mercoledì 30 aprile 2008

NEWS: Drug at the Oldies...

La Società fagocita tutti, soprattutto gli anziani: dai 40 in su sta crescendo tra gli individui l'uso di droga e sono in sensibile aumento coloro che hanno problemi di alcolismo.

Drogarsi e bere è sbagliato e qualunque sia la "motivazione addotta" è una fuga dalla realtà. Quel che è certo è che cmq questa nuova frontiera soprattutto di tossicodipendenti nonchè di alcolisti desta seria preoccupazione perchè è un segnale di una Società che ti butta via troppo presto e senza un vero motivo.

Chissà, forse c'è chi vuole creare una società sempre più di sbandati, con poche teste pensanti, molte lobotomizzate dalla tv spazzatura (droga assai terribile anch'essa) e "felici" della loro vita tesa a votare secondo Il Vangelo di Mediaset e con mediocri esistenze.

Rottamiamo le esistenze delle persone come facciamo con le automobili oramai.

Ed a Noi quando toccherà? Quando verranno a prenderci? Qual è la data di scadenza sul nostro codice a barre?

In Europa, il 27% delle persone di 55 anni di età e oltre riferisce di consumare alcoolici ogni giorno.

Certo che se a 40 - 45 anni per molti di loro il futuro è quello di essere già scarti di questa società, come vere e proprie scorie da eliminare, se la prospettiva per una persona anche vitale nella testa è cmq nel tempo quella di marcire in una triste Casa di Riposo invece di poter vivere in casa propria con la dovuta e seria assistenza sociale e sanitaria (salvo malattie gravi che richiedono l'ospedalizzazione), forse non hanno neanche tutti i torti a farsi per cancellare le proprie amarezze.

E magari, morire prima del tempo, ma nel letto di casa propria.

http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/scienza_e_tecnologia/droga-anziani/droga-anziani/droga-anziani.html

-----------------------------------------

Una notizia credo davvero importante. La legge 40 quella sul ricorso alla feocondazione assisitita ha finalmente alcune modifiche che, pur lasciandola sempre a mio avviso sbagliata, la rendono più equa. E' stato cancellato il divieto di diagnosi preimpianto per es che era una cosa scandalosa.

http://www.corriere.it/salute/08_aprile_30/fecondazione_nuove_linee_guide_c40020e6-1694-11dd-8b67-00144f02aabc.shtml

---------------------------------------

Domani è il primo maggio. Io mi limito ad osservare un minuto di silenzio per tutti quei lavoratori che questa festa non potranno più viverla.

A loro ed a chi li rimpiange il mio abbraccio, a voi politici il mio odio!

59 commenti:

md ha detto...

Aggiungerei al quadro quei svariati milioni che fanno uso di psicofarmaci, di solito non se ne parla molto, ma, fumo a parte, costituiscono la "maggioranza silenziosa" dei tossicodipendenti...
Diciamo che, tra droghe, tele e videodipendenze, farmaci e quant'altro non è che rimangano molte zone "sane" della popolazione!

Alianorah ha detto...

Dopo i 40 si beve. E aumenta il consumo di alcol tra i giovanissimi. Insomma si salvano solo il 30enni. Bene le modifiche alla legge, ma secondo me bene anche il limite imposto riguardo all'eugenetica. Non mi piacerebbe l'idea di poter scegliere i colori di un figlio come per una bambola in una giocheria. Ma ben venga la possibilità di controlli di natura medica.

stella ha detto...

Caro Daniele hai toccato un tasto dolente per me:per diversi mesi ogni giorno andavo in una struttura per anziani,benchè col fiore all'occhiello,e cosa non ho visto,ma ora non mi sento di continuare...

loreanne ha detto...

Rottamiamo le esistenze delle persone come facciamo con le automobili oramai.
Ed a Noi quando toccherà? Quando verranno a prenderci? Qual'è la data di scadenza sul nostro codice a barre?

su questa riflessione mi fermo tristemente;la tristezza non fa tendenza pero'. La tristezza e la sofferenza sono contagiose per chi vuole vivere con leggerezza;
ciao Daniele
buon 1 maggio
Veronica

Sergio ha detto...

