venerdì 18 gennaio 2008

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Dal Paradosso all'Assurdo

Oramai ammetto di essere sempre più disorientato.

Qualche mese fa e precisamente il 22 ottobre qui http://agoradelrockpoeta.blogspot.com/2007/10/opinione-del-rockpoeta-morti-bianche-ma.html mi ero chiesto se quella famigerata e tanto richiesta legge per combattere il fenomeno dei morti e degli invalidi sul lavoro, che mi risultava approvata, era anche in funzione.

La risposta fu SI, esiste: si tratta della Legge 3 agosto 2007 N. 123

Bene, "Allora applichiamola!" Scrissi.

Tutto sommato è anche una buona legge, come tutte migliorabile, ma buona.

Sono passati alcuni mesi ma le cose non cambiano; i 7 operai morti a Torino non hanno fatto cambiare le cose. Nella notte appena trascorsa sono morti come topi imprigionati dentro una stiva due lavoratori portuali di Porto Marghera. (per i dettagli leggasi qui:http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/cronaca/morti-lavoro/tre-vittime-veneto/tre-vittime-veneto.html)

Ed allora, torno a richiedermi: cosa non va in questa legge se le morti bianche (come le chiamano loro per pulirsi la coscienza con un suono più sfumato e virtuale) continuano ad esserci?

La risposta, a mio modo di vedere è tanto semplice quanto ovvia e già sottolineata a suo tempo: non viene applicata come si deve! Dove sono gli Ispettori che dovrebbero controllare che tutto sia a norma di sicurezza? Ricordo al riguardo un commento di Franca ed anche di Gianfranco Guccia che spiegò bene i problemi connessi alla nomina di questi Ispettori e, se non ricordo male, anche della loro relativa possibilità di azione.

E Repubblica on line, ovviamente, invece di denunciare l'inefficienza dello Stato nell'applicare la legge, rilancia pro domo proprio la petizione per chiedere una legge più severa.

Sono sciocchezze! Nessuna legge sarà mai una buona legge se non la si potrà attuare veramente e senza problemi o limiti nel realizzarne i contenuti.

Eravamo lo Stato dei Paradossi, ed ancora lo siamo, dato che da un lato Cuffaro è condannato in primo grado a 5 anni di reclusione e, siccome è stato accusato solo di favoreggiamento semplice (ossia ha semplicemente aiutato gli altri imputati, alcuni dei quali condannati per associazione di stampo mafioso senza apparentemente favorire la mafia stessa....mah) ha dichiarato che non lascia la carica di Presidente della Regione mentre, dall'altro, solo per aver cercato la verità, al momento De Magistris deve trasferirsi e non fare più il PM; ora, però, stiamo diventando un vero e proprio palcoscenico dove si mette in scena il Teatro dell'Assurdo.

Le pantomime di politici, Confindustria, Sindacati, ecc... sono oramai uno show quotidiano mentre il 15% delle famiglie italiane non arriva alla fine del mese (Vi ricordate la mia poesia "Sabbie Mobili"?), i lavoratori italiani cadono quotidianamente con la frequenza ed intensità del bollettino di guerra giornaliero in Iraq o quasi e nel frattempo l'immondizia sta diventando un nuovo mare che "bagna" il nostro Paese.

E l'aria è sempre più irrespirabile.....non soltanto per colpa della spazzatura....

46 commenti:

Sergio ha detto...

Ma quello che mi fa ancora più incavolare è che la notizia dei due morti di oggi a Porto Marghera sia già passata in secondo piano! Nel momento in cui scrivo (23,00), cioè a meno di venti ore dall'incidente, i titoli dalle "home page" sono passati in fondo o addirittura sparite. Vedi Corriere.it.

Hai ragione che basterebbe applicare le leggi esistenti!

Lele ha detto...

Ciao Daniele!Il titolo del tuo post riassume benissimo la situazione in Italia....!
Per quello che riguarda i morti sul lavoro,il vero problema purtroppo che non interessa a nessuno dei nostri politici.Fare leggi non serve assolutamente a nulla....!Perché non si chiedono se ad un azienda costa di più la sicurezza sul lavoro,di una causa per incidente sul lavoro.....?
E il precariato non aiuta gli incidenti....?La legge sul precariato l'abbiamo fatta noi......?
Scusa,ma morire per vivere é una delle assurdità più assurde.....!

Banana ha detto...

