martedì 22 aprile 2008

NEWS: Franitalia.

E parliamo in breve di Alitalia. Non ne ho mai scritto anche perchè volevo in primo luogo vedere veramente come sarebbe terminata la trattativa con Air France.

Ora che sembra davvero che la compagnia francese si sia definitivamente ritirata, mi sento di dire alcune cose.

In primo luogo, credo che nonostante Air France fosse venuta qui per acquisire Alitalia con l'intenzione di pagarla un tozzo di pane, licenziare molti dipendenti, e di fatto smantellare la Compagnia italiana, ritengo cmq che prima di mandare all'aria una trattaviva ed un acquirente senza avere pronta la soluzione di riserva ossia un nuovo acquirente probabile, sia sicuramente un gesto scriteriato, vista poi la situazione da canna del gas in cui si trova Alitalia.

E' di questi giorni infatti la notizia che era circolata di un probabile prestito ponte per tenerla in piedi il tempo necessario per cederla.

Ora sembra, ma a che titolo non è ben dato sapere, che vogliano intervenire alcune banche italiane a condizione dell'esistenza di un progetto ad ampio respiro internazionale. Vediamo anche se io di solito delle Banche d'affari che decidiono di avere partecipazioni o cmq interessi specifici al di fuori della loro attività principale, diffido molto dato il rischio di conflitti di interesse che potrebbero sorgere. Ops, dimenticavo che il conflitto d'interesse è oramai, per consuetudine giurdicamente consolidatasi, non più un problema anzi è pacificamente ammesso LOL!

Per quanto mi riguarda, non ero molto favorevole ad Air France per le ragioni sopra esposte. Credo che l'Alitalia debba essere salvata mantenendo più posti di lavoro possibili, rilanciandola seriamente senza ridurla ad una compagnia di piccolo cabotaggio e vada acquisita da chi veramente (italiano o straniero non importa) voglia dare nuovo lustro e spessore a questo patrimonio nazionale ora caduto in disgrazia.

Altrimenti la soluzione-bis per Alitalia è già pronta e per realizzarla al meglio sarà sufficiente ribattezzarla FRANITALIA.

I LINK: http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/economia/alitalia-20/intesa-riapre-alitalia/intesa-riapre-alitalia.html?ref=search
http://www.repubblica.it/2008/04/dirette/sezioni/economia/alitalia/22-aprile/index.html (ultime news)

------------------------------------------

In questi giorni, anche se non ne ho parlato, le morti sul lavoro non si sono certo arrestate. Leggo proprio ora di un operaio di Frosinone morto cadendo dal tetto di una villa che stava ristruttarando. I Carabinieri stanno ancora svolgendo le indagini del caso per accertarsi se l'azienda edile per cui Giulio D'Agostino di 44 anni lavorava, abbia rispettato tutte le norme di sicurezza contro gli infortuni sul lavoro.

Spero davvero che sia stata solo una terribile disgrazia. Ma, se anche fosse così, non va dimenticato che solo in queste ore altri "incidenti" hanno avuto ben altri responsi. Ma non dico altro, tanto Destra, Sinistra, Centro o...Senso Unico (lol amaro) le leggi restano al palo, nuovi Ispettori per controlli preventivi non vengono assunti, e la gente continua a morire. Ma questo lo sapete già. che ve lo ripeto a fa'?

Il Link: http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200804articoli/32133girata.asp

------------------------------------------------------

Una notizia davvero curiosa: un marito in Iran è stato condannato per aver abbandonato sua moglie e sulla base del loro "accordo prematrimoniale" dal nome "mehrieh", a comprarle 8.100 libri, tutti di poesia, per una spesa che ammonta a ben 50.000 euro, a titolo di risarcimento e nel rispetto di questo accordo. Evidentemente la donna poverina non deve aver davvero avuto nessuna "colpa" secondo il loro criterio altrimenti temo che, viste certe realtà, più che libri avrebbe ricevuto pietre...

Aggiungerei che se lo avessi saputo prima, avrei suggerito di inserire in quella lista di libri anche uno mio lol!


IL LINK:
http://www.ultimenotizie.tv/iran-marito-condannato-a-comprare-8-000-libri-alla-moglie__8550.html

41 commenti:

Alessandra ha detto...

ciao Daniele! ... tu continua a tener viva l'attenzione su queste "faccende" e su questi "fatti" ... che non fa mai male! ... bella questa cosa degli 8.100 libri di poesie! ... :)
baci ale

Raggio di sole ha detto...

Spero tanto che Alitalia possa tornare a " volare" , come merita....per gli incidenti sul lavoro , putroppo, ogni volta è una ferita aperta per me :((
Buon pomeriggio Daniele
Bacio
Gisella

Franca ha detto...