Io non sarei così pessimista, anche perché, per esperienza, non conosco fra i miei amici e conoscenti, ormai tutti oltre gli "anta", nessuno che faccia uso di droghe, sia leggere che pesanti.
Anzi, molti hanno persino smesso di fumare.
Forse (levate pure il "forse") circola qualche bicchiere di vino, ma, salvo qualche raro caso, non parlerei di alcoolismo.
Invece, proprio fra coloro che, anni fa, andavano in pensione giovani qualcuno che beveva un po' troppo c'era. Parlo sempre di Venezia dove i novelli pensionati si trovavano a fare quattro chiacchiere alle 11 del mattino e, ovviamente, si trovavano in osteria; un "giro" lo pagava uno, un "giro" lo pagava l'altro e. visto che si trovavano in parecchi, il giro di "ombre" (l'ombra, a Venezia è il bicchiere di vino) era notevole.
Da un po' di anni non si va più in pensione da giovani e, quindi, anche questo pericolo è scongiurato!!!!!

oscar ferrari ha detto...

Che ci sia in giro un rincoglionimento generale è un dato di fatto, ma non dare la copla a me e lla mia birretta quotidiana

il Russo ha detto...

Un abbraccio di tutto cuore anche a te daniele, buon primo di maggio!

Devil-May-Care ha detto...

Io sarò un quaranta-cinquantenne di ferro...
Il senso della misura è il mio forte.
La gente deve cercare in sè le forze per continuare.
Ognuno di noi ha a disposizione tutte le potenzialità per fare questo ed altro.
Sarà pure un discorso semplice, ma per me la fiducia in se stessi è tutto e, nel mio caso, fin'ora ha sempre funzionato.
Il cervello è tutto.

Anyway. Bel post. Sono sempre più d'accordo con te.

DMC

Dama Verde ha detto...

Buon 1° maggio Daniele!

stella ha detto...

Mi associo a te, Daniele, per quanto riguarda il primo maggio.
Un caro saluto

Imagine ha detto...

grazie a post come questo mi rendo sempre più conto di quanto la rete riesca ad essere realmente un'alternativa alla comunicazione tradizionale... mi hai spinto a riflettere su un tema nascosto, caratterizzato in tutto dal disinteresse generale.. non è poco, complimenti!

guga ha detto...

Gli anziani e la droga, gli anziani e l'alcool, gli anziani e l'emarginazione: quando accadeva (accade) ai giovani si dava (si dà) la colpa alla Società e ai genitori.
Gli anziani a chi daranno la colpa?... Alla Società e ai figli?...
Il problema è uno solo: la debolezza di genitori e figli di fronte alle difficoltà della vita: meglio fuggire nell'alcool e nella droga che affrontarle e cercare di superarle con le proprie forze.

Alle vite perdute di giovani e giovanissimi si uniscono quelle di anziani e semianziani.

Nessuno, però, può avere giustificazioni per comportamenti autolesivi della persona e della dignità!

Ciao.

l'incarcerato ha detto...

Caro Daniele, posso aggiungere il mio odio anche verso tutti quegli imprenditori che risparmiano sulla sicurezza dicendo che pagano troppe tasse e si sentono "poveri"? E quindi provocano la morte dei lavoratori(di noi lavoratori) che non arrivano a fine mese?

Mi è piaciuta questa tua frase "Ed a Noi quando toccherà? Quando verranno a prenderci? Qual'è la data di scadenza sul nostro codice a barre? "
Colpito in pieno!

digito ergo sum ha detto...

rockpoeta, tocchi un argomento che, da solo, è un pezzo da 90. a me, più che questa corsa alla dipendenza, fa paura l'incapacità del nostro tessuto sociale di replicare e controbattere. trovo assurdo che si mettano reti di protezione sui ponti dai quali la gente si butta per suicidarsi...

questa la chiamo "società dell'osteoporosi", tutti a mettere gesso e cerotti, nessuno a curare la malattia.

un minuto di silenzio anche da parte mia, per chi esce la mattina per andare al lavoro e non torna. una volta, amico mio, si lavorava per potere campare...

