giovedì 23 agosto 2007

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Oh, Baby Baby It's a Wild World!

Eh sì, è proprio un mondo selvaggio e senza scrupoli ma per fortuna ci sono loro che ci aiutano e ci danno le soluzioni, loro che ci danno qualcosa che "appartiene a tutti noi".

Non so se avete visto due spot pubblicitari ultimamente: quello della nuova Fiat 500 di cui esistono più versioni tutte cmq a mio parere vergognose e quello dell'Enel con la canzone di Cat Stevens in sottofondo (da cui il titolo del post.)

Vi posto il link di entrambi ed anzi per la Fiat anche il link dove ne trovete altri simili ma con delle variazioni sul tema...

http://www.youtube.com/watch?v=ZIstcCzloJA (quello visto da me personalmente)

Qui invece altre versioni, a mio avviso, altrettanto penose (ma è solo il mio parere sia chiaro) scovate e guardate su You Tube per cercare la prima già linkatavi

http://www.youtube.com/results?search_query=pubblicità+nuova+fiat+500&search=Search

E questo invece è quello dell'Enel (anch'esso visto già più volte sullo schermo) :

http://www.youtube.com/watch?v=oMIRNAbWGbQ

A mio avviso, nello spot della Fiat, mischiare Borsellino, Falcone, L'Heysel, la strage di Bologna o vittorie sportive per dire cosa è giusto essere e cosa no per poi parlare di cose che appartengono a tutti noi e concludere che anche quella nuova auto "appartiene a tutti noi" scusate ma l'ho trovato di pessimo gusto e disgustoso. Senza contare i bambini che sono sempre presenti ed usati quale simbolo di purezza ed innocenza per darsi un'immagine pulita.

"Appartiene a tutti".... veramente il prezzo di questa utilitaria è alquanto proibitivo anche nel modello base tra l'altro....

Avrete poi anche notato che nella versione che ho visto personalmente c'è anche Valentino Rossi (tra cosa è giusto essere): immagino che a tutti voi non sia sfuggita la comicità della situazione...Tutti d'accordo allora, vogliamo tutti essere evasori fiscali LOL!!!

Quanto all'Enel, anche qui non mancano i bambini e anche qui non manca il messaggio che stanno lavorando per noi e per il nostro bene salvo aumentarci la bolletta praticamente un bimestre sì ed uno...anche!

Enel che dovrebbe cercare energia alternativa e pulita e invece sempre per il nostro bene, investirà sul carbone....

Che investimenti lungimiranti....

Insomma due pubblicità figlie di altre made in USA come quelle della General Electics di qualche anno fa e anch'esse altrettanto false e altrettanto ripugnanti.

Toccare sentimenti legati a fatti che hanno ferito il nostro Paese o che lo hanno esaltato, per una pubblicità di un'auto o di qualunque altro bene o servizio, sarà sicuramente legale ma è altrettanto sicuramente imbarazzante, penoso, squallido e ipocrita.

Ed il degrado avanza...

9 commenti:

Franca ha detto...

Sulla qualità della pubblicità c'è poco da dire.
Spendo due parole sulla nuova 500.
La prima, quella vecchia, ha rappresentato un sogno per tanti italiani, il simbolo del riscatto sociale ed economico di un'Italia che si risollevava.
Quella nuova cosa rappresenta? La terza auto della famiglia? Perché come seconda già viene considerata scarsina...

chit ha detto...

Una volta la pubblicità doveva presentare il prodotto e renderlo appetibile al mercato; ora invece deve solo farne parlare, bene o male non importa, l'importante è che se ne parli possibilmente molto.
Sto veramente diventando allergico a queste pubblicità.
Mi sa che però tocca farci il palato perchè l'indirizzo è questo ahinoi...

Irlanda ha detto...

Concordo con le tue parole e anche che il degrado avanza, ma credo anche che abbiamo tutte le carte in regola per fermarlo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Welcpme irlanda!

Si penso anch'io che si sia ancora in tempo anche se a volte certi eventi ti portano a sentirti per un attimo sopraffatto dal pessimismo.

Ma è soltanto un attimo.

Farfallaleggera ha detto...

Vengo a risponderti, come ti avevo promesso ritorno alle mie attività preferite. Una di queste è rispondere ai post dei miei amici bloggers. Ti ho già lasciato un
commento al post su Celentano. Ora te ne lascio uno su questo dopo averti premesso che ho la sensazione, sicuramente sbagliata che tu mi stai provocando.
Specialmente facendomi vedere il video sulla Fiat 500. Io, tanti anni fa, per circa un paio di mesi, ero un'operaia non in Fiat ma in una ditta che lavorava per lei. Poi scappai, lo confesso, e trovai altri posti di lavoro (per mia fortuna). Cmq presi parte ai picchettaggio fatto davanti ai cancelli Mirafiori dagli operai che lottano per il loro posto di lavoro. Ero una delle tante donne che portava il cibo per rinfocillarli.
Ora tutto questo è stato dimenticato (la famosa perdita della memoria storica) ed si
arriva ad accostare le auto alle lotte operaie. Ecco dove ho visto la provocazione, anche se tu sei, da me, perdonato, in quanto non potevi sapere del mio passato di vita.
Il resto del video lo trovo immondizia. Accostare un'auto alle morti di Heysel, alla strage di Capaci, all'emigrazione degli anni '60, (anche da me vissuta); per non parlare della sfrontatezza ad usare immagini di persone come un Papa, di Napolitano (chissà se lui ne è stato contento, mah), lo trovo deprecabile. Sui bimbi ho invece qualche riserva...Non hanno genitori? Come hanno potuto permettere che i propri figli andassero a finire su un video, di questo genere? Non ti sembra strano?
Adesso smetto, altrimenti non faccio un commento ma un post. Un arrivederci a presto, giovanna (il mio vero nome).

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ovviamente non sapevo del tuo passato operaio.

Sul mio blog, come sai, tocco temi che possono colpire le corde delle emozioni e dei ricordi della propria esistenza.

Temi che fanno male, che ti mettono di fronte ad una realtà amara che dovremmo tentare di cambiare.

Che dobbiamo cambiare.

titania ha detto...

Ecco perché non commento quasi mai: di solito sono d'accordo su tutto... Quelle pubblicità e l'uso stucchevole dei bambini sono davvero fastidiose.

Anonimo ha detto...

scusate l'intrusione...ma nessuno ha notato la BNL? Assurdo!
Laura

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ciao Laura e benvenuta!

Venendo al tuo commento, devo dirti che se alludi alla sua pubblicità purtroppo no; io tendo a non vedere gli spot e questi due mi sono capitati tra capo e collo solo perchè ero al cinema.

Ma se tu l'hai visto e passi di nuovo di qui segnalamelo e parlane tu stessa denunciandone la volgarità che ti sembra avere e motivando perchè.

Faresti un servizio utile a tutti davvero. E' importante condividere informazioni insieme.

A presto
Daniele