mercoledì 9 gennaio 2008

NEWS: Worldwide

Avrete letto sui quotidiani cartacei o quelli on line, o ancora avrete seguito dalla televisione.

Napoli come Parigi. Cassonetti bruciati, immondizia che prende fuoco, auto rovescitate. Scenari simili a quelli delle banlieues in Francia. Ragioni dei disordini apparentemente differenti, ma in realtà molto simili: disagio di persone che si sentono considerate non persone ma schiavi moderni o cmq esseri umani di serie B. Il disagio sociale non ha confini come si vede e non ha colore di pelle. Il colore della pelle dei diseredati è uno solo: il grigio, come il fumo di ciminiere agonizzanti che offuscano l'aria o di auto incendiate, cmq ingiustamente, per rivendicare diritti primari.

A Napoli arriverà l'esercito.... vedremo, se ci saranno scontri potremo ufficialmente e "tecnicamente" parlare veramente di guerra civile. Davvero un panorama inquietante.

-------------------------------------------------

Dopo l'uscita "poco fortunata" di Padoa Schioppa qualche tempo fa quando definì i ragazzi italiani dei "bamboccioni", ora è un quotidiano inglese, oserei dire un tempo di grande prestigio, oggi forse un po' in calo sotto l'aspetto qualitativo della testata, il Times, ad affermare che il maschio italiano è in declino perchè de facto "bamboccione", concluderei io, in quanto, parole del Times, "mammone, vanesio e poco sexy"

Come mai, ci si domanderà, di colpo registriamo un così forte interessamento da parte del Times verso gli italiani? Forse, anche se qualcuno potrebbe pensare che sia io che il giornalista di Repubblica siamo un po' maligni, tutto è riconducibile al momento in cui Fabio Capello ha accettato di diventare l'allenatore della nazionale inglese.

Blatter, svizzero, ha detto che è quasi una bestemmia che una nazionale di tali tradizioni si affidi ad un allenatore estero (Come se il precedente Coach, Sven Goran Eriksson fosse stato inglese..... - era svedese per chi non lo sapesse ndr-); altri ancora in Inghilterra iniziano a mostrare una certa mal celata invidia.

Insomma, potremmo dire parafrasando Paolo Conte"...Che agli Inglesi ancora gli girano"...

Il Link: http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/esteri/maschio-italiano/maschio-italiano/maschio-italiano.html

----------------------------------------------------

Un tempo (non tanto lontano in verità) l'inglese (inteso come idioma ehm....lol!) incuteva timore e sospetto. Era quando si coniavano o si utilizzavano parole di quella lingua per nascondere o non far capire alla gente comune cosa in realtà si stava realizzando.

Una di queste espressioni era "Joint Venture" che altro non era che, semplificando al massimo il concetto, l'unione di due o più colossi (spesso grandi multinazionali) per realizzare un singolo progetto o proprio per creare un blocco unico che formasse una sinergia ("sinergia", classico es. di parola italiana da temersi molto di più dell'inglese...) per, di fatto, dominare più facilmente il mercato di loro competenza.

Oggi, l'inglese è più conosciuto e pertanto non si usano più termini così "pericolosamente" precisi per esprimere certi concetti.

Google si è quindi "alleato" con la Panasonic per far uscire negli USA e poi nel mondo se le vendite saranno soddisfacenti, una Tv che permetta di andare on line ovviamente potendo permettere all'utente di usufruire solo dei servizi di google....

Altri stanno andando in quella direzione peraltro non solo Google.

I problemi pratici al momento sono che via Tv la qualità delle immagini internet non è eccelsa ed inoltre, aggiungo io, se cmq l'accesso alla rete sarà limitato solo a certe aree e certi portali certamente non attireranno gli utenti più indipendenti, giovani e scafati che frequentano la rete.

La notizia può sembrare futile ma in realtà non lo è. Ci sono due modi per colpire internet:

1) Il primo è quello di oscurare siti in modo più o meno legale, o di trovare il modo di far pagare quello che prima era gratis magari acquisendo la proprietà di quel sito e di quel dominio.