Vincenzo ha detto...

Ciao Daniele ottimo post, ti auguro un sereno primo maggio...ciao alla prossima!

Franca ha detto...

Io non condivido e non giustifico tutte le fughe dalla realtà.
La realtà si combatte, non si evita...

Mat ha detto...

ahhhhh, quanto mi piace la prima parte del post!!

leggo e sottoscrivo...

la nostra società è allo sfascio...ci hanno mandato allo sfascio....e noi abbiamo detto sissignore..

ci hanno rincoglionito prima con i programmi stupidi, poi con le droghe.
messaggio apocalittico? nooo, realtà...


vi lascio un testo...

This time the bullet cold rocked ya
A yellow ribbon instead of a swastika
Nothin' proper about ya propaganda
Fools follow the rules when the set commands ya
They said it was blue
When the boold was red
That's is how you got a bullet blasted through your head

Blasted through your head
Blasted through your head

I give a shout out to the living dead
Who stood and watched at the feds cold centralized
So serene on the screen
You was mesmerized
Cellular phones soundin' a death tone
Corporations cold
Turn ya to stone before you realize

They load the clip in omnicolor
They pack the 9, they fire it at prime time
Sleeping gas, every home was like Alcatraz
And mutha fuckas lost their minds

Just victims of the in-house drive-by
They say jump, you say how high

They load the clip in omnicolor
They pack the 9, they fire it at prime time
Sleeping gas, every home was like Alcatraz
And mutha fuckas lost their minds

No escape from the mass mind rape
Play it again jack and then rewind the tape
Play it again and again and again
Until ya mind is locked in
Believin' all the lies that they are tellin' ya
Buying all the products that they are selling ya
They say jump
Ya say how high
Ya brain dead
Ya gotta fuckin' bullet in your head

Just victims of the in-house drive-by
They say jump, you say how high

Ya standin' in line
Believin' the lies
Ya bowin' down to the flag
Ya got a fuckin' bullet in ya head

mariad ha detto...

già in un altro tuo post avevo detto che dei giovani e delle droga nessuno parla molto perchè anche i genitori ormai ne fanno uso. Io però non credo che dietro ci sia un disegno predeterminato, penso piuttosto che il modo è cambiato troppo in fretta. Dagli anni '50 in cui si era ancora fermi ad una società agricola e povera un po' ovunque, ma con regole sociali umane e dignitose, siamo passati a un mondo tecnologico e assurdamente individualista. Questo per forza di cose, per via del progresso, che non abbiamo saputo gestire, nessuno ha saputo gestire, intendo. Occorrono nuove strategie per affrontare la modernità e dobbiamo farlo tutti insieme, non nascondiamoci dietro alla falsa illusione che dietro alle nostre disgrazie ci sia un complotto o pochi uomini che desiderano un mondo amorfo e allucinato. O alla pessimistica rassegnazione che contro i potenti non ci sia nulla da fare.
La nostra società non è allo sfascio, solo un po' stordita, ma come sempre troverà la strada di riprendersi.

buon 1 maggio daniele, a te e a tutti

anna ha detto...

Mi associo al silenzio... spesso più pesante di tante parole...!
Buon 1 maggio a tutti!

Poetryfree ha detto...

Post come sempre ottimo...
Daniele buon 1 maggio, di cuore...
:)

raser ha detto...

considerato che l'inventore dell'LSD, che lo sperimentò su se stesso, è morto lucido a 102 anni...

Dona ha detto...

L'eccesso porta alla distruzione, qualsiasi sia l'eccesso, difficile stabilire dove sta il confine tra esso e la tollerabilita'.. Gli atti estremi sono un altra cosa ancora.
Un caro saluto
Dona

stella ha detto...

Caro Daniele,oggi il mio pc fa le bizze.Sto scrivendo da un altro computer.Spero entro domani di venirne a capo.Mi dispiace tanto!

Raggio di sole ha detto...

