domenica 10 febbraio 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: I CHOOSE FREEDOM.

Ed ecco il post annunciato da settimane ed in parte a volte svelato nei vostri blog con i miei commenti ;-)))

Probabilmente molti di voi lo condivideranno ed altri, già so, che saranno meno d'accordo.

D'altronde io non ho mai fatto post per compiacere nessuno, e credo sia anche questo che voi apprezzate di me di questo blog (almeno lo spero LOL!!!).

Sapete che questa agorà è uno spazio libero, non colorato politicamente, non politicizzato e che ha sempre parlato di sociale perchè questo è fare vera politica e non riempirsi la bocca di vocaboli ridondanti ma privi di contenuto come in certi "banchi" e da certi "pulpiti" sanno ed hanno saputo fare sempre molto bene.

Ma esiste sempre una prima volta e le elezioni anticipate "costringono" a dover parlare di politica nel senso di Partiti e loro programmi invece che di problemi reali del Paese.

Ho pensato molto in questo periodo alla situazione attuale ed in molti miei commenti lasciati sui vostri post qualcosa di come la penso lo avete certamente intuito

Ve lo riassumo qui in poche righe per poi arrivare al nocciolo della questione.

Ritengo che si sarebbe dovuto votare dopo i Referendum per sperare di avere una probabilità su un milione se volete, di avere uno scenario politico differente o almeno un po' mutato.

Così non è successo e credo sia sotto gli occhi di tutti che votando con la stessa legge elettorale delle precedenti elezioni lo scenario politico sarà pressochè identico: Un Centrodestra che molto cinicamente e con assennato pragmatismo si ricompatta per vincere a prescindere dai programmi; un Centrosinistra che non ha saputo neanche porre in essere leggi di giustizia sociale quali Modifiche serie alla Legge 30, legge sul conflitto di interessi, i DICO O CUS o in qualunque modo li si voglia denominare.... Immobilismo assoluto ma compattezza plebiscitaria nel votare per es. l'indulto...

Alla luce di questi fatti, perchè tali sono, sono giunto ad una conclusione.

Credo che , come per es. cercava Caramella Fondente, si debba dare un segnale di questa nostra stanchezza. L'astensione è un mezzo, ma purtroppo si presta a strumentalizzazioni da parte dei politci i quali rivendicano per sè quei voti sostenendo che sono dispiaciuti di non aver saputo motivare l'elettorato o ancora dando la colpa di questa assenza dalla cabina elettorale al Governo caduto reo di averci fatto stancare della politica. In realtà io non sono stanco della politica ma di questi politici!

Ed allora la soluzione che resta è andare ed annullare la scheda.

Fin qui nulla di nuovo, ma la mia proposta è quella di dare un segnale con questo gesto ed allora diventa importante come annulliamo quella scheda.

Ci ho pensato un po' e da subito ho concluso che io mi comporterò nel seguente modo:

1) Mi recherò a votare (anache perchè mi basta attraversare la strada ed ho il mio seggio elettorale davanti...più comodo di così lol...)

2) Prenderò la scheda e nel segreto dell'urna scriverò: I CHOOSE FREEDOM. F.to Daniele Verzetti, Rockpoeta.

Io non mi sento un Guru nè un messia come Grillo, ma penso che una soluzione forse utopistica ma forte la si potrebbe registare se ognuno di voi annullasse la scheda scrivendo quelle parole e (volendolo) firmando con il proprio Nome e Cognome e nick sulla scheda stessa.

In questo modo se questa protesta avesse un minimo seguito non potrenbbe essere bollata come pigrizia, disfattismo o altro. Sarebbe un segnale chiaro che non accettiamo di votare in modo finto per due schieramenti tutto sommato (Berlusconi a parte) identici.

La mia è una proposta e soprattutto è quello che farò io. Non sono qui per fare proselitismo ma solo per proporre una possibile alternativa ad un voto nato morto prima ancora, a mio avviso, di averlo potuto esprimere nel segreto dell'urna.

Certo io vorrei votare se ci fossero i presupposti; e lo farò (e vi avvertirò in quel caso lol) se troverò quello che cerco ma che dubito fortemente si potrà creare: ossia un partito laico, senza Binetti & Co. con programmi reali e persone che ritengo affidabili e sincere nel volerli attuare.

Se li trovo li voto. Per es. un VERO PD con Anna Finocchiaro leader e senza il Vaticano dentro. I Democratici USA per intenderci, un Obama ecco questo intendo io. O anche uno Zapatero. Questi uomini, questi partiti...


Ma questi Partiti oggi in Italia non esistono...

Ed allora o ci si rassegna o si tenta una via nuova: può anche non funzionare ma almeno avremo provato una soluzione diversa della quale non potevamo ancora conoscere il risultato finale. Un soffio di speranza, un anelito, ma almeno non sarà stagnazione dell'anima.

Daniele Verzetti, Rockpoeta

PS:Attendo i vostri commenti e confido come sempre in un dibattito civile. Sono pronto ad ascoltare chi vorrà convincermi a votare. Non ho pregiudizi e valuto sempre ogni opinione espressa con molto rispetto e cura.

Daniele il Rockpoeta

71 commenti:

giadatea ha detto...

ho commentato prima il post di teo, e vedo che l'idea di annullare il proprio voto per protesta è condivisa anche da te, e presumo da molti altri. Comprendo e apprezzo la tua volontà di manifestare civilmente ed esprimere il tuo dissenso per una situazione politica vergognosa, ma per quanto mi riguarda intendo comunque esercitare il mio diritto di voto esprimendo la mia preferenza per quello che è il partito in cui continuo a credere, un partito forse piccolo e marginale che ha sicuramente bisogno del mio voto per poter esprimere la sua presenza e cercare di rappresentare anche me. Con ciò, non sono attiva in politica e non ho tessere, ma credo che un gesto di disobbedienza sociale, in questo momento, potrebbe solo agevolare i partiti più forti e aggressivi, mentre ora più che mai io devo sottolineare la mia scelta.
Leggerò comunque con interesse i commenti che verranno per vedere i risvolti del dibattito.

Simona ha detto...

