sabato 27 ottobre 2007

OPINIONE DEL ROCKPOETA: RAIENEL, Nuovo "Canale Tematico"...

Stiamo davvero assistendo al Teatro dell'Assurdo.

Già di "incongruenze" nel nostro Paese ce ne sono molte e siamo letteralmente invasi da situazioni incresciose e spesso paradossali ma questa le batte tutte a mio parere.

Non basta un Ministro della Giustizia che per senso di"giustizia" vuole rimuovere un PM che indaga su di lui.

Non basta vedere che gli Angelucci, nota e facoltosa famiglia romana nonchè proprietaria del quotidiano "Libero" diretto da Vittorio Feltri oltre che del "Riformista", vogliano anche L'Unità.

Non è sufficiente il dover digerire il commento di Feltri che alla notizia di questo probabile acquisto afferma: " E va beh, cosa c'è di male mica sono extracomunitari?"

Evidentemente non c'è mai limite al peggio, ora arriva anache Petruccioli (ma non l'avevano defenestrato?) a proporre di inseririre il canone RAI nella bolletta dell'ENEL.

Ora, va bene che tutti noi praticamente abbiamo la tv, ma la cosa non può essere considerata automatica. Penso a seconde case che possono non averla ma pagano la luce, penso a chi magari non ha neanche i mezzi per averla.

Mi sembra una commistione contronatura. Sono due aziende distinte, tra l'altro L'Enel pure privatizzata se non erro, e non mi pare logica questa confusione.

E poi, con quali modalità? Come faremo a sapere se paghiamo di più perchè si tratta del canone RAI o perchè di nascosto ci aumentano la luce? A meno che non ci facciano pagare il tutto in un'unica soluzione.

Aggiungo che, pur pagando regolarmente il canone alla RAI, questa commistione la trovo ingiusta anche per un'altra ragione: il canone RAI viene in realtà pagato non per il servizio televisivo che ci viene fornito ma per l'utilizzo dell'elettrodomestico attraverso il quale la guardiamo.

Giuro, credetemi, è questa la motivazione di una marea di sentenze che hanno dichiarato che il canone RAI è obbligatorio e che non si può decidere di non pagarlo più rinunciando a vedere solo quei canali "meravigliosi"

Ora, trovo questa motivazione assurda e la legge che vi sta dietro vergognosa, ma nella speranza che invece tutto questo cambi ( oggi con il fenomeno del criptaggio, basterebbe oscurare i canali che non vuoi vedere) sarebbe complicato poi per alcuni (o tanti?) che decidessero di non vedere più la RAI dover chiedere di defalcare dalla bolletta dell'Enel tale importo.

Curioso che la Lega che parla tanto di rivolta fiscale non attacchi questo balzello vergognoso che è il canone RAI obbligatorio.

Sostenere che non paghiamo il servizio televisivo ma la televisione in quanto oggetto è assurdo. Tra l'altro se fosse così il canone dovrebbe con gli anni ridursi se io non cambio la televisione perchè la stessa è usata, più vecchia ecc... Insomma il ragionamento dovrebbe essere come quello di un canone di leasing, per cui le rate variebbero al rialzo solo se comprassi una tv nuova. Invece non è così.

Non so, probabilmente è una boutade di tali dimensioni che non verrà neanche considerata, ma resta il fatto di un Governo che cerca di arraffare quanto più può attraverso quelli che definirei privilegi feudali di lungo corso.

Parlano tanto di riformare la RAI.... volete una vera riforma? Via i partiti dalla RAI, libertà di informazione, maggiore qualità dei programmi, ed,a quel punto, stabilire che su tre canali uno resta in chiaro e du vengono criptati salvo pagamento di un canone a quel punto sì anche più elevato dato che lo sceglieremmo noi e dato che ci dovrebbe essere un giusto rapporto tra qualità trasmessa e prezzo sborsato dai teleutenti.

Ma questa è utopia, sono sogni, la realtà è questo Governo, è la brillante proposta di Petruccioli....

Il Link: http://www.corriere.it/economia/07_ottobre_26/rai_canone.shtml

19 commenti:

Rosangela ha detto...

Altra incongruenza, l'IVA sul gas, sai che per il solo uso di cucina/acqua calda, dovrebbe essere minore, e sull'uso riscaldamento quella che è attualmente . . . ma se uno usa il gas per le due cose, non ci sono due contatori, ma uno, e l'iva? quella più alta, anche d'estate quando il riscaldamento è spento!!!!
Ho scoperto una nuova notizia, sulla Birmania . . . legi qui:
http://annavercors.splinder.com/
il post del 26 ottobre . . . LE FOTO ORRIBILI DELLA VERGOGNA

Ho scoperto come fare a "linkarti", su un post . . . ci provo, oggi o lunedì! Queste cose sono da matti!!!
Ciao Poeta, baci R

ArabaFenice ha detto...