Buon 1 Maggio Daniele.....anche io come te , voglio dedicare questa giornata ai lavoratoti che non ci sono più.

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

MAT: titolo ed autore please :-)))

RASER: è un'eccezione alla regola come anche su Repubblica hanno sottolineato. Non credo sia un esempio da imiatare.

IMAGINE: Grazie per i complimenti! Mi danno l'energia per cercare di migliorare sempre.

Alessandra ha detto...

grazie Daniele per il tuo post...dai sempre un sacco di spunti di riflessione-

Per quanto riguarda il 1° maggio lo condivido pienamente con te questo silenzio che si fa sempre più assordante ogni giorno che passa... perchè non c'è giorno senza una vittima sul lavoro.

un abbraccio ale ;)

Pino Amoruso ha detto...

Nei momenti di difficoltà, non bisogna sfuggire dalla realtà...anzi bisogna affrontarla....
Buon 1° maggio

Carmen Sandiego ha detto...

Ciao.
Quello che dici è vero, ma c'è anche uno "spostamento" in avanti dei disturbi dell'alimentazione, una volta "appannaggio" esclusivo delle ragazzine. E, spesso, i disturbi dell'alimentazione si associano al consumo di droghe e di alcoolici. Tutto sembra tornare, purtroppo.
Ho letto anch'io, tra una fuga e l'altra, della mofifica alla legge 40: santi radicali.
E un minuto di silenzio per i morti sul lavoro.
A presto.

Mat ha detto...

ah scusa...

rage against the machine


il titolo è bullet in your head..

Anna ha detto...

Daniele, chi consuma alcol tutti i giorni non è alcolizzato e chi si fa una canna non è drogato. Non facciamo di tutta l'erba un fascio, si rischia l'intolleranza così, ed il proibizionsimo, cosa ben grave.
Poi l'uso delle droghe pesanti e l'abuso di alcol sono un altro discorso, a mio avviso da depenalizzare per poterlo combattere meglio e poterlo gestire in maniera controllata.
Come bene evidenzi, anche la tv è droga e molte altre cose ancora.

Buon Primo Maggio trascorso,ora cerchiamo di andare avanti.
Un saluto affettuoso, come sempre.
A.

Jasna ha detto...

grazie Daniele per questa perla di saggezza sentita, e sincera... io mi sono sentita uno scarto a 32 anni quando in un annuncio per cercare lavoro c'era scritto massimo 27 anni... ma io mi chiedo una donna di 32 a meno da dare alla società, per l'età che porta?... ciao e grazie

mariad ha detto...

daniele c'è una catena per te, molto bella. Se vuoi passa da me per vedere di che si tratta
ciao daniele ;)

giadatea ha detto...

ancora oggi, le morti per lavoro sono troppe, è inaccettabile.
La notizia degli over 40 come maggiori consumatori di droga e alcool per reazione all'emarginazione sociale mi ha un po' stupita, ma il valore dell'esperienza, non conta più nulla? Questa è una società dell'apparenza, bellezza e giovinezza sembrano essere valori assoluti, ma una società che si fonda su questi presupposti è destinata all'autodistruzione...

Cristina ha detto...

E' molto allarmante il dato che riporti sulle tossicodipendenze e fa davvero pensare.
In questo momento non ho parole di speranza,non ti posso nascondere niente, sai che sono piuttosto abbattuta.

Una buona notizia quella della modifica alla legge 40.

Mi associo al minuto di silenzio per chi non potrà festeggiare nessun primo maggio.

A te un saluto caro e il mio affetto.

A veramente presto.

Cris

Lucia Cirillo ha detto...

Caro Daniele...io appartengo alla generazione immediatamente precedente a quella in preda alla devastazione di cui parli...eppure non mi sento affatto salva...
perdonami se non ho condiviso in contemporanea con il tuo post il ricordo dei lavoratori che non ci sono più, ma credo di essere ancora in tempo per aderire all'odio verso i politici...
Buona giornata in ogni caso :-)

riri ha detto...

