giovedì 30 agosto 2007

NEWS: Strange World

Un proverbio, insulso a mio avviso, recita "Donne e motori...".

Sarà pensando a questo proverbio che i Vescovi e la Turco, attuale titolare del Ministero della Salute, hanno affermato (i primi) e di rimando condiviso (la seconda) che la legge sull'aborto dovrebbe fare il tagliando.

Avranno pensato davvero di assimilare una donna e le leggi a suo favore ad un'auto...

Forse, ancora per similitudine, hanno pensato che la legge 194 che concede un diritto sacrosanto alla donna, dovesse essere un attimo...ritoccata.

Al riguardo è molto interessante l'articolo di Miriam Maffai su Repubblica di stamattina (versione cartacea quindi niente link sorry LOL!) dove afferma come sul punto in linea di massima potrebbe anche essere d'accordo ma poi è sui contenuti del "tagliando" che ci sarebbe scontro.

Infatti sicuramente i Vescovi per "tagliando" intendono restrizione ulteriore del campo di applicazione di detta legge, mentre la Maffai, sottolineando come peraltro sempre meno donne ricorrono all'aborto, sarebbe per un'analisi diversa, che tenesse conto di come certi aspetti nella società contemporanea sono cambiati e pertanto, tenerne presente per aiutare la donna nella possiibile scelta di tenere il bambino. Inoltre, mettere in atto la parte della legge volta a parlare seriamente con la donna che deve prendere tale decisione per fare in modo che essa sia davvero ponderata. Ovviamente, a mio avviso, senza affidarsi a quegli "ameni personaggini" appartenti a quei gruppi "a favore della vita" o con nomi simili ma, al contrario, a personale serio che sappia davvero tirar fuori la vera volontà della donna in quel momento così difficile della sua vita, senza volerle invece imporre la loro volontà.

Tra gli aspetti da tenere presenti per la Maffai ci sarebbero per es. i costi di un figlio; quindi incentivare aiuti economici per fare in modo che i soldi non siano un problema e non costituiscano un deterrente mentale e psicologico importante nel decidere di tenerlo sarebbe già un ottimo passo in avanti per migliorare detta legge.

Ovviamente le ragioni di salute della madre e il decidere di non voler mettere al mondo una creatura con gravi problemi resta un punto inamovibile sia per la Maffai, sia per me.

Lo spunto del tagliando, tirato fuori dai Vescovi con cotanto tatto, nasce dalla notizia di cronaca riguardante il caso dell'errore del medico che nell' interrompere una gravidanza di una delle due gemelle che la donna aspettava, ha spento quella sana.

Purtroppo è stato un errore e come sottolinea la Maffai, non sono certo le leggi che potranno porre un freno agli errori umani, nel senso che nessuna legge può materialmente fare in modo che nessuno li commetta più.

Quindi, ovviamente, questo è stato di nuovo un pretesto squallido preso dagli antiabortisti per voler cancellare un diritto delle donne.

In una società libera si deve poter scegliere. Una legge sull'aborto non significa obbligo di interrompere la gravidanza ma possibilità di decidere se portarla avanti o no.

Scegliere è libertà. La volontà dei Vescovi è invece liberticida.

---------------------------------------

Il mondo è davvero strano.

Firenze, a mio avviso giustamente, sta cercando di porre un serio freno alla presenza dei lavavetri ai semafori, presenza che se fosse "educata" e non aggressiva ed insistente sarebbe anche tollerabile (anche se non tollerabile resta e resterebbe lo sfruttamento di queste persone, a volte anche bambini) ma che ultimamente in alcune città (non a Genova devo dire) sta diventando oramai insostenibile. Certo, a questa giusta iniziativa, sarebbe utile che si affiancasse quella di sgominare le bande criminali che sfruttano queste persone.

La cosa "strana", però, è l'affermazione fatta dal Comune di Milano dalle colonne della cronaca milanese de "La Repubblica" di stamattina, dove si legge che il Comune del capoluogo lombardo potrebbe decidere di applicare multe forti ai lavavetri per disincentivare la loro presenza.

Ora al riguardo mi pongo "ingenuamente" due domande

1) Come fanno a pagarla se nessuno si è fatto lavare il vetro e gli altri proventi dei giorni prima sono soprattutto nelle tasche dei loro sfruttatori? Inoltre cmq se non li allontanassero fisicamente dal luogo, loro ci resterebbero o vi tornerebbero dopo o ancora si sposterebbero, forse, in altra zona della città. Aggiungo più seriamente che se sono clandestini il solo fatto di scoprirlo porterebbe di fatto alla loro espulsione quindi la multa in concreto poi non sarebbe alla fine forse neanche pagata.