Questa questione mi sta torturando letteralmente. La tua proposta è interessante, ci rifletterò su.inizialmente pensavo di non votare, ma alla fine credo che lo farò. Il mio unico dubbio è che non dando il voto, come ho scritto sul mio blog, turandomi il naso, torni a governare Lui. Lo so, questa sinistra per quanto mi riguarda ha un sacco di colpe, troppe, ma temo che alla prima nuova legge ad personam che si farà il Cavaliere, io mi sentirò terribilmente in colpa. Momentaccio. E ho poco etmpo, purtroppo, per decidere. dovevano aspettare il referendum...
W Obama e w Zapatero!!!

mariad ha detto...

daniele io sono stata decine di volte rappresentante di lista nei seggi elettorali. Il lavoro di spoglio è lungo e faticoso e si prolunga spesso fino a tarda notte. Ti assicuro che quando una scheda non è segnata secondo le regole viene frettolosamente mostrata agli astanti e archiviata col timbro di nullità. Nessuno si sofferma mai a leggere quello che c'è scritto sopra. Nessuno nemmeno lo chiede di leggere, perchè c'è l'ansia dei risultati e si desidera fare in fretta.
Le schede che dici tu non sortirebbero un effetto diverso, credimi, lo dico per esperienza, specialmente con la scritta in inglese.
Questo è il mio parere, ma tu già lo sapevi, come sai che io voterò.
ciao daniele :-))

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Beh chi vuole può scriverla in italiano Mariad....anche se la parola "libertà" potrebbe evocare il PDL.... in inglese invece non ci sarebbero equivoci LOL!!!

Io cmq sceglierò questa via ma anche tu lo sapevi già :-)))

Poetryfree ha detto...

Ma mannaggia la miseria zozza....
Scusa se inizio così il mio intervento, ma mi si stà fondendo il cervello...

Sai sono un utopista, vedo oltre quello che anche chi ha molta fantasia riesce solo a scorgere leggermente...

Ma io voglio crederci...

Voglio pensare che questo Paese di me... possa risorgere, e non mi importa chi traccierà un nuovo percorso, voglio solo che si tracci una linea nuova...
Basta Berlusconi, Basta Fini, Calderoli, Casini, Storace, Mussolini, ecc ecc...
E basta pure alla sinistra comperata dalla destra....

Per quanto mi riguarda, ho una strana sensazione.

La stessa sensazione di mio nonno...

Una volta mia nonna, mi raccontò che al tempo della marcia su Roma, suo marito, mio nonno (ahime entrambi socmparsi), sentì che qualcosa stava per cambiare, ma non in meglio...

Ora ho una sensazione simile...

Penso che qualcosa cambierà, ma non ho sensazioni positive... anche se voglio credere agli Obama, Zapatero, e tutti quelli che sembrano voler cambiare sul serio, per il Popolo....

Detto ciò, io non so chi voterò, ho simpatia per Di Pietro, ma non ho ancora capito bene, se andrà da solo o no... anzi se tu Daniele hai capito più di me, damme na mano...

Secondo me, Un buon governo di sinistra, sarebbe un governo, prima di tutto laico, ma sul serio.
Poi vicino ai lavoratori, e allo stesso modo sostenendo le imprese.
Incentivando quelle ditte, imprese che decidono di dare contratto fisso ai dipendenti...

Vorrei che la legge 30, fosse un ricordo... o almeno modificarla...
Stì cazzi di DICO, CUS, o come hai detto tu, come vogliono chiamarli... Facciamoli...

La legge, la giustizia, la questione morale...

Ci vuole la cultura della legalità, ma senza un'istituzione che rappresenti questo slogan, è inutile parlarne...
Porca miseria, possibile che un comico debba ricordarci continuamente che il nostro parlamento è una specie di comunità di recupero...

Ma ci vuole molto a mandare via i condannati?!
Non è semplice retorica o demagogia, porca miseria, se uno che ha tradito la legge deve fare le leggi, significa che gli stupratori possono insegnare alle donne come difendersi dalle violenze sessuali...

Sul PD senza i binettisti, sono d'accordo con te, ma il MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA DEVE ESSERE DI DI PIETRO.... o di MARCO TRAVAGLIO, come dice Grillo... ahaha... Non sarebbe male...

Cmq, non per sembrare un paranoico, ma stasera, siccome sono rimasto a casa, per vari motivi che non sto a raccontarti, ho seguito più attentamente i tg...
Il tg4 e il tg5 si sono già messi in moto... una specie di campagna elettorale trasversale...

Prima un servizio su lurd, poi padre pio, e poi... un bimbo nato prematuro, di 21 settimane...

Cosa c'è di strano? le parole...

Si è detto subito "miracolo"...
dimenticando che i miracoli li hanno fatti i medici e la moderna tecnologia... A me da un leggero fastidio, il fatto che si divinizzino certi eventi...

La chiesa non ha espresso nulla, ma alla chiesa vorrei chiedere:
Anche un bimbo nato di 21 settimane, non è del tutto naturale, se poi pensiamo che vive perchè un giorno un genio si è preso la briga di inventare l'incubatrice...
Quello che non è naturale secondo la chiesa è un oltraggio, quello che non è naturale di fatto, (ovviamente è stupendo ciò che è accaduto :-)), è un miracolo...

Mha strano...

Cmq Daniele, la tua proposta, è fattibile, se nessuno mi convincerà fino in fondo scriverò volentieri qualcosa di simile a ciò che hai proposto tu...

Un saluto
Ciro

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

Caro CIRO aggiungo una cosa.

Avete tutti tanta paura del dittatore che arriva e vedete in Berlusconi questa figura.

Io, invece la penso diversamente. In primis perchè tantissimi di noi sono con il fucile spianato perchè temono una deriva dittatoriale da quel fronte e l'altra perchè,salvo casi di colpi di stato militari, i dittatori all'ìnizio sono sempre stati voluti ed acclamati da tantissimi.

Ed allora ecco che il vero pericolo dittatura viene da un uomo forse apparentemente insospettabile ma che già ne suo blog ha mostrato atteggiamenti poco democratici e che ha anche dei fan... fanatici.

Il suo nome? Beppe Grillo.

anonimo-italiano ha detto...

