lunedì 2 aprile 2007

NEWS: La polvere sotto il tappeto.

E qualcuno, anzi qualcuna più famosa di me ci ha pensato. In realtà sulla base di motivazioni di politica estera più che interna, ma cmq arrivando a chiedere a gran voce dalle pagine del Wall Street Journal quello che io avevo sostenuto fosse giusto richiedere già un po' di tempo fa (ehm ehm...).

Lei é Mia Farrow, nota attrice americana ed ex del grande regista Woody Allen, e prendendo spunto dal fatto che la Cina finanzierebbe coloro i quali sono i responsabili del genocidio ancora in atto in Sudan nella tristemente famosa zona del Darfur, ha chiesto che vengano boicottate dagli USA le olimpiadi di Pechino 2008.

Ha attaccato Spielberg che ha accettato di curare la scenografia della cerimonia inaugurale ed ha sottolineato come questa sia un'occasione da non perdere dato che la Cina punta moltissimo su queste Olimpiadi per rifarsi un po' il "trucco" di fronte all'occidente.

Ha tirato in ballo gli sponsor e tutti coloro che sono in qualche modo impegnati su quel fronte.

Certo, purtroppo si pensa che questo richiamo non riscuoterà molto successo, ma credo che fosse doveroso che venisse fatto, e ritengo anche che non si debba lasciare quella voce isolata.

Per avere un quadro più esauriente delle affermazioni della Farrow andate qui:
http://www.repubblica.it/2007/04/sezioni/sport/olimpiadi-2008/olimpiadi-2008/olimpiadi-2008.html


---------------------------

E Google scivolò sulla classica buccia di banana.

Per la verità, a parer mio, é la terza buccia su cui scivolano, ma diciamo che é la prima che riguarda il web ed i suoi fruitori. Infatti la prima buccia di banana ha riguardato il nuovo metodo deciso per le assunzioni negli Stati Uniti(vi ricordarte il mio post su quel "test"?) l'altra a mio avviso é google earth che sa molto di spionaggio della gente comune, e l'ultima....

L'ultima é recentissima e coinvolge Google Earth ma non per le ragioni che potreste supporre.

Google Earth ha "deciso" di cancellare la storia, o se vogliamo metterla giù meno dura, di fare un perfetto "restyling" di New Orleans.

Via le immagini attuali e reali di una New Orleans ancora recante le ferite ed i segni della devastazione compiuta dall'uragano Katrina, ed al loro posto invece le immagini di come questa città era prima del passggio di questa sciagura naturale.

Molte proteste ed una parte del Parlamento americano che vuole occuparsene. I responsabili di Google hanno affermato solo che era un problema tecnico dovuto alla scarsa risoluzione delle immagioni dal satellite. Sarà ma quelle immagini erano tra le più cliccate....

Quindi il perché le abbiano tolte, ma soprattutto capire le ragioni per cui le hanno sostituite con la versione "New Orleans before..."credo sia molto importante. Vergogna? Desiderio di nascondere la polvere sotto il tappeto per celare una realtà scomoda e poco piacevole per gli occhi? Mah, attendiamo sviluppi...

Anche qui per leggere la notizia:
http://www.repubblica.it/2006/11/sezioni/scienza_e_tecnologia/google5/katrina/katrina.html


--------------------------

Ed infine parliamo ancora di Scuola ma andando in Inghilterra. Il Governo Blair ha stabilito che l'uso moderato della forza in classe da parte degli insegnanti é in certi frangenti giustificato anzi richiesto.

Questo per far fronte al fenomeno della violenza nelle scuole che anche laggiù sta un po' prendendo piede. Interventi energici per fermare una rissa, il poter perquisire per poter sequestrare armi di vario genere nell'eventualità che se ne trovassero, ecc...

Scuola in crisi un po' ovunque anche se da noi i problemi non sono solo quelli della violenza (come ho avuto già occasione in questa sede di affermare...); anzi forse per ora questo fenomeno é ancora in fase iniziale. Non per questo non va subito stroncato anzi....