"Non so, probabilmente è una butade di tali dimensioni che non verrà neanche considerata, ma resta il fatto di un Governo che cerca di arraffare quanto più può attraverso quelli che definirei privilegi feudali di lungo corso"

Perfettamente d'accordo, su questo e sul resto del post.
Trovo assurdi canoni come quello della tv o quello Telecom che paghi anche quando non fai telefonate.
E' una vergogna, sono cose che succedono solo in Italia... e poi dicono che siamo bamboccioni... è normale, se pensi di mettere su casa devi già accollarti tanti oneri ingiusti...

Io so che il canone RAI viene ripartito anche tra le altre tv, comprese quelle locali. A questo punto sarebbe giusto pagare il canone anche se non si guardano i canali RAI. Ma il problema è che, come tu giustamente affermi, il canone lo paghiamo sull'apparecchio. Quindi, anche se non vediamo nessun canale televisivo e magari ci limitiamo ad utilizzare la TV per collegarla ai videogiochi o per collegarla al lettore DVD e vederci film su cui sono già state abbondantemente versati i vari balzelli.
Se io avessi la tv in un appartamento non dotato neppure delle prese video-antenna, perché dovrei pagare il canone?
So che in casi come questi si può richiedere l'intervento degli ispettori che dovrebbero eliminare il sintonizzatore dalla TV e renderla inservibile per guardare la televisione. Ma è giusto che venga danneggiato un bene di mia proprietà? E se la TV la volessi rivendere o regalare?
Se già questo è ingiusto, figuriamoci se sono d'accordo che si debba pagare il canone TV sulla presunzione di possederne uno perché hai l'elettricità...

Davide ha detto...

Parlando ieri con delle persone, si diceva di come in Italia non si possa più vivere.
Troppe assurdità, troppe stranezze.
A me invece piace pensare che forse lottando qualcosa può cambiare.
Sono un sognatore?
Amo esserlo!

simona ha detto...

anche io trovo ingiusto il canone,la rai si alimenta egregiamente con la pubblicità che dispensa in egual misura rispetto alle tv private!e spesso la qualità dei suoi programmi(salvo eccezioni,s'intende!)non è maggiore.almeno che lo eliminino x quelle persone a basso reddito,tipo i pensionati al minimo,che sono obbligati ugualmente a pagarlo.e poi gli apparecchi telesivi si pagano,non sono a noleggio,quindi la giustificazione che viene data è assurda!

Franca ha detto...

Mi giunge nuova che il canone RAI sia una tassa di possesso.
Forse lo è in modo indiretto in quanto se possiedi un televisore non puoi non vedere i canali RAI, ma non mi sembra che sia proprio sull'apparecchio.
Comunque, a mio parere, è più ingiusto il canone TELECOM perchè il servizio che ti danno è pagato dal costo delle telefonate.
Delle due una: o canone fisso o scatti

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

E'così. Altrimenti basterebbe che la RAI oscurasse i canali degli abbonati che non pagano o che non vogliono più quel servizio proprio come fa Sky. Ma sono intervenute sentenze che lo impediscono sulla scorta della motivazione detta nel post.

Il Canone RAI è solo un balzello vergognoso.

raser ha detto...

guarda, io ogni volta che sento parlare di "abbonamento" alla tv per definire la tassa per il possesso del televisore, mi viene l'orticaria...almeno non ci prendessero per il culo

Giovanna Alborino ha detto...

i canoni dovrebbero proprio essere aboliti...sono assurdi quelli sulla tv, quelli sul telefono che anche se non chiami paghi cmq la bolletta..ma tutto cio' accade solo in Italia?

Eccio ha detto...

Probabilmente se uno mettesse in pratica quello che dici, tutti cripterebbero la RAI, per non pagare il canone. Concludi dicendo che è un utopia, ma concretamente non lo è, testimonianza il fatto che potrebbe essere realizzata, ma non lo si fà perchè noi non abbiamo il potere di farlo. Abbiamo le gambe tagliate ...

flo ha detto...

Canone RAi insieme alla bolletta dell'Enel?! Ma qui stiamo raggiungendo livelli assurdi, se dovesse passare una cosa del genere tocca fare la defenestrazione collettiva della televisione, a me ha anche rotto le scatole, già non sono d'accordo a pagare il canone figuriamoci... BUTTIAMOLE dalla finestra!
Protestiamo dai qui fra poco se non ci svegliamo verranno pure a farci pipì in faccia e poi la vorranno pure pagata a peso d'oro!
E scusa la delicatezza del paragone!

caramella-fondente ha detto...