2) L'altro, più subdolo, consiste nel fornire una finta pluralità di servizi ma tutti poi riconducibili ad un unico padrone. Sky, per es. è così: anche se puoi vedere canali davvero diversi tra loro anche di informazione, resta sempre con questo germe e questo difetto alla radice.

La forza della rete è e sarà sempre la sua libertà di fruizione, la sua gratuità e soprattutto la possibilità reale di spaziare ovunque si voglia andare a leggere attraverso un semplice "click"

Il Link: http://www.repubblica.it/2007/12/sezioni/scienza_e_tecnologia/google-7/google-tv/google-tv.html

---------------------------------------------

Ed infine una "non notizia": le stragi del sabato sera, che oramai sono anch'esse un male con cui la società sta abituandosi a convivere, mostrando una rapida ed efficace quanto assai triste capacità di assuefazione ad ogni accadimento, specie se ripetitivo e non risolto.

Non c'è al momento una notizia specifica su cui ritagliare questa parte di post, ma solo il bisogno di parlarne per denunciare la tristezza ed il dolore che mi prende quando innocenti muiono per colpa di chi non sa divertirsi...

FESTA SOLITARIA

Festa Solitaria
Alla deriva
Di solitudini di massa
E itinerari fasulli
Di aggregazioni sociali
Sciolte in una lacrima di acido
Perse in una nube di popoloso isolamento.

Folla Manzoniana del Terzo Millennio
Illusa di avere consapevolezza di sé
In realtà massa indistinta di gente
Priva di individualità.

Suoni di una Festa
Due ragazzi
Escono
Annoiati.

E
Nei loro volti
Si legge
La solitudine triste
vissuta
In mezzo al nulla di una folla spenta.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

56 commenti:

GG ha detto...

Molto bella la poesia!

Mat ha detto...

come al solito pensieri molto belli e profondi.
per questo e per altro puoi passare a ritirare la targhetta, anche se ne hai ricevuto (giustamente) 1500!!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Un'altra Mat lol?

Meno male che l'appetito non mi manca LOL!!! GRAZIE!!!!!

Franca ha detto...

Io credo che la "guerra" a Napoli più che dal disagio sia stata scatenata da infiltrazioni camorristiche tra i manifestanti a tutela dei loro sporchi interessi.
La poesia è molto bella

ArabaFenice ha detto...

Ciao Daniele,
1) la questione campana è molto complessa, le responsabilità gravissime, le colpe numerose la volontà di risolvere nulla. non so davvero prevedere come andrà a finire. siamo abituati alle inefficienze, ai rimpalli di responsabilità, all'assenza di dignità di chi non rassegna neppure le dimissioni. Ma forse mai abbiamo toccato così il fondo.

2)Spesso la nostra fama all'estero è più che meritata ma c'è qualcosa che non quadra in tanto accanimento contro l'Italia. la nostra stampa, con tutti i difetti che le si possono attribuire, non si sogna neppure di stare lì sempre a giudicare, a criticare e a condannare i limiti, le falle, le debolezze di inglesi, tedeschi e francesi che sembrano stare con il fucile puntato contro di noi.
di difetti ne abbiamo tanti, noi italiano, ma in alcune cose eccelliamo. bisogna dare a cesare quel che è di cesare.

3) condivido pienamente le tue preoccupazioni sul futuro di internet. internet rappresenta ormai una realtà così grande, così appetibile che mi suona strano che sia ancora accessibile e fruibile a tanti.

4) purtroppo,abbiamo la memoria corto e tendiamo a dimenticare problemi seri come quello delle stragi sulle strade. penso però che l'impegno delle istituzioni non possa prescindere da una maggiore responsabilizzazione della famiglia, che deve recuperare il suo ruolo educatore e formativo.
Ciao Daniele!

mario ha detto...

odio gli inglesi...
odio il loro sentirsi superiori.....
hai ragione hanno sempre detto che sono gli inventori del calcio e si ritrovano un italiano che li guida e che è più ricco della regina madre...
mmm come gli rode...
come rode a blatter che mi sta sulle p......
noi italiani siamo spesso odiati ma mi va bene...
non tocco la questione campania xkè li rode a me...ahahhaha
bellissima poesia alla fine daniele...
grande come al solito

Guernica ha detto...

