sabato 18 ottobre 2008

L'Angolo del Rockpoeta: "Urla Mute"

L'ultimo post de "L'incarcerato" (il link: http://incarcerato.blogspot.com/2008/10/la-caccia-alluomo.html) e la "colonna sonora" che ha scelto per lo stesso ("Zombie" dei Cranberries), uniti insieme mi hanno portato a scrivere a questi versi:

Urla Mute


Suoni nella tua testa
Ti chiamano
Ti cercano
Ti cacciano!

Urla dimenticate
Plotoni d'esecuzione
Occhi sbarrati
Bocche spalancate
Dentro fauci di fiere assatanate e deliranti.

Maschere di luce fosforescente
Bianco e nero per le strade
Ruderi celati
Asili cancellati
Scuole inesistenti
Teste cadenti
Crocifissi feriti
Profeti umiliati

Urla assordanti
Nella tua testa

Sono sguardi tremanti
Di piccole mani innocenti
E acuti richiami muti, di madri defraudate.

E mentre inghiotti cemento
Senza capire perchè
Un basso elettrico
Scandisce la fine del tuo tempo.

ADESSO.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

44 commenti:

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Comunicazione di Servizio: il Poema verrà postato Domenica pomeriggio sul tardi (dopo le 18.00 penso)

Ed ora spazio ad i vostri commenti!

Daniele il Rockpoeta

Michael Grimaldi ha detto...

I tuoi versi mi hanno lasciato senza fiato. L'appellativo di rockpoeta è davvero il migliore che potessi trovarti.

3my78 ha detto...

molto belli

stella ha detto...

Daniele cresci sempre di più!

note disambigue ha detto...

Apocalittica, Daniele.
Un pugno in una giornata livida.

l'incarcerato ha detto...

Caro Daniele, questi struggenti versi ma belli hanno riassunto alla perfezione la rabbia e l'indignazione che ho provato nel scrivere a che cosa arriva la miseria umana. E non è la prima volta. Grazie di cuore.

JANAS ha detto...

ho letto il post dell'incarcerato, e la tua poesia
e sono senza parole
c'è una parte dell'umanità
che continua a ferirmi e a lasciarmi interdetta!!
Boh..ma è una questione genetica...no perchè l'unico tipo di razzismo per il quale mi sento portata è quello verso la gente che non ha il gene dell'umanità...
avesse almeno quello dell'animalità... (che gli animali sono decisamente migliori)
ma non hanno nemmeno quello!
loro hanno quello della Bestialità che non ha niente a che vedere con gli animali!!

L. Titania ha detto...

Impressionante, dura e molto toccante. Quoto michael grimaldi! e mi raccomando, non privarci domenica della nuova puntata del pema. Ciao.

Silvia ha detto...

Toccante...Complimenti! :)

Buon weekend...

Franca ha detto...

Sei sempre molto duro, ma visto il post de "L'incarcerato" direi che ci sta...

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Bestie, solo delle bestie possono fare cose del genere.
Complimenti per la poesia, un caro saluto.
Buon fine settimana

riccardo gavioso ha detto...

posso solo dire che i tuoi versi mettono addosso i brividi come la musica e le parole del durissimo video dei Cranberries che conosco a memoria, ma ogni volta riesce a farmi lo stesso effetto. Chissà che qualche brivido riesca a svegliarci da quest'inutile torpore...

un buon fine settimana

desaparecida ha detto...

è tremendo leggerti a volte!

un abbraccio :)

Anonimo ha detto...

Sono " urla" che parlano solo
al cuore di chi sa ascoltare.
Complimenti !

Buon fine settimana.
aria

Emi ha detto...

buon weekend da emi...a presto

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER EMI: Grazie ma mi sarebbe piaciuto un tuo parere sul post :-)))

riri ha detto...

Agghiacciante!!
Un abbraccio.

Blogger ha detto...

Poesia dura, Rock, non c'è che dire.
Complimenti.

Giovanna Alborino ha detto...

e' sempre bello e complicato leggerti....
quando ti si legge non ci si possono permettere distrazioni...

ti abbraccio caramente
gio

@enio ha detto...

provare a domenica inn da pippo baudo li danno fino a 5000 euro se si riesce a vincere!

BC. Bruno Carioli ha detto...