2) Ammesso e non concesso che recuperassero questi soldi, non sarebbe cmq uno sfruttare questi individui e accapparrarsi di un risultato economico tra le altre cose non lecito? Perchè badate bene che la multa non è la confisca dei beni. Se, faccio un es, il fermarli comportasse soltanto il sequestro degli "strumenti di lavoro" allora sarebbe corretto, ma la multa è una sanzione pecuniaria e come tale va pagata con il denaro, denato in tal caso frutto di quella attività che si combatte e si dichiara essere illecita. Insomma una contraddizione forse, no :-)))?

Fermo restando che, mi ripeto, la cosa principale sarebbe pensare anche a sgominare i loro sfruttatori.

--------------------------------------------

Altra notizia curiosa, così tanto per riderci sopra, che ho letto su Repubblica stamattina: un sondaggio stabilirebbe che H. Clinton sarebbe la candidata ideale per la Casa Bianca per gli....Italiani!!!!

Ora mi chiedo ma dobbiamo buttare via i soldi così? Che ci importa di sapere che gli Italiani la voterebbero di corsa ( non io, a me piace di più il candidato democratico di colore Obama) dato che la devono votare gli Statunitensi???

Ok lancio un sondaggio solo per gli Statunitensi: Chi preferirebbero a Sanremo nel 2009 (per quest'anno è già tutto deciso mi pare purtroppo), Baudo o Bonolis? Prego astenersi dal votare gli Italiani LOL!!!!

2 commenti:

Franca ha detto...

1) L'ABORTO
L'azione oscurantista del Vaticano continua. Indipendentemente da come ognuno di noi possa pensarla io sono, ora e sempre, per la LIBERTÀ DI SCELTA, ricordando anche che il divieto non abolisce l'atto ma lo rende solo più insicuro. Quando la legge non c'era chi voleva abortire lo faceva lo stesso andando dalle "mammane" invece che in clinica. Chi può dire che non lo sapeva?
Per quanto riguarda la Turco, di tagliandi ne ha fatti più di uno ed è sempre peggiorata (PCI, PdS, DS, Pd...)
2)I LAVAVETRI
Il centro-sinistra, evidentemente a corto di idee su "integrazione e solidarietà", preferisce cavalcare i temi tanto cari alla destra di "sicurezza e legalità".
Ma siamo certi che la legittima voglia di sicurezza dei cittadini si tuteli con provvedimenti come questi, cioè criminalizzando chi cerca di guadagnare qualche spicciolo senza chiedere l'elemosina?
Il discorso sul racket è già stato smentito e serve solo da paravento per giustificare provvedimenti come questi.
Sergio Bontempelli dell'Associazione AfricaInsieme di Pisa nel 2006 ha svolto un'accurata ricerca sui lavavetri della sua città: «Vita da semaforo. Un lavoro dimenticato». Ne ha tratto anche un'interessante schema su quanto si guadagna: 2,5-2,8 euro all'ora, per un introito mensile di circa 500 euro per 45 ore di lavoro settimanali. Una cifra irrisoria per noi che però diventa molto alta se si considera che nel 2003 lo stipendio medio lordo in Romania era di 177 euro.
Bologna, Roma, Firenze... parte da "sinistra" l'attacco alle povertà del nostro mondo
3) ILARY CLINTON
Concordo sulla totale, assoluta inutilità di certi sondaggi. Comunque, se la domanda fosse stata fatta a me sicuramente bob avrei scelto la Clinton che per politica continua a stare con un marito che ha fatto quello che ha fatto...

Scusa la lungaggine, ma il tuo post era molto articolato

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Non preoccuparti per il commento lungo. Mi piace vedere commenti articolati dato che anch'io faccio post complessi e cmq abbastanza lunghi come degli editoriali più che dei post veri e propri.

Sui tre punti toccati, sul primo beh abbiamo la stessa identità di vedute, sul terzo io sarei più incuriosito da Obama, la Clinton mi sermbra troppo conservatrice rispetto alla situazione attuale negli USA.

Quanto al secondo punto, credo che non si possa unificare ogni situazione, ma cmq io penso che le mele marce devono essere fermate. Piccole e grandi.

Io non posso sapere se poi tutto questo nasconde una "neo-propaganda" di sinistra per attirare anche stanche elettori della parte avversa, ma ho spesso visto e sentito parlare il Sindaco di Firenze e non mi ha mai fatto una brutta impressione ma anzi mi è sempre parso una persona che sapesse come amministrare una città importante come Firenze.


Credo che la sicurezza dei cittadini non sia un problema di una sola delle due parti politiche; giustizia e buon senso non hanno colore.