Caro Daniele...hai un' altra nomination per il Thinking Blog Award!
Poi torno per rileggere più attentamente il post...per ora ti volevo comunicare solo questo!:)

Poetryfree ha detto...

Ciao Daniele... garzie per il complimento...

Ho fissato la data di inizio della maratona:
IL FIUME POE...

Ma non ti dico qual'è...
Così rimane l'effetto sorpresa

C i a o
i
r
o

Lele ha detto...

Ciao Daniele....!Hai fatto riflessioni molto giuste....!
Di Napoli cosa dire che non hai già detto.......sperando che non sia presagio di................!
E' vero che gli inglesi esagerano con la critica,come é vero che noi diamo molti spunti per essere criticati....!Neanche a me cmq piace troppo chi sparla degli altri.....troppo gratuito.....!
Non sapevo di panasonic e google.....interessante direi.....!
Sulla rete invece sono daccordissimo con te,ma se vai sul sito di Grillo leggerai una notizia grigia proprio su questo.......!
Poesia bellissima.....!
Ciao poeta......!

titania ha detto...

Bel tris o quartetto di notizie; bellissima e commovente la tua poesia. Sull'inglese (inteso come uomo lol) che aggiungere a quanto da te Rockpoeta già argutamente osservato? Per rispetto verso alcuni uomini inglesi, che conosco e sono (appunto) assolutamente innocui, preferisco qui trincerarmi dietro un NO COMMENT.
Quanto all'inglese inteso come lingua...è molto iteressante quelloche osservi. Mi permtto solo di aggiungere che l'inglese che siimpara a scuola, e/o quello utilizzato da messaggi pubblicitari, media, vanitosi vari & c. ben poco hanno a che vedere con l'inglese vero: un idioma eclettico, dalle molte sfumatutre, lessicalmente ricco e con possibilità, per le sue caratteristiche particolari, di essere continuamente arricchito. E anche ora, che quasi tutti i rappresentanti delle nuove generazioni "sanno l'inglese", molti termini inglesi, impropriamente utilizzati in italiano, hanno un significato diverso (a volte ridicolmete diverso) nell'originale (l'esempio più banale è SMOKING che in inglese, come sai, vuol dire "che fuma"). Scusa il commento un po' pedante, ma se non ci sfoghiamo nell'agorà, dove mai potremo farlo?! Ciao Rockpoeta, buona serata a te.

signor ponza ha detto...

Secondo me un pochino pochino gli inglesi hanno ragione. Pochino pochino, eh.

flo ha detto...

Il discorso che hai fatto riguardo internet non fa una piega, ci provano e ci proveranno in tutti i modi ad avere in dominio sul web, io continuo a sperare che rimanga un bene comune come lo è adesso nonostante lo strapotere di Google!

Situazione Napoli: avrei voluto prendere a pesci in faccia la Iervolino quando ha esclamato scocciata "Ma noo, tanto non muore nessuno, ne verremo fuori!"

Bella la poesia anche se molto triste...

Ciao!

Pino Amoruso ha detto...

Tutti sapevano delle infiltrazioni camorristiche "nell'affare" rifiuti in Campania. Gli amministratori locali hanno una forte responsabilità; dovrebbero dimettersi tutti. Insieme a loro anche le varie opposizioni politiche; nessuno ha denunciato il problema in modo forte.
Inglesi!!! Non mi sono proprio simpatici. Spero che Capello vada in Inghilterra ha "fregarsi" solo i loro milioni.
A proposito di MeMe...ti ho nominato :-))

tommi ha detto...

grazie per gli aggiornamenti generali e per le parole piene di significato.
In ogni caso in Campania io esiterei a schierarmi tout court con i cittadini.
Senz'altro le colpe provengono dall'alto ma se non si vuole fare come la TAV, su esigenze così fondamentali ogni tanto bisogna anche sapere dire SI.

tommi - www.bloginternazionale.com

Duccio ha detto...