Hanno già detto, un colpo di maglio.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER ENIO: Scusa forse volevi commentare il post prima? Te lo chiedo perchè non vedo il nesso tra il tuo commento che però sembra avere una sua fisionomia precisa e da te pensata, ed il post in cui l'hai pubblicato :-)

Silvia ha detto...

Molto, molto toccante e commovente. Bravo per aver tradotto in versi, così bene, tale atrocità. E bravo all'incarcerato per averne raccontato, a noi che non sapevamo.

MioCapitano ha detto...

I tuoi versi illustrano con efficacia l'angoscia dei nostri tempi.
Ora mi vado a leggere l'incarcerato.
La terza puntata del mio racconto sui blogger tra qualche giorno. Ora mi devo prima riprendere dal mio viaggio nella napoletanità.
Un saluto a te.

fabio r. ha detto...

quoto desa: bella ma angosciante con quel titolo alla munch poi...
ps del quadro di munch mi ha sempre colpito l'idea che l'uomo gridasse ma senza voce, gli altri, dietro non se ne accorgono. e' un'angoscia vuota, apocalittica, beh i tuoi versi ogni tanto mi danno quella sensazione, in tedesco darebbe a meta' tra unbehagen e unheimlich...

Richie ha detto...

Non riesco a crederci, e questo probabilmente è il segno che la vicenda è vera... il tiro al bersaglio sui civili indifesi da parte di annoiati ricconi... mio dio... che orrore...

Orrore come il sentimento che ispira la canzone dei Cranberries.

Ciao Daniele

gardiniablue ha detto...

Scusami se ti disturbo, Ti aggreghi a noi, per fare un post contro la pedofilia, un copia/incolla del post e tenerlo 24 ore sul blog? Ovviamente è esteso a tutti quelli che volessero partecipare. Per chi volesse copiare il testo è sia sul mio blog, che su quello di http://spazio.libero.it/lafatadelmare. Grazie ciao G.

Francesco Candeliere ha detto...

Davvero toccanti e commoventi questi versi.Complimenti come sempre ai tuoi profondi e reali versi Daniele.
Un saluto

pabi71 ha detto...

I tuoi versi sono duri, ma anche giusti.
Complimenti e buona domenica.

Fly ha detto...

Urla mute, ossimoro calzante come i contrasti dell'adesso... come la litania... che segue... che anzichè elencare i santi... ne elenca... i demoni...
Mi è piaciuta molto!
Fly

Lliri blanc ha detto...

EL POEMA DELS OPRIMITS!
Non vorrei essere ripetitiva ma sei GRANDE nel tuo dare voce agli oppressi!
Con affetto.

Annarita ha detto...

Versi duri e affilati come lame, ma veri!
Grazie, Daniele, ancora una volta per riuscire a penetrare nell'essenza delle situazioni e a regalare emozioni a chi tilegge.

Vincenzo ha detto...

Sei un grande Daniele...niente di più toccante poteva frullarti in quella zucca...bravo!

Elsa ha detto...

versi che riflettono oltre...
bravo
Elsa

Poetryfree ha detto...

Arrivi al fondo di molti abissi con questi versi... tocchi il fondo di molta gente, ed hai bussato anche alla porta della mia anima... complimenti rock...
:) a presto

cieloblu ha detto...

Ciao Daniele,finalmente mi funziona il pc sempre bravo a sintetizzare alcune realtà...!
A presto

calendula / trattalia ha detto...

bellissima, ma molto spaventosa...

digito ergo sum ha detto...

straquoto michael grimaldi. un abbraccio sentito, davvero.

buona domenica

Romina ha detto...

Un pugno nello stomaco. Ma è necessario, e riflette la realtà delle cose.
Complimenti. :))

Buona domenica. :)

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Sei bravissimo!
Essenziale, diretto e chiaro.
Complimenti!

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Grazie JANE e Benvenuta :-)))!!!

Ninfa ha detto...

poesia ossimorica.mmm si carina...scherzo! Bravo daniele.

Gunther ha detto...

l'unico cosa che mi da una speranza, oltre la poesia, è che la rinascità è vicina

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

GUNTHER, spero davvero che questa rinascita sia nell'aria come dici. Mi auguro con tutto il cuore che tu abbia ragione.

Benvenuto in qeusta agorà ed a presto :-)))

Daniele