Hai ragione Daniele l'aria è sempre più irrespirabile e sembra proprio che dietro alla mancata applicazione della legge ci sia qualcosa di poco chiaro (e immagino anche di poco pulito).
Secondo me poi il termine "morti bianche" è davvero offensivo, sembra quasi che definendole in questo modo ci si alleggerisca la coscienza, quasi come se fossero state inevitabili.
Sono evitabilissime invece eppure per tanti anni se n'è parlato poco lasciando queste notizie in disparte anche nei telegiornali...la quotidianità non fa notizia!? Che dire, speriamo che agiscano al più presto aumentando i controlli e ricordandosi che i morti sono tutti uguali.

rudyguevara-simona ha detto...

è un paese di merda,passami l'espressione.ho sentito anche io la notizia dei morti sul lavoro.è inutile che i politici vadano ai funerali delle vittime di torino,o di qualsiasi altro posto,a dire"basta morti bianche"fossi nei loro parenti nn ce li vorrei.xchè rappresentano uno stato in cui la media dei mortisul lavoro è di 3 o 4 al giorno,dipende da come va.in italia la gente va al lavoro e nn sa se torna,a seconda di quello che fa.è come se ci fosse una guerra,è vero.uno stillicidio continuo.a volte ci vuole coraggio anche x dire che bisogna sperare,lottare.lo so che bisogna,ma lo sconforto che prende è tanto.e cuffaro poi,neanche si dimette?scusa,ma insieme al carcere,nn l'hanno interdetto x sempre dai pubbici uffici?

Richie ha detto...

Solo in italia credo, al limite in qualche oligarchia africana, i condannati restano al potere. hai ragione! l'aria è davvero irrespirabile.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER RUDY: Si è esatto ma se ricorri (e lui lo fa) la pena è sospesa

Quindi resta dove sta.....

francesca ha detto...

l'aria è irrespirabile, dici bene daniele...sempre di più

Mimmo ha detto...

è raccapricciante farsene una ragione e farla passare come pura normalità!!!

MARGY ha detto...

oggi sentivo di Porto Marghera e di Andria (a nord di Bari)...facendo poi richiamo a Torino, e con lo stesso commento : "a cosa è servita questa legge?.."

e alla fine il servizio si è concluso con una osservazione del giornalista:
"continuando così non si dovrà parlare più di "morti bianche" ma di omicidi."

forse dando il giusto termine agli accadimenti, qualche legge verrà attuata!..penso.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PER MARGY: Già le parole.... spesso le manipolano per confondere o per ingannare. Vedremo se una volta tanto le utilizzeranno correttamente per fare giustizia.

Poetryfree ha detto...

Le morti "bianche...
Sono lo specchio del paese...

Si dimostra che per interessi economici, si farebbe tutto.
Attuare le leggi, costa, e chi paga, non vuole spendere un soldo per "la tutela della forza lavoro"

Un pò di tempo fa, ho lavorato presso una ditta, come imbianchino.

ahahah la sicurezza? ahahah
Ho lasciato, perchè ho ritenuto la mia vita preziosa...

Vi dico solo che una volta sono andato vicino a cadere da un impalcatura NON A NORMA.

Io sono giovane, ho 22 anni. posso trovare altri lavori, ne ho trovati altri, ora sono quasi contento.

Ma un padre di famiglia non può permettersi il lusso di sbattere la porta e andare via come ho fatto io...

E molti perdono la vita...

Per quanto riguarda cuffaro, o zio totò... è stata una sentenza ridicola, quel mafioso della minchia, non farà neanche un giorno di carcere, in secondo grado la pena scenderà a tre anni e.... INDULTO!

Anzi no, forse in trezo grado se la cava ancora meglio...

L'Italia, è in agonia... Fuori casa mia, c'è l'inferno, non si respira, ne si cammina...

Stasera, verso le 23.30, ho assistito ad un fatto brutto...
Dei folli hanno rovesciato dei bidoni di spazzatura, e hanno sparso i cumuli in tutta la strada che io e dei miei amici tentavamo di percorrere...

Mi restano i blog, il loro spazio libero...

Ciao Daniele e data l'ora buonanotte...
Ciro

Poetryfree ha detto...

Dimenticavo...

Il fiume Poe, ha iniziato la sua corsa....

giulia ha detto...

Ciao Daniele, un periodo così orrendo dove tutto non funziona, lo stiamo vivendo ora! Le morti sul lavoro esistono da anni decenni ma fino a qualche tempo fà se ne parlava quando succedeva un caso ecclatante.......Ora di fatti ecclatanti ne sono successi, guai morire sul lavoro. Simo in un periodo dove nulla è al suo posto, nulla ed è il caos totale! Sei sempre brava nel mettere ed esporre queste notizie, grazie per tutti quelli che non possono farsi sentire.............Giulia

Franca ha detto...