Se scriverai "I choose freedom", Berlusconi non ne terrà conto, quando andrà al governo, supportato dai suoi elettori che si recheranno disciplinatamente in massa a votare e coadiuvato dall'assenteismo di sinistra.

C'è una importante crisi economica a livello mondiale. Un altro Tremonti oggi ci farebbe diventare un paese sottosviluppato.

Le ragioni per le quali non lo farò le ho già spiegate e le hai già lette nel mio blog.

Daniele, non lo fare e non lo promuovere: qualsiasi cosa ci scriverai, sarai semplicemente una scheda nulla, o al massimo, una leggenda metropolitana.

Poetryfree ha detto...

MMM non sono d'accordo, credo sul serio che Berlusconi sia un pericolo...

Io non ho mai sostenuto Berlusconi, e non ho il fucile spianato...

Lo ritengo un misto tra dittatura è mafia...
Grillo mi è simpatico, ma non ho mai sostenuto le sue idee ad occhi chiusi ma sempre cercando di capire...

So che ci sono fanatici nel suo schieramento, ma quelli sono in ogni cosa...
Un saluto...
:-)))

lucia cirillo ha detto...

Non so assolutamente cosa fare...probabilmente come moltissimi, rischierò di prendere una decisione soltanto il giorno stesso del voto. E' molto avvilente, ma quando non si hanno elementi di valutazione certi e su cui poter effettuare scelte ponderate, tutto quello che riesco può fare è un mediocre affidarmi all'istinto del momento.

Antonio Buono ha detto...

Penso che annullare la propria scheda sia diverso dal non votare proprio e devo dire che ci sto pensando molto seriamente anche io...ma ne varrà la pena, o sarà solo una scheda nulla e al potere avremo comunque sempre gli stessi?
Alla fine non credo si interesseranno molto del numero dei voti con i quali sono stati eletti e si sentiranno comunque legittimati...boh, ci penserò...
PS: Daniele, non ti consiglio di scrivere "I choose freedom!" perchè i raccomandati che mettono nei seggi elettorali già è tanto se conoscono l'italiano e potrebbero prendere questa scritta per chissà quale insulto...poi l'italiano è così bello e io credo che anche "Io scelgo la libertà" vada bene anche se qualche buontempone potrebbe dare il tuo voto a Berlusconi lol!

ilcagnolo ha detto...

Date un'occhiata anche a questa proposta. Una scelta meno megalomane, più simbolica, ma cmq di difficile realizzazione a meno che non siamo in tantissimi.
http://www.didascalos.splinder.com/post/15838966#comment

Matteo L. ha detto...

Daniele grazie di avere approvato l'idea. Allora dopo avere inserito il mio link (con scritto Manifesto Operazione Libertà) sotto l'iniziativa Operazione libertà, aggiungici pure il permalink del tuo post. Io lo faccio da me e tutti coloro che aderiscono all'iniziativa per favore facciano la stessa cosa nel proprio blog. Vi aspetto da me per commentare questa idea di cambiamento.

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

MATTERO io voglio lasciare libera la gente di fare come si sente senza fare proselitismo in modo serrato.

Io ho voluto aprire un dibattito partendo dal mio punto di vista attuale.

Non voglio che sembri un movimento perchè in tal modo sarebbe omologato ad altri movimenti.

Voglio che sia una scelta individuale (ecco perchè il firmarsi con il proprio nome cognome e nick) e che risulti quindi un flusso di coscienza del Paese nell'eventualità che a seguire questa idea siano più di 10 persone lol!

Ecco la differenza tra la tua proposta e la mia. Tu vuoi pubblicizzarla con banner ecc io sento questa scelta più intima e voglio condividerla con gli altri e vedere se anche loro nel loro intimo come singolo individuo vogliono perseguirla.

Se altri bloggers vorranno proporla liberi di farlo ma non sarò io a chiedere di appoggiarla.

Forse così si rischia di avere meno seguito, ma non voglio che sembri un partito vero e proprio perchè non mi interessa fare il politico: io voglio solo che qualche politico serio decida di rappresentare tutti noi delusi dalla casta e pronti a seguire programmi reali e persone serie e pulite.

Davide ha detto...

Daniele le tue iniziative mi intrigano sempre!
Mi trovi concorde.
Sai che pensavo, oltre alla nostra firma, potremmo fare riferimento ad un nome in comune, tipo associazione!
Faccio un esempio:
scelgo la libertà, Davideelle, "BLOGGER FOR FREEDOM"...e nn vi nascondo la voglia di creare un blog con le eventuali nostri motivazioni!
Che ne pensate?

lealidellafarfalla ha detto...

a questo punto facciamo in tempo a presentare una lista, tanto una più o una meno...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

DAVIDE se hai letto il mio commento prima a Matteo avrai visto che reputo meglio che sia un flusso di individui che personalmente ha questa idea e che unito ad altre singole peronse non è un movimento ma solo un flusso di coscienze che vuole un cambiamento vero. Ecco perchè non sono così favorevole a blog unitari o frasi comuni, perchè vorrei fossero singoli individui uniti sotto nessuna sigla

Ciao DAVIDE e grazie per essere passato
Daniele

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

No FABRIZIO non vogio liste voglio che sia una scelta di ciascuno.

SE prendesse quella piega io abiurerei subito questa strada
Daniele

Gaia ha detto...

Mi spiace, ma il non-voto (perché alla fine, la scheda nulla, è questo) mi ha sempre fatto venire in mente la Secessione dell'Aventino, un atto cha ha dato via libera alla dittatura e che mi è risultato antipatico e fastidioso fin da quando l'ho studiato alle scuole medie.

Io la sento molto la responsabilità di andare a votare, anche se magari non cambia nulla, anche se sarà una goccia nel mare, anche se mi devo turare il naso, ma è l'unico modo che ho per dire "no" a certi personaggi politici, che ritengo più pericolosi di altri.

Un'unica altra cosa potremmo fare, noi italiani, a parte votare: scendere in piazza. Non per le solite caxxate, ma per manifestare DAVVERO e in maniera pacifica le nostre opinioni, per avanzare le nostre richieste.

Insomma, manifestare pro, invece che contro, farla sentire la nostra voce, invece di rimanere a parlarne tra noi, pressarlo un po' questo mondo politico indifferente, fargli sentire che non siamo solo pecoroni facilmente gestibili.