Su Alitalia, a me piacerebbe sapere chi ha guadagnato da tutti questi avvisi di cordate di ogni tipo e con l'andamento conseguente del titolo in borsa, oggi molto su, domani giù, dopodomani ancora su...

Fabioletterario ha detto...

Non avevo sentito che si era ritirata... Siamo punto e a capo. E i debiti glieli paghiamo sempre noi...!

giulia ha detto...

Mi hai aggironata... avevo un po' perso qualche notizia. Grazie, Giulia

BC. Bruno Carioli ha detto...

Un vecchio mercante del mio paese diceva " a comprar nei fallimenti si spende meno.
Andreotti ha sempre detto che a pensare male si fa peccato ma ci si prende.
Vedremo fra poco come andrà a finire.

Lucia Cirillo ha detto...

La faccenda Alitalia mi irrita molto...almeno quanto buona parte di coloro che (ancora) ci lavorano. Perdonami, ma sull'argomento ho idee precise...e alquanto impietose.

Guernica ha detto...

Beh...
Dati "certi interventi" i Francesi hanno ben deciso di ritirarsi...

Per quanto riguarda gli incidenti sul lavoro, sono provata da queste notizie continue...

L'altra notizia, pazzesca Daniele!!!
ahahah

pabi71 ha detto...

Strano....
prima delle elezioni,il nano maledetto aveva la cordata di imprenditori,poi improvvisamente scomparsa dopo....
Adesso anche i francesi ci mollano,anche se come hai detto tu ci volevano dare una miseria.
Sulle banche,io spererei veramente di no,io sono contro le banche,e non credo che a parte i loro interessi riescano a gestire una compagnia aerea.
Comunque questo è un tema veramente difficile e il tempo rimasto non è molto.
Un saluto e buona settimana.

Vincenzo ha detto...

Secondo me è stata tutta una tattica per mantenere accesa la fiamma prima delle elezioni e adesso che è successo? Chi se la prende in c…sono sempre loro? I lavoratori, gli unici a non avere colpe…è un’indecenza solo italiana…incrocio le dita e spero il meglio possibile per i tanti posti di lavoro a rischio….

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER ALESSANDRA: ci provo e non demordo :-)))

PER LUCIA: le colpe sulla gestione sono evidenti, se a quelle ti riferivi, ma ora io mi concentravo sul futuro visto che oramai sul latte versato è inutile piangere.

PER VINCENZO: la tua speranza è come hai letto anche la mia, ma come anche sottolineva ben Pabi nel suo commento, il tempo è davvero poco.

Alessandra ha detto...

grazie per il tuo commento da me! cmq sto "ringazzulendo" ...nel senso che torna il sorriso e mi sento fiduciosa ... non so in che cosa ... ma di sicuro nei "Barbones" ... ma no! meglio "Barbarians di Varese" se lo meritano!

un bacio ale

La Donna Cannone ha detto...

Personalmente su alitalia sono diffidente ora come prima: non sono così certa che AirFrance l'avrebbe smantellata e credo che colerà a picco, come ormai è "giusto" che sia - degna compagnia di bandiera sbrindellata come il paese che rappresenta.

E' stata tenuta in come vegetativo per decenni, cosa cambierà?
Potremo continuare a vergognarcene

Alianorah ha detto...

Ma aggiungendo un libro tuo, la pena sarebbe stata per il marito o...per la moglie?!? TI PRENDO IN GIRO! Scherzo, eh?

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER ALIANORAH: non ho parole che insolenza LOL!

Sergio ha detto...

ALITALIA - Tutto mi sembra molto strano: cordate che appaiono e che poi scompaiono; tira e molla da tutte le parte che fanno sembrare (ma forse non sembra affatto) che a nessuno freghi niente della compagnia di bandiera; per ultimo tiriamo in ballo anche l'Aeroflot, quella dell'amico Putin!
A proposito di Aeroflot, chi sono i padroni? Non sono molto addentro, però non mi meraviglierei che dentro vi fossero i nuovi ricchi russi che, in definitiva non sono altro che mafiosi. A proposito di mafia ... non è stato riabilitato Mangano?

MORTI SUL LAVORO - Sembra che nulla sia cambiato anche dopo il decreto legislativo che contiene tutte le norme occorrenti, forse anche troppe. L'unica è sperare che venga applicato, ma già in fase di promulgazione è stato criticato dai "padroni", perché le pene sarebbero troppo onerose e pesanti. Non vorrei che il nuovo governo ponesse mano al recente decreto legislativo per "migliorarlo"!