Ciao Daniele,molto interessante ed attuale (purtroppo) il post che hai scritto.Vorrei raccontare anche la mia esperienza: avevo solo 39 anni quando una multinazionale chiuse definendola un ramo secco,l'azienda in cui avevo lavorato 17 anni.Ci trovammo tutti in una situazione terribile,cercai disperatamente un nuovo lavoro,ma ormai ero troppo vecchia! Posso solo dirti che non mi sono data all'alcool,nè alla droga,sicuramente in me restò ed a volte permane tutt'ora,un profondo senso di malessere,di quasi inutilità,nonostante l'esperienza acquisita,per la società valevo 0 assoluto!
Un caro saluto a te ed ai tuoi amici.

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

BENVENUTA RIRI!

Hai lasciato sul blog una testimonianza importante che deve far riflettere. Ti ringrazio per averla condivisa qui in questa agorà dove spero di rileggerti ancora.

Ciao :-)))
Daniele

il Russo ha detto...

Bello il racconto di riri, voglio contattarla e chiederle consigli.
Daniele, visto che hai il polso della situazione (standoci lì), viemmi poi a dire cosa è il caso di fare il 17...

duccio ha detto...

Ma io mi dico sempre: perchè dargliela vinta? perchè accettare tutto quello che non ci piace? Informiamoci, educhiamoci, proteggiamo i nostri valori e divulghiamoli, un giorno le cose cambieranno nuovamente e non ci sarà nessuno di noi da rottamere!
Un saluto Daniele, e ricordati di avvisarci per il meeting romano.
;-) duccio

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

DUCCIO: a me va bene il 10 maggio
Scegliamo ora e luogo per vederci al pomeriggo e la sera (per la sera qualcuno mi ha parlato di un locale nei pressi di Piazza Navona "Soprasotto" può essere?

Ma se qualcuno di voi ha idee lascio davvero la palla a voi del posto :-)))

PS: scusate l'off topic godereccio LOL!

Ciao Duccio
Daniele

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PS 2: Domani faro il post per Roma passate parola LOL!

Daniele

fabio r. ha detto...

ciao dichter! oltre alle droghe non sottovaluterei il problema dell'alcol... non ti dico quanto possono bere i ragazzi (non solo gli anziani)! ogni giorno ne rimango stupito! e sì che io qualche deviazione da giovane ne ho fatta, ma era sempre un'eccezione, e per questo forse maggiormente goduta! Ora sembra che l'abuso di alcol sia la normalità, persino a scuola arrivano brilli!!

RobJ ha detto...

ciao complimenti per il blog! mi piacerebbe inserirti nella lista dei blog che leggo, che ne dici di uno scambio link? ciaoo

flo ha detto...

"Chissà, forse c'è chi vuole creare una società sempre più di sbandati, con poche teste pensanti, molte lobotomizzate dalla tv spazzatura (droga assai terribile anch'essa) e "felici" della loro vita tesa a votare secondo Il Vangelo di Mediaset e con mediocri esistenze"

La penso esattamente così.
Molto appassionato questo post nella sua prima parte Daniele, mi hai trasmesso emozioni...
:*

Arthur ha detto...

Il punto sulla droga è che ci stiamo avvicinando al tipo di società che predilige ad esempio George soros, dove si cerca di fare in modo che ognuno viva con il più alto grado di libertà possibile. Non so cosa dire.

pabi71 ha detto...

Ciao Daniele,il tuo post è davvero interessante,siccome parli di 3 temi molto complessi,preferisco cominciare dal basso:
n.3
l'1 maggio,mi sono alzato alle 5 e sono andato a lavorare,faccio i cicli continui,per me non esiste festa,sabati e domeniche,infatti dopo l'1 maggio,faccio anche sabato e domenica notte,cosa penso dei politici,dei sindacati e degli imprenditori,mi sono espresso molte volte ed è meglio che non lo rifaccio,altrimenti questa volta so già che nei toni non sarei troppo diplomatico,visto che dopo circa un mese dello sciopero generale della mia categoria "gomma-plastica",il 6 ci sarà il secondo...non è contato nulla...ma durante la campagna elettorale,non facevano a botte tutti,politici,sindacati ecc...per chi offriva di più hai lavoratori?