Oggi un apparecchio televisivo può essere usato anche per guardare: migliaia di canali presenti in tutto il mondo, un DVD, foto e i filmini prodotti con la propria fotocamera, per collegarlo ad un PC, giocare con la playstation, ascoltare la radio ecc.ecc.
Nonostante tutto un azienda con 3 reti televisive ancora ci obbliga a pagare una tassa di 104 euro all'anno perchè possediamo un apparecchio che può ricevere anche i suoi canali!
Se non vogliamo più pagare la RAI dovremmo far sigillare il nostro apparecchio e non poter quindi usufruire di tutti gli altri i servizi che un televisore ai giorni d' oggi potrebbe offrirci, e non è tutto! Il canone RAI va pagato anche per apparecchi che sono in grado tramite adattamenti a ricevere il segnale televisivo quindi teoricamente anche i possessori un monitor per pc, di un notebook o di un videofonino dovrebbero pagarlo. Una vera assurdità, praticamente questa azienda non ci permette di navigare su internet, guardare un film su DVD, video-giocare, guardare un canale che non sia il suo se non paghiamo chi lavora nella propria azienda! (quindi Bruno Vespa, Cristiano Malgioglio, Antonio Zequila per citarne alcuni...). Perchè devo pagare simili persone per fare tutte quelle cose che non c'entrano nulla con loro?
ABOLIAMO IL CANONE RAI....altro che pagarlo con la bolletta ENEL!!!!

Richie ha detto...

Sò di persono che vivono in montagna e che non ricevono il segnale televisivo, sono state costrette comunque costrette a pagare il canone.

Lo trovo una delle tante tasse ingiuste giacchè su tre canali solo qualche programma di rai3 si può considerare di servizio pubblico, ma li conti su una mano.

fioredicampo ha detto...

Sto seriamente pensando di buttare via l'odioso elettrodomestico che non guardo "quasi mai"... farlo diventare "mai" non sarebbe un grosso sacrificio.
Poi farò disdetta dall'abbonamento e potranno controllarmi quanto vogliono: non ho l'apparecchio, non pago.
Un saluto.

Arte ha detto...

ciao rockpoeta!
il canone rai, che sciocchezza. :(
dovrebbero abolirlo!!!
a presto!

libero83 ha detto...

guarda, anch'io sto segnando un giorno de vedere la politica fuori dalla rai, ma temo che rimarrà un sogno....

E poi perchè ti sorprendi che il senatur e i suoi ominidi in verse non si ribellino al canone, se non mi sbaglio la lega ha i suoi uomini dentro viale Mazzini tra cui Moncalvo....

Su Pertuccioli no comment, però penso che la rai qualche programma interessante lo trasmette, tipo report o blu notte, o ancora la storia sdiamo noi, peccato però che il loro spazio di programmazione sia limitata, mentre per trasmissioni tipo al posto tuo, l'isola dei famosi o il quiz dei pacchi lo spazio è sempre illimitato...

giudaballerino ha detto...

Mah, non ho parole. Che poi per uno che nemmeno ce l'ha più la televisione da due anni, come nel mio caso, tele provvedimento rasenta il ridicolo...

enzorasi ha detto...

Daniele bisogna tenere accesa la luce...dell'intelletto! Io non credo che questa ridicola e ignobile proposta di inserire il canone rai nella bolletta enel riuscirà a passare perchè cadrà prima questo governo. Romano continuerà a ridere? Forse si pensando agli altri che saliranno sulle poltrone.Sulla tua testa e sulla mia spero con tutte le forze solo antenne per ricevere...GRATIS. Noi paghiamo già un canone elevato per gli incommensurabili stronzi che ci governano da 30 anni. Stamattina mi sto curando con un vecchio album dei Jefferson Airplane e la voce di Grace slick ha spazzato via tutto . Ciao

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

"Here they come!" sung Bowie on "Diamond Dogs"

Questo sto ascoltando ora Enzo. Penso anch'io che forse non se ne farà nulla ma il prevenire certe assurdità inizio a pensare sia sempre meglio....

Ciao
Daniele

Lucia Cirillo ha detto...

La RAI non può fare a meno del canone perchè è con quei soldi che paga le sue "cause perse" nei confronti di Santoro (1 milione e mezzo di euro solo per lui!) e dei suoi accolti (300 mila euro per Ruotolo e 250 mila per Riccardo Iacona...Solo per fare alcuni dei numeorsissimi nomi a cui la Rai deve del denaro per "mancato utilizzo"). Invece i preziosi pubblicitari di cui quest'azienda di Stato (!!!!) (necessariamente) si avvale finanziano la maggior parte dei suoi "bei" programmi, di cui però mi sfugge la caratteristica di "servizio pubblico" che dovrebbero possedere. Che dire, mancano proprio tutti i presupposti per qualsiasi commento "pacato".