Non posso far altro che ripetere il mio precedente commento che tu hai ricordato: più ispezioni meno precarietà.
Qualcuno mi sa spiegare come si può favorire un mafioso senza esserlo?

rudyguevara-simona ha detto...

carodaniele,ti comunico il mio nuovo indirizzo:http://dinuovoilmiospaziolibero.blogspot.com/.kataweb ancora nn mi ha risposto,xciò.....

GG ha detto...

E questa merda di governo continua a non fare niente in ambito di lavoro... 2 anni al potere, e non hanno fatto NIENTE DI STRUTTURALE (salvo in tema di quel che pareva a loro) per rispondere alla patologia di un lavoro dequalificato, strumentalizzato, insicuro (economicamente e non), e sfruttato da una classe grande-imprenditoriale che viene INCORAGGIATA all'elusione, alla frammentazione del capitale reale e personale, alla "competitività" per contenimento dei costi....

Verrebbe quasi voglia di lasciarsi andare alla violenza...

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

OK RUDY GRAZIE ti linko subito :-)))

PER GG: no dai, altrimenti mi dai ragione sul fatto che possono tornarele BR.... :-)))

Per FRANCA: forse qualche esempio di scuola si potrebbe trovare ma così specifico che onestamente anche io la vedo ardua da spiegare......

Mat ha detto...

siamo lo stato con più leggi..

forse le nostre leggi sono anche le più complete tra tutte le nazioni...

abbiamo solo un modo particolare, ad personam, di applicarle...

e poi da noi, la legge non è uguale per tutti... soprattutto per la classe politica e per i grandi capitalisti, che poi spesso coincidono..

ArabaFenice ha detto...

un quadro catastrofista il tuo?
no, solo il ritratto lucido della realtà...

mario ha detto...

vi giuro io nemmeno l'ho sentita questa notizia allucinante.....
tutti presi da mastella,dal papa dalle palline rosse a roma a da quella bestia del governatore della sicilia......
si l'aria è irrespirabile dal puzzo del compromesso morale...
lo diceva uno che è saltato in aria

rudyguevara-simona ha detto...

se ricorre può restare?e se poi xderà ogni processo,la regione sicilia potrà chiedere i danni morali e materiali?bisognerebbe cambiare le leggi xò:con condanne di questo tipo,dimissioni,se poi in terzo grado di giudizio si viene riconosciuti innocenti,reintegro e pagamento dei danni morali e materiali.allora sì che avrebbero fretta di far concludere i processi,invece di ostacolarne il corso!

salpetti ha detto...

Purtroppo l'Italia è il paese dei furbetti, di quelli che sanno "arrangiarsi".
Le leggi ci sono e non vengono applicate come si dovrebbe (questo accade in moltissimi casi) e così i furbetti (in questo caso imprenditori) se ne approfittano per violare le norme risparmiando qualcosina ad esempio negli investimenti sulla sicurezza. L'inadempienza delle leggi è al tempo stesso causa ed effetto di questa abitudine culturale alla "furbizia".
Quando impareremo che l'arte di arrangiarsi e del "lascia fare" è infruttifera?
Sembra che in Italia si premino solo i cialtroni e gli imbroglioni, mentre chi è onesto e rispetta tutte el norme viene penalizzato (paga più tasse, subisce più controlli, guadagna meno, ...).

Un caro saluto!!!
salpetti.wordpress.com

giulia ha detto...

E' tutto sempre peggio... E' davvero un periodo molto brutto, se non si muove qualcosa. Sei sempre molto bravo, Giulia

Francesco Candeliere ha detto...

Concordo su tutto.......L'Italia è finita!!!

irezumi ha detto...

Lombardo Radice era un illuso.

Giovanna Alborino ha detto...

nominato!

Raggio di sole ha detto...

.......hai perfettamente ragione !!! Buona domenica

Romina ha detto...

Più ispettori! Non servono nuove leggi, bisogna far rispettare quelle che esistono.
Le leggi si possono poi migliorare dopo che sono state fatte rispettare quelle vigenti.
Non ha senso fare leggi nuove se quelle vecchie sono lettera morta.

Romina ha detto...

Intendevo più "ispezioni", e non più ispettori.

silvio ha detto...

Daniele, la tua "attesa spasmodica" è terminata! :-))
ho pubblicato il seguito del post..
che conferma che l'aria è diventata irrespirabile.....

desaparecida ha detto...

sono passata x sapere come stai....e la tua "zampetta"?
1 abbraccio della buonanotte!!!

Simona ha detto...

dopo il commissariamento, peraltro inutile, della Campania per i rifiuti, propongo il commissariamento dell'Italia per la sua classe politica. sì, ma chi lo sceglie poi il commissario? vabbè lasciamo perdere, si vede che è destino.