Ma allora sei recidivo? Mi hai lasciato nuovamente un commento con la URL incompleta! mancava la "c" finale. Ah questi poeti ...
;-) duccio

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

E' che resta in memoria quindi non ricordo che è sbagliata LOL!

Juliet ha detto...

beh ti posso dire che io sono tutti i giorni a napoli per via dell'università...e i media (almeno sul lato civile) gonfiano la situazione...di guerra civile nemmeno l'ombra....

poesia stupenda!

Cristina ha detto...

sono di corsa ma non potevo fare a meno di leggerti e salutarti.
A presto.

Cri

caramella-fondente ha detto...

Uhhhh, quanti messaggi in un solo post....
Riprendo quello della "forza della rete"
Il mondo virtuale diventa il centro dell'informazione soprattutto quando accedere alle notizie risulta più difficile.Il caso più recente: le notizie censurate dalla giunta militare del Myanmar, sono filtrate grazie alla rete dei blog,che, in segno di solidarietà, si sono colorati di rosso, e sono arrivate ai computers di tutto il mondo. Non solo informazione, ma anche sensibilizzazione, perché il loro scopo è rendere i più, se non altro, consapevoli. Anche le rivolte contro i dittatori conoscono una nuova era?....SI'

arte ha detto...

la penso anche io come franca... comunque staremo a vedere come si evolveranno le cose

riccardo gavioso ha detto...

vorrei commentare molto, ma sono di corsa e scelgo il web: gli interessi salgono di giorno in giorno, tenteranno in tutti i modi di mettere le mani sulla fonte d'informazione più preziosa... e sarà dura fermarli!

per gli award, ormai hai battuto Ben Hur, complimenti!

Finazio ha detto...

La poesia è sublime, resta in me l'imbarazzo di commentare un post nel quale hai già detto tutto. Per l'internet mobile aspetto l'arrivo dell'iPhone diApple: potrebbe essere quella la vera svolta.

Paolo ha detto...

La vicenda di Napoli è incredibile ma tutti sappiamo, che se ci fossero le elezioni, Bassolino verrebbe tranquillamente rieletto. Domandiamoci il perchè...
Paolo

Cristina ha detto...

o.t.: non mi sono lasciata sfuggire l'occasione per consegnarti la mia stellina di Thinking blogger.
Buona giornata.

Cris

fioredicampo ha detto...

Molto bella la poesia...
Sulla "spazzatura" e sui bamboccioni per oggi preferisco sorvolare.
Un abbraccio

irezumi ha detto...

Il discorso su internet mi spaventa non poco. Internet è ormai l'unico universo che (in parte) sfugge al controllo dei potenti... stiamo attenti a non farcelo togliere...

Complimenti per la poesia, anche se io sotto ci vedo le note più che la carta :)

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Grazie Cris :-))))!!!!

PER IREZUMI: in che senso le note? Intendi un testo per una canzone? Una... tua canzone?

rudyguevara-simona ha detto...

ora capisci perchè ricevi così tante nomine?la tua poesia è molto toccante.
pernapoli:allora il detto vedi napoli e poi muori nn è così fuori luogo!la battuta è stantìa,lo ammetto,maanche io mi sento in qesti giorni un po' stantìa!(dicesi stantìo,in toscano,qualcosa che sa di vecchio,stanco,fiacco).nn voglio buttarmi giù,e nemmeno buttare giù nessuno,ma il nuovo anno mi sa già di cagata colossale!

Monicanta ha detto...

Ma non è che forse gli italiani sono bamboccioni e escono di casa sempre più tardi perchè c'è molto lavoro precario, gli stipendi sono da fame e per prendere un appartamento in affitto solo per dare una cauzione devi venderti un rene? No.. mica dico che è così davvero.. la mia è solo un'ipotesi...

irezumi ha detto...