Ma il voto, per me, rimane imprescindibile.

Poi, s'intende: ognuno è libero di fare come vuole e la sua scelta va rispettata.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER TUTTI: il mio post parte da tre punti:

1) Chi già aveva idea di annullare la scheda ho pensato che poteva essere interessato a dare un segnale chiaro delle ragioni di questo comportamento.

2) Chi era indeciso poteva avere un punto di vista diverso e valutare liberamente.

3) Chi cmq votava poteva esprimere il suo pensiero per spiegare le ragioni per cui sarebbe giusto votare

Tutto qui :-)))

riccardo gavioso ha detto...

caro Daniele, posso ben capire la tua scelta, visto che è stata la mia nelle ultime due consultazioni. Allo stesso modo condivido la necessità di far comprendere a tutti i politici che non li reputiano degni di un attimo del nostro tempo, per quanto meno prezioso del loro.
Ma... e sì, c'è un ma. In queste consultazioni, le schede annullate verranno solo da sinistra e saranno un numero notevole, col risultato di agevolare la vittoria di una destra che parte già nettamente favorita. Il giorno dopo l'elezioni, un paio di trafiletti sulla mancata partecipazione al voto e sulle schede nulle, generici proclami sulla necessità di riavvicinare la gente alla politica e... fine! Tutto lì.
Il partito dell'astensionismo, delle bianche e delle nulle non avrà seggi in parlamento, non potrà incidere sulla politica dei prossimi cinque anni, e sarà additato dalla destra come ulteriore segno della propria forza: quelli di sinistra erano talmente delusi da non andare neppure a votare.
Personalmente voterò a sinistra, e, come avrai intuito dai miei articoli, non sarà il PD. Una scelta forse strana per uno come me, ma non avendo alternative, l'unica possibile.

Per una volta su due sponde diverse, ma con immutata stima.
Riccardo

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER GAIA: Ok andare in piazza potrebbe essere un'idea ma dovrebbe essere fatto prima e senza bandiere politiche ma come persone comuni che vogliono un programma serio e che vogliono politici responsabili.

In tal caso la tua idea sarebbe condivisa.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER RICCARDO: Sto leggendo tutti voi con estremo interesse ed attenzione.

Nessuno più di me vorrebbe recedere da questo proposito ma per farlo devo trovare un elemento d'appiglio se vuoi che mi dia una speranza reale.

Resto in ascolto.

Con stima immutata e assolutamente ricambiata
Daniele

MARGY ha detto...

sai che anche a me è passato per la testa di astenermi al voto, di andare lì e scrivere un nome qualunque, ma, come ha detto giustamente Mariad, durante lo spoglio non si notano quelle cose, si annulla e si passa subito oltre...e poi non credo che tutta l'Italia la pensi come te o me...e se alla fine, per puro esempio, dovessi ritrovarmi di nuovo la sinistra a Governo, mi sentirei male perchè ho sprecato il mio voto...(parlo per me ovvio)

Tu sai come la penso io..io vorrei che cambiassero tutti questi politici, vorrei facce nuove, politica nuova..ma non credo possa accadere, perciò mi limiterò a votare per quel partito che è mio, in cui credo solo io(forse)...e sperare..sebbene in maniera utopica, ad una svolta positiva!
Ciao Daniele..baci

Mat ha detto...

sai daniele, è da tempo che auspico un popolo intero che va a votare e pone una bella X sulla scheda.

e spezza pure la matita di inestimabile valore dall"inchiostro"simpatico.

ora sai cosa ti dico?

vado a votare. e rivoto a sinistra.

non cedo cosi facilmente.

e poi perchè andrebbe a finire cosi:
quelli di sinistra sarebbero anche disposti a metterla la x.
forse anche quelli di destra.

sempre che esistano ancora la destra e la sinistra.

chi non farà mai una cosa del genere sono i forzisti. loro non votano un partito. non votano un programma. non votano una ideologia.
votano il nano-profeta.

vado a votare e darò il mio contributo al PD per cercare di dargli un peso, sempre avendo ben chiaro che non è rappresentato da chissà quale mago, ma rimane sempre il meno peggio per me.

certo, se poi veltroni - che nn mi piace - si accorda con berlusconi allora andrò personalmente a dargli un bel calcio nel culo (scusa il termine)

Franca ha detto...

Mi sembra che lamentarsi semplicemente della politica, della casta, sia diventato, come spesso accade, un modo molto semplice di lavarsi le mani...
Siamo tutti noi che sbagliamo quando non facciamo nulla per cambiare le cose.
Su le maniche ragazzi, riprendiamoci la politica cominciando dai Comuni!
In quelli piccoli come il mio qualche volta bisogna pregare la gente per farla mettere in lista!
E se si condannano i modi dei politici perchè c'è tanta gente che poi i loro favori li cerca?
Ma quanti tra noi, che ci lamentiamo di tutto, non sanno neanche rispettare la fila...

karlakarli ha detto...

Anche io sono molto tentata dal non votare affatto o al massimo annullare la scheda giusto per evitare che la mia scheda non utilizzata possa dare adito a brogli o cose del genere.
Ma all'atto pratico questa scheda nulla a cosa servirà?? Infatti questo è il mio dubbio più forte. Tanta gente non andrà a votare o agirà in questo modo ed è ovvio che sono tutte persone di sinistra deluse da questo governo.. e alla fine quindi servirà solo a far sentire la destra ancora più soddisfatta!! Ahimè..
Ma non è allora forse meglio cercare di andare più compatti da qualche altra parte. Si presenterà qualcuno con un minimo di idee di sinistra? E non possiamo almeno sperare che agisca adeguatamente come opposizione..??

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Nei Comuni FRANCA è diverso ne convengo soprattutto in quelli più piccoli. A quel livello si può cambiare qualcosa ed influire davvero ma qui sembra davvero tutto più fumoso e lontano.

Quanto alle file io le rispetto :-)))

Gaia ha detto...

"Ok andare in piazza potrebbe essere un'idea ma dovrebbe essere fatto prima e senza bandiere politiche ma come persone comuni che vogliono un programma serio e che vogliono politici responsabili."