MOGLIE IRANIANA - Strane cose succedono in Iran! Però furba quella moglie!

rudyguevara ha detto...

alitalia sì,alitalia no?questo è il problema!ora vediamo cosa fara' 'sta cordata del cavaliere,chissà come gongola!dara' anche di questo la colpa a prodi,quando si scoprirà che il suo era solo un bluff?siamo proprio nella terra dei cachi.sugli incidenti mortali sul lavoro,nn si fa in tempo a citarne uno,che subito un altro si guadagna le pagine dei giornali,ma niente di concreto viene fatto.idem come sopra,la terra dei cachi.sulla notizia del marito costretto a comprare libri,hai ragione:strano che nn siano piovuti sassi,viste le loro leggi....nn posso che essere contenta di questa soluzione!

angelo dei boschi ha detto...

Ultimamento, per stanchezza ed altre questioni, ti ho disertato, ma quando leggo i tuoi articoli mi vien solo di ringraziarti per esserci... e non è solo una frase fatta!
Buona notte Daniele

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Grazie ANGELO per quello che hai detto. Sono parole che restano dentro. Grazie davvero

Daniele

francesca ha detto...

ciao daniele, anch'io spero che alitalia spieghi le sue ali come noi desideriamo...grazie per il post

il Russo ha detto...

Scusa daniele ma arrivato a questo punto dopo tutti i soldi buttati che sarebbero potuti andare nel sociale negli ultimi anni, dopo i niet sempre, dopo i dirigenti messi lì dal partito di turno, dopo le cagate tipo malpensa ai padani, dopo la cordata con i figli che si è dissolta e l'amico putin, dopo tutto questo insomma... mi spiace per i lavoratori ma non ne posso più!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

RUSSO: resistiamo ancora un po' dai e vediamo se se ne esce :-)))

caramella-fondente ha detto...

FANTASTICO! IL FAMOSO TESORETTO VOLA IN MANO ALL'ALITALIA..OH, NON CHE SPERASSI CHE UN CENTESIMO DI EURO POTESSE FINIRE NELLE MIE TASCHE, MA ALMENO IMMAGINAVO CHE SAREBBE SERVITO AD INTERVENTI PIU' NOBILI IN SITUAZIONI A RISCHIO SOCIALE E NON CERTO AL SALVATAGGIO DI UN'AZIENDA AGONIZZANTE ( NON PER I LAVORATORI CHE SONO SUE VITTIME OVVIAMENTE LORO MALGRADO a LORO VA IL MAX RISPETTO) ED AGONIZZANTE , una vergogna italiana , una fucina di voti di scambio... ! COMPRESO PRODI CHE SOSTENEVA TEMPO FA L INGIUSTIZIA DI UN RAPPORTO DI SUPPORTO ECONOMICO TRA UNA QUALSIASI AZIENDA E LO STATO



COSA CREDETE CHE DIVENTERA' IL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA SE NON UN ALTRO BUCO NERO COME LA SALERNO REGGIO- CALABRIA CHE SERVIRA' AD INGRASSARE A VITA LA MAFIA E CRIMINALITA' VARIE???

Pino Amoruso ha detto...

Alitalia, penso che per chiunque rappresenti un cattivo affare. Cosa ci guadagna chi l'acquista oltre ai debiti?

Le morti sul lavoro una tragedia, soprattutto oggi...

8100 libri...ma li leggerà???

l'incarcerato ha detto...

Hai fato bene a ricordare le morti bianche, che per me si devono chiamare con il loro vero nome: OMICIDI.
Questi serial killer che uccidono per risparmiare i soldi sulla sicurezza.

Bella la notizia del risarcimento in libri, soprattutto nei confronti di una donna iraniana.

ps non dirmi che il tuo libro di poesie è tradotto all'estero :))

Finazio ha detto...

Riguardo l'Alitalia, penso con raccapriccio che il piccoletto non si è ancora insediato e già ci costa 300 milioni di euro. Figurati che casini che combinerà quando occuperà la poltrona...

Arthur ha detto...

Per Alitalia credo che non si capisca un cavolo. Per me tagliare i posti di lavoro è giusto nella misura in cui si riesca ad offrire un buon servizio. Quando Alitalia comiciava ad andare male, i dipendenti organizzavano degli scioperi. E' paradossale, se una società già va male ed in più il comportamento dei dipendenti è quello, è chiaro che sia destinata al fallimento.
Per le morti sul lavoro, io se devo essere onesto non mi stupisco se ogni tanto capitano. Il punto è però che tu ed altri fate bene a sensibilizzare, perchè purtroppo l'economia perversa trae spesso più profitto evitando misure di sicurezza adeguate, soprattutto perchè, gli incidenti sul lavoro spesso alimentano a loro volta il circolo vizioso dell'economia ed aumentano il famigerato PIL.