Intendo che la musicalità della tua poesia renderebbe dieci volte con una melodia sotto.
Non compongo canzoni, ahah, sono più stonata di un corvo con la raucedine... però molto raramente mi capita di leggere qualcosa e immaginare che venga intonato da una bella voce... e con la tua poesia è capitato proprio questo... ho solo seguito una sensazione ^_^

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Grazie Irezumi!

Posso risponderti che la musica sotto esiste quando le leggo. Non so se hai visto il video sul mio sito.

In effetti le mie poesie dal vivo acquistano, parole di altri lol, ancora più forza.

Per Rudy Guevara: Grazie hai sempre parole bellissime e centrate per me. Quanto all'anno nuovo, che aspettarsi, potremmo dire che non è altro che il prosieguo di quello vecchio solo con un numero in più; un po' come la Seconda Repubblica che non ha cambiato nulla ma è stata solo un proseguire di quella vecchia soltanto con l'aggiunta di qualche elemento nuovo, la restaurazione di altri più vecchi ed una maggiore litigiosità forse simulata per fare ancora più confusione e gettare fumo negli occhi alla gente per non mostrarle i veri problemi del Paese e soprattutto per non farle comprendere che non sono capaci e non hanno neanche la minima intenzione di risolverli.

lealidellafarfalla ha detto...

Ciao Daniele, bella come sempre la poesia.

Giovanna Alborino ha detto...

stamattina in piazza qui a grumo nevano, l'unico paese a fare la raccolta differenziata, e' venuta la rai per delle interviste, mi pare che trasmetteranno il programma sabato/domenica su rai uno alle 7 del mattino se ho capito bene..sempre sul problema rifiuti..

e' uno schifo, penso sempre a tutta quella diossina nell'aria ed ai bambini che non possono nemmeno affacciarsi al balcone..

un abbraccio

Guernica ha detto...

Torno per rileggere il tuo post, come promesso.
E ti dico che la situazione in Campania mi tiene davvero in ansia. Oltre a rattristarmi molto. Ormai seguo tutte le battute di questa storia con la tachicardia. Sarà perchè ho visto di persona "l'immondizia della discordia" per le strade o perchè il sangue della Regione Do Sole scorre nelle mie vene per parte di padre...
Spero che tutto questo finsca al più presto e che poi non vada a finire nel classico dimenticatoio...

Passo a dirti che i tuoi versi sono emozionanti come sempre.

Richie ha detto...

blatter farebbe meglio ad infilarsi una scopa nel ***o: già lo avevamo capito che gli stavamo sulla punta! Ai mondiali al momento delle premizioni era negli spogliatoi con Zidane anzichè a consegnare le medaglie!
Che pezzente!

eccio ha detto...

Mannaggia a te, bisogna sempre impegnarsi parecchio per risponderti .. allora ...

1 .. Parli di guerra civile? In parte mi verrebbe da dire "ben gli stà" visto che hanno fatto i babbaloni fino ad ora e si trovano in questo momento in condizioni critiche e con poc tempo a disposizione...che mi sia permesso dargli dei polli ogni tanto...

2 .. il times secondo me non ha molto lavoro in questo momento e allora amplia la pagina estera sull'italia, interessata soprattuto, come dici sopra, dalla cronaca della campania. Ovviamente inserisce un mucchio di articoli spazzatura, ma con questo tiene l'attenzione dei lettori britannici

3 .. Aò ma eri in classe da me oggi?? in che banco?? ... a quanto pare anche noi abbiamo parlato delle join venture in economia, nulla da obbiettare su quanto da te esposto. Se volessero boicottare internet penso che non avrebbero troppe difficoltà, ma spero non accada altrimenti ci toccherà entrare in una guerra civile cibernetica.

4 .. è un problema questo che tendenzialmente si dimentica, non facciamo più caso alla banalità delle cose.

