lunedì 21 maggio 2007

L'ANGOLO DEL ROCKPOETA: CAPTATIO BENEVOLENTIAE

Evasori, furbi, politici corrotti, persone in posti di potere che ne abusano, persone che invece non danno mai la chance che molti meriterebbero. Fanno tutti parte di lobbies più o meno evidenti, come delle sette massoniche che fanno sacrifici umani virtuali, quelli dei nostri sogni.

Alcuni affermano che chiunque in quelle circostanze o con quei poteri si comporterebbe allo stesso modo. Io non ne sono così sicuro. Moltissimi certamente sì, ma non tutti. E non così spudoratamente.

Un titolo ironico, ovviamente, una finta lusinga che in realtà malcela una forte amarezza ed indignazione.

"CAPTATIO BENEVOLENTIAE"

Vorrei essere un ladro,
perché solo loro ed a loro capitano le occasioni migliori
e perché solo loro vengono aiutati.

Vorrei evadere le tasse
perché solo gli evasori sono stimati e rispettati.

Se non evadi sei un inetto.

Vorrei essere un politco,
per avvantaggiarmi su quella che sarebbe
o vorrei che fosse la mia professione.

Vorrei essere un assassino per ottenere la grazia per motivi di salute

Ma sono solo un Rockpoeta,
Inetto (perché non evade)
Onesto (perché non ruba)
Senza futuro perché non sono un politico
E non ho santi in Paradiso.

E neanche all'Inferno.

Daniele Verzetti, Rockpoeta.

1 commento:

Rosie Blindy ha detto...

Bella poesia. Posso solo aggiungere che il mondo è un coacervo di iniquità.