n.2
la fecondazione assistita...era ora,speriamo bene,sai il mio pensiero quale è,quindi sai anche la risposta.

n.1
quì è tosta davvero far capire quello che intendo dire veramente.
Credo che bere per dimenticare ho usare droghe per fuggire dalla realtà non serva e sia sbagliato.
Penso che ci sono molti tipi di droga,penso anche che ci siano persone ipocrite che fanno uso di psicofarmaci e quant'altro e alla fine rimangono nell'ignoranza di classificare chi si fuma una canna,come un drogato.
Io sono Antiproibizionista,credo che il Proibizionismo,faccia del falso perbenismo e ha creato in Italia e in molte altre nazioni più malavita e tutto quello che segue di un Antiproibizionismo fatto bene.
A me è sempre piaciuto bere,bevevo tanto e tutti i giorni,non sono mai diventato alcolizzato,anche se riconosco che faccia veramente male.Adesso sinceramente non mi piace più bere sempre,bere per ubriacarmi,bere perchè credo negli eccessi,come credevo da giovane...mi paice bere e bevo proprio,ogni tanto,in compagnia,alle cene,quando saltuariamente esco.
Posso dire con testimonianza personale che le sigarette danno più fastidio e creano più dipendenza di una canna.

Taglio quì,e ti auguro un buon fine settimana.
Un saluto a presto.

Paolo ha detto...

per me è scandalosa la "diagnosi preimpianto"... E' un altro termine che ci siamo inventati perchè non abbiamo il coraggio di chiamarla con il suo vero nome: selezione di esseri umani (come ci siamo inventati il termine "aborto" per indicare la soppressione di una vita umana o il termine "eutanasia" per indicare il suicidio).
Naturalmente essendo una battaglia ideologica della Turco, verranno modificate prontamente queste linee guida.
Ciao

enzorasi ha detto...

Io ci vedo un collegamento di logica perversa tra l'aumento di uso di droghe e alcool negli anziani e l'aumento di morti sul lavoro. Mi spiego: l'abbrutimento di"una Società che ti butta via troppo presto e senza un vero motivo" si manifesta come una sorta di cancro metafisico anche su quella parte di vita che, con l'attività lavorativa, dovrebbe esserne più indenne.
Voglio confessarti una cosa, Daniele, la mia data di scadenza sul cod.a barre è già trascorsa da 10 anni! Io e alcuni amici abbiamo trovato il modo di contraffare l'etichetta e ci siamo riciclati: ognuno di noi ha trovato il suo modo di surrogarsi, io per es. ho aperto un blog, qualche amica si è fatta un amore, altri sono in giro ad inventarsi pensieri. Il problema è però che sta scadendo anche il trucco, al punto che già qualcuno è stato scoperto e portato via...pensaci anche tu, hai ca. 40 anni e il fumo dei tuoi pensieri si vede da lontano...che farai?

Guernica ha detto...

Ciao Daniele!
Beh...l'alcolismo è dilagante anche molto prima...vedo quelli più piccoli di me sempre e perennemente ubriachi!Mi fanno pena...
Certo che si esce e si prende qualcosa da bere...capita una festa e capita di esagerare..ma questa cosa di uscire con l'intento di sbronzarsi e drogarsi io non la capisco proprio!Io mi so divertire anche senza questo!Anzi...:)
Anche perchè poi, non mi pare che queste persone abbiamo dispiaceri da affogare nell'alcool...Non so...

La modifica alla legge l'ho sentita..boh...

Anche da parte mia odio ai politici.

Guernica ha detto...

Era un di più che ho aggiunto al primo punto, che condivido in pieno.
Ciao Daniele!

chit ha detto...

Analisi ineccepibile la prima e torniamo sempre lì; quanta e quale mala-informazione c'è sull'argomento droga alcool? Sulle volontà di ognuno come spesso accade, c'è poso da fare; sull'educazione e sulla sensibilità invece volendo ci sarebbe molto magari cominciando dalle scuole. Ma si sa, questi sono solo discorsi da campagne elettorali poi ...