Carolina ha detto...

mi hai ricordato il mio prof. di Metodologia e Tecnica del Negoziato.. diceva sempre di utilizzare le parole più dirette per dire le cose e di diffidare di alcuni termini in voga, quale "sinergia".
Bei ricordi,
Carolina

Anonimo ha detto...

Ogni giorno leggo i tuoi versi.Me li godo.Non sempre lascio un commento,perchè dovrei ripetermi.

Cristiana

lucia cirillo ha detto...

@eccio
Da napoletana ti dico che ben gli sta è proprio un'spressione che potevi risparmiarti. Non difendo la mia città che ha così tante colpe che manco a discuterne, ma c'è gente che non ha scelto quella situazione e non ha alcuno strumento per contrastare questo stato di cose, che ti assicuro è drammatico e richiederebbe la massima sensibilità e attenzione...per favore i giudizi qualunquisti e privi di costrutto tieniteli pure...
Ciao Daniele. Perdona lo sfogo a "casa tua" :-)

giulia ha detto...

Qui trovo pensieri molto belli e profondi, un abbraccio, Giulia

mario ha detto...

t ho nominato daniele......
però è un bel meme

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Per Lucia Cirillo:

Tutto ok :-)))

Penso che Eccio cmq non volesse offendere la gente di Napoli conoscendolo da quanto scrive nel suo blog.

Io conosco Napoli e so quanti sono i napoletani attivi e seri. Ci sono anche quelli a cui Eccio forse fa riferimento ma concordo che generalizzare non sia giusto.

andrea ha detto...

Come sempre il tou occhio è attento al mondo. E la tua poesia straordinaria.

°bio° ha detto...

La rete paradossalmente non è nata libera per poi diventare, di fatto, l'icona della libertà; limitarla sarebbe un attentato ai diritti umani, alla libera circolazione delle notizie. Però, purtroppo, in ogni modo ci stanno provando.. Solo non capisco perchè si ostinino ad usare un mezzo morto come la tv.. Ottimo post, in un attimo hai spaziato attraverso più argomenti con una grande capacità di sintesi. Ciao

Poetryfree ha detto...

Da Napoletano, vi dico che Bassolino nonostante tutto rivincerebbe le elezioni....
Perchè?
(ovviamente io non lo voterei)
Perchè certa gente si vende per un piatto di minestra, perchè il voto di scambio qui è l'unica vera "campagna" elettorale, perchè
certi antistatisti hanno molto piacere ad avere come "oppositore" bassolino...

La Campania è marcia, non perchè c'è la camorra, ma per il fatto che pochi criminali sottomettono molti onesti cittadini...

Il problema è proprio questo...
Una massa di gente onesta non fa nulla contro il piccolo gruppo di gente disonesta...

Campani tiraccampisti
Guajò... tir a' campà...

Chi non è così ha tanti problemi...

:-((( eccomi qua... :,-(((

Luca ha detto...

Caro Daniele, mi permetto di dissentire.
La causa dei disordini di Napoli non sta nella rabbia di essere considerati cittadini di serie B. Sta nel fatto che vogliono che i rifiuti siano smaltiti, ma non vogliono che siano costruite discariche vicino a casa loro.
Perdipiù se la prendono con una classe politica, quella Napoletano-campana, che hanno contribuito loro stessi a far girare di poltrona in poltrona negli ultimi 15 anni.

A questo punto credo sia molto, molto faile prendersela con le istituzioni che mandano l'esercito.
Chi è causa del suo mal...

Buona giornata.
Luca.

Simona ha detto...

L'ossimoro "popoloso isolamento" è bellissimo.
Gli inglesi? sono sempre stati un po' odiosi. certo che pero', in questo periodo stiamo dando un'immagine che puzza.

Mimmo ha detto...

Anche se adesso siamo lo zimbello d'Europa...noi italiani, in ogni caso, ci distinguiamo sempre!
nel bene e nel male.


sob!

Poetryfree ha detto...

