanto dolorosa, dovrebbe spettare ai parenti. Senza ingerenze inopportune. A proposito, perchè il signor papa non inizia a spogliarsi dei suoi averi?

3my78 ha detto...

:@Daniele
la lode era la mia:-)

fabio r. ha detto...

a daniè, e nun ce provà co i sordi nostri....
e che mo' vuoi proprio accollarti tutto il peso del vil denaro??

scherzi a parte, belle riflessioni, tristi ma veritiere, io nel mio piccolo, pensando ai pregiudizi che aprono la porta al razzismo mi difendo col vecchio totò che diceva: siamo sempre i meridionali di qualcuno.."
ciao

alfie ha detto...

danile dovrebbero essere i cattolici ad attivarsi per primi.. ho detto "dovrebbero".. in teoria...

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Vedi Daniele, tu non sai costruire sulla parola del signore. Scherzo...
Secondo me si potrebbe collaborare anche con le dittature, visto che nella maggior parte dei casi sono mantenute in "vita" da interessi "occidentali".
Comunque il problema del razzismo è serio.
Un caro saluto.

Annarita ha detto...

Un post interessante,come sempre.

Dove ci sono anche dittature la cosa è difficile, ma dove esiste solo povertà, iniziare a cooperare con quegli Stati per promuovere un miglior tenore di vita laggiù credo che sia la strada da percorrere.

Sono perfettamente in sintonia con questo pensiero.

Per Eluana, speriamo che sia eramnete un nuovo spiraglio...

Le battute sul papa mi hanno fatto sorridere.
Un abbraccio, Dani.
annarita

Franca ha detto...

"...Perchè emigrare non è un diritto nè un piacere: per loro, spesso, è l'unica soluzione possibile, l'unica alternativa alla morte certa...

Appunto, quindi noi "primo mondo" dovremmo avere un atteggiamento diverso.
Nessuno lascia la propria terra senza motivo. Se ci considerassimo tutti parte della stessa umanità forse troveremmo delle soluzioni...

flo ha detto...

Lo dirò all'Enel che i soldi sono nulla, magari accettano la parola di Dio quando bisogna pagare l'elettricità!
ps: Daniele ti ho passato un meme, ebbene sì, scusaAAA!

Renata ha detto...

Ciao Daniele, bellissimo post. O meglio bene che tu abbia toccato l'argomento di difficile soluzione, argomento che ha ben poco di bello, anzi è solo drammatico e angosciante.
Ma BISOGNA parlarne.

Fly ha detto...

Sempre molto interessanti i tuoi posts...
Troppo lunga un'agonia... questo accanimento terapeutico è impietoso...
Un saluto...
Fly

Blogger ha detto...

Ciao Poeta, il problema della "scusa" esiste in paesi dove "la scusa" è plausibile a mio parere.
Se un ragazzo nero, con un master, dicesse ora che negli Usa c'è razzismo sarebbe vero, ovvio, ma sarebbe meno credibile.
Se nel Sud Africa, 30 anni fa avesse detto la stessa cosa sarebbe stato sacrosanto.
In Italia io sto zitto di fronte ad un africano che mi dice: "Ce l'hai con me perché nero ora".

Sarebbe falso, vero, ma non sarei io credibile io, italiano, in questo momento.
A presto.
Dario
ITALY ITALIA

alianorah ha detto...

Ah scherzavi? E io che ti avevo già intestato il bonifico! Tutti i miei quindi euri, netti netti! :-)

il Russo ha detto...

Blogger mi ha anticipato: qua mai hoconosciuto uno che ci marciasse sopra il fatto che avesse la pelle nera, al contrario però ho conosciuto molte persone che su chi ha la pelle nera ci marcerebbero letteralmente molto volentieri...

Maximilian Hunt ha detto...

Posso martirizzarmi con te? A te i contanti, a me titoli ed assegni :)

digito ergo sum ha detto...

angosciante. il fatto è che, anche dopo i 12 anni... magari puoi non essere più vittima (ma molto magari) ma neppure protagonista della tua vita. vuoti a perdere. un abbraccio

Luigina ha detto...

