lunedì 15 ottobre 2007

L'Angolo del Rockpoeta: "Alopecia Ambientale"

OGGI E' IL BLOG ACTION DAY. Si tratta cioè di una giornata dove molti blog hanno deciso di pubblicare, aderendo a questa iniziativa, un post che parlasse di ambiente.

Dall'effetto serra, al disinteresse per i danni derivanti dall' inquinamento delle falde acquifere e dell'aria che respiriamo, l'ambiente in cui viviamo è seriamente minacciato dall'operato dell'uomo.

Ovviamente se sto scrivendone ho aderito anch'io. E, come già accadde per il Darfur, lascio che siano i miei versi a sensibilizzarvi su questo tema che riguarda da vicino tutti noi.


Alopecia Ambientale

Si abbattono su di loro
Come scuri impazzite.

Alberi secolari
Ridotti
A semplici tronchi privi di vita
accatastati
gli uni su gli altri.

Cacciatori di frodo
che ci braccano
senza tregua.

E così
Perdiamo le Nostre Case.

E la Nostra vita.

E così uccidono l’Aria:
la nostra Aria
ma anche la VOSTRA.

E la Nostra Foresta
come la testa d’un uomo
con pochi sprazzi ancora
di vegetazione
e Nessuna Speranza
di vederla ricrescere di nuovo.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA.

13 commenti:

signor ponza ha detto...

Fai proprio bene a sottolineare quegli aggettivi possessivi.

simona ha detto...

e soprattutto uccidendo l'aria,gli animali,le piante,uccidiamo noi stessi e nn solo in senso fisico,ma la nostra anima,la parte migliore di noi.complimenti x la poesia.sottolinea il grido di dolore della natura,non puòche colpire nel profondo.

Gianni ha detto...

Argomento valido esposto con una lirica toccante, che sottolinea la gravità e la complessità del problema.
Purtroppo l'uomo è un animale duro di comprendonio, non riesce a percepire i pericoli contro cui va incontro, perché ha perso l'istintività che nella notte dei tempi gli permetteva di "sentire" i messaggi che gli giungevano dall'ambiente circostante, e di modificare il suo spazio vitale quel tanto che bastava ad assicurargli la sopravvivenza.
Tuttavia voglio e continuo ad essere ottimista, forse perché credo ancora nella permanenza di un certo istinto di conservazione.
Non escludo che a forza di battere il cranio contro gli effetti del dissesto ambientale, vedendo scendere il sangue dalla sua fronte, possa un giorno fermarsi prima del punto critico di non ritorno.
Un abbraccio da....Gianni.

ArabaFenice ha detto...

Mi associo ai complimenti per la tua poesia anche questa volta così significativa e toccante. Sono molto sensibile ai problemi dell'ambiente che stiamo rendendo una pattumiera rendendo la vita molto difficile anche agli animali. Penso che anche io aderirò all'iniziativa ma dalla mattanza delle foche ello sterminio dei randagi sulle strade, dalle mutazioni climatiche ai problemi della nostra pelle sempre più intollerante ai raggi non filtrati del sole si potrebbe parlare di un infinità di argomenti. infatti stiamo distruggendo il mondo a 360 gradi. Spero di superare l'imbarazzo della scelta.

simona ha detto...

ciao,ti volevo segnalare che ho scitto un post nell'ambito bloggers for burma,dove indico la costituzione di un gruppo di discussione sull'argomento.se puoi far passare il messaggio anche ad altri,io lo segnalo a caramella fondente oltre a che te.ti ringrazio.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Certo lo faremo. Il blog unitario serve proprio per postare e far presenti iniziative importanti per quella causa e fare in modo che esse ci vengano segnalate o siano poi da altri pubblicizzate sui loro blog.

Grazie Simona del tuo costante appoggio
Daniele

Sergio ha detto...

Bella poesia, soprattutto vera!

chit ha detto...

Bella, complimenti sinceri!
Bravo Rock ;-)

Gianfranco Guccia ha detto...

Ho già commentato in merito al tema che hai trattato, Daniele, e torno a ribadire il mio consenso e l'ammirazione per l'opera di sensibilizzazione che svolgi quotidianamente, cercando di stimolare le coscienze di chi ti legge.
Rientro per un flash OT, Grazie per avermi accolto nel "Blogger for Burma", ringrazio TUTTI coloro che hanno dato il loro assenso al mio ingresso, in particolare Te ed Araba Fenice; spero di poter essere utile alla causa che ci vede uniti nella nostra pacifica,doverosa e legittima protesta.
Gianfranco Guccia,

Cristina ha detto...

Complimenti, davvero!

Scusa l'o.t, io ho pubblicato ora il post a sostegno dei bloggers for Burma. Sono due buone cause.

Ciao.

Cristina

http://blog.libero.it/omniamundamundis/

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ti metto immediatamente tra i blog sostenitori Cristina e grazie per i complimenti!!!

Gianfranco, oramai non so come ringraziarti per le parole che hai verso di me.

E' un onore averti a postare sul blog unitario.

Daniele

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Per Cristina: Grazie per aver messo il mio video su youtube!!!!

Una bellissima sorpresa!!!

Daniele

Franca ha detto...

Anch'io ho aderito alla giornata di sensibilizzazione sull'ambiente con un post intitolato "Il mondo nelle nostre mani".
Ripensandoci adesso a qualcuno mi verrebbe voglia di tagliarle le mani!