Eccovi il link per leggere più in dettaglio anche questa notizia:
http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuoleuk/si-alla-forza/si-alla-forza.html

10 commenti:

Andrea ha detto...

Titolo azzeccatissimo, anche se nel caso della cina più che di nascondere la polvere sotto il tappeto si tratta di profumarsi per non fare sentire la puzza. Sono molto rigido e severo nei confronti di regimi comunisti, che non ho mai approvato, e che quando si aprono al capitalismo lo fanno esasperando sempre gli aspetti patologici del liberismo.

Magdalena ha detto...

Sul barbablog c'è un argomento molto affine alla tua terza notizia. Lì ho detto appunto che manca il rispetto, che i primi a sbagliare sono proprio i genitori

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ho letto l'articolo di Galli Della Loggia on line su corriere.it; mi sorprende l'atteggiamento remissivo ed inerme dell'insegnante. Non mi sembra logico. Ma davvero hanno così paura?

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Per Magdalena: hai accettato il mio invito e hai letto anche la poesia ho visto. Grazie per le tue parole

PS: quanto un giornalista che scrive sul Corriere della Sera deve mantenere un aplombe e non dire "parolacce" anche se riportate e anche se serve per chiarire la portata dela noitizia? Questa forse é un'altra questione. Credo che dipenda dalla necessità assoluta di riportarla o meno.... Forse bastava riportare il link e non dirla. O forse no.

Magdalena ha detto...

Il fatto raccontato però è molto grave quindi ha fatto bene a riportare tutto senza censure. Solo se non fosse che i ragazzacci non leggono il giornale, si rischierebbe di dare lo spunto, cosa che magari accadrà perchè i ragazzi su ytube hanno tempo di navigarci.

Rosie Blindy ha detto...

Google ultimamente mi ha deluso. Ho letto articoli nei quali si peventava che goole mail ad esempio avesse problemi di tutela della privacy.

Adesso cancella il disastro di New Orleans. Non era meglio tenere immagini meno definite piuttosto che superate?

Tex Willer Navigator ha detto...

Terza news: è l'ennesima svolta a destra del governo Blair. Nella sostanza avrà ragione, ma nei metodi no, il problema va risolto eliminando le cause del disagio. Ma il partito laburista si ricorda del suo retroterra?
Nasconde la polvere sotto il tappeto, non ripulisce le coscienze.

Laurie Laurie ha detto...

A Tex willer navigator: prima di scagliarmi contro Blair ci penserei molto bene! Io l'ho sempre considerato un esempio da seguire.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Di fatto Blair ha sancito alcune norme un po' più forti rispetto a quelle del nostro Ministro.

Il problema é che certe minoranze violente stanno prendendo sempre più il sopravvento anche in luoghi dove prima erano più attente a non esporsi perché ancora avevano un po' di timore (quantomeno reverenziale o "istituzionale") che ora invece hanno perso. Perché? Forse perché la stessa precarietà degli insegnanti per cui un giorno hai uno e domani chissà, non permette a chi insegna di acquisire un ruolo ed una figura forte e che possa avere il tempo necessario per farsi rispettare. Inoltre, lo spirito di emulazione oramai é sempre più presente in questi ragazzi e poi ancora mettiamoci certi insegnanti che non hanno la capacità di "imporsi".

Quanto a Blair, anche a me piaceva all'inizio. Ora forse ha anche lui fatto delle scelte sbagliate (vedi Iraq ad es.). Credo perù che nel complesso sia stata una figura positiva. Anche se ripeto in questi ultimi anni ci sta dando davvero bene dentro per rosicchiarsi i "punti" guadagnati in passato e puntare al pareggio di "bilancio" di governo....

Remington ha detto...

Se quello che hai detto è vero, Daniele, avremo anche noi presto da prendere provvedimenti simili.
Ma ce lo vedete il Mortadella?