"Due ragazzi
Escono
Annoiati.

E
Nei loro volti
Si legge
La solitudine triste
vissuta
In mezzo al nulla di una folla spenta."

Bellissimo!
Mi ritrovo nelle tue parole...
Come sempre complimenti...

Un saluto
Ciro

eccio ha detto...

@ Lucia e ROckpoeta .... ovviamente hai frainteso, il ben gli stà non è diretto a voi napoletani, voi producete immondiazia tanta quanta ne produco io che vivo a torino e forse meno, il ben gli stà è riferito all'amministrazione, a chi ha veramente il potere di fare.

Cmq si Daniele ho fatto un commento molto affrettato su quell'argomento ed ovviamente è facile fraintendere. Lol grazie per avermi parato i chapet un poco :D, poi in ogni caso poteva essere frainteso anche il post che ho fatto sul mio blog, ma ognuno interpreta a modo suo, questo è il bello.

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

Per LUCA: è certamente permesso dissentire in modo civile come tu sai fare ed argomentando in modo mai superficiale! Credo che però non sia proprio tutto esattamente come lo dipingi tu, almeno in Campani

Ciao Luca e grazie davvero per essere passato. Ti attendo ogni volta che vuoi :-)))
Daniele

Per ECCIO: é tutto ok, credo che il qui pro quo si sia risolto :-)))

Cmq presto vi dirò qualcosina sull'idea che avevamo del meeting e quindi magari vi incontrerete e fumerete insieme il calumet della pace o magari berrete un aperitivo LOL"(Scherzo non credo siate in guerra :-))) )

Per SIMONA, CIRO-POETRYFREE E TUTTI QUANTI VOI: GRAZIE!!!! GRAZIE Per tutte le parole meravigliose che mi dite e che riservate alla mia persona ed alle mie poesie.

Parole così intense scritte da persone speciali come tutti voi che mi seguite mi emozionano sempre di più e mi danno tanta forza per affrontare le avversità di un'attesa per pubblicare sempre più spasmodica.

Grazie di cuore
Daniele il Rockpoeta

sam ha detto...

sul primo passo:
sono quasi convinto che quei disordini siano organizzati, molto più di quelli delle banlieu parigine. E che dietro vi sia la mano della camorra e di certe forze politiche.

Anonimo ha detto...

Google si è quindi "alleato" con la Panasonic per far uscire negli USA e poi nel mondo se le vendite saranno soddisfacenti, una Tv che permetta di andare on line ovviamente potendo permettere all'utente di usufruire solo dei servizi di google....

questa notizia e' molto preoccupante perche' sembra di vederci una forte limitazione della liberta' e del pluralismo;di rifiuti pubblicheremo qualcosa questa sera e come sardi ci vergognamo per quello che e' successo;
buon pomeriggio
Lorenzo Anne Veronica
http://giramundo.splinder.com

lucia cirillo ha detto...

@ Eccio
Pace fatta :-)(ma mai mi sono sentita in guerra con le opinioni -anche non condivise - di qualcuno) ho frainteso, me ne dispiace...confido nella "fumata della pace" di un meeting che attendo sinceramente. Un saluto

rudyguevara-simona ha detto...

caro daniele,sono nei guai.ti scrivo in questo commento il mio ultimo post così mi spiego meglio:”Cacchio,la faccenda è peggiore di quanto pensassi!Non è possibile più lasciare commenti nè cliccare su un post,che il risultato di PAGINA NN TROVATA ora vale per qualsiasi cosa abbia scritto!Help!Proverò a vedere le impostazioni,e se nn riesco scriverò a Kataweb!

Speriamo bene!”
ho scritto già una mail,attendo risposta!help:qualcuno mi può aiutare?girerò questo messaggio su ogni blog possibile!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ti ho risposto per mail: controlla cmq che sia un problema anche di altri bloggers aventi la tua stessa piattaforma ossia kataweb.

In tal caso sarebbe un fastidioso problema però penso temporaneo, forse di poche ore.