Fabioletterario ha detto...

Intanto ci sono ancora sviluppi. Mi pare che sia una fonte inesauribile di colpi di scena. Anche un po' troppi, non trovi, Daniele?

AlexilGrande ha detto...

Solo un consiglio da persona multietnica: Non credete a tutte le palle che i media italiani vi dicono sull'estero.

Osteria dei Satiri ha detto...

credo che la proposta di Air France era l'unica reale, nelle condizioni in cui si trova alitalia è/sarà abbastanza improbabile salvare cavoli e capre (si dice così?) ovviamente un'azienda che vuole acquistarne un'altra non lo fa per perderci, questo sia chiaro. solo un folle farebbe una cosa del genere. ed è anche giusto che faccia una ristrutturazione in linea con i criteri del mercato, cosa che alitalia in questi anni non ha tenuto in considerazione essendo controllata da politici e scudieri di ogni sorta che hanno fatto i loro comodi sempre e comunque. il prestito ponte prolungherà solo l'agonia di un'azienda piena di debiti fino al collo...e oltretutto bisogna vedere cosa dice l'Ue in merito, visto che gli aiuti di stato sono vietati nel trattato.

Max

Liby ha detto...

Ma quale cordata !!! .. solo ed unicamente campagna elettorale, nulla di più, vedrete!!
Per il momento 300 ML di E .. poi ci metteremo il resto vicino.
Come al solito Franca và dritta al problema, senza fronzoli !!!

Liby

francesca ha detto...

ciao daniele, passo per un saluto. :)

fabio r. ha detto...

Hallo dichter! hai sentito la notizia delle proteste spontanee dei lavoratori Alitalia che avrebbero voluto l'air france? penso che questa volta i sindacati abbiano preso un abbaglio e che le voci dei loro rappresentati forse avrebbero dovute sentirle meglio...
sorvoliamo poi sulla figuraccia di altri loschi figuri politici.. :-(

Ciao

Paolo ha detto...

Il primo risultato di Berlusconi: via Air France e un aiuto di Stato ad una compagnia privata. Iniziamo bene...

Mat ha detto...

mamma, io ormai ci vedo il male ovunque.

sono diventato troppo scettico e cinico!
oltre che intollerante

flo ha detto...

Speculazioni a valanga sul titolo di Alitalia in Borsa!
E comunque pare che Silviuccio adesso sia in trattativa con Putin e Airflot...

Gianluca ha detto...

Un applauso per Franitalia...
ciao Daniele

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

PER FABIO R: ho sentito anche io e a questo punto mi chiedo da che parte stavano i sindacati...

Dama Verde ha detto...

Ciao Daniele, sempre bravo e puntuale a denunciare queste nostre vergogne.

Su Alitalia, Franca ha riassunto il tutto nel suo modo egregio di sempre così come Bruno, La donna cannone .. siamo tutti dalla stessa parte, ma ...???

La notizia carina è quella proveniente dall'Iran, è una buona idea se dovessi mai divorziare: 8.000 libri, un buon risarcimento!

Caro Daniele grazie ancora per i tuoi post, sempre pieni di umanità.

Buona serata e un abbraccio.

Sergio ha detto...

Nel mio commento precedente a questo post, fra l'altro, scrivevo: "...L'unica è sperare che venga applicato, ma già in fase di promulgazione è stato criticato dai "padroni", perché le pene sarebbero troppo onerose e pesanti. Non vorrei che il nuovo governo ponesse mano al recente decreto legislativo per "migliorarlo"!"

LEGGO OGGI LE DICHIARAZIONI DELLA MARCEGAGLIA: tutto come prevedevo!
ecco il pezzo preso da Carriere.it:

SICUREZZA - La Marcegaglia chiede poi che le norme introdotte dal governo uscente sulla sicurezza sul lavoro. «Chiederò al prossimo governo la modifica delle norme restrittive appena introdotte». Per il presidente di Confindustria, l'inasprimento delle sanzioni fatto dal governo Prodi è stata «una scelta profondamente sbagliata». La soluzione deve essere «nella diffusione della cultura della sicurezza». Per la Marcegaglia occorre promuovere «corsi di formazione aziendale innanzitutto per responsabilizzare imprenditori e controparti sindacali». Serve «un salto di qualità» per dare concretezza «agli sforzi intrapresi nella qualità degli interventi e della formazione e nel coinvolgimento delle strutture associative per la sensibilizzazione dei territori e la piena applicazione delle norme».

Liby ha detto...

@ Sergio

... e questo è solo l'inizio !!!

Liby