martedì 11 settembre 2007

L'Angolo del Rockpoeta: "Stella Cadente"

Per ricordare questo 11 settembre ma non dimenticando el Chile nel 1973 (vi segnalo al riguardo un post molto bello sul blog di Franca "Francamente") e ogni angolo del mondo dove le guerre le dittature e i soprusi sono ancora vivi oggi. E ricordando coloro che da questi inferni ne sono usciti con la libertà

Perchè ogni atto che aggredisce la nostra libertà è dittatura, è barbara violenza, inciviltà e terrorismo.

Il mio colore è il bianco.

La poesia:

"Stella Cadente"

Frasi Convulse
Attimi prima della fine
Un bagliore
Uno schianto
Il crollo.

Civiltà ferita
Eutanasia di culture
Pace illusoria.

Ed una stella cadente
Ormai
é solo un corpo celeste
Privo di vita

E senza Speranza.


DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA.

6 commenti:

Davide ha detto...

concordo con il tuo pensiero.
Certe cose non vanno dimenticate.

giulia ha detto...

Concordo con te... bella la poesia, anche se molto triste. Giulia

Franca ha detto...

Grazie per la citazione

Polis ha detto...

Un ricordo silenzioso di tutte le vittime del terrorismo e di tutte le vittime civili delle guerre.
In particolare voglio ricordare tutti i bambini e i ragazzi che hanno perso la vita e i loro familiari, loro erano e sono il futuro...

salpetti ha detto...

Bella poesia, complimenti...
Dall'11 settembre di 6 anni fa il Mondo non è più lo stesso!!! ;-)

Mimmo ha detto...

un ricordo per tutte le vittime di coloro che abusano del potere.
Le vittime innocenti.