Pienamente d'accordo. Niente strumentalizzazioni, niente bandiere, niente violenza o populismo: solo la nostra voce e la voglia di cambiare questa politica che ci sta portando a fondo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Benvenuta Karla.

Il tuo ragionamento è anche il mio in parte: io ho detto che partito vorrei e se non posso avere la perfezione almeno vorrei qualcosa che tendesse a quella mia idea in modo abbastanza deciso.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

L'idea di GAIA mi piace. Chi ci starebbe?

Lele ha detto...

Come al solito caro Daniele il tuo linguaggio riesce sempre a riempirmi di quella speranza che inevitabilmente i politici annientano ogni qualvolta si sentono parlare....!
Come ho detto anche a Matteo,mi piace rifletterci sopra un attimo prima di decidere.E' vero che non c'é molto tempo,proprio per questo lo userò per pensarci in maniera approfondita e decidere di conseguenza....!I choose freedom é sicuramente un bel modo di esprimere e comunicare il pensiero e la volontà di un popolo ormai stanco delle continue mancanze dei governanti...!
Un saluto...!

►novat◄ ha detto...

Daniele sai come la penso su questa cosa.. sai che anche io sono incerto sul da farsi. Ma non sul non votare, sai che penso sia un diritto, ma anche un dovere di ogni cittadino. Il diritto di votare è stato raggiunto con duri scontri e con sacrificio.
Sono arrivato alla conclusione che, nonostante siamo nel paese con il più alto numero di partiti nel mondo, non ce n'è uno che possa soddisfarci al 100%.. quindi tutto sta nello scegliere quello più simile alle nostre esigenze, magari dandosi appunto delle priorità (per me, come per te, la mia priorità è la laicità del partito).
anche se c'è da dire che, ora come ora in italia, per votare si deve scegliere il "meno peggio.."

ps: Obama, come il 90% degli americani, non è laico, ma cattolico.. la differenza con l'italia è che questo non influenza la campagna elettorale e le scelte politiche. (ma come saprai nelle elezioni USA io sostengo Obama)

Pino Amoruso ha detto...

Sai benissimo, venendo a visitare spesso il mio blog, come la penso in genere. La tua proposta potrebbe essere interessante; penso però che avvantaggerà solo il centro-destra. Infatti penso che verranno annullati voti potenzialmente di centro-sinistra. E' un gran casino!!!
Vedremo cosa succederà da qui al 13 aprile.
Buona domenica ;-)

raser ha detto...

non sono d'accordo con te: annllare la scheda è un segno che mai avrà riscontro, perchè nei verbali di seggio non c'è il perchè, o cosa era scritto sulla scheda. ci sono le nulle, punte e basta. e le nulle non contano niente, perchè i seggi in parlamento sono sempre gli stessi, pure se ci fosse il 90% di bianche e nulle.
io ho solo una certezza: voterò. ancora non so chi, e so che sarà il meno peggio, cosa che lascia sempre dell'amaro in bocca. ma il mio voto non lo butto.

Cris ha detto...

ciao daniele!!!!secondo me l'unico modo per poter cambiare il malumore generale della gente è quelo di appoggiare grillo con le liste civiche!!!poi aderire in tantissimi il 25 aprile per il v day !!!!!!aderendo in tanti si possono cambiare le cose!!!!!ripeto!!!è solo un mio pensiero !!!ciao daniele!!!

donnanonmoderna ha detto...

Allora se ho capito bene abbiamo avuto la stessa idea, perchè anch'io ho deciso di votare per me scrivendo il mio nick anzi adesso mi faccio un po' di campagna elettorale sul mio blog di libero così allargo l'iniziativa che ne dici?...mi troverai nel link che c'è nella colonna laterale del mio blog alla voce "il mare infinito libero community blog"......
ciao poeta del mio cuore...Carmela...

alicesu ha detto...

io non andrò proprio perchè non credo più in questa cosa che chiamano democrazia.
Tra l'altro, per votare dovrei andare fino a Milano e più di cento euro per andare a fare una cosa in cui non credo, non li spendo.
Per me, possono morire tutti. Vorrà dire che se andrà troppo male, espatrierò.

A me fanno ridere quelli che piangono per un ritorno di Berlusconi. Ma avete visto che ha fatto Prodi? Ma pensate davvero che sia il meno peggio.
Che schifo.
Ci meritiamo questo tipo di governo perchè è l'unico governo che riusciamo ad immaginare.

karlakarli ha detto...

gira ormai fra mail e blog un altro invito.. quello di stampare e incollare sulla scheda elettorale il logo di un nuovo partito.. ehm un pò pesantina..posso? "La minchia nel pugno"
Eggià questa è la manifestazione di rabbia che buona parte di noi sente di esprimere ma poi..oggi sarà che è domenica e non ho molto da fare e ci sto pensando molto.. forse "dobbiamo" proprio andare a votare per qualcuno!!
Grazie per il benevenuta!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ciao Karla. Bentornata lol!

Io credo che una frase non provocatoria ma chiara che definisca il nostro pensare sia vincente e non strumentalizzabile.

Penso che la tua fosse una provocazione forse, in caso contrario penso che quanto ti ho espresso appena sopra sia per me la soluzione migliore se si decide ovviamente di non votare ma di non astenersi.

PE CARMELA: non è un autovoto è solo un modo per dire ai politici cosa vogliamo e che non crediamo siano loro a potercelo dare.

Guernica ha detto...

Daniele, io avevo già deciso da tempo di non votare. O meglio di invalidare la scheda. Mi pare di avertelo anche già scritto in un commento precedente..in un momento di irritazione totale!
E resto di quell' opinione.
Non mi sento rapprsentta da nessuno e tutti questi "cambiamenti" partitici, mi sembrano solo stratagemmi dell' ultimora.
Per me è solo una nuova forma di ipocrisia.
Poi se faranno la comparsa volti nuovi e programmi seri, vedremo. Ma dubito fortemente.

Guernica ha detto...

Guarda scusami l'ortografia, ma è un bel po' che sono al pc e mi sono rintontita. Ma ci tenevo a commentare qui. Ciao daniele.

Romina ha detto...