Sulla legge 40 si sta muovendo qualcosa, a mio avviso sempre troppo poco e troppo piano ma almeno in una direzione giusta. Speriamo solo ora non facciano un'inversione di 180°!

Per il primo maggio, anche se in ritardo, concordo con te. Io non ho nessuna voglia di festeggiare un bel niente.

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

PABI 71: Commento da Oscar. Anche la tua testimonianza è la prova di come ci si riempie la bocca di parole in questi giorni ma poi le cose restano sempre uguali. Strepitoso sull'antiproibizionismo. Io non sono tanto favorevole alla liberalizzazione perchè mi sembra di dare un segnale morale non corretto oltre che per i rischi se pur minimi di dipendenza anche dalle droghe leggere, ma la tua analisi l'ho trovata davvero interessante e convincente.

PAOLO: rispetto il tuo punto di vista ma non lo condivido per niente ma d'altronde lo sai :-)))

ENZORASI: il fumo dei miei pensieri.... vorrei capire cosa intendevi dire sul serio :-)))

La mia data di scadenza? Anche oggi dipenderà da quando smettero di lottare.

il Russo ha detto...

Ciao Daniele, son rientrato9 a casa da poco, apriamo allora questo canale di comunicazione Genova - Monferrato in vista dei fatti che accadrano nella Superba e a Savona fra il 17 ed il 18, mi sembra che io e te siamo discretamente sulla stessa lunghezza d'onda quindi non avremo difficoltà a scambiarci riflessioni, dubbi ecc.
Per il momento continuo a ritenere assurdi i soldi che verranno spesi per la sistemazione di piazza del Popolo a Savona e della strada per Santuario quando l' Aurelia (e sottolineo l'Aurelia, non vicolo stretto o vicolo corto) all'altezza di capo Noli é interrotta da 4 mesi e starà in questo stato ancora per un mese e mezzo/due almeno...

enzorasi ha detto...

DANIELE intendevo dire che se verranno a prenderci sulla base della capacità di pensare delle nosre teste...tu sei uno dei primi della lista. Mi sembrava chiaro, ciao.

riccardo gavioso ha detto...

io credo che il malessere dei giovani sia diventato il malessere di molti della mia età. Entrambi alle prese con un futuro dai contorni molto incerti, e in fuga da una realtà spesso deprimente.

buon fine settimana

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

ENZO: wow è che non avevo pensato ad una intepretazione così importante! Beh lasciami dire che molti qui sarebbero tra i primi te compreso. Ma possiamo provare a batterli.

Ciao Enzo
Daniele

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

RUSSO:ok canale aperto :-)))

Concordo per quanto dici su Savona.

sul mio profilo c'è anche la mia mail possiamo anche contattarci attraverso mail oltre che via blog.

Ciao
Daniele

maurob ha detto...

è l'alcool che spesso viene usato dagli over40, o la coca per chi tende ad andare sulle sostanze sutpefacenti.
Il problema vero è proprio è il fatto che le persone tendono a bere con moderazione e poi in momenti di disagio usano l'alcool per riettersi in forma o per essere al passo con i tempi.
L'alcool spesso viene usato per soprimere l'ansia sempre più frequente in questo mondo di affannosa ricerca del megliore del vincente del primo o del campione ecc...

ArabaFenice ha detto...

Caro Daniele,
oggi la società causa molto malessere nella gente, un grande senso di inadeguatezza. E questo spinge verso alcool e droga che sono comunissimi, purtroppo, a tutte le età. Ognuno d noi ha l'obbligo verso se stessi di resistere a tutto questo, cercando di ritrovare la gioia delle cose semplici e di una vita sobria. Per esempio, si potrebbe cominciare col passare la domenica in campagna, senza TV.
E' una cosa che sto facendo e mi aiuta moltissimo a lasciarmi indietro lo stress degli altri giorni.

Sulla 40 non sono molto informata e non conosco le eventuali modifiche ma concordo con le riflessioni di alianorah.