Daniele, quanta carne al fuoco anche oggi.Per quanto riguarda i desaparecidos e quelli che ci marciano (spesso anche italiani, volutamente con la i minuscola) sui clandestini minorenni con attività criminose, devo dirti che ogni giorno mio marito,insegnante di scuola media, tocca con mano questa realtà nelle sue classi dove la maggioranza è composta da ragazzi extracomunitari che vivono in comunità o presso famiglie "sospette" che li mandano a scuola per avere documenti che regolarizzino la loro posizione, ma la cui identità è dichiarata solo verbalmente da chi li iscrive che spesso viene rettificata e quindi si crea per questi ragazzi una nuova identità.
Per quello che sta succedendo in Sudafrica e in molti altri paesi che credono di risolvere con la forza o con palliativi il problema dell'immigrazione dai paesi poveri la penso come te e così pure riguardo al caso di Luana.

giadatea ha detto...

parole molto sagge ed equilibrate le tue

l'incarcerato ha detto...

certamente bisognerebbe collaborare, ma non come fa Berlusconi con Gheddafi che risolvono il problema rinchiudendo gli stranieri che scappano dalla povertà nelle peggior carceri in Libia.

Danile, se vogliamo risolvere il problema non dobbiamo rinunciare a tutti i nostri privilegi e consumi. E' una questione matematica. più noi consumiamo, più aumentano i poveri nel terzo mondo. E quindi l'immigrazione.

Mi dispiace ma io estremizzo il mio pensiero: gli stranieri vengono qui per riprendersi le ricchezze che noi gli abbiamo depredato!

l'incarcerato ha detto...

ps ma Daniele, che ci devi fà pure te con il vile denaro??

flo ha detto...

Azz, credevo che il meme ti avrebbe ispirato qualche nuova poesia da sfornare, apposta l'ho passato a te... ma non fa nulla sappi che me la legherò al dito e se proverai a passarmi un meme lo boicotterò! (scherzo ovviamente dai, cioè, lo boicotterò ma innocentemente:PPP)

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

PER L'INCARCERATO: il martire lol!!!!

calendula / trattalia ha detto...

ho sentito la notizia al tg... sconfortante, il razzismo è dovuto ad un misto di ignoranza, paura e da tanti troppo giornalisti che per distrarre la gente dai problemi reali del paese e dalle leggi che non vanno bene, trovano tutte le notizie di cronaca, le montano ad arte e fanno salire il grado di paura, l'ignoranza.. fa il resto.

angela ha detto...

Caro Daniele,circa ai desaparecidos...si devono aggiungere i bambini che spariscono a causa dell'espianto di organi,la cosa peggiore tra le peggiori.
Circa il razzismo, il Sud Africa non si smentisce,ai miei tempi l'Apparteid era sotto gli occhi del mondo intero!
Circa i soldi...ho perso due case,una a Sanremo e una in piazza a Ostuni,i soldi della prima sono andati a dei cugini già ricchi beneficiati nel testamento dalla mia fattrice,i soldi della seconda casa sono andati all'INPS,cioè a mia figlia, non in grado di pagare.
In tutto ho perso quasi 600 mila euro!
ma non ho fatto una piega!
a me basta la casa dove abito e le pensioncine,perchè altro non sono!ma quest'ultime purtroppo non bastano più!
Circa Eluana altro caso da strumentalizzazione...
circa il razzismo,visto che sono amica o conoscente dei Marocchini di Ostuni non perdo occasione di fermarmi a parlare con loro in piazza o al mercato sotto gli occhi di tutti, già da tanto tempo,(sono stata loro insegnante d'italiano alla Caritas).
così dò un esempio concreto.
caro saluto
angela

libera ha detto...

circa i migranti, da qualsiasi paese giungano, non ho idee prestabilite perchè non dimentico mai che i miei genitori sono stati migranti a loro volta e so delle difficoltà che hanno dovuto superare per questo.
Tutte le belle parole che media, chiesa ecc. propinano sull'integrazione io le ho vissute in famiglia e di questo non mi stancherò mai di ringraziare i miei vecchi. Sono stata molto fortunata e le persone le apprezzo per i tuoi stessi motivi.

Per quanto concerne i beni materiali pensavo tu volessi anche elettrodomestici usati, perchè avrei un frigo ...

ciao.

stella ha detto...

Molto interessante il commento di angela.

Romina ha detto...

Per quanto riguarda l'appello finale, mi spiace di non poterti donare nulla anche a causa dell'attuale crisi finanziaria, temendo di diventare povera in canna. :D
Perciò, pazienza, vorrà dire che il Papa non sarà soddisfatto della mia persona. Me ne farò una ragione. :P

Sul razzismo vero e quello sul quale alcuni "ci marciano" per convenienze di partito o ideologiche, sono perfettamente d'accordo. Alcuni casi denunciati come razzisti sono stati in realtà creati ad hoc. Altri, purtroppo, sono veri. Ma bisogna sempre saper distinguere.

Andrea ha detto...

Quoto l'incarcerato... ANche se è una testa di capra :)