Come ho già scritto sul mio blog, ho deciso di annullare la scheda elettorale. Non mi sento rappresentata da nessuno e non ho intenzione di votare per un "meno peggio" che attualmente non c'è.
Non ho neppure intenzione di votare solo contro Berlusconi:la cosa mi fa sorridere, mi sembra anche un po' ingenuo identificare Berlusconi con il Male Assoluto, e non rendersi conto della politica disastrosa che è stata fatta dal centrosinistra in questa legislatura, una politica molto impopolare, anche in campo economico.

Certo, nel corso della campagna elettorale si può forse cambiare opinione, ma questa volta ammetto di essere completamente disgustata. Nel 2006 votai turandomi il naso e soffrendo, adesso non ho alcuna intenzione di soffrire così tanto.
Vedremo poi che genere di candidati presenteranno i nostri gaudiosi rappresentanti.

Baol ha detto...

Apprezzo molto la tua idea, è condivisibile, però io credo che anche questa volta nadrò a votare, andrò a votare per un grosso partito, per quanto ci sia il vaticano dentro :(, per quanto la sua componente di sinistra sia piccola piccola, io lo voterò. Vuoi sapere perchè lo faccio? Semplice, navingando un po' in giro ho potuto comprendere che (non tutto) ma una buona parte di questo giovane popolo disulluso, fa parte della sinistra. Se la tua idea andasse in porto andrebbe in porto solo da un lato e dall'altro si pascerebbero. Lo so, si rimane immobili così ma credo che il pericolo sia molto peggiore :)
Ciaoooo :)

rudyguevara-simona ha detto...

daniele,lungi da me volerti convincere di niente.figurati,non ho la presunzione di convincere gli altri!tanto meno di dire:vota questo,vota quello.ti posso dire che io voto,anche come voto,e perche',ma nn x convincerti,casomai x spiegare.
voto sinistra arcobaleno,perchè credo e spero in una sinistra più decisa,senza tanti inciuci coi cattopolitici,che prima di fare una legge leggono i santini.perche' spero ci sia spazio per una vera sinistra,che nn si vergogna di esserlo e di dire e fare,soprattutto,cose di sinistra,in cui io credo,ma indipendentemente da chi voto,voto. concordo pienamente con tutto ciò che dici sulla legge elettorale,sui politici di questo paese,guarda,sfondi una porta aperta,ma nn me la sento di tirarmi indietro,voglio dire la mia.sperando sempre che possa essere meglio,stavolta.se nn vinceremo,come sarà probabile,faremo opposizione.ma io voglio dare il mio contributo,scheda bianca o nulla vuol dire rinuncia.guarda che non si fa dispetto ai politici,loro vanno avanti lo stesso!ma è la mia opinione,ripeto,nn voglio convincerti di niente.

giulia ha detto...

Io sono stata sempre radicale nel mio pensiero e ho sempre lottato oltre quello che già c'era e sempre lo farò. Ma non credo che sia una gran battaglia non andare a votare, sarà solo vedere il petto di Berlusconi e dei suoi cari amici gonfiarsi e acquisire più sicurezza nel fare tutte le stronzate che faranno, a danno dei più deboli che non siamo noi, sono altri... No io la corona non gliela regalo. So che votando non cambia, lui vince lo stesso, ma per lo meno sa che c'è gente di sinistra che non lo vuole. Io lui e Fini non li voglio proprio più...
Poi però mi piacerebbe sapere al di là del voto cosa faremo, perchè questo è il nodo più grosso... Cosa faremo come cittadini, come ci impegneremo? Vorrei che qualcuno mi dicesse cosa fa nel suo territorio, desse indicazioni anche piccole, ma che segnino che esistiamo, perchè questo è fondamentale. Sono arrabbiata, delusa, ma così è da qui dobbiamo partire. Pensate che Berlusconi si preoccuperà dei segnali o sarà due volte felice di vedere la disfatta della sinistra? Un caro saluto, Giulia

guga ha detto...

Daniele,
ti dico la mia prima di leggere i commenti degli altri: io, che ho sempre votato prima PCI e poi Rifondazione, deluso dal comportamento dei miei compagni della Cosa Rossa che con il loro comportamento irresponsabile hanno boicottato in tutti i modi un Governo che qualcosa stava facendo per i meno abbienti e stava obbligando molti che non lo avevano mai fatto a pagare le tasse, di fatto rinforzando la destra interna di Mastella e Dini, dicevo che io VOTERO' per Walter Veltroni.

Bada bene: ho detto WALTER VELTRONI e non PARTITO DEMOCRATICO anche se mi rendo conto che potrebbe sembrare la stessa cosa...

L'ho votato DUE volte come Sindaco, ne sono rimasto soddisfatto; spero che si comporti allo stesso modo come (purtroppo improbabile in questo Paese di destra) Presidente del Consiglio.

guga rossopasquino

giulia ha detto...

Ciao Daniele, sono giorni che con il mio compagno, da sola, rifletto su come comportarmi in questa situazione! La tua idea sarebbe stata buona se non l'annullassero e ti assicuro che e qualcuno ne ha parlato su questo post ma non ricordo chi sia stato, dice il vero! Da parte mia non ho mai votato se non ai referendum vari e importanti. Ma oggi come oggi mi sento di schierarmi anche se non mi ritrovo in nessun tipo di partitologia, le mie idee sono alquanto utopistiche. Concludendo, vado a votare per i radicali quasi sicuramente pur ti togliere voti a questo futuro governo che mi fà orrore, fascisti armati, si succederà questo e dico son sempre stata più ottimista ma ora non è il momento per l'ottimismo. Se qualcuno ha un idea che possa servire veramente mi illumini......Come sempre scritto da Dio......molto bravo Daniele e chiaro sopratutto.........ciao Giulia

LOREANNE ha detto...

lo scetticismo e' forte quando si parla di schede bianche ma ragionando su questa ipotesi lasciamo il pensiero scritto dall'amica Il Cagnolo

se davvero tutti gli italiani lo facessero!sarebbe una maniera educata per dire a tutti che ci hanno rotto le scatole;sarebbe necessario del tempo per cacciare a pedate-le pedate con le schede bianche-molti degli attuali deputati e senatori ma sarebbe un bel messaggio;
il pensiero di berlusconi ci terrorizza ma quella cosa che abbiamo pubblicato su mastella sull'incoerenza della nostra sinistra ci hanno causato imbarazzo rabbia e scontento;la legge 30 i pacs le spese folli per le missioni militari la solidarieta' a mastella e altre mille code difficili da accettare

caramella-fondente ha detto...