Anonimo ha detto...

si respira aria pessima qualsiasi cosa pensi;il lavoro con il precariato che e' anche sfruttamento e mancanza di sicurezza;la politica;Ratzinger e come ha scritto Cri la lista e' in continuo aggiornamento
buona domenica Daniele
L. A. V.
http://giramundo.splinder.com

Moticanus ha detto...

Non so se è grave o indegno, ma provo sempre più con forza un sentimento di vergogna e pentimento nell'appartenere a questo paese. E dire che pochi potrebbero convincermi del contrario!


- Moticanus
- LaProvDiRagusaInBlog
- 0932Blog.it

Cristina ha detto...

Caro Daniele, l'aria è sempre più irrespirabile, ammorbata dall'inmmondizia dall'immonda politica, si continua a morire per lavoro e anche per il calcio, ho sentito ora che un tifoso del Catania è stato accoltellato alla schiena.
Intanto no si arriva alla fine del mese.

E' sempre più importante sentire la tua voce, le vostre voci,qui riesco a ridimensionare la disperazione e il dolore nell'aria buona di libertà, solidarietà, comprensione e intelligenza.

E poesia.

Buon pomeriggio.

Cri

donnanonmoderna ha detto...

Da qualche parte ho letto che stiamo attraversando l'inverno del nostro scontento ma a me sembra addirittura che ci stiamo crogiolando nella ibernazione...tuttavia in giro vedo tanti blogger che la pensano come te e me, questo mi consola un po', che almeno resti una traccia del dissenso mi sembra importante per la nostra dignità futura di esseri umani...un abbraccio Daniele...Carmela.

Elys ha detto...

Direi che paese dei paradossi è la definizione perfetta dell'Italia di oggi. Noi giovani viviamo nel precariato, le famiglie stentano a sopravvivere mentre ai piani alti si preoccupano solo delle loro beghe idiote e a pararsi il fondoschiena da accuse! Provo davvero un gran senso di nausea!

Danielino...ti ho citato in un meme! U___U Colpa tua e del tuo blog che leggo troppo volentieri!!

gianluca ha detto...

ciao, ho comprato un dominio personalizzato e ti chiedo di cambiare l'indirizzo del blog [R]EVOLUTION da gianluca-revolution.blogspot.com a:

www.gianlucapistore.com

grazie ciao :)

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ok va bene :-)))

Anna ha detto...

E i sindacati, in tutto questo, dove sono? Ad occupare poltrone?Periodo buio, forse il più buio a mia memoria. Noi dimostriamo il dissenso, e poi? Siamo solo voci nel deserto. Manca un leader vero, in cui credere per cambiare e restituire dignità a questo Paese. Ma questo è un sogno, lo so......

°bio° ha detto...

Si la tua frase finale è esattamente il sentore che ho io.. L'aria è sempre più irrespirabile..

Raggio di sole ha detto...

Ciao Daniele , si i fiocchetti sarebbero le tue bugie . Buona giornata e grazie di essere passato. Ciao a presto

flo ha detto...

La colpa è di chi non vigila sull'applicazione delle norme, inutile avere tante buone proposte scritte sulla carta se poi non si applicano e si lascia morire la gente in quel modo.
E poi quando accadono questi incidenti mortali, non si dovrebbero fare delle multe salate e prendere seri provvedimenti contro le aziende che ignorano le norme di sicurezza? Quando mai si decideranno a tenere in considerazione certe precauzioni se non vengono mai puniti?
Addirittura ho letto che la Thyssen cerca di dare la colpa dell'accaduto all'unico superstite del rogo, quando si assumeranno le proprie responsabilità?
Ciao Daniele, buona giornata (ehi ma ti sei rimesso dalla tua caduta?)
;)

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

Hai ragione FLO ed è proprio questo che mi indigna.

Sabandierano tanto le leggi e poi però le lasciano inapplicate; restano lettera morta e nessuno che denunci questa vergogna.

PS: incrocio le dita, presto mi toglieranno il bendaggio rigido e vedremo.... spero sia tutto a posto non sono uno che ama stare fermo :-)))

Giovanna Alborino ha detto...

hai ragione tra rifiuti per strada e monnezza al governo, si salvi chi puo'..

chit ha detto...

Ci sono talmente tante leggi in materia fiscale e previdenziale che basterebbe fermarsi un momento, scremare quelle palesemente "partigiane" e APPLICARE le altre.
Ma vorrebbe dire provare a ripristinare un clima di legalità, parola che in questo periodo non và molto di moda ...