Esiste anche questa iniziativa che sto seguendo con interesse, anche se ancora devo valutare bene
http://www.iononvoto.it/

Sergio ha detto...

Io andrò a votare.
Non ho ancora deciso per chi, ma farò la mia scelta.

Il non voto o l'annullamento della scheda da parte di chi votava a sinistra vanno a tutto vantaggio della destra.

L'annullamento della scheda non produrrà alcun effetto, come dice "mariad" (terzo commento).
Tu avrai protestato, ti sarai tolta questa voglia, ma nessuno lo saprà.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER SERGIO: Beh il blog serve anche a quello A farlo sapere per tempo lol.

In realtà non è impossibile che la cosa possa essere fatta conoscere, giornalisti sono sempre in agguato per qualcosa di particolare... Ed un evento del genere se fosse su larga scala farebbe rumore. Ma vedi il punto non è neanche quello, o almeno non solo quello.

In realtà voglio stare bene con la mia coscienza e scegliere tra un carnefice ed un altro non mi alletta.

Verrà cmq uno di loro alla mia porta per prelevarmi, ma almeno non gli avrò dato io le chiavi di casa mia per entrare...

Dama Verde ha detto...

Ciao Daniele, la tua proposta è piena di senso, ma personalmente penso come Baol, Riccardo Gavioso e altri che sostengono il pericolo di avvantaggiare la destra.
Io sono di sinistra, e non so chi votare: spero entro aprile di capire meglio se esite una possibilità passabile.Questa volta vedo una situazione molto brutta, stiamo correndo un rischio grosso ed è giusto e positivo che ne parliamo insieme.
Grazie Daniele e ciao a tutti.

Moticanus ha detto...

Caro Daniele, come altri prima di me ti hanno detto, confermo che non vale a molto esprimere una qualsiasi opinione sulla scheda. Io ormai da tempo faccio il segretario di seggio e posso dirti che nessuna importanza ha il modo in cui si annulla la scheda.
Le schede vengono, in fase di scrutinio, divise velocemente per partito di preferenza e, in un angolo, le bianche e quelle nulle. Queste ultime andranno poi ricontrollate e discusse se necessario.
Il motivo di nullità resterà circoscritto alle persone componenti il seggio elettorale.
Forse più risonanza hanno le schede bianche...quelle non possono essere frutto di errore, ma soltanto della volontà di non votare nessuno.

Dal canto mio ti dico che non ho ancora le idee chiare! Vedrò nei prossimi giorni se arriverà l'idea risolutrice!

Luca ha detto...

"un Centrosinistra che non ha saputo neanche porre in essere leggi di giustizia sociale": Daniele saputo o voluto? Mi pare che quando volevano il modoper approvare qualche leggiuzza scalcagnata lo trovavano. E allora probabilmente non hanno voluto. Ilc onflitto di interessi, ad esempio, gli fa più comodo che ci sia, almeno hanno un modo per tenere la spada pendente sulla pelata del Silvio. Ed è la seconda volta che, pur avendone la possibilità, queste leggi di "giustizia sociale" non le approvano. E stavolta hanno avuto 20 mesi, l'altra hanno avuto 5 anni e 4 governi diversi, con inserti dell'opposizione di allora.

Ah, la legge 30 è stata abbozzata per la prima volta da quel Treu, ministro del Lavoro, che ha inventato il lavoro a progetto.

Per il resto non credo che annullare il voto sia la soluzione, ma è sicuramente meglio che non andare a votare.

Buona settimana.
Luca.

Anna ha detto...

Eccomi qua, non so come mai questo tuo post mi fosse sfuggito.
Daniele, davvero non so cosa fare: sono sconcertata. la tua idea è bella e romantica(anche se non capisco perchè vuoi scrivere in inglese, non sarebbe meglio IO SCELGO LA LIBERTA'? Non necessariamente anche questa ci deve essere scippata dal nano)e il fatto di firmare è ancora più geniale. Ma io davvero non so cosa fare. Aspettavo che questo Arcobaleno si facesse avanti, ma a tutt'oggi, a campagna elettorale iniziata, non se ne hanno tracce.Berlusconi mi fa paura, ma non posso continuare a votare, contro di lui, chi non mi rappresenta. I soggetti "non politici" mi lasciano sempre perplessa e mi sanno di qualunquismo. Credo che sceglierò cosa fare in cabina elettorale e, se dovessi scegliere per il non voto, abbraccerò la tua iniziativa che mi sembra valida.
Mi ritiro nelle mie ambasce.....

Gianluca ha detto...

A campagna elettorale da iniziare sono vicino alla posizione di Daniele.
Sbaglia chi non vede nella legge elettorale un problema, non solo di governabilità ma anche di rappresentatività democratica.
Con le multicandidature una minoranza di eletti di un grande partito sceglie altri politici da paracadutare in altre circoscrizioni come secondi vincolandoli anzi ricattandoli alla disciplina di partito.
Questo a destra come a sinistra.
Non partecipare a queste elezioni annullando la scheda mi sembra sensato e non un atto di sterile ribellione.
Ma appena sentirò Bossi e Storace temo cambierò idea.
Un saluto a tutti.

maurob ha detto...

Beh non male come idea... ottimo ideaaa...
Sinceramente non so se metterla in atto, quando andro a votare, spesso nonostante sappia già un idea sommaria delle cose che sono successe, infastti tendo propio a non farmi un idea delle cose come tanti altri fanno ovvero nelgli ultimi due mesi prima tramite campagna elettorale, ma piuttosto il mio interesse su chi e come votare si spegne proprio quando iniziano a fare la compagna elettorale, anche se nonostante questo tendo a decidere sul momento forse troppo preso dalla emozione del momento ...
cmq penso di mettere in cantiere anche questa idea .. e chissa che non l'applichi ...

Arthur ha detto...

Non so chi voterò.

JANAS ha detto...

voterò.. con la nausea..ma voterò perchè è un mio diritto, si anch'io mi sento molto presa in giro da tutta la classe politica.. non ci sono più figure carismatiche capaci di farmi credere in un sogno, persone che meritino la mia stima...forse come dici tu ..giusto la Finocchiaro..un progetto come il tuo sarebbe bello se a realizzarlo fosse tutto il popolo italiano unito, concorde sia di destra centro e sinistra in modo da azzerare tutto...mandare tutti a casa ... e rinascere con volti nuovi e puliti, non ancora corrotti dal politichese..ma ... bisogna svegliarsi dal sogno; eserciterò il diritto al voto che i nostri antenati hanno conquistato con dure lotte..che le donne hanno conquistato con ulteriori dure lotte..non posso sprecarlo il mio diritto di scelta.. tra schifo a destra e schifo a sinistra sceglierò il meno peggio...perchè altrimenti altri sceglieranno per me...e la mia protesta non mi porterebbe alcun vantaggio!
ciao ;)

maurob ha detto...

Beh rimane il fatto che il voto è un diritto e come tale va usato.
Votare scheda nulla o bianca sono modi di protestare, sono ampiamenti condivisibili, peggio l'atensione che non vuole dire nulla .....

Anonimo ha detto...

Voterò senz'altro ( a meno che non mi prenda prima un coccolone) perchè penso che si debba sapere quanti italiani sono contro "il popolo delle libertà fasulle".Le schede nulle indicheranno solo lo schifo verso la politica in generale e il senso di sconfitta.

Cristiana

ArabaFenice ha detto...

ero giunta alla tua stessa conclusione, prima di leggere questo tuo post. e così faro. ma preferisco scrivere in italiano.
Credo che sarebbe bello se tutti coloro che sono della nostra opinone scegliessero la stessa frase. perché non ne scegliamo una?
che non sia la traduzione di "I choose freedom". non vorrei che li rivendicasse il cAvaliere...

sam ha detto...

non sono d'accordo. questi segnali di rifiuto poco importano ai nostri politici. governeranno anche se avessero tre voti la coalizione di destra e uno il PD. Questo è un aspetto della democrazia.

Meglio Daniele leggere i programmi e votare quel partito o quella lista che presentano una persona seria. E affidarsi a quella. Ce ne sarà pur una, no?

ArabaFenice ha detto...

Sergio ha scritto "Il non voto o l'annullamento della scheda da parte di chi votava a sinistra vanno a tutto vantaggio della destra".
ma perché credete che iniziative come queste possano essere abbracciate solo dall'elettorato di sinistra?
credete che lo spettacolo poco edificante della politica sia piaciuto all'elettorato di destra?
pensate che un simpatizzante di Berlusconi o di AN non si indigni a guardare "Onerevoli" a riempirsi la bocca di mortadella?
Tutti gli essere pensanti, di qualsiasi credo politico, non possono che essere disgustati dalla nostra classe politica!

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

SAM, io la descrizione del partito che cerco nel post l'ho inserita.

Io così non ne vedo ma se qualcuno pensa ci sia me lndichi e analizzerò il suo suggerimento

marina ha detto...

Ciao Daniele, io non so ancora che cosa farò. Attendo di vedere le famose liste elettorali del PD o meglio la parte che esce dalle primarie. Se rispetteranno veramente l'impegno di far scegliere alla società, se la gente mi ispirerà fiducia, potrei decidere di votare PD. Tendenzialmente il mio gruppo di riferimento sarebbe la cosa rossa, ma confesso che mi ha dato troppe delusioni, proprio su temi specifici. Se deciderò di votare per il PD sarà per dare un po' di peso all'unica forza che possa contrastare la destra nelle urne.
Quanto al voto annullato, ha ragione mariad, le schede scritte neanche vengono lette, si è stanchi, nervosi, e si va di fretta.
Ai politici poi non gliene frega niente: anche se votano solo venti cittadini il parlamento è legale
ciao marina

sam ha detto...

Manco i programmi e le liste sono uscite Dani!
Quando avremo Buttiglione Ministro della Ricerca, Ferrara Ministro della Salute e della Vita, e dall'altra parte un'opposizione formata da Rutelli, Binetti e Bobba allora comprenderai se era utile gettare alle ortiche il tuo voto...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

SAM più scrivi questi commenti più rafforzi in me questo convincimento espresso nel mio post.

Ferrara si fa addirittura il suo partito (che tutto sarà meno che laico) A sinnistra(sinistra???? quale???) il PD oramai è DC o PDC ( partito della Democrazia Cristiana)

Dall'altra parte....Beh dall'altra parte parlarne è quasi superfluo.... E quindi?

maurob ha detto...

Sono d'accordo, il voto di dissenso potrebbe anche venire da destra.
Anche se sono convinto che sia più che da dx o sx, arriva da chi usa la testa ed esprime una certa idea.
Di certo dato quello che dicono le indicazioni pre elettorarli chi vota a dx dovrebbe avere molto più vantaggi a votare piuttosto che uno di sx che sembra che abbia già perso di partenza.

Franky ha detto...

Buona idea, ho letto qualche commento, penso che sarebbe meglio però organizzare una bella manifestazione per farci sentire,senza bandiere, ma solo per far capire che questa classe politica e il sistema annesso è vergognoso, una manifestazione diversa quindi senza slogan preconfezionati ma che rappresenti la nostra insoddisfazione verso questi signorotti dal colletto bianco.Una scheda annullata rimane tale e non viene neanche presa in considerazione quando si contano i voti in fretta e furia, almeno questo mi è stato detto da chi ha partecipato ai seggi. Comunque complimenti per l'iniziativa.
Ciao e complimentissimi per il blog

Finazio ha detto...

Sai quanto ti stimi. La tua posizione è assolutamente rispettabile, rispecchia il tuo stato d'animo e non ho alcun diritto per dire che sia giusta o meno.
Io invece voterò per un semplice motivo: non potrei mai perdonarmi che anche per un solo voto (tipo il mio voto eventualmente mancato) Berlusconi possa tornare al potere. Preferisco votare una sinistra vera, anche se con le mani legate (non certo la nuova Dc travestita da PD), piuttosto che far prevalere una destra antidemocratica e francamente pericolosa. E se alla fine Berlusconi dovesse ugualmente vincere almeno non sarò stato complice.